PROCESSI


1.2.19 - Processi
descrizione della fonte
Estremi cronologici 1233-1802 settembre 6
Unità 961

La serie è formata da quasi un migliaio di pezzi che documentano un numero quasi uguale di cause che hanno coinvolto, in un arco di tempo di quasi quattro secoli, sia il comune di Bergamo, sia altri comuni del territorio, sia privati.
Il termine "Processo" indica atti di causa talvolta non facilmente riconducibili ad una determinata situazione; altre volte si trovano volumi completi dalla citazione alla sentenza; altre volte ancora allegati di causa con estremi cronologici piuttosto ampi e chiaramente antecedenti la causa vera e propria.
Di norma si sono scelte definizioni univoche: "Causa" quando siamo in possesso dell'intero procedimento o di gran parte dello stesso; "Atti di causa" quando, invece, si trovano soltanto alcune parti del procedimento; "Allegati di causa", infine, quando si tratta di materiale usato per un procedimento di cui non è stato possibile rilevare altro.
Unica eccezione sostanziale "Sommario", quando il pezzo contiene sunti e/o regesti di atti di causa ma non gli atti in sé.

La serie è stata suddivisa in diverse sottoserie: la prima contiene quei procedimenti che hanno coinvolto il comune o suoi uffici (1); a sé i processi in materia di acque, sottoserie già nota e quindi mantenuta. La seconda i procedimenti che hanno coinvolto privati e/o enti territoriali. La terza, infine, i processi penali (criminali).

Quanto alla finalità di tale materiale, si ritiene si tratti in buona parte di volumi usati per cause discusse davanti a magistrature cittadine o in appello davanti a giudici veneziani, anche se in questo caso la scelta cadeva sulla stampa degli atti, che rendeva il pezzo più adatto alla discussione nella città lagunare.
note
(1). Si è scelto di indicare il comune di Bergamo con il nome di "Città" per seguire da vicino la denominazione che, in latino o in volgare, i titoli riportavano con frequenza di gran lunga dominante.

1.2.19.1 - Processi comunali
descrizione della fonte
Estremi cronologici 1331-1802 settembre 6
Unità 526

1, class. 1.2.19.1-1
1331-1446
"B. Processus Magnificae Civitatis Bergomi contra Valles ocasione conductarum pro fortiliciis et pontibus novis refitient[...] expeditum in proc[...] A folio 39".
Allegati presentati in causa, in materia di condanne criminali da applicare a favore della città di Bergamo, tratti dagli statuti del 1331, 1343, 1391, 1422 e dal privilegio 1446 dicembre 8; copie autentiche di Gabriele Salvaneus cancelliere del comune di Bergamo.
1 fascicolo cart., cc. 7, num. orig., leg. originale in cartone scucito, volgare, stato di conservazione: discreto, danni: umidità

2, class. 1.2.19.1-2
1341 giugno 17-1657 giugno 15
"Pro reverendo clero bergamense contra Magnifice Civitatem".
Sommario di causa fra la città di Bergamo da una parte e il clero di Bergamo dall'altra circa l'estimo.
1 registro, mm. 200x90, latino e volgare
segnatura attuale: Segnatura Specola doc 995

3, class. 1.2.19.1-3
1351 dicembre 5-1604 novembre 11
"T 13. 1605. Territorii Bergomensis contra Magnificam Civitatem in causa taxarum. A. Similis et conformis alterius signati A taxarum 2 expediti per transactionem sequutam die X ianuarii 1606 in registro privilegiorum".
Atti di causa tra la città di Bergamo da una parte ed il territorio dall'altra circa la ripartizione dei contributi per l'alloggiamento e mantenimento dei soldati assegnati al bergamasco.
1 fascicolo, cc. 98, num. orig., latino e volgare

4, class. 1.2.19.1-4
1351 dicembre 5-1605 maggio 18
"Pro Magnifica Civitate Bergomi contra Territorium in causa taxarum. In processus 1605 A. B. D.".
Sommario della causa fra la città di Bergamo da una parte e il Territorio dall'altra circa la ripartizione dei contributi per l'alloggiamento e il mantenimento dei soldati assegnati al bergamasco.
1 registro cart., cc. nn., mm. 125x90, leg. originale in cartoncino, latino e volgare

5, class. 1.2.19.1-5
1406 aprile 29-1730 luglio 16
Atti di causa.
Sommario degli atti di causa fra la città di Bergamo da una parte e il conte Pietro Martinengo dall'altra circa gravezze dovute dal padre di quest'ultimo, conte Gasparo Giacinto.
1 volume cart., leg. originale in cartone, latino e volgare

6, class. 1.2.19.1-6
1410 agosto 8-1657 maggio 17
"1657. Pro magnifica civitate contra reverendum clerum occasione solvendi [gravidius] impositas et imponendus de mandato dominii supra extimo et pro ut intus. Summarium extractum toto processu sigato Q" (1).
Elenco delle scritture prodotte dalla città di Bergamo nella causa tra la stessa città da una parte e il clero di Bergamo dall'altra circa il pagamento di pubbliche gravezze.
1 fascicolo cart., cc. 14, num. orig., leg. originale in cartoncino, latino e volgare
note:
(1). A c. 1.


7, class. 1.2.19.1-7
1410 dicembre 11-1639 settembre 3
"1410 usque 1639. Diverse decisioni del Serenissimo Dominio Veneto ed altre carte relative alle stesse nate a favore della Città di Bergamo, Brescia, Verona, Vicenza, Padova, Treviso contro il Reverendo Clero perché concorra anch'esso al pagamento delle tasse ed altre spese di milizia o' sia al pagamento delle publiche gravezze de mandato dominii".
Allegati di causa. Alle cc. 126-127 comparto del sussidio per il territorio padovano, a stampa, 1630 giugno 29.
1 fascicolo, cc. 279, num. orig. sino a 151, poi rec. e bianche, leg. originale in cartone, latino e volgare

8, class. 1.2.19.1-8
1415 maggio 31-1711 marzo 21
"1415 usque 1711. Processo M.C. Ducali, parti, instrumenti, locazioni ed altre carte comprovanti il possesso delle aque della Città ed in specie dell'aqua della seriola detta Morlana, o sia delli due canali, ed un quarto di detta seriola, che si estrae dalli moduli del Casalino di sotto la porta di S. Antonio ed scorre nel Comun Nono. Quali carte sono state prodotte dalla M. Città di Bergamo contro li signori conti Giuseppe et Carlo Suardi ed altri compartecipi della Compagnia della Morlana habitatori in detta Città" (1).
Scritture relative alla causa celebrata davanti ai rettori di Bergamo fra la città di Bergamo da una parte e i conti Giuseppe e Carlo Suardi e i compartecipi della compagnia della seriola Morlana circa i diritti d'acqua sulla detta seriola.
1 fascicolo, cc. 52, num. orig. fino a 50, poi rec.; bianche cc. 50-52, leg. in cartoncino
note:
(1). Citato in AB 475.


9, class. 1.2.19.1-9
1422-1550
"Pro extimo. Summarium iurium magnificae civitatis Bergomi".
Privilegi e statuti del comune di Bergamo in materia di estimo.
1 fascicolo, cc. 45, num. rec., leg. originale in cartone, scucito, latino e volgare
Unità momentaneamente non reperibile giugno 2010

10, class. 1.2.19.1-10
1422-1600 marzo 11
"In causa taxarum cum Territorium".
Elenco delle scritture presentate nella causa fra la città di Bergamo da una parte e il Territorio dall'altra circa la ripartizione dei contributi per l'alloggiamento e il mantenimento dei soldati assegnati al bergamasco.
1 registro cart., cc. nn., mm. 225x85, leg. assente, latino e volgare

11, class. 1.2.19.1-11
1428 giugno 28-1565 maggio 9
"Pro Magnifica Communitatis Bergomi contra Magnificos Comites Martinengos de Malpaga et illos de Fenarolis et comites Martinengos pro solutione talearum"
Allegati nella causa fra la città di Bergamo da una parte, la parentela Fenaroli di Tavernola e i comuni di Tavernola, Cambianica e Vigolo dall'altra circa il rifiuto di questi ultimi di pagare sussidi militari (1).
1 fascicolo cart., cc. 129, num. orig., lacunosa, leg. originale in cartoncino, latino e volgare
note:
(1). Il legame con la famiglia Martinengo Colleoni è dato dall'oggetto della causa e dal testamento di Bartolomeo Colleoni, in copia, alle cc. 91-100.

12, class. 1.2.19.1-12
1428 luglio 9-1519 agosto 2
"1581. Pro Magnifica Civitate Bergomi contra illos de Alzano pro mercato bladorum".
Allegati nella causa fra la città di Bergamo da una parte e il comune di Alzano superiore dall'altra circa il mercato di cereali in Alzano probito con proclama del podestà di Bergamo (1). A c. 1 elenco degli atti (2).
1 fascicolo cart., cc. 8, num. orig. fino a 6, poi rec., leg. originale in cartoncino scucito, volgare
note:
(1). Cfr. ducali, u. 154. (2) Da cui si evince che il fascicolo è mutilo.

13, class. 1.2.19.1-13
1428 luglio 9-1581 agosto 29
"1605. Summario delle scritture et ragioni in materia de fationi extimi et tasse cavato da processi vechi del Magnifico signor Francesco Moiolo. 1605 per la lite mossa dal territorio per le tasse".
Allegati nella causa fra la città di Bergamo da una parte e il Territorio dall'altra circa la ripartizione dei contributi per l'alloggiamento e il mantenimento dei soldati assegnati al bergamasco.
1 fascicolo cart., cc. 18, num. orig., + cc. sciolte, leg. originale in cartoncino, latino e volgare

14, class. 1.2.19.1-14
1428 luglio 9-1680 giugno 1
"Città di Bergomo contra grassinarios".
Elenco degli atti di causa tra la città di Bergamo da una parte e l'arte dei grassinari dall'altra circa la regolazione dei calmieri.
1 fascicolo cart., cc. 103, num. rec., mm. 285x110, leg. originale in cartoncino, latino e volgare

15, class. 1.2.19.1-15
1429 settembre 2-1583 aprile 23
"1429 usque 1604. Filtia ridotta in processo M. Ducali, ordini, editti ed proclami, parti, fatture, decreti vescovili, pareri pontifizii ed altre carte intorno alla visita, disciplina ed bon governo delli monasterii delle monache" (1).
Carte varie (in copia e non) di autorità laiche ed ecclesiastiche, bergamasche e non, relative ai monasteri di monache di Bergamo.
lettere di: Francesco Gratarolo, Francesco Assonica, Andrea Viscardo, nunzii di Bergamo in Venezia; Giovanni Antonio Salvano, cancelliere del comune di Bergamo in Venezia; Gerolamo Regazzoni, vescovo di Bergamo; dei deputati alli monasteri in Bergamo; del cardinal Alessandrino da Roma; di Giovanni Giacomo Pozzo da Roma; copie di ducali di Lorenzo Priolus e Gerolamo Priolus; dichiarazioni dei deputati "alle visitation de monasteri delle Reverende Monache de la Città et distretti di Bergamo"; frate Alessandro Colleoni, prevosto "de la Maggione" di Bergamo.
A c. 5 ordine di Girolamo, vescovo di Bergamo, 1583 aprile 23, a stampa; a c. 48 ducale originale di Gerolamo Priolus ai rettori con la quale si richiedono notizie sulle cattive voci relative alle monache di Sant'Agata ed ai frati umiliati, Venezia, 1556 agosto 27.
1 volume, cc. 113, num. rec., latino e volgare, danni: umidità
note:
(1). Citato in AB 475.

16, class. 1.2.19.1-16
1431 gennaio 14-1657 gennaio 19
"Productio iurium Illustrissimi Comitis Bartholomei Martinenghi pro sustinendo feudo Malpaghae facta in cancelleria ducali 19 januarii 1657 more romano".
Sommari di diversi volumi della causa fra la città di Bergamo da una parte e la famiglia Martinengo Colleoni, nella persona del conte Bartolomeo, dall'altra circa il pagamento di gravezze che i conti non volevano pagare vantando diritti legati ai privilegi concessi a Bartolomeo Colleoni per i suoi beni in Malpaga e Cavernago.
1 registro cart., cc. nn., mm. 300x110, leg. originale in cartone, latino e volgare

17, class. 1.2.19.1-17
1431 novembre 14-1636 ottobre 31
"[Ultimi] sussidii 1636".
Elenco degli atti presentati nella causa tra la città di Bergamo da una parte e i conti Gherardo Marchese e Bartolomeo Martinengo Colleoni dalla'altra circa il pagamento di gravezze.
1 fascicolo cart., cc. nn., mm. 295x105, leg. originale in cartoncino, latino e volgare

18, class. 1.2.19.1-18
1438 maggio 13-1657 luglio 5
"Adversariorum idest clericum P.".
Elenco delle scritture prodotte dalla città di Bergamo nella causa tra la stessa città da una parte e il clero di Bergamo dall'altra circa il pagamento di pubbliche gravezze.
1 registro cart., cc. 23-94, 1-49, num. orig., leg. originale in cartoncino, latino e volgare

19, class. 1.2.19.1-19
1438 maggio 13-1715 gennaio 12
"C. Adversarii. Pro magnifica civitate Bergomi ex ad contra ca[pitulum]".
Atti di causa tra la città di Bergamo da una parte ed il procuratore fiscale della curia episcopale di Bergamo, assuntrice di giudizio del capitolo della cattedrale, dall'altra circa il diritto di custodia delle reliquie dei Santi Martiri Fermo, Rustico e Proculo.
A c. 132 "Sommario delle indulgenze perpetue concesse alla veneranda confraternita del Santissimo Sacramento eretta nel duomo di Bergamo e a tutti gli altri fedeli della medesima città e diocesi", 1610 marzo 18 (a stampa); a c. 133 "Nomi delle sante reliquie donate alla terra di Caravaggio" (a stampa).
1 fascicolo, cc. 148, num. orig., latino e volgare

20, class. 1.2.19.1-20
1438 maggio 13-1715 aprile 1
"T. 44. Pro magnifica civitate Bergomi summarium".
Sommario degli atti relativi alla causa tra la città di Bergamo da una parte ed il procuratore fiscale della curia episcopale di Bergamo, assuntrice di giudizio del capitolo della cattedrale, dall'altra circa il diritto di custodia delle reliquie dei Santi Martiri Fermo, Rustico e Proculo.
1 fascicolo, cc. 80, num. orig., latino e volgare

21, class. 1.2.19.1-21
1440 luglio 5-1591 maggio 21
"1726. Per la giurisdizione di Clusone".
Scritture presentate nella causa fra la città di Bergamo, da una parte, e la valle Seriana Superiore, dall'altra, circa la giurisdizione penale del podestà di valle: privilegi della val Trompia (estratto); decreto del consiglio dei Pregadi di Venezia circa una causa fra le valli Trompia e Sabbia, da una parte, e il podestà di Brescia, dall'altra (copia); dichiarazione di Giacomo Mapello, professore di aritmetica e geometria abitante a Clusone, circa le unità di misura e superficie in uso nella valle con attestato di validità della dichiarazione da parte del podestà di valle.
1 fascicolo, cc. 6, leg. originale in carta, scucito, volgare

22, class. 1.2.19.1-22
1440 settembre 24-1705 novembre 18
"Processo S. primo. Per il dazio e condotta dei sali. Nel quale si contengono l'infrascritte carte, cioè un privilegio dell'anno 1440 per mantenimento della sale rossa ovvero d'Alessandria bella a ragion di soldi otto imperiali per lira ed oncie trenta per lira. Altro 1545 per la diminuzion del prezo della sale. Un proclama 1697 di divieto per introduzioni di sali estere. Alcune suppliche della Città in Pregadi delli anni 1700, 1703, 1704 e 1705 ed alcune ducali il tutto in materia dei carettieri ed caresadori dei sali per condotta".
Atti di causa fra i territori di Brescia, Bergamo, Crema, Magnifica Patria della Riviera, Romano e Martinengo, da una parte, e il "partitante" dei sali di Lombardia dall'altra, in merito alla condotta dei sali. Alle c. 4 e 33 proclami del capitano sulla condotta dei sali, Bergamo, 1697 settembre 6, a stampa; alle cc. 7-18 capitoli del dazio del sale di Brescia, Bergamo, Crema, Valle Camonica e Magnifica Patria della Riviera a cura dei provveditori in cecca e al sale di Venezia, Venezia, Pietro Pinelli, 1703 gennaio 16, a stampa; alla c. 32 ducale in pergamena di Alvise Mocenigo, 1705 novembre 18.
1 fascicolo, cc. 33, leg. in cartoncino, latino e volgare

23, class. 1.2.19.1-23
1440-1605
"1605. Summario et instruttioni nella causa delle tanse fatta dal signor ambasciatore Bosello".
Sommario della causa fra la città di Bergamo da una parte e il Territorio dall'altra circa la ripartizione dei contributi per l'alloggiamento e il mantenimento dei soldati assegnati al bergamasco.
1 fascicolo cart., cc. nn., leg. originale in cartoncino senza coperta, latino e volgare

24, class. 1.2.19.1-24
1453 luglio 7-1593 dicembre 7
"Bergomi. Pro Magnifica Civitate contra fraleam grassinariorum 1593".
Sunto della causa celebrata davanti ai rettori fra la città di Bergamo da una parte e i grassinari di Bergamo dall'altra circa divieti di vendita di burro stabiliti dai giudici delle vettovaglie.
1 registro, latino e volgare
segnatura attuale: Segnatura Specola doc 499

25, class. 1.2.19.1-25
1461 novembre-1638 giugno
"1461 usque 1638. Processo P.L.M.O.C. In matteria del diritto e ragione che ha la Magnifica Città di Bergamo nel sito sotto li portici del Borgo S. Leonardo, e di una concessione della detta Città l'anno 1461 li 20 novembre al priore del monastero dei Reverendi Padri Crociati del Borgo S. Leonardo di far un poggiolo o sia di appogiarlo ai mori di detti portici. Per la Magnifica Città di Bergamo contro diversi padroni ed affittuali delle botteghe e case poste".
Alle cc. 1-6 concessione del comune di Bergamo al priore del monastero di S. Leonardo di poter costruire una loggia verso piazza S. Leonardo, riservando comunque al comune la competenza per quanto attiene il libero e pubblico passagio sotto il porticato, 1461 novembre 20.
Alle cc. 10-23 causa tra la città da una parte e padroni ed affittuali di case e botteghe sotto i portici di Borgo S. Leonardo circa la pretesa della città di concedere ad ortolani licenze di vendita sotto i portici, nonostante la concessione del 1461 specifichi che i portici, come strada pubblica, non possano essere "impediti ne occupati", 1613 gennaio-1638 giugno.
1 fascicolo, cc. 23, num. rec., latino e volgare, danni: umidità
note:
(1). Citato in AB 475.

26, class. 1.2.19.1-26
1466 giugno 10-1550
"1466 usque 1550. Processo O.D.N. In materia d'incanti deli offizii delli nodari di Palazzo e dell'offizio de dazii e de debitori di detti offizii. Fascicolo I" (1).
Atti di cause tra la città di Bergamo da una parte e vari notai e loro eredi dall'altra circa l'incanto dei banchi dei notai di palazzo e circa debitori degli uffici di palazzo.
1 fascicolo, cc. 253, num. rec., latino, danni: umidità
note:
(1). Citato in AB 475.

27, class. 1.2.19.1-27
1475 - 1604
"Magnifice civitatis Bergomi contra Baptistam Segrinum comensem accusatum quia conducebat extra terram pelle animalium et condemnatus fuit per spectabiles dominos iudices victualium in libris 50 et per illustrissimum dominum pretorem conf...
Supplica degli anziani e dei giudici delle vettovaglie ai rettori circa la giurisdizione dei giudici delle vettovaglie ed inoltro della stessa al doge tramite i rettori con sottoscrizioni del podestà Pietro Sanudo e del capitano Gianfrancesco Memo, autenticate da Lorenzo de Mapheis, notaio coadiutore del podestà.
Processo contro un venditore di pellami con sentenza dei giudici delle vettovaglie. Conferma ("laudo") della sentenza in appello emessa dal capitano e dal vicario pretorio. Lettera del podestà Giulio Contarini al doge.
Allegato elenco cronologico degli atti, di c. 1.
Giudici delle vettovaglie Martino Bolis e Federico Bongus.
Notaio dei giudici delle vettovaglie Ottavio Gallina fu Battista.
1 fascicolo, pratiche 22, num. rec., leg. originale in cartoncino, scucito, volgare

28, class. 1.2.19.1-28
1475 ottobre 11-1697 agosto 5
"B. Pro Illustrissima Civitate Bergomi contra spectabilem vallem Calepiam".
Allegati nella causa celebrata davanti ai giudici alle strade e incanti di Bergamo tra la città di Bergamo da una parte e la valle Calepio dall'altra circa le rispettive competenze in caso di riparazioni dei ponti e delle strade che collegano la valle alla città.
1 fascicolo cart., cc. 16, num. orig., leg. originale in cartoncino, latino e volgare

29, class. 1.2.19.1-29
1475 ottobre 11-1715 maggio 31
"B. Regola dell'Officio delle Vettovaglie di Bergamo".
Allegati della causa tra il collegio degli speziali da una parte ed i giudici delle vettovaglie dall'altra circa il proclama di questi ultimi del 15 luglio 1713 (conferme del doge di deliberazioni del consiglio maggiore, ducali, deliberazioni del consiglio maggiore).
Alle cc. 1- 16 "Ordini, leggi e statuti de gl'illustrissimi signori Giudici alle vettovaglie di Bergamo" stampati nel 1607, 1638 e 1701, a stampa
Alle cc. 53-54 "Ordini, regolationi et decreti della nova tariffa per li signori speciali di questa città et territorio" del podestà, 3 e 4 marzo 1695, a stampa; alle cc. 61-62 proclama del podestà sul collegio degli "speciali", 1702 dicembre 2; alle cc. 63-
64 proclama del podestà sui medici fisici, chirurghi e barbieri, 1706 luglio 7, a stampa; alle cc. 65-66 proclama del podestà sulle competenze di medici fisici, chirurghi e barbieri con elenco degli stessi, 1706 ottobre 8, a stampa; alle cc. 70-74 fedi giurate presentate da speziali sul prezzo di loro merci e sul loro confezionamento, 1715 aprile-maggio.
1 fascicolo, cc. 76, num. orig., danni: umidità, macchie
note:
1. Citato in AB 475.

30, class. 1.2.19.1-30
1476 gennaio-1593 dicembre
"In materia carattorum et extimi".
Documenti riguardanti le dispute fra la città di Bergamo e il territorio sulla suddivisione dei caratti.
A c. 76 proclama a stampa dei rettori in materia di riforma dell'estimo, datato 25 dicembre 1593.
1 fascicolo, cc. 156, num. rec., leg. originale in cartone, latino e volgare

31, class. 1.2.19.1-31
1476 dicembre 3-1661 marzo 5
"1476 usque 1634. Processo S. secondo. Documenti prodotti in causa dalla Magnifica Città di Bergamo in materia dell dazio della uscita della seta contro Giovanni Antonio Bonometti conduttor del dazio dell'uscita della seta".
Allegati nella causa fra la città di Bergamo da una parte e Giovanni Antonio Bonometti, appaltatore del dazio dell'uscita della seta, dall'altra circa l'esenzione dal pagamento del dazio in occasione della fiera di Sant'Alessandro. Contiene: "Capitoli del datio della uscita della seda di Bergamo 1599; a stampa (riedizione dei capitoli del 1594); "Ordini dell'Illustrissimo et Eccellentissimo Bertuccio Contarini Inquisitor di qua dal Minzo in matera de datii"; a stampa, 1625 dicembre 20; proclama del collegio dei V savi alla mercanzia di Venezia in materia di dazi; a stampa, 1594 luglio 6; "Capitoli del datio dell'uscita della seda"; a stampa, copia del 1629.
1 fascicolo cart., cc. nn, leg. originale in cartoncino, latino e volgare

32, class. 1.2.19.1-32
1476 dicembre 3-1695 agosto 20
"Magnifica città di Bergamo per la franchiggia della fiera. Processo unico".
Sommario di causa circa l'esenzione dal pagamento del dazio della seta in tempo di fiera.
1 atto singolo, cc. 2, volgare

33, class. 1.2.19.1-33
1479 gennaio-1481 agosto
"1477 usque 1479, 1480, 1482 e 1533. Processo O.C.A.V.M. Circa l'erezione e fondazione dell'Ospedale ed capella osia chiesa di S. Antonio posta in Borgo S. Leonardo in Prato nota detto ospitale e chiesa sono stati eretti dal nobile signore Gerardo della Sale cittadino bergamasco a sue proprie spese avanti la di lui morte ricevendo infermi, alimentandogli del proprio essendo stato governatore ed amministratore di detto ospitale e chiesa sino alla sua morte. Per la Magnifica Città di Bergamo contro li reverendi padri" (1).
Causa tra la città di Bergamo da una parte ed i padri viennensi del monastero di Sant'Antonio dall'altra circa i pretesi diritti di questi ultimi sull'ospedale e sulla chiesa di Sant'Antonio in Borgo San Leonardo, località Prato, fondati nel 1374 da Gerardo dela Sale.
1 fascicolo, cc. 118, num. rec.
note:
1. Citato in AB 475.

34, class. 1.2.19.1-34
1482 gennaio 21-1482 febbraio 27; allegati da 1448 aprile 26
Atti di causa.
Atti della causa celebrata davanti ai rettori fra la città di Bergamo da una parte e Daniele Scarpa dall'altra circa la sua non eleggibilità in consiglio.
1 fascicolo, cc. 24, leg. cucito, latino

35, class. 1.2.19.1-35
1482 febbraio 25-1482 marzo 1; antecedenti da 1448
Atti di causa.
Atti della causa celebrata davanti ai rettori fra la città di Bergamo da una parte e Daniele Scarpa dall'altra circa la sua non eleggibilità in consiglio.
1 fascicolo, cc. 26, leg. cucito, latino

36, class. 1.2.19.1-36
1482 aprile 8-1746 settembre 24
Sommario di causa.
Sommario della causa fra la città di Bergamo da una parte e i conti Carlo e Antonio Secco Suardo dall'altra circa i diritti sull'utilizzo dell'acqua della roggia Nuova in Zanica (1).
1 fascicolo cart., cc. nn., leg. originale in cartoncino senza coperta, latino e volgare
note:
(1). Cfr serie "Processi in materia di acque", unità 19.

37, class. 1.2.19.1-37
1482 settembre 26-1482 ottobre 12; antecedenti da 1478 febbraio 20
Atti di causa.
Atti della causa celebrata davanti al podestà fra la città di Bergamo da una parte e Giacomo de Agazis dall'altra.
1 volume, leg. senza coperta, latino

38, class. 1.2.19.1-38
1482-1682 dicembre 14
"1482 usque 1682. Processo D. C. Diversi atti giudiziarii ed esecuzioni pratticate dalli esatori della Città contro diverse persone debitrici alla stessa per condanne pecuniarie criminali applicate a detta città".
Allegati nella causa relativa all'esazione degli aggiunti sopra le condanne pecuniarie criminali a favore di luoghi pii, monasteri, la cassa del consiglio dei Dieci e l'accademia dei nobili di Venezia e che, non riscosse, portano la città di Bergamo ad essere debitrice dei suddetti soggeti.
1 fascicolo cart., cc. nn., leg. originale in cartone, latino e volgare, stato di conservazione: discreto, danni: umidità, macchie

39, class. 1.2.19.1-39
1486 marzo 10-1715 marzo 12
"Summario pro magnifica civitate Bergomi contra eminentissimum episcopum cardinalium Bergomi et reverendissimum capitulum Sancti Alexandri".
Sommario degli atti relativi alla causa tra la città di Bergamo da una parte ed il procuratore fiscale della curia episcopale di Bergamo, assuntrice di giudizio del capitolo della cattedrale, dall'altra circa il diritto di custodia delle reliquie dei Santi Martiri Fermo, Rustico e Proculo.
1 fascicolo, cc. 76, num. orig., latino e volgare

40, class. 1.2.19.1-40
1487 maggio 4-1758 agosto 13
"Nel tomo 26. Monte de Tedeschi. Pro Monte Theutonicarum".
Atti della causa tra la città di Bergamo da una parte e le vicinie di Fontana, Botta e Monte San Vigilio, tutte della vicinanza di Santa Grata Inter Vites, dall'altra circa la vendita del pascolo detto "monte dei Tedeschi" sul quale gli abitanti di dette vicinie dichiarano di avere un antichissimo usufrutto e possesso.
1 fascicolo cart., cc. nn. (1), leg. originale in cartoncino, latino e volgare
note:
1. Tracce di numerazione originaria.

41, class. 1.2.19.1-41
1487 agosto 20
"1487 usque 1514, ad 1523 1604. Processo C. In matteria di essecuzioni di condanne criminali, ed de debitori de dazii; ed de documenti di dette condanne con alcuni instrumenti di dati in solutum di diverse cose ed pezze di terra aute dalla Città da diverse persone in pagamento di dette condanne criminali".
Allegato nella causa relativa all'esazione degli aggiunti sopra le condanne pecuniarie criminali a favore di luoghi pii, monasteri, la cassa del consiglio dei Dieci e l'accademia dei nobili di Venezia e che, non riscosse, portano la città di Bergamo ad essere debitrice dei suddetti soggeti.
1 atto singolo cart., cc. 2, leg. originale in cartone, latino

42, class. 1.2.19.1-42
1496 marzo 1-1652 dicembre 19
"Giurisdizione del consiglio avanti l'anno 1659".
Allegati nella causa fra la città di Bergamo da una parte ed alcuni membri dei consigli minore e maggiore di Bergamo circa la terminazione del consiglio maggiore del 1688 gennaio 6 con la quale viene annullata viene annullata la terminazione dello stesso 1652 dicembre 18 sulle precedenze da tenere nelle riunioni del consiglio.
1 registro cart., cc. 37, num. orig., leg. originale in cartone (1)., latino e volgare
note:
1. Contenuto in camicia in cartone dal titolo: "Parte per la precedenza nel sedere in consiglio".

43, class. 1.2.19.1-43
1506 novembre 5-1621 marzo 11
"Magnificae Civitatis. Pro revocatione ordinum Illustrorum Dominorum Sindicorum Terrae Fermae".
Scritture (ducali, commissioni dogali, parti del consiglio dei XII di Venezia) circa i poteri del sindaci inquisitori in Terra Ferma.
1 registro, cc. 28, num. rec., leg. originale in cartone, latino e volgare

44, class. 1.2.19.1-44
1507 aprile 27-1683 gennaio 2
"Per la Magnifica Città di Bergamo contro li bottegheri da oglio di detta città".
Sommario della causa celebrata davanti al Pien Collegio di Venezia fra la città e i venditori di olio circa le competenze dei giudici delle vettovaglie nell'imposizione di calmieri.
Contiene: proclama dei provveditori agli ogli di Venezia in materia di calmieri, a stampa, Bergamo, 27 giugno 1657; prospetto dell'olio trasportato da Venezia a Bergamo nel periodo 1665 - 1680.
1 fascicolo, cc. 26, leg. scucito, latino e volgare

45, class. 1.2.19.1-45
1509 marzo 11-1634 agosto 29
"Rotolum bonorum ecclesiarum de Cenate. Contra R. Prepositum Sanctae Mariae de Misma nec non Comunium de Cenate. Pro Magnifica Civitate Bergomi".
Atti relativi ai beni della chiesa di Santa Maria della Misma in Cenate.
1 fascicolo, p. 4, leg. coperta originale in cartone, latino e volgare

46, class. 1.2.19.1-46
1510 gennaio 10-1513 dicembre 16
"16 dicembre 1513 ed 1509 1510. Processo D primo. Investitura di tutti li dazii di Bergamo fatta l'anno 1513 li 16 dicembre dalli Illustrissimi et Eccellentissimi Signori Giovanni Battista Spinelli Conte di Cariate ed Luiggi Icart Commissarii ed Governatori di Bergamo ed Brescia ed in queste cose delegati da Sua Maestà il Vice Re di Spagna, per la Maestà Cattolica Luogo Tenente ed Capitan Generale della Cesarea Maestà il Re di Spagna in Scipione quondam Giovanni Lotterio de Suardi con li capitoli generali di detto dazio dell'anno (segue)
Alle cc. 23-26 investitura da parte di Giovanni Battista Spinelli conte di Capriate e di Luigi Icart commissari e governatori di Bergamo e Brescia, delegati dal vicerè di Spagna luogotenente e capitano generale del re di Spagna, nella persona di Scipione fu Giovanni Lotterio de Suardi di tutti i dazi di Bergamo e del suo distretto
Alla c. 27 prima imbreviatura, parziale, della suddetta investitura; alle cc. 28-30 imbreviatura della suddetta investitura; allegate alle cc. 1-17 investiture di dazi della bergamasca, 1510 febbraio; alle cc. 19-21 capitoli dell'incanto di tutti i dazi di Bergamo, della bergamasca e di Gera d'Adda, 1510 gennaio 10.
1 fascicolo, cc. 32, num. rec.; bianche cc. 4, 12, 14, 22, 31-32, latino e volgare
note:
1. Citato in AB 475.
Unità momentaneamente non reperibile giugno 2010

47, class. 1.2.19.1-47
1513 dicembre 16
"Processo I.C.S. Taglia imposta l'anno 1564 sopra l'aqua della seriola della coda del Serio" (1). Elenco dei versamenenti della taglia di lire 794 imposta il 23 agosto 1564 dal podestà per riparare il letto del fiume Serio.
1 fascicolo cart., cc. 32, num. rec.; bianche cc. 4, 12, 14, 22, 31-32, leg. originale in cartoncino, latino e volgare
note:
1. Segnalato in AB 475.

48, class. 1.2.19.1-48
1513 dicembre 20-1518 ottobre 27; antecedenti da 1500 dicembre 21
Atti di causa.
Atti relativi alla causa celebrata davanti al capitano vicepodestà contro Gaspare de Clenetio e Gerolamo de la Vitalba, conduttori dei banchi di palazzo (podestà, vicario pretorio, giudice alla ragione e dazi, consoli di giustizia e consoli dei mercanti).
1 registro (1), leg. senza coperta, latino
note:
(1). Contiene carte sciolte.

49, class. 1.2.19.1-49
1513
"1513. Processo G.C. Relazione fatta avanti li magnifici ed clarissimi signori rettori l'anno 1513 dalli spettabili signori Luigi Rota dottor, Marc'Antonio Grumelli, Guido Benaglii conte ed Giacomo Agosti et Troilo Lupi deputati circa certi danari ed certa quantità d'argenti sborzati dalli canonici, preti, religiosi, ed luogi pii ed dalli cittadini ed beni venduti per la magnificai città per oviare li disordini della venuta della guerra della gente alemanna ed barbara, cioè di omicidii, stupri... "
Relazione ai rettori dei deputati dottor Luigi Rota, Marcantonio Grumelli, conte Guido Benagli, Giacomo Agosti e Troilo Lupi sulle somme versate da cittadini, canonici, religiosi, preti e luoghi pii in occasione dell'invasione tedesca e sulla taglia degli spagnoli.
1 fascicolo, cc. 15, cc. III, num. rec. + cc. 12, num. orig, danni: umidità
note:
1. Citato in AB 475.

50, class. 1.2.19.1-50
1514 maggio-1527 dicembre
"1514 usque 1528. Processo C.P.L.M.T. Diverse vendite, investite e concessioni fatte dalla città a diverse persone delle sottoscritte case e pezze di terra..." (1).
Vendite (di botteghe e terreni in Borgo San Leonardo, di una casa in Trescore), investiture (di diverse botteghe e di tenere pulita la piazza nuova e vari luoghi in vicinia San Michele dell'Arco) e concessioni (di costruire un ponte sulla strada in zona Postribolo, di riformare una loggia in vicinia San Matteo) della Città a diversi privati.
1 fascicolo, cc. 21, num. rec.
note:
1. Citato in AB 475.

51, class. 1.2.19.1-51
1519 aprile 11-1519 aprile 15; antecedenti da 1513 dicembre 16
"Processo C secondo. Per la Magnifica Città di Bergamo contro li domini Giovanni Giacomo Mutio ed Pietro Suardi Conduttori seu Aggiustatori de tutti li dazii ed debitori a detta Città di Bergamo" (1).
Richiesta al capitano da parte della città di Bergamo che sia annullata la deliberazione presa dal consiglio maggiore di Bergamo in data 30 agosto 1515 con la quale stabiliva il pagamento della somma di 1000 scudi a Pietro Suardi e Giovanni Giacomo Mutio, appaltatori di tutti i dazi per l'anno 1514.
1 fascicolo, cc. 68, num. rec., latino e volgare
note:
1. Citato in AB 475.

52, class. 1.2.19.1-52
1519 aprile 19-1715 aprile 17
"A. Raggioni nostre".
Atti di causa tra la città di Bergamo da una parte ed il procuratore fiscale della curia episcopale di Bergamo, assuntrice di giudizio del capitolo della cattedrale, dall'altra circa il diritto di custodia delle reliquie dei Santi Martiri Fermo, Rustico e Proculo.
1 registro, cc. 179, num. orig. fino a 142 poi rec., latino e volgare

53, class. 1.2.19.1-53
1519 agosto 26-1538 giugno 22
"1563. Civitatis supplicatio. Contra monacos de Astino ne deferant entratas extra territorium. Contra reverendissimum abbatem et monacos de Astino per entratis non asportandis extra territorium".
Atti di causa fra la città di Bergamo ed il monastero di Astino circa i redditi dello stesso.
1 registro, cc. 16, num. rec., latino e volgare

54, class. 1.2.19.1-54
1520 maggio 31-1655 novembre 29
"Summarium processus adversariorum B".
Elenco degli atti presentati nella causa tra la città di Bergamo da una parte e i cavallari di San Marco dall'altra circa le nuove tariffe.
1 fascicolo cart., cc. 117, num. orig., mm. 285x100, leg. originale in cartoncino, latino e volgare

55, class. 1.2.19.1-55
1520 giugno 15-1521 giugno 8; allegati da [XV fine]
"1521. Contra Bernardinum Besani de Rotha notarius et tunc conductorem offitiorum civitatis pro resto debiti sui in qui adsunt nonnulla minuta instrumentorum et contractus cancellariae comunis".
Atti di causa celebrata davanti al vicario pretorio tra la città di Bergamo da una parte e Bernardino de Rotha dall'altra circa presunti debiti di quest'ultimo verso la città.
Allegato "Contractus canzelariae comunis Bergomi", cc. 9, s.d. (XV ex).
1 registro, cc. 94, num. orig.; mancanti cc. 50-79; allegate cc. 30 num. rec. sciolte, latino e volgare

56, class. 1.2.19.1-56
1521 novembre 21-1522 ottobre 6
"1521 e 1522. Processo P.M.G. In materia della Prepositura del Monasterio di S. Maria e di tutti li Santi di Galgario e della Manzione; Investitura de beni della stessa ed alcune intimazioni contro diversi affittuali per affitti decorsi e non pagati sopra detta investitura".
1 registro, cc. 14, num. orig., latino e volgare
segnatura attuale: Segnatura Specola doc 467

57, class. 1.2.19.1-57
1525 giugno 10-1526 settembre 5; seguiti a 1526 settembre 7
"1526. Processus contra Joannem Baptistam Rotam conductorem Lazaretti recusantem solvere affictum causa pestis".
Causa tra la città di Bergamo da una parte e Giovanni Battista Rota, conduttore della proprietà del Lazzaretto, dall'altra circa affitti arretrati che il Rota rifiutava di pagare perchè, a causa della peste, non aveva potuto amministrare normalmente la proprietà.
1 registro, cc. 39, num. rec.; sciolte cc. 37-39, latino

58, class. 1.2.19.1-58
1526 ottobre 17-1721 maggio 14
"Pro Magnifice Civitate Bergomi contra daziarios portus Isei".
Scritture relative alle pretese dei daziari del porto d'Iseo sui traffici tra porti della sponda bergamasca del lago d'Iseo.
Alla c. 9 proclama a stampa dei rettori di Brescia che stabilisce gravi sanzioni per chiunque importi merci nel bresciano di contrabbando, 1718 aprile 19; alle cc. 10 e 11 due copie di proclama a stampa dei sindaci inquisitori in Terra Ferma sull'esenzione dal pagamento di dazi per le merci in partenza dal porto di Pisogne verso la valle Camonica, 1721 maggio 14.
1 registro, cc. 11, num. rec., latino e volgare

59, class. 1.2.19.1-59
1526 ottobre 25-1711 marzo 14
"1526 usque 1711. Processo L. Diverse ducali, terminazioni, parti e proclami circa l'inibizione d'ogni sorte di lotto".
Scritture relative all'inibizione dei lotti. Alle cc. 10-12 proclami a stampa dei rettori di Bergamo contro i lotti, 1704 luglio 29, 1708 maggio 15, 1711 marzo 14.
1 registro, cc. 20, num. rec.; bianche cc. 13-20, stato di conservazione: cattivo, danni: umidità, macchie

60, class. 1.2.19.1-60
1526 ottobre 25-1711 marzo 14
"1516 e 1517. Processo C.M.P.V. Imprestanza fatta al Serenissimo Principe dal nobile signor Alessandro Colleoni figlio adottivo del quondam Capitan General Bartolomeo Colleoni di lui nepote nato da una di lui figlia moglie del quondam Kavaglier Gerardo Martinengo, di ducatti tre milla d'oro a ragione di lire sei e soldi quattro de piccoli per ducatto secondo l'uso di camera in cauzione delli quali gli è stata cessa per anni quattro la podestaria di Cologno ed Urgnano con facoltà di eleggere il podestà e gli offiziali con che abbiano li salari in cauzione delli quali gli è stata cessa per anni quattro la podestaria di Cologno ed Urgnano con facoltà di eleggere il podestà e gli offiziali con che abbiano li salari" (1).
1 fascicolo, cc. 2
note:
(1). Fascicolo vuoto.

61, class. 1.2.19.1-61
1530 settembre 20-1707 gennaio 22
"1530 usque 1707. Processo C.C.P.F.. Diverse ducali, e privilegi, proclami e terminazioni in materia di giurisdizioni aspettanti al Foro del Capitaniato e Canceleria Prefetizia. Per la Magnifica Città di Bergamo contro li Ministri della Cancelleria Prefetizia".
Allegati di causa.
Al n° 8 "Terminatione dell'eccellentissimo senato de dì 15 marzo 1612 intorno alla giurisdizione del capitaneato di Verona nelle materie di Territorio, di communi et altro", a stampa, in Verona, per Giovanni Battista Merlo, stampator camerale, pp, 24; al n° 9 "Terminatione dell'illustrissmo signor Giacomo Nani capitanio di Vicenza confermata dall'eccellentissimo senato intorno alla giurisdittione de i Fori de gl'illustrissimi signori rettori di essa città", a stampa, in Vicenza, 1635, eredi di Francesco Grossi, stampatori della magnifica città, pp. 68; al n° 10 "Parte della magnifica città di Vicenza confermata nell'eccellentissimo senato di 14 ottobre 1611, in materia di accettare la heredità co'l beneficio della legge et dell'inventario, con privilegio", a stampa, 1635, come sopra. pp. 4; al n° 11 "Transatione tra la magnifica città di Brescia et suo honorando collegio de signori nodari da una con la cancellaria prefettitia dall'altra publicato ad' 6 giugno 1664 et confirmata poi et commesane l'esecutione con decreto del'eccellentissimo senato à 18 dell'istesso mese", [1664], Brescia, per Giovanni Giacomo Vignadotti, stampator camerale, pp. 16; al n° 13 proclama a stampa dei rettori di Bergamo, Pietro Pisani podestà e Giulio Donado capitano sull'uso delle acque delle pubbliche fontane, 1686 agosto 24; al n° 24 ducale originale di Alvise Mocenigo, 1704 dicembre 31.
1 fascicolo, pratiche 26
segnatura attuale: Segnatura Specola doc 807

62, class. 1.2.19.1-62
1532 dicembre 18-1565 maggio 9
"Si devono riporre nel processo [...] scritture nella causa contro il signor conte Alessandro Martinengo".
Scritture relative alla causa fra la città di Bergamo da una parte e il conte Alessandro Martinengo dall'altra circa il pagamento di gravezze.
1 fascicolo cart., cc. 6, nn, leg. originale in cartoncino, latino e volgare

63, class. 1.2.19.1-63
1537 aprile 5-1576 dicembre 20
"Processo nella causa di giurisditione. Per la Magnifica Città di Bergamo. Nel quale sono solamente scritture presentate per la città in detta causa, cioè sententie civili fatte per li podestà tra comuni et altri per diverse cause"
Allegati di una causa circa la giurisdizione sul territorio.
1 volume, cc. 27, num. orig. 85, 96-122, leg. coperta originale in cartone, latino e volgare

64, class. 1.2.19.1-64
1537 settembre 27-1577 settembre 11
"1568 Processus pro Magnifica communitate Bergomi contra hospites". "Processus contra hospites". "Pro magnifica civitate Bergomi contra hospites civitatis et burgorum". "All'eccellentissimo dottor il signor Fabritio Benaglio nuntio della Magnficica città di Bergomo nella inclita città di Venezia".
Atti della causa celebrata a Bergamo e Venezia tra la città di Bergamo da una parte e l'arte degli osti di Bergamo, borghi e sottoborghi dall'altra, circa la richiesta di questi ultimi di procedere a modifiche di proclami che regolano la loro attività emanati dai giudici alle vettovaglie di Bergamo. Copie.
1 volume cart., cc. 32, num. orig. + cc. 13 nn., leg. originale in cartone, latino e volgare, stato di conservazione: discreto, danni: umidità, macchie

65, class. 1.2.19.1-65
1538-1551
"P. Processus anni 1550. In causa cum territorio" (1).
Allegati della causa tra la città di Bergamo da una parte ed il territorio dall'altra circa il pagamento da parte di quest'ultimo delle "gravezze imposte al territorio (...) quando la città non è nominata, come sono le tanse de cavalli, galeotti, guastatori, careggi, cernede d'archibuseri et altre simili gravezze". Originali e copie autentiche. Allegato indice degli atti.
1 volume cart., cc. 60, num. orig., leg. originale in cartone, latino e volgare
note:
1. Allegata altra coperta con titolo: "In causa factionum allodiamentorum taxarum vastatorum caractorum. B. B. 1550. 1550 die 6 ianuarii presentat[um] cum alio".

66, class. 1.2.19.1-66
1539 maggio 10
Atti di causa.
Supplica della città di Bergamo al doge circa le competenze del capitano (copia, sd). Risposte da Venezia ai rettori di Brescia in seguito a supplica degli oratori di Leno su analoga materia.
1 fascicolo, cc. 4, leg. originale in cartone, scucito, latino

67, class. 1.2.19.1-67
1540 gennaio 10-1648 maggio 30
"Pro Magnifica Civitate Bergomi contra campsores".
Sommario di atti di causa fra la città di Bergamo e i cambisti circa la loro soggezione all'estimo cittadino.
1 atto singolo, cc. 6, mm. 350x250, leg. , volgare
Unità momentaneamente non reperibile giugno 2010

68, class. 1.2.19.1-68
1542 dicembre 12-1561 giugno 16
Allegati di causa.
Allegati nella causa fra la città di Bergamo da una parte e la parentela Fenaroli di Tavernola e i comuni di Tavernola, Cambianica e Vigolo dall'altra e circa il rifiuto di questi ultimi di pagare sussidi militari: sentenza dei rettori di Brescia contro la città di Brescia e a favore della parentela Fenaroli, 1542 dicembre 12, copia; ducale di Pietro Lando con cui comunica che il collegio dei X savi del copro del senato ha approvato la sentenza dei rettori di Brescia, 1543 giugno 22, copia; ducale di Francesco Donà con cui, richiamando la sentenza del 1542, impone alla città di Brescia di sospendere il sequestro dei beni Fenaroli, 1551 novembre 6, copia; ducale di Girolamo Priuli ai rettori di Bergamo con cui conferma ai comuni di Vivolo, Cambianica e Tavernola e alla parentela Fenaroli quanto disposto nel privilegio del 1428.
1 fascicolo cart., cc. 9-29, 33, 37-38 num. orig., leg. originale in cartoncino, latino e volgare

69, class. 1.2.19.1-69
1543 maggio 10-1544 aprile 7
"Pro taxiis et aliis oneribus causa militiae et de mandato dominio solvendo pro quoscumnque et per reverendum clerum Brixiae, Veronae, Vincentiae, Paduae, Tarvisii quae sint factiones reales quae personales scripture duplicate". "Contra iura aliarum civitatum pro taxis et aliis oneribus de mandato dominii et causa miliciae solvendo pro quoscumque exemptos et per reverendum clerum Brixiae Veronae Vincentiae Paduae Tarvisii".
Suddivisione del pagamento del sussidio della Terra Ferma relativamente alla città e territorio di Brescia. Copie autentiche di Apollonio de Hippolitis de Mantua cancelliere del comune di Brescia; sigillo cereo sottocarta. Nota: stemma della città di Bergamo a penna.
1 atto singolo cart., cc. 2, nn., leg. originale in cartone scucito, volgare

70, class. 1.2.19.1-70
1543 settembre 27
"1556. Processo per la Magnifica Comunità di Bergamo sopra lo introyto fatto per li beni confiscati de Battista de Minotti da Palazzago".
Arbitrato fra Peregrinus fu Pietro Peregrini Guagius di Palazzago da una parte e il luogotenente del vicario della valle Imagna, delegato del podestà di Bergamo, anche a nome di Battista fu Tomasino Guagius, circa la divisione di un'eredità.
1 un. docum., cc. 6, num. rec., danni: macchie

71, class. 1.2.19.1-71
1546 aprile 17
Atti di causa.
Accordo stipulato davanti al consiglio maggiore di Bergamo tra i giudici alle vettovaglie e strade di Bergamo da una parte e Deffendino Rota, beccaro, dall'altra, circa le rispettive mansioni e competenze.
1 atto singolo cart., cc. 2, leg. originale in carta, volgare

72, class. 1.2.19.1-72
1547 luglio 30-1620 marzo 15
"1547. 1569 usque 1620. Processo V. B. primo. Per il dazio dell'estrazione de vini, ed biade in terre aliene, o sia stati esteri" (1).
Suppliche dei cittadini di Bergamo e del territorio, deliberazioni del senato, del Consiglio dei X e Zonta di Venezia, del Consiglio Maggiore e dei rettori circa il commercio delle biade e del vino nel territorio bergamasco e per terre aliene
Alle cc. 6-9 copie dei proclami dei rettori in materia di biade, 1569 ottobre 1, 6, 15, 27; a c. 10 elezione dei presidenti e del tesoriere del Sacro Monte dell'Abbondanza di Bergamo; a c. 36 sentenza criminale del podestà contro Francesco Carminato detto Vescovado, oste, Antonio Carminato, Ambrogio Volpe da Somasca ed Andrea Chiapello detto il Bambagnaca colpevoli del furto di vino e contrabando compiuto nella cantina della signora Virginia Sozza.
1 fascicolo, cc. 40, num. rec.
note:
1. Citato in AB 475.

73, class. 1.2.19.1-73
1547 novembre 22-1555 gennaio 8
"1547 usque 1621. Processo M.P.V. In materia del Sacro Monte di Pietà de Pegni di Bergamo, Vicenza, ed Udine, con li capitoli del Sacro Monte de Pegni della Città di Udine stati rifformati da detta Città l'anno 1557 li 17 ottobre".
Atti di causa.
A c. 1 deliberazione del consiglio dei cento di Vicenza, alla presenza del podestà e del capitano di Vicenza, sulla tenuta da parte del tesoriere del Monte di Pietà di Vicenza di un registro che ne documenti i depositi pecuniari con un interesse annuo del 4%; alle cc. 2-4 breve di papa Giulio III ai rettori ed ai consiglieri di Vicenza sulla tenuta da parte del tesoriere del Monte di Pietà di Vicenza di un registro che ne documenti i depositi pecuniari con un interesse annuo del 4; alle cc. 5-6 coperta di "Copia de capitoli del Sacro Monte de la Città di Udine. 1557 17 ottobre", mancanti.
1 fascicolo, cc. 8, num. rec., danni: umidità, macchie

74, class. 1.2.19.1-74
1547 dicembre 5-1603; allegati da 1430 luglio 9
"B. Magnficae Civitatis Bergomi contra Territorium in causa Taxarum".
Atti di causa fra la città di Bergamo da una parte e il Territorio dall'altra circa il pagamento del sussidio delle genti d'arme.
1 registro, cc. 45, num. rec., latino e volgare

75, class. 1.2.19.1-75
1550 febbraio 10-1614 settembre 20
"1614. In causa extimi bonorum Monasterii Sancti Augutini. Vide relationem Magnificorum Deputatorum lecta in Minori Consilio 19 iunii 1615 et partitam novam in libro extimi folio 930 cum reservatione".
Allegati per la richiesta, accolta, da parte del monastero di Sant'Agostino di Bergamo al comune di Bergamo perché vengano cassate dal suo estimo alcune proprietà ormai non più parte del patrimonio dell'ente.
1 fascicolo cart., cc. 17, num. rec., leg. originale in cartoncino senza coperta, volgare

76, class. 1.2.19.1-76
1551-1573 maggio 12; antecedenti da 1428 luglio 9
"Processus in materia campadegi loco [...] impositus fuit angaria Brixianorum Magnfica Civitate et Territorio. Pro campadego impositus 1428 usque 1573".
Carte relative ad imposizioni straordinarie e conseguenti richieste di Bergamo e del territorio della loro soppressione. A c. I indice del volume.
1 volume cart., cc. 90, num. orig., leg. originale in cartoncino, latino e volgare

77, class. 1.2.19.1-77
1552 maggio-1554 settembre; antecedenti da 1530
"Contra Jacobum Thomasinum pro condemnationis"
Atti della causa celebrata davanti al podestà fra la città di Bergamo da una parte e Giacomo e fratelli Thomaxinis di Bracca dall'altra circa i beni del fu Saladino de Passi.
1 fascicolo, leg. coperta originale in carta, scucito, latino e volgare

78, class. 1.2.19.1-78
1552 luglio 19-1685 luglio 14
Sommario di causa.
Sommario della causa fra la città di Bergamo e i consoli dei mercanti circa la competenza a giudicare nella cause in cui sia mercante una sola delle parti.
1 unità documentaria, cc. 4, latino e volgare

79, class. 1.2.19.1-79
1555 ottobre 29-1650 luglio 30
"Contra cavallari".
Carte prodotte nella causa fra la città di Bergamo da una parte e i cavallari di S. Marco dall'altra circa le variazioni delle tariffe postali.
1 fascicolo cart., cc. 58-70, 88-92, 122-123, num. orig., leg. originale in cartone, volgare, stato di conservazione: cattivo, danni: fragilità del supporto, sbiadimento dell'inchiostro

80, class. 1.2.19.1-80
1555 dicembre 22-1556
"1555. Per la strada che và al Gottardo".
Carte relative alla sistemazione e allargamento della strada da Bergamo alla chiesa di S. Gottardo (1).
1 fascicolo, cc. 4, leg. originale in carta, scucito, volgare
note:
(1). La strada venne sistemata, con l'approvazione dei rettori, a spese del cavalier Ludovico Agosti e del conte e cavaliere Giovanni Battista Brembati.

81, class. 1.2.19.1-81
1556 luglio 4-1630
"Duplicate nella causa di messer Luca portalettere della Magnifica Città con i Bonari".
Allegati nella causa fra la città di Bergamo e Luca Comenduno, suo protalettere, da una parte, e alcuni cavallari di S. Marco, dall'altra, circa il sabotaggio di questi ultimi dell'attività del Comenduno.
1 fascicolo cart., cc. nn., leg. originale in cartone, latino e volgare

82, class. 1.2.19.1-82
1556 luglio 31-1611 aprile
"Civitatis contra caballarios Sancti Marci per mandato per eos intimato 1610".
Scritture in atti di causa presentate dai cavallari di San Marco.
1 fascicolo cart., cc. nn., mm. 240x95, leg. originale in cartone, latino e volgare

83, class. 1.2.19.1-83
1556 agosto 19-1556 settembre 4
"1556. Procesus domini Merini Suardi Magnifica Civitate iurisdictionis pro detentione [...] baniti ad loco prope Turettas Tritii" (1).
Corrispondenza tra i rettori di Bergamo ed il doge di Venezia in merito alla richiesta inoltrata dal senato di Milano circa chi spetti la giurisdizione nel processo contro Merini de Suardis bandito per omicidio ed arrestato presso le "torrette" nel castello di Trezzo.
1 fascicolo, cc. 4, num. orig. cc. 13-16, latino e volgare
note:
1. Citato in AB 475.

84, class. 1.2.19.1-84
1557 settembre-1558 luglio; antecedenti da 1405
"Pro exemptionem pedagiorum non solvendos per Bergomenses. Pro exemptione pedagiorum. A".
Causa tra la città di Bergamo da una parte e la città di Crema dall'altra affinché sia dia piena attuazione al privilegio del doge Francesco Foscari del 1428 in virtù del quale i cittadini di Bergamo e distretto sono considerati cittadini veneti "de intus" e come tali non soggetti al dazio della bolletta per persona. A c. 1 indice. Originali e copie autentiche. Sigilli cerei sottocarta.
1 fascicolo cart., cc. 76, num. orig., leg. originale in cartone, latino e volgare

85, class. 1.2.19.1-85
1558 agosto 17-1628 marzo 26
"Contra Viciniae Sanctae Grate per strata aptanda usque ad rizolum de Longuelo quae condemnata fuit 1599"
Allegati della causa celebrata davanti al capitano tra la città di Bergamo da una parte e la vicinia di Santa Grata Inter Vites dall'altra circa le spese per la manutenzione della strada di Longuelo.
1 volume, leg. originale in cartone, latino

86, class. 1.2.19.1-86
1558 settembre 28-1620 maggio 8
"Testes adversariorum in processu et causa contro il comun d'Alzano et".
Allegati nella causa fra la città di Bergamo da una parte e il comune di Alzano superiore dall'altra circa il mercato di cereali in Alzano proibito con proclama del podestà di Bergamo (1).
1 fascicolo cart., cc. nn., leg. originale in cartoncino scucito, latino e volgare
note:
(1). Cfr. ducali, u. 154

87, class. 1.2.19.1-87
1560 dicembre 26-[1647]
"1620 1649. In causa incanepationis bladorum et pro proclamationes".
Allegati di causa fra la città di Bergamo e le valli in materia di trasporto e vendita di cereali.
1 fascicolo cart., cc. 27-70, num. orig., leg. originale in cartoncino scucito, latino e volgare

88, class. 1.2.19.1-88
1561 ottobre 3-1561 dicembre 6; antecedenti da 1517 giugno 27
"Magnifica Communitatis contra valles. In materia contributionis lignorum, feni, palearum et olei. Pro lignis, feno, palea et oleo militibus".
Causa celebrata davanti al collegio dei XXV savi di Venezia fra la città di Bergamo, da una parte, le valli, il piano con Romano e Martinengo, dall'altra, circa la fornitura di legname, fieno, pali e olio alle truppe. Sentenza a favore della città.
Contiene: a c. 23 lettera di Alvise Nassinus, cancelliere dei deputati agli alloggiamenti di Brescia, 1561 agosto 21; a c. 25 lettera del cancelliere dei deputati agli alloggiamenti di Verona, 1561 agosto 21; a c. 27 lettera di Giovanni Francesco Rota, vicecollaterale di Crema, 1561 agosto 22; a c. 29 lettera di Vencenzo Lenius, cancelliere del comune di Brescia, 1561 agosto 23; a c. 37 lettera di Vincenzo de Arcigonis, dell'ufficio della munizione di Brescia, 1561 settembre 11; a c. 41 lettera di Giovanni a Ferro, sindaco generale del territorio di Padova, 1561 settembre 18; a c. 73 lettera dell'ufficio delle angarie di Verona, sd.
1 registro, cc. 77, num. orig. fino a 74, poi rec., leg. originale in cartone, latino e volgare

89, class. 1.2.19.1-89
1563 agosto-1563 dicembre; antecedenti da 1562 giugno
"1563. Acta contra illos de de Nevolinis de Sarnico ad datum in solutum obtinendo".
Procedimento di esecuzione di datum in solutum a favore del comune di Bergamo contro Gerolamo fu Scipione Nuvolini di Sarnico in esecuzione di sentenza criminale.
1 fascicolo cart., cc. nn., leg. originale in carta, latino

90, class. 1.2.19.1-90
1565 giugno 23-1565 luglio 17
"1565. Contra illos de Claxiono pro conservatione iurisdictionis".
Ducale di Girolamo Priuli al podestà di Bergamo per l'osservanza dei privilegi di Bergamo circa la giurisdizione civile e criminale della valle Seriana Superiore (copia). Lettera di Francesco Michiel, podestà della valle Seriana Superiore, ai rettori di Bergamo circa il contenuto della ducale (copia).
1 fascicolo, cc. 4, leg. originale in carta, scucito, latino

91, class. 1.2.19.1-91
1566 aprile 17-1656 dicembre 30
"Computa presentata ab illustrissimo Marchese Martinengo".
Scritture relative alla causa fra la città di Bergamo da una parte e il conte Bartolomeo Martinengo Colleoni dall'altra circa il pagamento di gravezze.
1 fascicolo cart., cc. 32, num. rec., leg. originale in cartoncino, volgare

92, class. 1.2.19.1-92
1566 maggio-1566 luglio; antecedenti da 1553 dicembre
"1566. Processus contra bombarieros ad favorem civitatis pro talea pestis. Bomarderii cond[anna]ti ad solvendum taleas causa pestis per sententiam clarissimorum dominorum rectorum 21 augusti 1566 in registro folio 197".
Causa tra la città di Bergamo da una parte ed i bombardieri dall'altra circa la pretesa di questi ultimi, benché aventi beni iscritti all'estimo, di non contribuire alle spese "per salvar la città da suspeto de peste".
1 volume cart., cc. 13, num. orig., leg. originale in cartone, latino e volgare

93, class. 1.2.19.1-93
1566 giugno 12-1578 dicembre 2; allegati da 1471 dicembre 23
"1566. Pro tansa potestariae del Luere relaxanda supplicatio Serenissimo Dominio 1566. Non fuit expedita".
Atti di causa fra la città di Bergamo da una parte e il podestà e il camerlengo di Bergamo dall'altra circa somme che la terra di Lovere avrebbe dovuto versare alla camera fiscale di Bergamo.
1 registro, cc. 26, num. rec., latino e volgare

94, class. 1.2.19.1-94
1568 maggio 21-1568 settembre 16; antecedenti da 1428 luglio 9
"1568. Pro [...] Magnificae Civitatis contra illos de Caprino pro mercato bladorum. B".
Atti di causa celebrata davanti ai rettori di Bergamo tra la città di Bergamo da una parte e la val San Martino dall'altra circa la possibilità che gli abitanti della valle possano acquistare cereali nel milanese per rivenderli al mercato di Caprino ad abitanti della stessa valle e della valle Imagna. A c. 1 indice del fascicolo (1).
1 fascicolo cart., cc. nn., leg. originale in cartoncino, latino e volgare
note:
1. Da cui si evince che lo stesso è mutilo.

95, class. 1.2.19.1-95
1570 gennaio 1-1570 gennaio 7
"In causa proclamationum clarissimi Pretoris Grimani circa blada".
Dichiarazioni di conduttori di dazio, del collegio delle biade, del Sacro Monte dell'Abbondanza, di vicari di valle (valle Seriana Inferiore e valle Gandino), fedi della cancelleria comunale circa la vendita di cereali comprati all'estero (1). A c. 1 indice.
1 fascicolo cart., cc. 1, 87-88, 91-94, 97-99, 110-111, 120, leg. scucito, latino e volgare
note:
(1). La causa, a quanto pare, verteva sull'opportunità di tali acquisti e sull'operato del podestà.

96, class. 1.2.19.1-96
1570 novembre-1572 marzo; antecedenti da 1568 dicembre
"1572. In facto salnitrii pro affictu locos de sal[nitri]"
Atti di causa circa la localizzazione del luogo dei salnitri.
Allegata ducale di Pietro Loredano ai rettori.
1 volume

97, class. 1.2.19.1-97
1571 luglio 28-1718 maggio 6
"1695. 4. Processo V. ottavo. per il dazio del ducatone, ed estrazione de vini in terre aliene, osia stati esteri" (1).
Deliberazioni del senato di Venezia e dei rettori in materia del dazio del ducatone del vino che si estrae per terre aliene che viene incantato, di tempo in tempo, a condizione che vi sia nel territorio bergamasco abbondanza di vino, qualora invece venisse a mancare tale condizione per "qualche grave strettezza de vini" viene levato ed incantato il dazio dei soldi quattro per brenta di vino
Alle cc. 24-25 "Capitoli del Dazio delli soldi quattro per brenta del vino", proclami dei rettori, 1694 gennaio 29 e 1685 dicembre 31
A c. 139 proclama dei rettori nel quale viene levato il dazio del ducatone ed in sua vece pagato il dazio dei soldi quattro per brenta di vino, 1695 giugno 23
A c. 147 "Proclama del dazio del vino per terre aliene" dei rettori, 1695 agosto 30
A c. 154 ducale originale del doge Silvestro Valerio ai rettori, 1695 ottobre 1, membr., 430x295.
1 fascicolo, cc. 163, num. rec., latino e volgare
note:
1. Citato in AB 475.

98, class. 1.2.19.1-98
1571 agosto 16-1638 agosto 22
"1571 usque 1638. Processo T. B. primo. Proclame, ducali, scritture, capitoli in matteria del dazio generale ed in spezie della faritura delle tariffe di tutti i dazii" (1).
Scritture relative al dazio generale e al metodo di stesura delle tariffe dei dazi
Alle cc. 4-9 "Ordini sopra la mercede di diverse arti della città di Ferrara", Ferrara, Vittorio Baldini, 1577, a stampa, alla c. 11 ordini del Consiglio dei Dieci di Venezia, 1578 agosto 18, a stampa; alle cc. 17-34 tariffa del dazio della stadera di Verona, Verona, Bartolomeo Merlo, 1622, a stampa; alle cc. 35-54 capitoli del dazio della seta di Bergamo, Bergamo, Valerio Ventura, 1626, a stampa. Tariffe del dazio generale alle cc. 65 (1627 giugno 25), 67 (1628 dicembre 9), 81 (1636), 82 (1636), 83 (1636), a stampa; alla c. 70 regole del Consiglio dei Dieci di Venezia circa la destinazione delle entrate da condanne, Venezia, Antonio Pinelli, 1690 aprile 14, a stampa; alla c. 72 parte del senato di Venezia sul dazio del ducato per botte (1629 settembre 1); alla c. 71 proclami a stampa dei rettori sul dazio delle sarze; alle cc. 75-80 tariffa per il pagamento dei dazi, Bergamo, Antonio Rossi, 1636, a stampa
1 fascicolo, cc. 84, num. rec., latino e volgare
note:
1. Citato in AB 475.

99, class. 1.2.19.1-99
1572 febbraio 24-1604 giugno 16
"Pro Magnifice Civitate Bergomi contra mercatores in causa extimi".
Elenco degli atti nella causa fra la città di Bergamo da una parte e il mercanti dall'altra circa le norme da osservare per la stesura delle polizze per il nuovo estimo della città.
1 registro cart., cc. nn., mm. 230x90, leg. originale in cartoncino, latino e volgare

100, class. 1.2.19.1-100
1572 maggio-1573 febbraio; antecedenti da 1448
"Pro Magnifica communitate contra vallem Sancti Martini circa aptat[ura]m stratarum".
Causa tra la città di Bergamo da una parte e la valle San Martino dall'altra circa il preteso conflitto di competenza con la giurisdizione del commissario della valle, stante la pretesa dei giudici alle strade e incanti di Bergamo di imporre la costruzione di un ponte (c. 31).
Allegate condanne inflitte negli anni precedenti la causa dai giudici alle strade e incanti alla valle San Martino per la mancata osservanza dei privilegi e delle disposizioni statutarie in materia di strade; copie autentiche del cancelliere e vicancellieri del comune di Bergamo; sigillo in cera sottocarta.
1 volume cart., cc. 44, num. orig. + cc. nn., leg. originale in cartone, latino e volgare

101, class. 1.2.19.1-101
1574 gennaio-1622 agosto
"A. Pro magnifica civitate Bergomi et perillustris dominis iudicibus victualium eiusdam contra artistas dictae magnificae civitatis".
Ordine dei giudici alle vettovaglie di Bergamo, 1574 gennaio 4, copia autentica. Ducale del doge Antonio Priuli ai rettori di Bergamo ed ai loro successori in materia di appello alle sentenze dei giudici alle vettovaglie, Venezia, 1622 agosto 4, copia autentica.
1 fascicolo cart., cc. 8, 19-20, num. orig., leg. originale in cartone, volgare

102, class. 1.2.19.1-102
1575 febbraio 11-1576 dicembre 20
"1576. Pro Magnifica Comunitate Bergomi contra Carnevalinum per 3 inhobedientiis. Pro consecutione penarum eam inhobedientias".
Causa celebrata davanti al podestà tra la città di Bergamo da una parte e Giovanni Giacomo detto "Carnevalinum" di Ardesio dall'altra circa mancata ottemperanza a quanto stabilito in precedenti condanne.
1 registro cart., cc. nn., leg. originale in cartone, latino e volgare

103, class. 1.2.19.1-103
1576 luglio-1576 ottobre
"1576. Processo S.P.C. Capitoli ed processi formati e per ordine dalli magnifici signori deputati alla santià contro diverse persone venute da stati esteri, perquisizioni, ed esami delle stesse per sospetto di peste o sia contagio nella città di Mantova" (1).
Testimonianze raccolte dai deputati alla sanità su persone sospette di peste.
1 fascicolo, cc. 30, cc. 1, 52-80 num. orig, latino e volgare
note:
1. Citato in AB 475.

104, class. 1.2.19.1-104
1578 febbraio 12-1578 febbraio 15; antecedenti da 1517 aprile 21
"1578. Contra Equitem Marcus Antonium de Gromulo qui recusavit legationem congratulationis Serenissimi Principi Novi".
Atti della controversia fra la città di Bergamo da una parte e Marco Antonio Grumello, eletto ambasciatore per l'elezione del nuovo doge, dall'altra, circa il rifiuto di questi di ottemperare all'incarico.
1 fascicolo cart., cc. nn., leg. originale in carta scucito senza seconda coperta, volgare

105, class. 1.2.19.1-105
1578-1586
"Comissiones nontio et supplicationes datae Serenissimo Dominio cum scripturis. 1578 contra Cipriottos per tansa supra Cancelleria Comunis. 1556 pro oleo libere conducendo contra Ludovicum Licinum. 1583 circa prorogationem imbotatum dierum decem Gregorianum. 1568 per doanis terrae fermae non confiscandis. 1582 pro decima cappellae Sancti Benedicti diminuenda. 1579 pro stipendio capitaneo campanae augendo".
Elenchi (per lo più privi dei relativi allegati) di documenti inviati al nunzio di Bergamo in Venezia e di suppliche a Venezia su questioni e cause varie. Proclama dei rettori di Brescia, Giustiniano Giustiniani podestà e Daniele Priuli capitano, in materia di dazi, a stampa.
1 fascicolo cart., cc. nn., leg. originale in cartone, latino e volgare

106, class. 1.2.19.1-106
1580 settembre 3-1581 aprile 15; allegati da 1481 giugno 6
"1481 usque 1580. Magnifice Civitatis Bergomi in causa dacii subiectus [...]. Pro tollendo dacio dicto sottovento suplicatio. 1581. Processo S.T. Per la Magnifica Città di Bergamo in causa perchè sia levato il dazio del transito delle mercanzie chiamato il dazio sottovento" (1).
Atti di causa fra la città di Bergamo da una parte e Bernardo Mutio e Camillo Isabello, daziari del dazio del transito (detto anche sottovento) per Bergamo, Brescia, Crema e valli bergamasche e bresciane dall'altra circa il diritto per questi ultimi di riscuotere tale dazio anche in tempo della fiera di Sant'Alessandro.
Alle cc. 50r-50v supplica del consiglio maggiore di Bergamo perchè sia tolto il dazio del sottovento; alla c. 77 "Proclame et capitoli del datio del transito per sottovento et in terre aliene di Brescia, Bergamo, Crema et Vallate", dei rettori di Brescia, Brescia, 1580 febbraio 3, a stampa.
1 fascicolo, cc. 107, num. rec.; bianche cc. 101-107, latino e volgare
note:
1. Citato in AB 475.

107, class. 1.2.19.1-107
1580 dicembre-1582 maggio
"Magnificae civitatis contra Marconum pro extimo mercantiae".
Causa tra la città di Bergamo da una parte e Lanfranco de Marchonibus de Zogno, cittadino di Bergamo, dall'altra circa il rifiuto di quest'ultimo, in base ad una pretesa attività, di pagare le gravezze sulle mercanzie.
1 fascicolo cart., cc. nn., leg. originale in cartoncino, latino e volgare, stato di conservazione: cattivo, danni: umidità

108, class. 1.2.19.1-108
1581 luglio 17-1598 giugno 17
"1581 ed 1598. Processo M.A. Capitoli ed altre carte in materia del Sacro Monte dell'Abbondanza".
Allegati di causa.
A c. 1 elenco di deputati del Monte dell'abbondanza, 1581 luglio 17; alle cc. 2-3 capitoli 1, 2, 4-6 del Monte dell'abbondanza, Pietro Francesco Vitalba, notaio del Monte dell'abbondanza; copia autenticata da Gabriele Salvaneus, cancelliere del comune, 1598 giugno 1; a c. 4 fede rilasciata da Gabriele Salvaneus, cancelliere del comune, sul governo del Monte dell'abbondanza e del Monte di Pietà, 1598 giugno 17.
1 fascicolo, cc. 5, num. rec., danni: umidità, macchie

109, class. 1.2.19.1-109
1582 aprile 21-1715 maggio 31
"Pro Magnifice Civitate Bergomi contro curiam episcopalem et reveren[...] capitulum. Per cerimoniali".
Allegati nella causa fra la città di Bergamo da una parte e la curia episcopale dall'altra circa i cerimoniali.
1 fascicolo cart., cc. 45, num. orig, leg. originale in cartone, latino e volgare

110, class. 1.2.19.1-110
1584 giugno 5-1588 maggio 23; antecedenti da 1454 dicembre 21; seguiti a 1595 dicembre 9
"1454 usque 1595. Processo L.P. In materia di concessione stata fatta dalla Magnifica Città l'anno 1560 ad Andrea Umboni ed Udino Madone tintori abitanti nel Borgo San Leonardo nella contrada di Prato, di poter condur e far decorrere nelle sue case contigue alli mulini detti del Muletto situati nel prato di San Domenico ovvero di Sant'Alessandro, di raggione della Magnifica città l'acqua del Serio che viene a cadere sopra li detti mulini dentro delle mura e quella usare nelle suddette case e tintorie riducendola poi nel suo vaso "(1).
Causa celebrata davanti al podestà e in appello davanti alla quarantia civil nuova di Venezia tra la città di Bergamo e Utino de Madone circa i diritti connessi alla concessione d'acqua ottenuta dalla stessa città nel 1560. Alla c. I mappa acquerellata dell'area interessata dalla causa; alla c. II indice della causa.
1 fascicolo, cc. 124, num. orig sino a 110, poi rec.; bianche cc. 111-124, latino e volgare

111, class. 1.2.19.1-111
1584 ottobre 20-1585 gennaio 18; allegati da 1428 giugno 18
"Pro Magnificae Communitatae Bergomi contra vallem Serianam Inferiorem pro officio cancellaria seu cancellario vicarii 1584. Consuluerunt [extra] advocati veneti non esse proceden[da/tur]".
Causa fra la valle Seriana Inferiore da una parte e il vicario della valle Seriana Inferiore dall'altra circa le somme derivanti dall'amministrazione della giustizia e il pagamento del notaio del vicario (1).
1 registro, cc. 39, num. orig. fino a 8, poi rec., latino e volgare
note:
1. La città di Bergamo tentò di intromettersi nella causa ma i rettori non lo permisero.

112, class. 1.2.19.1-112
1585 febbraio 7-1589 novembre 16; antecedenti da 1542 marzo 23
"1585. Magnificae Civitatis contra dominum Zachariam Morandum pro finestra sub lodia Victualium. Dominus Zacharias sponte se removit".
Causa fra la città di Bergamo da una parte e Zaccaria Morandi dall'altra circa la chiusura di una finestra nella loggia (in cui esercitano i giudici alle vettovaglie) che dà luce alla confinante con la bottega del Morandi.
1 volume cart., cc. 62, num. orig., + 3 carte sciolte, leg. originale in cartone, latino e volgare

113, class. 1.2.19.1-113
1585; antecedenti da 1428
"Pro Magnifica Civitate Bergomi contra exemptionem pedagiorum".
Causa tra la città di Bergamo da una parte e i daziari di Verona dall'altra circa la pretesa di questi ultimi di far pagare ai cavalli, perché "non bergamaschi", il dazio della bolletta per persona, dalla quale sono esentati i cittadini di Bergamo e distretto in virtù del privilegio del doge Francesco Foscari del 1428 che li considera cittadini veneti "de intus". A c. 9 "Parte presa sopra la regolatione delli datii dell'insida" in consiglio dei pregadi di Venezia, 1563 agosto 23, a stampa. Allegate due copie de "Essentione de' pedagii et bollette forestiere concesse per il Serenissimo Dominio a' cittadini et distrittuali di Bergamo", a firma Nicolò Gussoni, podestà di Verona, 1566 dicembre 1, a stampa.
1 fascicolo cart., cc. 23, num. orig. + cc. nn., leg. originale in cartone, latino e volgare

114, class. 1.2.19.1-114
1586 gennaio 4-1750 settembre 2
"Per bombardieri".
Allegati nella causa d'appello celebrata davanti alla quarantia civil nuova di Venezia fra la cittàdi Bergamo, da una parte, e la compagnia degli artiglieri delle vicinie di S. Alessandro e S. Leonardo, dall'altra, circa la contribuzione alla sistemzazione della strada verso la Fiera e la sottomissione dei singoli artiglieri alla giurisdizione dei giudici delle vettovaglie.
1 fascicolo, cc. 18, leg. originale in cartone, scucito, latino e volgare

115, class. 1.2.19.1-115
1587 marzo 20-1668 agosto 8
Atti di causa.
Scritture relative a cause tra la città di Bergamo, da una parte, e i cavallari, dall'altra. Contiene, tra l'altro: "Tariffa et ordeni da esser osservati da i portalettere della Magnifica Città di Treviso. Riformati da i Magnifici Signori Proveditori e Antiani et approbati dal Magnifico Maggior Consiglio", a stampa, Treviso, 1628 giugno 29; "Tariffa et pagamento decretato dalli Illustrissimi Signori Proveditori di Commun alli corrieri della Serenissima Signoria per il loro pagamento del porto delle lettere così nell'andar come nel venir da Venetia a Ferrara", a stampa, Venezia, 1631 gennaio 16; "Tariffa et pagamento decretato dalli Illustrissimi Signori Proveditori di Commun per interesse delli corrieri della Serenissima Signoria in Bergamo, Brescia, Crema et Palazuol per le lettere di Milano, Genova, Cremona, Mantova et di Lione", a stampa, Venezia, 1631 gennaio 16; "Tariffa et pagamento decretato dalli Illustrissimi Signori Proveditori di Commun alli corrieri della Serenissima per il porto delle lettere di Milano, Genova, Cremona sua strada et altro", a stampa, Venezia, 1631 gennaio 16; "Tariffa et pagamento decretato dall'Illustrissimi et Eccellentissimi Signori Proveditori di Commun per interesse de Corrieri della Serenissima per il viaggio di Venezia a Roma e sua strada", a stampa, Venezia, 1668 agosto 8 (tre copie); "Giudicii seguiti a favore delli cavallari di S. Marco nella (1).
1 fascicolo, cc. 18, leg. originale in cartone, scucito, volgare, stato di conservazione: cattivo, danni: fragilità del supporto
note:
(1). Città di Bergamo contro l'istessa città da l'anno 1586 sin al 1653", a stampa.

116, class. 1.2.19.1-116
1587 aprile 26-1587 dicembre 9; antecedenti da 1536 giugno 21
1536 usque 1587 ed 1611. Processo D C primo tra li bastieri ed cavallari seu portalettere per le robbe di dazio di mercanzia che venivano condotte da detti cavallari seu corrieri senza levar bolette dal dazio.
Causa celebrata dinanzi ai rettori tra Claudio Agosti e Pietro Benaglio dazieri del dazio generale da una parte ed i cavallari Nicolò Comenduno e Gerolamo Martinoni dall'altra per avere questi ultimi trasportato da Venezia a Bergamo e viceversa mercanzie di contrabbando (perchè non accompagnate dalle bollette di pagamento del dazio) e per la pretesa dei daziari di controllare il contenuto delle valigie dei cavallari. Allegata alla cc. 1-3 ducale del doge Andrea Gritti in materia di esenzione daziaria, 1536 giugno 11, copia semplice. Allegato alle cc. 7-9 accordo tra la città di Bergamo (rappresentata dal consiglio maggiore) e Luca Comenduno circa il servizio di cavallari tra Bergamo e Venezia, 1586 ottobre 21.
1 fascicolo cart., cc. 43, num. orig. fino a c. 37 poi rec., leg. originale in cartoncino, latino e volgare
note:

117, class. 1.2.19.1-117
1588 marzo 14-1594 maggio 25; antecedenti da 1481 aprile 1
"1589 e 1594. Processo G. C. primo. In materia de contrabandi per la giurisdizioni del Giudice alla Ragione, e dazii. Contro la Fiscal Camera".
Causa tra la città di Bergamo da una parte e la camera fiscale di Bergamo dall'altra circa la giurisdizione delle cause di contrabbando
Alle cc. 1-2 capitoli di incanto del dazio di soldi due sopra le condanne per contrabbando, a stampa, s.d.
1 fascicolo, cc. 19, num. rec., latino e volgare

118, class. 1.2.19.1-118
1589 maggio 2-1790 gennaio 2
Atti di causa.
Causa celebrata davanti al podestà di Bergamo fra il collegio alle acque del comune di Bergamo da una parte e Francesco de Spino di Albino dall'altra circa i danni subiti da una proprietà del de Spino in seguito ad una piena del fiume Serio (1).
1 fascicolo cart., cc. 59-208, num. orig., leg. originale in cartoncino senza coperta, latino e volgare
note:
(1). Cfr serie "Processi in materia di acque", unità 43 e 49.

119, class. 1.2.19.1-119
1589 giugno 21-1660 giugno 12
"1586 ad 1589. Processo S. G. Terzo. Capitoli ed incanti per il dazio della seta et galette".
Allegati nella causa circa il pagamento del dazio sulla seta e "galette".
1 registro cart., cc. 9, leg. originale in cartone, volgare

120, class. 1.2.19.1-120
1590 gennaio 1-1599 marzo 27; antecedenti da 1475 marzo 11
"1592 - 1599. Contra mercatores pro extimo. Expedita pro civitate folio 209" (1)
Atti nella causa fra la città di Bergamo da una parte e il mercanti dall'altra circa le norme da osservare per la stesura delle polizze per il nuovo estimo della città.
A c. 59 "Capitoli dell'estimo generale della città di Brescia", a stampa, 1580 aprile 14; a c. 84 "Proclama et hordini che si hanno da servare nel formate et presentare le polize dell'estimo che si ha da riformare nella Magnifica Città di Bergamo", 1592 marzo 11.
Contiene anche ""Pro Magnifice Civitate Bergomi contra mercatores in causa extimi", sommario della causa; alle cc. I-IV indice del volume.
1 volume, cc. 254, num. orig. fino a 210, poi rec., leg. originale in cartone, latino e volgare
note:
(1). All'interno: "Pro Magnifica Civitate Bergomi pro extimo contra mercatores in causa extimi".

121, class. 1.2.19.1-121
1590 febbraio 19-1597 dicembre 15
Atti di causa.
Causa tra la città di Bergamo e il Collegio dei mercanti a proposito dell'estimo di detti mercanti.
1 fascicolo, cc. 51, num. rec., leg. senza coperta, latino e volgare

122, class. 1.2.19.1-122
1590 marzo-1595 febbraio; allegati in copia da 1428
"1595. Pro Magnifica Civitate Bergomi contra dominum Iohannem Baptistam Chataneum causidicum pro supplicatione per eum porrecta Serenissimo Dominio. Privatum omnibus officiis Civitatis pro eo quod contrafecerit privilegiis. A. Expeditum per renuntiam ipsius Chataneu[.] diei 16 februarii 1596 in cancelleria pretoria".
Causa tra la città di Bergamo da una parte e Giovanni Battista Cattaneo, causidico, dall'altra per aver quest'ultimo commesso nell'esercizio della sua professione molte "prevaricazioni e tergiversazioni" contro la forma dello statuto e dei privilegi della città.

123, class. 1.2.19.1-123
1592 gennaio 15-1593 gennaio 13; antecedenti da 1582 luglio 6
"Contra Hereditatem Ioannis Maria Bazalini et Antonium Lantium per L. 100. Mutuo datis 1590 circa subventionis pro domo de Venetiis".
Atti della causa fra la città di Bergamo da una parte, le sorelle e la moglie del fu Giovanni Maria Bazalino e Antonio Lanzi, già fideiussore del Bazalino, dall'altra, circa debiti che questo aveva verso la città. Contiene sommario della causa.
1 fascicolo cart., cc. 3, leg. originale in cartoncino scucito, latino

124, class. 1.2.19.1-124
1592 aprile 21-1593 aprile 3
"1592. Processo M.P. Circa il processo formato contro domino Illario Solza massaro del Sacro Monte di Pietà per estorzioni dallo stesso usate".
Testimonianze contro Ilario Solza, massaro del Monte di Pietà, accusato di "magnarie et estorsioni".
1 fascicolo, cc. 14, num. rec., danni: umidità, macchie

125, class. 1.2.19.1-125
1592-1704
"Per la Magnifica Città di Bergamo. Partita incognita contro il Venerando Ospitale Maggiore assontor di giudizio per la Nobile Signora Cattarina Loccatelli 1796".
Allegati di causa (Copie di estimi).
1 fascicolo cart., cc. 7, leg. originale in cartoncino, volgare

126, class. 1.2.19.1-126
1593 gennaio 19-1594 febbraio 12; antecedenti da 1560 dicembre 22; seguiti a 1697 dicembre 5
"Contra comune de Montesello pro strata secus sedumina Heredis spectabilis dominis Joannis Soltie et consortii aptanda"
Atti della causa celebrata davanti al podestà di Bergamo fra la città di Bergamo, da una parte, e il comune di Montello, dall'altra, circa le spese di manutenzione della strada della valle Calepio nel territorio del comune di Montello imposte dai giudici delle strade e incanti di Bergamo.
All'inizio due disegni della strada verso Seriate con indicazione del tratto da riparare.
Alla fine carte sciolte relative ad altre cause per lo stesso motivo.
1 volume, cc. 45, num. orig. fino 1-26, poi nn. Precedono quattro cc. nn. e seguono altre dieci cc. sciolte, leg. originale in cartone, latino e volgare

127, class. 1.2.19.1-127
1593 aprile 25-1715 gennaio 4
"C. Raggioni aversarie".
Atti di causa tra la città di Bergamo da una parte ed il procuratore fiscale della curia episcopale di Bergamo, assuntrice di giudizio del capitolo della cattedrale, dall'altra circa il diritto di custodia delle reliquie dei Santi Martiri Fermo, Rustico e Proculo.
A c. 101 "Sommario delle indulgenze perpetue concesse alla veneranda confraternita del Santissimo Sacramento eretta nel duomo di Bergamo, e a tutti gli altri fedeli della medesima città e diocese", 1610 marzo 30 (a stampa).
1 registro, cc. 101, num. orig, fino a 10 poi rec, latino e volgare

128, class. 1.2.19.1-128
1593-1603
"1603. Magnificae civitatis contra dominos Hipolitum at Marcum del Carro de Albino pro insultu facto executoribus".
Condanna criminale a pagare ducati 200 contro Francesco Carriero ed Ippolito di Cari di Albino per aver portato via, armati di archibugi ed aste, del vino sequestrato per ordine del podestà di Bergamo. Condanna criminale a pagare lire 40 contro Ippolito di Cari di Albino per aver percosso antonio [di Tireni]. Condanna criminale a pagare lire 100 contro Ippolito e Giovanni Marco di Ambrogio di Cari di Albino ed altri per violazione di domicilio, ingiurie e percosse. Copie autentiche; sigilli cerei sottocarta.
1 fascicolo cart., cc. nn., leg. originale in cartone, volgare
note:
1. L'estremo iniziale è desunto dall'anno di inizio di mandato di Giovanni Querini, capitano di Bergamo, il quale ha esteso la prima condanna.

129, class. 1.2.19.1-129
1594 aprile 4-1594 aprile 16; antecedenti da 1593 aprile 3
"Pro magnifica civitate Bergomi contra Chataneum causidicum. B".
Causa tra la città di Bergamo da una parte e Giovanni Battista Cattaneus, notaio e causidico, dall'altra circa la deliberazione della città di privare il Cattaneo della capacità di patrocinare, così da impedirgli cause contro la città stessa.
1 fascicolo cart., cc. nn., leg. originale in cartone scucito, latino e volgare

130, class. 1.2.19.1-130
1594 giugno 2-1594 ottobre 1; antecedenti da 1457 gennaio 30
"Bergomi. Pro Magnifica Civitate contra Mercatores in causa iurisdictiones".
Sommario della causa fra la città di Bergamo da una parte e il collegio dei mercanti dall'altra circa la giurisdizione dei consoli dei mercanti.
1 fascicolo cart., cc. nn., mm. 240x90, leg. originale in carta senza coperta, latino e volgare

131, class. 1.2.19.1-131
1594 luglio 6-1594 dicembre 27; antecedenti da 1505 maggio 29; seguiti a 1734 settembre 3
"1594 usque 1599 ed 1660 ed 1734. Processo S. quarto. Per l'essention della Fiera dal datio della seda. Per la Magnifica Città di Bergamo contro Giuseppe Mazzoleni daziaro della seta".
Causa fra la città di Bergamo da una parte e Giuseppe Mazzoleni, appaltatore del dazio dell'uscita della seta, dall'altra circa l'esenzione dal pagamento del dazio in occasione della fiera di Sant'Alessandro. Contiene: "1503 usque 1594. Bergomi. Pro Magnifica Civitate contra datiaros sirici". Sommario della causa (1594 luglio 15 - 1594 ottobre 27, con allegati in copia dal 1503 ottobre 19). Allegati capitoli per il Mazzoleni stabiliti dal collegio dei V savi alla mercanzia di Venezia; a stampa, 1594 maggio 4 con aggiunte.
1 fascicolo cart., cc. nn (1), leg. originale in cartoncino, latino e volgare
note:
(1) Presente numerazione confusa.

132, class. 1.2.19.1-132
1594 luglio 24-1595 marzo 17; antecedenti da 1505 agosto 5; seguiti a 1596 maggio 8
"1594. Processo G. S. secondo. In materia della giurisdizione del giudice alla ragione e dazi per la Magnifica Città di Bergamo contro la Camera Fiscale di Bergamo, ed contro li daziari per l'esenzion del dazio della seta in tempo di fiera" (1).
Causa celebrata dinanzi ai V savi alla mercanzia tra la città di Bergamo da una parte e la camera fiscale e Iseppo Mazzoleni, daziere del dazio dell'uscita della seta, dall'altra circa l'esenzione dal pagamento di tale dazio durante il periodo della fiera
Alle cc. 2-7 capitoli relativi alla competenza del gudice alla ragione e dazi e del camerario in periodo di fiera, senza data.
1 fascicolo, cc. 52, num. rec.
note:
1. Citato in AB 475.

133, class. 1.2.19.1-133
1594 agosto 10-1594 dicembre 3; antecedenti da 1476 dicembre 3
"Bergomi. Pro Magnifica Civitate contra D. Ioseffum Mazolenum datiarium sirici. In causa exemptionis nundinarum. Processo S. quinto. Processo S. in materia dell'esenzione del dazio della seta in tempo di Fiera".
Causa tra la città di Bergamo da una parte e Giuseppe Mazzoleni, appaltatore del dazio sull'uscita della seta, dall'altra circa l'esenzione dal pagamento del dazio in occasione della fiera di Sant'Alessandro.
1 fascicolo cart., cc. 113, num. orig., leg. originale in cartone, latino e volgare

134, class. 1.2.19.1-134
1595 marzo 8-1636 maggio 17
"Pro magnifica civitate Bergomi contra grassinarios illius civitatis ex productio per adversariorum".
Elenco delle scritture prodotte dalla città di Bergamo nella causa tra la stessa città da una parte e l'arte dei grassinari dall'altra perché le accuse mosse dai giudici alle vettovaglie di Bergamo vadano in appello ai rettori della città.
1 fascicolo cart., cc. nn., mm. 195x80, leg. originale in cartoncino, volgare

135, class. 1.2.19.1-135
1595 luglio 24-1596 agosto 27; antecedenti da 1577 gennaio 9
Magnifica civitate Bergomi. Processo V secondo contra dominum Bernardinum Briscium debitorem [cum] datiorum in Magnifica Camera fiscali tanquam fideiussorem eius filiorum conductorum datii vini extrahendi in terris alienis de anno 1595 (1). Causa celebrata dinanzi ai consoli dei mercanti ed alla camera fiscale tra la città di Bergamo da una parte e Bernardino Brevi dall'altra per debiti derivanti da dazi. Allegato alle cc. 9-10 comparimento davanti al camerlengo di Pietro Barille, anche in qualità di amministratore dei suoi figli nati dalla fu Domenica fu Andrea di Brevi, con il quale contesta il proclama della camera fiscale [di esecuzione reale dei beni di Bernardino Brevi, fratello di Andrea Brevi] per debiti di dazi, in quanto questo viene in realtà a colpire i beni ereditati dai suoi figli, eredi del fu Andrea Brevi, 1696 luglio 6. Allegato alle cc. 1-3 testamento di Andrea Brevi, Malpaga 1577 gennaio 9, copia semplice.
1 fascicolo cart., cc. 20, num. rec., bianche cc. 19-20, leg. originale in cartoncino, volgare
note:1. Segnalato in AB 475 c. 82v.

136, class. 1.2.19.1-136
1595 settembre-1791
"1595 usque 1790. Processo L.C. In proposito del Luogo Pio del Consorzio dei Carcerati e delli obblighi, regole, e capitoli antichi e moderni circa la prima origine del detto Consorzio de Carcerati, con la tariffa del custode delle carceri pretorie".
Allegati di causa in cui è parte il Consorzio dei Carcerati
Alle cc. 3-7 "1605. Instromento dell'acquisto delle preggioni della Magnifica Città. (...) 1595 7 settembre. Parte (...) in materia dell'elezione del custode delle carceri (...)"; alle cc. 10-81 "Regula Venerandi Consortii Carceratorum 1677", a stampa; alle cc. 82-97 "(...) Ordines et decreta pro consortio carceratorum civitatis Bergomi nec non carceratis", s.d; a c. 99 "Capitoli et ordini appartenenti alla custodia delle prigioni di Bergamo", s.d., a stampa; alle c. 100-106 allegati inviati dai deputati di Vicenza, 1748-1788, tra cui a c. 102 proclama del podestà e vicecapitano di Vicenza sul custode delle carceri di Vicenza, 1751 marzo 8, a stampa
Alle cc. 107-111 "Capitoli aspettanti al carico di capitanio o sia custode delle carceri pretorie di Bergamo di ragione di essa magnifica città", 1790 marzo 10; a c. 114 "Capitoli aspettanti al carico di capitanio ossia custode delle carceri pretorie di Bergamo di ragione di essa magnifica città", 1790 marzo 27, a stampa; alle cc. 115-125 elenco di detenuti nel carcere pretorio, 1791.
1 fascicolo, cc. 130, num. rec.

137, class. 1.2.19.1-137
1595 ottobre 7-1608 maggio 5; antecedenti da 1595 luglio 17
"1595 usque 1608. Processo I.B.C. In materia di diversi instrumenti de censi formati e venduti per il Magnifico Collegio alle Beccarie, con l'estinzione ed affrancazione delli stessi" (1).
Censi ed estinzione di censi conclusi dai deputati alle beccarie con vari privati ed enti
Allegata alle cc. I-V vendita da parte di Giovanni Battista Viltaba ai titolati della chiesa di San Matteo di Bergamo di una casa adiacente a detta chiesa per il prezzo di 105 scudi.
1 busta, cc. 96, cc. VI+90, num. orig. fino a c. 66, poi rec., latino e volgare
note:
1. Citato in AB 475.

138, class. 1.2.19.1-138
1595 dicembre 9; antecedenti da 1591
"1591. Processo formato contra Abraam Goici Alberto Albano Aurelio Allegri et Stefano Suardo Cavaglieri di Comun per magnarie et estorsioni per loro comessi per le quali sono statti detti Goici, Albano, et Allegri condennati et perpetuamente privati di officio et beneficio come nella sententia in presenti foglio 19 appare essendo statto liberato detto magistro Stefano Suardo".
Supplica di Alberto Albano, già cavaliere di comun condannato in contumacia dai giudici alle vettovaglie di Bergamo nel 1591 assieme ad altri cavalieri, di ottenere un nuovo processo. Conseguente azione del consiglio minore di Bergamo con la quale si delega la risluzione della vicenda al collegio alle liti. Allegato sommario della causa di I grado.
1 fascicolo cart., cc. 4, leg. originale in cartoncino scucito, latino e volgare

139, class. 1.2.19.1-139
1598 - 1646
Licenze, dichiarazioni e processi.
Licenze e dichiarazioni di trasporto di merci redatte nell'ufficio dei giudici delle vettovaglie autenticate dal cancelliere del comune Bartolomeo Farina.
Atti dei processi riguardanti venditori di castagne e "parecchiatori di panni" autenticati dai cancellieri del comune Andrea Girardellus e Bartolomeo Farina.
1 fascicolo, cc. 12, volgare

140, class. 1.2.19.1-140
1598 febbraio 16-1646 agosto 17
"Pro iurisdictione officii maleficiorum".
Carte relative alla competenza dell'ufficio del giudice al maleficio nelle cause di contrabbando.
1 fascicolo, cc. 8, num. rec., leg. originale in carta, scucito, volgare

141, class. 1.2.19.1-141
1599 aprile 28; allegati da 1584 agosto 23
"1599. Magnificae Civitatis contra macellarios recusantes accedere ad macellum noviter conductum 1599".
Convenzione tra Vittoria fu cavaliere Marco Antonio Corregio, moglie di Giovanni Battista Rota conduttore delle genti d'armi, e Pietro di Filippo di Benagli da Somasca con la quale quest'ultimo si impegna a concludere entro luglio, per la somma di lire 3.000, gli adattamenti necessari a che il luogo, di proprietà di Vittoria Corregio, scelto il 1 aprile 1599 dal consiglio maggiore possa ospitare le macellerie pubbliche della città (1).
Sottoscrizione di Gabriele Salvagno, cancelliere del comune di Bergamo. Allegate alle cc. 3-6 carte estranee: richiesta del doge Nicolò da Ponte ai rettori di fornire una opinione giurata sulla supplica (allegata) presentatagli dalla città affinchè sia revocata la deliberazione dei Dieci savi sopra i dazi di Venezia del 16 giugno 1487 con la quale si vieta di poter condurre in Bergamo e nella sua fiera fustagni, bombacine e altre mercanzie di bombace, 1584 agosto 23.
1 registro, cc. 6, num. rec.
note:
(1). In virtù dell'oggetto pubblico la convenzione viene conclusa alla presenza di deputati della città.

142, class. 1.2.19.1-142
1599 maggio
"1599 ed 1608. Processo M.P. In materia della elemosina raccolta per l'accrescimento del Sacro Monte di Pietà de Pegni l'anno 1599 qual fu in somma di 12964".
Atti di causa.
A c. 1 ordine del podestà Gerolamo Cornaro sulle modalità con cui deve essere effettuata l'elemosina per il Monte di Pietà, 1599 maggio 22; a c. 2 "Memoriale per la effettuazione dell'elemosina per l'acrescimento del Monte di Pietà", 1599; a c. 3 "Deputati per le vicinanze alla cassetta per il sacro monte", 1599; alle cc. 4-8 elenco delle oblazioni.
1 fascicolo, cc. 11, num. rec., danni: umidità, macchie

143, class. 1.2.19.1-143
1600 dicembre 30-1602 gennaio 17; antecedenti da 1595 settembre 26
"1603. Magnificae Civitatis contra Andream de Cathaneis debitor del L. 1300 pro subventione fabricandi candelas sepi".
Causa fra la città di Bergamo da una parte e Andrea Cattaneo dall'altra circa i debiti che quest'ultimo aveva verso la città in seguito all'insuccesso dell'impresa della fabbricazione e della fornitura delle candele alla città.
1 registro, cc. 36, num. orig. fino a 33, poi rec.

144, class. 1.2.19.1-144
XVI
"Tabellariorum. Tariffa delle mercedi de cavalari di Padova, Udine, Vicenza, Treviso, Verona, Salò".
Carte varie relative a cause coinvolgenti i cavallari di San Marco. Contiene "Memoriali o' suppliche alli Illustrissimi Signori Rettori in materia de portalettere" da parte dei deputati dei comuni di Udine e Brescia, sd.
1 fascicolo cart., cc. nn., leg. originale in carta senza coperta, volgare

145, class. 1.2.19.1-145
1601 marzo 1-1654 marzo 11
Allegati di causa.
Allegati nella causa fra la città di Bergamo da una parte e i cavallari di San Marco dall'altra circa l'applicazione delle tariffe postali. Alle cc. 98-99: "Tariffa delli pagamenti di portalettere da Udine"; a stampa, 1601 marzo 1. Alle cc. 100-101: "Tariffa delli portalettere da Crema sin a' Bressa et a Palazol"; a stampa, 1654 marzo 11. Alle cc. 102-103 e 108-109: "Tariffa delli portalettere di Crema per le lettere di Milano, Genova e Cremona e suoi viaggi"; a stampa, 1654 marzo 11. Alle cc. 104-105: "Tariffa delli portalettere da Modena"; a stampa, 1654 marzo 11. Alle cc. 106-107: "Tariffa delli portalettere da Crema a Milano e ritorno"; a stampa, 1654 marzo 11. Alle cc. 100-111: "Tariffa delli portalettere da Bologna"; a.s. Alle cc. 112-113: "Tariffa delli portalettere da Ferrara"; a s. Alle cc. 114-115: "Tariffa delli portalettere di Salò"; a.s. Alle cc. 116-117: "Tariffa delli portalettere di Brescia"; a.s. Alle cc. 118-119: "Tariffa delli portalettere della città di Verona"; a.s. Alle cc. 120-121: "Tariffa delli portalettere de Vicenza"; a.s. Alle cc. 122-123: "Tariffa delli portalettere di Padoa"; a.s. Alle cc. 124-125: "Tariffa delli portalettere di Treviso"; a.s. Alle cc. 126-127: "Tariffa delli portalettere d'Udine"; a.s.
1 fascicolo cart., cc. 98-127, num. orig., leg. originale in cartone scucito, volgare, stato di conservazione: cattivo, danni: fragilità del supporto

146, class. 1.2.19.1-146
1601 ottobre 31-1603 maggio 14; antecedenti da 1588 marzo 12
"Nella causa di agravii contra il Clarissimo Signor Gerolamo Bernardo Podestà"
Atti della causa celebrata davanti al Pien Collegio di Venezia fra la città di Bergamo da una parte e il podestà Gerolamo Bernardo e alcuni collaboratori all'altra circa violazioni compiute dal podestà a danno del comune e dei suoi privilegi (1).
Contiene ducale del doge Leonardo Donà con la quale comunica la sentenza di condanna del podestà Gerolamo Bernardo.
1 volume, volgare, stato di conservazione: cattivo, danni: umidità, fragilità del supporto (2)
note:
(1). Il volume é formato nella quasi totalità dalla corrispondenza intercorsa fra Bergamo e gli ambasciatori inviati a Venezia allo scopo di seguire la causa e perorare i diritti della città. Troviamo lettere da Venezia del nunzio Gerolamo Carrara Benaglio, di Giovannangelo Grumello, del deputato a seguire la causa Ludovico Agosti, degli ambasciatori in Venezia Ludovico Benaglio e Alessandro Agliardi; e da Bergamo di Giorgio Passo, del cancelliere del comune Giovanni Francesco Zanchi, del deputato a seguire la causa Francesco Moioli.
(2). La parte inferiore delle carte é deteriorata a causa dell'umidità.

147, class. 1.2.19.1-147
1601 dicembre 17-1610 febbraio 28
"Taxarum. 1610. Iura producta per etensione super supplicatione in causa secundi augmenti per excellentissimo Senatum ad 1 4:10".
Carte relative ad imposizioni per il sussidio delle genti d'arme.
1 fascicolo cart., cc. nn., leg. originale in cartone senza coperta, volgare

148, class. 1.2.19.1-148
1602-1603; seguiti a 1617
"1603. In causa datii vini extrahendi in terris alienis sublati et datii novi impositi super vino vendendum. "1602 1603 usque 1617. Processo V B terzo in matteria del dazzio per l'estrazion de vini in terre aliene ed per introduzione de grani forestieri" (1). Suppliche della città di Bergamo e delle valli, deliberazioni e fedi giurate dei rettori, ducali del doge sull'opportunità a che dal bergamasco si possa esportare vino in terre forestiere così da avere il denaro necessario ad acquistare i grani necessari al sostentamento della popolazione, mantenendo perciò il dazio de ducaton del vino in terre aliene (per permette l'esportazione). Alle cc. 42-50 prezzi (suddivisi per comune) del dazio ordinario del vino, 1616-1617.
1 fascicolo cart., cc. 50, num. rec., leg. originale in cartoncino, volgare, danni: umidità
note:
1. Segnalato in AB 475.

149, class. 1.2.19.1-149
1602-1690; antecedenti da 1579
"1664 usque 1689. Processo per il datio del ducatone ad estrazione de vini interra aliena o sia de stati esteri".
Suppliche presentate dalla città di Bergamo e dal Territorio al doge affinchè ritorni in vigore il dazio del ducatone sulla libera estrazione di vino in terre aliene, le cui entrate permettono alla città in parte di far fronte ai sussidi e taglie imposti da Venezia ed in parte all'acquisto di biade.
Allegata denuncia di Brandimarte Barillus e altri ufficiali del dazio del vino di terre aliene di essere stati aggrediti, nel territorio di Palosco; da 4 forestieri armati cui avevano chiesto di esibire le bollette del dazio del vino (circa 16 brente) che stavano trasportando; 1579 luglio.
1 volume, cc. 21, num. orig., danni: sbiadimento dell'inchiostro, funghi e batteri

150, class. 1.2.19.1-150
1603 febbraio; antecedenti da 1583 maggio
"1603. Contra dominum Joannem Baptistam Poncinum heredem domini Hoannis Antonii Poncini thesaurarii 1584 remanet inexperitum stante morte domini Poncini".
Causa tra la città di Bergamo da una parte e Giovanni Battista Poncino (erede del fratello Giovanni Antonio già tesoriere del comune di Bergamo) dall'altra circa la richiesta di quest'ultimo di avere liquidati lire 146 soldi 5 anticipate alla città dal fratello Giovanni Antonio.
1 fascicolo cart., cc. 11, nn., leg. originale in cartoncino scucito, latino e volgare, stato di conservazione: cattivo, danni: umidità, macchie

151, class. 1.2.19.1-151
1603 agosto-1603 ottobre; antecedenti da 1596 aprile
"1596. Contra heredes Heraclis Augusti debitores". "Li heredi di domino Heraclio. 1602. Li dati in solutum sono statti presentati in Camera Fiscal per il signor Moiolo defensore per la confiscatione de beni del figliolo del signor Heraclio".
Causa tra la città di Bergamo da una parte e gli eredi del fu Ercole de Augustis, il fratello Manfredo ed il figlio Lionello, circa il pagamento di un debito con la città. Originali e copie.
1 fascicolo cart., cc. nn., leg. originale in carta scucito, latino e volgare

152, class. 1.2.19.1-152
1604 aprile-1604 settembre; antecedenti da 1601 gennaio
"1604. A. Scripture vallium et planitie in causa contra magnificam civitatem Bergomi occasione conductarum pro fortiliciis et pontibus reparandis. Expedit[.] f. 39 contra civitatem"
Atti della causa tra la città di Bergamo da una parte e le Valli e il Piano dall'altra circa la pretesa di questi ultimi di non contribuire alle spese "per riparar o ristaurar la fortezza di Bergamo, ponti o muraglie".
1 fascicolo, leg. originale in cartone, scucita, volgare

153, class. 1.2.19.1-153
1604 maggio 28-1604 giugno 5
"1604. Processo M.P. In materia delli affittuali delle case del Sacro Monte di Pietà. Per la Magnifica Città di Bergamo contro detti affittuali".
Causa celebrata davanti al podestà tra la città di Bergamo da una parte ed alcuni locatari di case di proprietà del Sacro Monte di Pietà dall'altra circa l'obbligo da parte di questi ultimi di lasciare libere le case locate.
1 fascicolo, cc. 10, num. rec., danni: umidità, macchie

154, class. 1.2.19.1-154
1604 giugno 26-1604 ottobre 27; allegati da 1598 gennaio 19; seguiti a 1607 aprile 30
"Magnifica Civitate Bergomi. Pro extimo contra mercatores super secunda sententia clarissimorum Rectorum 1604. Approbata per eos et f[uerunt] licentiati folio 20. Et introm[issio] querelae acceptatae per clarissimos sindicos et incisio eiusdem folio 22. Ac tentativi per eos facti 1607 in fine".
Causa d'appello celebrata davanti al collegio dei X savi del corpo del senato di Venezia tra la città di Bergamo da una parte e l'università dei mercanti di Bergamo dall'altra circa la sentenza dei rettori sulla riforma dell'estimo dei mercanti.
1 registro

155, class. 1.2.19.1-155
1605 luglio 8-1609 luglio 6
1605 usque 1609. Processo C. Diversi atti giudiziarii ed intimazioni fatti ad alcune persone per estinzione o sia affrancazione de censi che la Magnifica Città di Bergamo intendeva di fare. Per la Magnifica Città di Bergano contro diversi (1). Citazioni dei podestà e del capitano vicepodestà e dei deputati nei confronti di Giovanni Antonio Adelasio sindaco del monastero di Matris Domini di Bergamo, Giuseppe Cazeriis, Simone Asperti, Nicolò Carara de Benaglii e Gerolamo Barile sindaci del monastero di S. Benedetto di Bergamo così da estinguere metà del censo imposto sopra beni della città di 50 scudi annuali.
1 fascicolo cart., cc. 50, num. rec., leg. originale in cartoncino, volgare, danni: macchie
note:1. Segnalato in AB 475.

156, class. 1.2.19.1-156
1606 dicembre 28-1607 aprile 6; antecedenti da 1605 marzo 4
"Contro illustrissimo Egregio Domino Bartholomei de Fine electus pottestatem Lueri".
Atti della causa fra la città di Bergamo da una parte e Bartolomeo da Fino dall'altra a causa del rifuto di quest'ultimo ad accettare la nomina di podestà di Lovere.
1 fascicolo cart., cc. 14, num. orig., + cc. sciolte, leg. originale in cartone scucito, latino e volgare

157, class. 1.2.19.1-157
1608 gennaio 14-1620 maggio 16; antecedenti da 1528 gennaio 23
"Magnificae civitatis contra comune de Surisele"
Atti di diverse cause celebrate davanti al capitano e al vicario vicegerente pretorio di Bergamo fra la città di Bergamo, da una parte, e i comuni di Sorisole e Ponteranica, dall'altra, circa le spese di manutenzione delle strade verso la valle Brembana e verso la città imposte dai giudici delle strade e incanti di Bergamo.
1 volume, cc. 51, num. orig., leg. originale in cartone, latino e volgare

158, class. 1.2.19.1-158
1608 maggio 11-1608 agosto 25
"1608. Magnifica civitatis contra grassinarios pro candelis saepi expedita per sententiam 25 augusti 1608".
Causa celebrata davanti al podestà tra la città di Bergamo da una parte ed i sindaci dell'arte dei grassinari dall'altra circa la condotta per la fabbricazione e vendita nella città e borghi delle candele di sego, condotta assegnata dai giudici delle vettovaglie a Pietro Giorgio Medolago a causa di disordini verificatesi nella precedente condotta assegnata a rappresentanti dell'arte dei grassinari.
Contiene ducale originale del doge Leonardo Donato ai rettori, 1608 agosto 8.
1 volume, cc. 26, num. orig.; + cc. 10 num. rec., latino e volgare

159, class. 1.2.19.1-159
1608 dicembre 9-1608 dicembre 16
"1608. Processo A.M.R.F. Instrumento di procura fatta per li cittadini abitanti nella terra di Albiate nel monte di Brianza stato di Milano nel molto illustre signor Pietro Antonio Paravicino a ricevere parte delle reliquie di S. Fermo concesse a detti abitanti con parte del magnifico consiglio 29 novembre passato. Adi 16 decembre 1608 fu fatta detta consegna per istrumento rogato per il signor Giorgio Vavassori nodaro e cancelliere vescovile e come è notato nel fine di essa procura" (1).
Alle cc. 1-5 procura speciale conferita dai nobili e dagli uomini abitanti in Albiate al giureconsulto Pietro Antonio Paravicino a ricevere le reliquie di S. Fermo martire, concesse dai rettori e dal consiglio minore a detti abitanti il 29 novembre 1608. Dionigi di Giacomo Antonio de Ronco notaio. Originale; alle cc. 5-6 verbale di consegna delle reliquie. Gabriele Salvaneus, cancelliere della città. Originale; alle cc. 6-7 "instrumentum consignationis". Giorgio fu Gerolamo de Vavassoribus, cancelliere della curia episcopale di Bergamo. Originale.
1 fascicolo, cc. 8, num. rec., latino
note:
1. Citato in AB 475.

160, class. 1.2.19.1-160
1609 giugno 6-1609 luglio 6
"1609. Processo C. Mandato di Zaccaria Guarini intimato alla Città impeditivo certa escavazione gia principiata dalla detta Città vicina alle case di ragione di detto Guarini poste in Borgo S. Cattarina. Per la Magnifica Città di Bergamo contro domino Zaccaria Guarini" (1).
Causa celebrata davanti al vicario pretorio tra la città di Bergamo da una parte e Zaccaria Guarini dall'altra [circa un inizio di scavi compiuto dalla città vicino alle case di proprietà del Guarini in Borgo Santa Caterina].
1 fascicolo, cc. 6, num. rec., latino
note:
1. Citato in AB 475.

161, class. 1.2.19.1-161
1609 agosto 66-1612 gennaio 3; antecedenti da 1586 ottobre 29
"Pro civitate Bergomi contra caballarios Sancti Marci".
Sommario di atti di causa tra la città di Bergamo da una parte e i cavallari di San Marco dall'altra circa la possibilità che la città si scelga i propri portalettere.
1 registro cart., cc. 32, num. orig., mm. 240x95, leg. originale in cartone, latino e volgare

162, class. 1.2.19.1-162
1610 marzo 13-1645 maggio 10
"Città contro cavallari".
Carte prodotte in diverse cause fra la città di Bergamo da una parte e i cavallari di S. Marco dall'altra.
1 fascicolo cart., cc. 39-48, 66-67, num. orig., leg. originale in cartone, volgare

163, class. 1.2.19.1-163
1610 marzo-1619 ottobre; antecedenti da 1609 gennaio 22
"1609 usque 1619. Processo B. C. primo. Per la Magnifica Città di Bergamo contro Giovanni Battista Pesenti ed Pavolo Caroli per [riccordo] d'imposizion di dazio sopra le pannine chiamate bavelino ed capisolo licenziati" (1).
1610 marzo -1619 ottobre; antecedenti da:1609 gennaio 22
Causa celebrata dinanzi ai rettori tra la città di Bergamo da una parte e Battista Pesenti di Bergamo dall'altra per la proposta di quest'ultimo al doge di introdurre in Bergamo un dazio su nuove "pannine" ("bavelino" e "capisolo") per le quali non si paga nessun dazio, 1609-1612, cc. 1-22. Causa celebrata dinanzi ai rettori tra la città di Bergamo da una parte e Paolo Caroli dall'altra per la proposta di quest'ultimo al doge di introdurre in Bergamo un dazio sulle "capicciole et altre bavelline" per le quali non si paga alcun dazio, 1618-1619, cc. 23-32.
lingua: volgare
1 fascicolo, cc. 32, num. rec., danni: umidità, mutilo del lato inferiore
note:
1. Citato in AB 475.

164, class. 1.2.19.1-164
1610 giugno 9-1611 marzo 29; allegati da 1475 febbraio 27; seguiti a 1611 aprile 11
"Taxarum 1611. Per la divisione del debito in camera scritture duplicate nel processo".
Causa celebrata davanti ai rettori fra la città di Bergamo da una parte e il Territorio dall'altra circa il pagamento del sussidio delle genti d'arme.
1 fascicolo

165, class. 1.2.19.1-165
1610 dicembre 24-1612 aprile 26; antecedenti da 1590 giugno 9
"C. Adversariorum. Pro civitate Bergomi contro Tabellanti Sancti Marci".
Causa celebrata davanti la quarantia civil nuova di Venezia tra la citta di Bergamo ed i Cavallari di San Marco per l`elezione e la gestione dell`ufficio del portalettere nella citta di Bergamo.
1 fascicolo cart., cc.16-17, 25, 41-42, 47-50, 53-56, 60, num. orig., leg. coperta in cartone, volgare, stato di conservazione: cattivo, danni: fragilità del supporto, macchie

166, class. 1.2.19.1-166
1610
"Pro magnifica città contro Barilli".
Estratti dal libro dell'estimo del 1610 trascritto nel 1704 alla partita Barili; copie autentiche di Francesco de Alexandri, vicecancelliere del comune di Bergamo.
1 volume, cc. 4, volgare

167, class. 1.2.19.1-167
1610-1645
"Civitatis pro offitio tabellarii contra caballarios Sancti Marci. Processus adversariorum Magnificae Civitatis Bergomi".
Scritture nella causa fra la città di Bergamo da una parte e i cavallari di S. Marco dall'altra circa il diritto della città a nominare un proprio portalettere. (I cavallari di S. Marco avevano l'appalto, e il monopolio, della consegna di lettere pubbliche e valori. La "carica" era trasmissibile in via ereditaria. Erano, mi pare, 4 o 5; il portalettere era uno, nominato dalla città, e recapitava corrispondenza privata. Una prima causa avvenne nel 1586: i cavallari accettarono il portalettere se questi avesse lavorato senza corrieri e se non avesse duplicato il loro lavoro. Il portalettere accettò. Dopo il 1610 i cavallari richiesero che il portalettere non facesse uso di corrieri e lavorasse di persona).
1 fascicolo cart., cc. nn., leg. originale in cartone, latino e volgare

168, class. 1.2.19.1-168
1611 maggio 26-1611 maggio 31; antecedenti da 1586 ottobre 30
"Contra li cavalari di Santo Marco per l'insulto alla strada al portalettere della Città".
Causa celebrata davanti al capitano di Bergamo tra la città di Bergamo da una parte e i cavallari di San Marco dall'altra circa inadempienze da parte di questi ultimi relativi all'apertura del casello ove recapitare la posta da spedire a Venezia.
1 fascicolo cart., cc. 1-18, num. orig., leg. originale in cartone, latino e volgare

169, class. 1.2.19.1-169
1611 luglio 30-1612 agosto 11; allegati da 1579 luglio 13
"Magnificae Communitatis Bergomi cum Guarinello pro hapoteca et contra heredes quondam dominae Antoniae de Zanchis pro ereditate dotali. E' statto fatto il dato volontario 1602. Factum fuit instrumentum transactionis die septembris 1602 in registro instrumentorum".
Causa celebrata davanti al podestà tra la città di Bergamo da una parte e Santino de Bellis dall'altra circa il diritto, da questi vantato, di rimanere nella bottega di sarto, ora di proprietà comunale, sancito nel (suo ???) testamento dall'ex proprietario defunto.
1 registro, latino e volgare

170, class. 1.2.19.1-170
1611 agosto-1611 dicembre
"1611. Contra caballarios nuncupatos di S. Marco".
Carte prodotte nella causa fra la città di Bergamo da una parte e i cavallari di S. Marco dall'altra sull'elezione del portalettere della città
1 fascicolo cart., cc. 36-51, num. orig., leg. originale in cartone, volgare

171, class. 1.2.19.1-171
1611 ottobre
"1611. Pro confinibus Palazoli" (1).
Causa celebrata davanti al podestà tra la città di Bergamo da una parte ed Agostino fu Pompeo Zamara, (deputato sopra li campari di Palazzolo) nella sua qualità di luogotenente del podestà dall'altra, per turbata giurisdizione di quest'ultimo.
1 fascicolo, cc. 6, num. rec., latino e volgare
note:
1. Citato in AB 475.

172, class. 1.2.19.1-172
1612 dicembre-1614 marzo; antecedenti da 1428
"1614. Contra domino Mario Viscardo querela criminale per dinaro publico ritenendo".
Causa criminale tra la città di Bergamo da una parte e Mario Viscardus, ragionato nel 1607, dall'altra, circa l'accusa rivolta a quest'ultimo di intacco e "ritention" di denaro pubblico. Copie semplici e copie autentiche di Gabriele Salvaneus, cancelliere del comune di Bergamo. A c. 1 indice degli atti.
1 fascicolo cart., cc. 20, num. orig., leg. originale in cartone, latino e volgare

173, class. 1.2.19.1-173
1613 gennaio 18
"1613. Processo F.B.D. In materia del sacro fonte battesimale o sia batistero levato dalla veneranda chiesa di S. Maria Maggiore e trasportato nella veneranda chiesa catedrale del Duomo. Nota, parte e sentenza del 18 gennaio 1613 seguita tra la Città e li presidenti della detta veneranda chiesa Maggiore di S. Maria di Bergamo" (1).
Sentenza arbitrale del podestà Pietro Paolo Battalia e del capitano Alvise Mocenigo (a ciò delegati dai deputati del consiglio del consorzio della Misericordia Maggiore di Bergamo, dai canonici della cattedrale di S. Vincenzo e da decreto del vescovo di Bergamo) con la quale si stabilisce che il consorzio della Misericordia Maggiore di Bergamo debba sostenere le spese per il trasporto e la posa del fonte battesimale con la figura di S. Giovanni dalla chiesa di S. Maria Maggiore alla cattedrale di S. Vincenzo e versare 2.000 ducati nella camera fiscale entro il termine di Pasqua 1614.
1 un. docum., cc. 6, num. rec.
note:
1. Citato in AB 475.

174, class. 1.2.19.1-174
1613 gennaio 20-1613 giugno 27; antecedenti da 1475 febbraio 27; seguiti a 1615 novembre 5
"1613. In causa legationis contro domiunum comitem Petrum Suardum circa precedentiam orator".
Controversia fra la città di Bergamo e il conte Pietro Suardo, eletto ambasciatore per l'elezione del nuovo doge, circa la mancata partenza per Venezia a causa di contrasti con l'altro ambasciatore, Ludovico Benaglio.
1 fascicolo cart., cc. 12, num. orig., + cc. sciolte, leg. originale in cartone, latino e volgare

175, class. 1.2.19.1-175
1613 febbraio-1613 luglio
"1613 nella causa delle lettere d'appellatione presentate dal conte Pietro Suardo cavaliere ambasciator pretendendo la precedenza del compagno".
Appello all'avogaria di comun di Venezia da parte del conte cavaliere Pietro Suardo circa la sua mancata nomina ad ambasciatore alla "congratulazione" del nuovo doge.
1 fascicolo cart., cc. 8, nn., leg. originale in cartoncino scucito, volgare

176, class. 1.2.19.1-176
1613 aprile 27-1657 aprile 30
"Processo Magnificae Civitatis contro li Signori Pellegrin Ponte et Giuliano Zucarino. 1613 usque 1658. Processo C.S. In matteria del depositario de sussidi del anno 1649 quale restò debitore a detta città o sia intaccò la cassa di essa. Per la Magnifica Città di Bergamo contro il Signor Pellegrino Ponte depositario foris."
Allegati nella causa fra la città di Bergamo da una parte e Pellegrino Ponte, già depositario foris, dall'altra per ammanchi realtivi alla gestione di quest'ultimo per l'anno 1649.
1 fascicolo cart., cc. 8, leg. originale in cartone, volgare

177, class. 1.2.19.1-177
1613 novembre 13-1617 novembre 14; 1619 settembre 28
"Per la strada che va a S. Gottardo fuori della porta di S. Alessandro".
Carte relative alla sistemazione e riparazione della strada da Bergamo alla chiesa di S. Gottardo (1).
1 fascicolo, cc. 29, leg. originale in carta, scucito, volgare
note:
(1). Opere, secondo il mandato del capitano da farsi a spese del convento di S. Gottardo.

178, class. 1.2.19.1-178
1614 febbraio 7-1614 aprile 4
"1614. Processo N.L.C. Diversi attestati fatti dal cancelliere del collegio de spettabili signori nodari per matricole osia approvazione di vari nodari di veneta autorità".
Fedi di notariato rilasciate da Agostino Mutius, cancelliere del collegio dei notai di Bergamo, a diversi notai ed approvazione di questi "veneta autoritate" da parte dei rettori.
1 fascicolo, cc. 26, num. rec., latino
note:
1. Citato in AB 475.

179, class. 1.2.19.1-179
1614 maggio-1618 marzo; antecedenti in copia da 1428
"Processo della Magnifica Città con la Val Sariana superior pro augmento iurisditionis. B".
Causa tra la città di Bergamo da una parte e la valle Seriana Superiore dall'altra circa il preteso mancato rispetto da parte della città del privilegio 18 giugno 1428 in virtù del quale spetta al rettore della valle giudicare nel civile sino a lire 200 e nel criminale sino a lire 50 nei casi in cui non vi sia pericolo di morte, mutilazione di membra e cicatrici.
Allegato fascicolo sulle competenze della podestaria di Lovere, copie semplici e autentiche, 1593 - 1642.
1 volume, leg. scucita, latino e volgare

180, class. 1.2.19.1-180
1615 gennaio-1615 aprile; allegati da 1391
"1391 usque 1615. Processo M.C.A. In materia della pretesa de signori medici di collegio di poter esser anch'essi dell'ordine di consiglio di questa città, e messi in scruttinio cioè proposti e ballottati per consiglieri di essa città. Diversi statuti e ducali circa la minorazione ed accrescimento delli anziani e consiglieri di essa città. Dell'anno
1391 sino all'anno 1453 si elegevano centoquarantaquattro de migliori cittadini chiamati li anziani, e sapienti della città, e si compartivano in dodici..." (1).
Atti di causa tra la città di Bergamo da una parte ed il collegio dei medici (collegium medicorum, collegium phisicorum) di Bergamo dall'altra circa la richiesta di quest'ultimo che i medici membri del collegio, in quanto cittadini, possano entrare a far parte del consiglio maggiore ed essere eletti a ricoprire cariche, pur mantenendo le immunità concesse loro dal doge
Alle cc. 49-53 elenchi di appartenenti al collegio dei giuristi ed al collegio dei medici ("fisici") di Bergamo.
1 fascicolo, cc. 54, num. rec., latino e volgare, danni: umidità, macchie
note:
1. Citato in AB 475.

181, class. 1.2.19.1-181
1616 agosto 29-1617 marzo 17; 1616 gennaio 17
"A. Magnificae Civitatis contro Molto Illustrissimum Dominum Comitem Leoninum Suardum".
Causa celebrata davanti ai rettori di Bergamo fra la città di Bergamo da una parte e il conte Leonino Suardo dall'altra circa la sua rinuncia a comandare una compagnia di "cinquanta corazze" offerta dalla città per la difesa dei confini friulano della Repubblica.
1 fascicolo cart., cc. 38, num. orig. fino a 33, poi rec., leg. originale in cartone, latino e volgare

182, class. 1.2.19.1-182
1616 ottobre 29-1729 maggio 12
"1616 usque 1626 ad 1728 ad 1729. Processo S. settimo. Circa li ordii del Signor Inquisitor Contarini in materia de' dazii ed in spezie per il dazio della trattura della seta ed estrattione della medesima ad circa li debitori in Camera per li dazii ne quali è piezzo e garante la Città. Supplica in matteria di filatura di seta all'uso del Piemonte".
Carte relative all'opposizione della città di Bergamo ai capitoli sul dazio della trattura della seta introdotti da Bertuccio Contarini, inquisitore in Terra ferma, e relativamente alle procedure per la repressione dei reati in materia daziaria (denuncie segrete, metodo inquistorale, affiancamento dell'avvocato fiscale, funzionario della camera fiscale, al giudice alla ragione e dazi). Opposizione dell'arte dei filatori della seta all'esportazione di seta grezza e richiesta di estendere il metodo di lavorazione "alla Piemontese", già introdotto con successo dai fratelli Sonzogni.
1 fascicolo cart., cc. 25, num. rec., leg. originale in cartoncino, latino e volgare

183, class. 1.2.19.1-183
1619 febbraio 12-1619 marzo 19
"1581. Pro Magnifica Civitatis Bergomi contra illos de Alzano pro mercato bladorum. A". "1619. In causa incanepationis contra Adv. Pro incanepatione bladorum".
Suppliche della città di Bergamo e delle valli bergamasche al doge presentate nella causa circa l'abolizione di due proclami del podestà di Bergamo che vietavano di "incanevare" cereali e vini.
1 fascicolo cart., cc. 28, num. orig., leg. originale in cartoncino, latino e volgare

184, class. 1.2.19.1-184
1621 agosto 22-1709 luglio 16; antecedenti da 1547 agosto 1
"1547 usque 1709. Processo O. S. C. in materia dell'erezione del Pio Luogo delli poveri Orfanelli di San Martino ed circa la prettesa ragione di proprietà sopra lo stesso dalli Reverendi Padri Somaschi, ed circa la regolazione, e governo delle povere Orfanelle, e Convertite per la veneranda Congrega de Pii Luoghi di questa Città contro li Reverendi Padri Somaschi" (1).
Causa tra la Congregazione dei Luoghi Pii della città di Bergamo da una parte ed i padri Somaschi dall'altra circa l'amministrazione del pio luogo dei Poveri Orfanelli di San Martino. Alle carte 93-99 "Ordini et decreti stabiliti per il governo de tre Luoghi Pii, cioè Orfanelli di San Martino, Orfanelle e Convertite" dei rettori di Bergamo, 1664 maggio 7.
1 fascicolo, cc. 163, num. rec., latino e volgare

185, class. 1.2.19.1-185
1621 novembre 16-1622 dicembre 16; antecedenti da 1596 febbraio 7
"1622. Magnificae Civitatis contra Forestos et Domino Gio. Paulum Morandum quondam domini Zachariae [...] et obligat[..] in solidum".
Atti della causa fra la città di Bergamo da una parte e gli eredi del fu Ludovico Foresti dall'altra circa debiti del defunto verso la città.
1 fascicolo cart., cc. nn., leg. originale in carta scucito, latino e volgare

186, class. 1.2.19.1-186
1621 novembre 16-1643 luglio 27
"Processo O. B. In matteria delli ordini di banca, cioè della provisione de cose e mobili che è tenuta la Città di fare a rappresentanti in cariche straordinarie che suole di tempo in tempo spedire la Serenissima Repubblica di Venezia nelle di lei città suddite"
Atti di causa.
Contiene: "Parte presa nell'Eccellentissimo Conseglio di Pregadi 1621 adì 16 novembre. In materia delli Ordini della Banca che devono contribuire le Città e Territorii à publici rappresentanti", a stampa; lettera del consiglio dei Pregadi ai Rettori delle città di Terraferma, 1643 aprile 15; ducale di Francesco Erizzo, 1643 luglio 27, copia semplice.
1 volume, cc. 6, volgare

187, class. 1.2.19.1-187
1621; antecedenti da 1569 agosto 26
"Città contro nodari".
Causa tra la città di Bergamo da una parte ed il collegio dei notai di Bergamo dall'altra circa la pretesa di questo di distribuire da sè i carichi e gli uffici civili e criminali, non accettando la elezione, la distribuzione degli uffici e la riscossione degli emolumenti da parte della città.
1 fascicolo, cc. 25, num. rec.

188, class. 1.2.19.1-188
1622 febbraio 17-1623 giugno 17
"1622. Magnificae Civitatis contra grassinarios causa candelarum. Coram per Illustribus Dominis Victualium Judicibus".
Causa celebrata davanti ai giudici alle vettovaglie di Bergamo tra la città di Bergamo da una parte e Viviano Cattaneo e consorti, appaltatori della fornitura delle candele, dall'altra, circa l'inadempienza di questi nell'adempimento di quanto previsto nei capitoli d'appalto.
1 fascicolo cart., cc. 14, num. orig., leg. originale in cartoncino, latino e volgare

189, class. 1.2.19.1-189
1622 dicembre 16
"1622. Magnifica Civitatis pro causis victualium contra pecorarios [uc]trahentis pecores atque licentia".
Sentenza d'appello del podestà di Bergamo nella causa fra la città di Bergamo da una parte, Battista Sorego e Giovanni Sterni, pecorari, dall'altra.
1 atto singolo cart., cc. 2, leg. originale in carta, volgare

190, class. 1.2.19.1-190
1624 aprile 10-1651 settembre 9; seguiti a 1656
"Adversariorum E".
Atti di causa fra la città di Bergamo da una parte e il conte Bartolomeo Martinengo Colleoni dall'altra circa l'esenzione dalle gravezze che la Serenissima aveva concesso a Bartolomeo Colleoni e ai suoi discendenti.
1 registro, cc. 24, cc. 24, num. orig. fino a 19, poi rec.; bianche cc. 20-24

191, class. 1.2.19.1-191
1625 maggio-1653 giugno
"Adversariorum".
Allegati di causa presentati da cavallari. Copie.
Inserite carte estranee.
1 volume, volgare

192, class. 1.2.19.1-192
1626 aprile 2-1671 agosto 8
"Carte cerimoniali. Contra Reverendissimo Capitolo".
Allegati nella causa fra la città di Bergamo da una parte e il capitolo della cattedrale dall'altra circa le procedure da tenersi in occasione di cerimonie importanti.
1 fascicolo cart., cc. nn., leg. originale in cartone scucito, latino e volgare

193, class. 1.2.19.1-193
1626 maggio 4-1626 dicembre 15; allegati da 1482 ottobre 12
"Pro Magnifica Civitate Bergomi contra Monacos Cassinensis".
Causa celebrata a Venezia fra la città di Bergamo da una parte e la congregazione Cassinense dall'altra circa l'introduzione di novizi bergamaschi nei monasteri di San Paolo d'Argon e Pontida.
1 volume, cc. 47, num. rec., latino e volgare

194, class. 1.2.19.1-194
1627 marzo 15; allegati da 1483 ottobre
"1626. Magnificae Civitatis Bergomi contra Venerandam Congregationem Monacorum Cassinentium [...] et Sancti Pauli pro monacis forensibus favore Bergamis. Expedit"
Accoglimento della supplica presentata dalla città di Bergamo il 4 maggio 1626 a che nei due monasteri di San Paolo d'Argon e Santo Sepolcro di Astino "siano vestiti tanti monaci della nostra natione quanto dalle rendite d'esse possano essere condecentemente alimentati et d'essi monasteri dichiarati figlioli li professi li quali possano poi participar di quei gradi di prelatare et altri honori et carichi" (mentre la situazione al momento della presentazione della supplica vede il "prelatare e altri carichi onorevoli dispensati a monaci d'altre nationi restando gli nativi esclusi dalli proprii monasteri).
1 fascicolo cart., cc. nn., leg. originale in cartone, latino e volgare

195, class. 1.2.19.1-195
1628 dicembre 15-1636 dicembre 17; antecedenti da 1551
Allegati di causa.
Allegati nella causa fra la città di Bergamo da una parte e il conte Bartolomeo Martinengo Colleoni dall'altra circa il pagamento di gravezze. Contiene albero genealogico della famiglia Martinengo a partire da Bartolomeo Martinengo Colleoni con estratto di quest'ultimo, 1551, a stampa.
1 fascicolo cart., cc. nn, leg. originale in cartoncino scucito, latino e volgare

196, class. 1.2.19.1-196
1628 dicembre 18-1677 novembre 18
"Contra debitori per il 4 e mezzo per cento".
Atti di causa.
Scritture in materia di debitori della città.
Alla c. 14 "Proclama in materia de debitori della Città", a stampa, 1641 agosto 22.
1 registro, cc. 16, num. rec., latino e volgare

197, class. 1.2.19.1-197
1628 dicembre 18-1732 aprile 18
Sommario di causa.
Sommario della causa fra la città di Bergamo da una parte e il conte Pietro Martinengo dall'altra circa il pagamento di gravezze dovute dal padre di quest'ultimo, Gaspare Giacinto.
1 fascicolo cart., cc. 10, num. rec., leg. originale in cartoncino, volgare

198, class. 1.2.19.1-198
1628-1631 febbraio 26; antecedenti da 1610
Atti di causa.
Atti della causa fra la città di Bergamo e il conte Pietro Suardi circa debiti di quest'ultimo.
1 volume, cc. 32, num. orig. 2-33, leg. senza coperta, volgare

199, class. 1.2.19.1-199
1629 dicembre-1710 aprile
"Carni" (1).
Richieste presentate dall'arte dei macellai circa l'esecuzione di proclami in materia di carni e disposizioni dei giudici delle vettovaglie
A c. 4 (1702 marzo 23), cc. 24-25 (1707 ottobre 19), c. 26 (1710 aprile 24) proclami dei rettori in materia del dazio del soldo per lira della carne, a stampa; alle cc. 14-15 (1629 dicembre 21) capitoli stabiliti dal senato di Venezia per la riscossione del dazio del soldo per lira sopra tutte le carni bovine, vitelline, castrati ed agnelli, a stampa; alle cc. 16-17 (1699 dicembre 23), c. 18 (1703 febbario 8) proclami dei rettori in materia di dazio della gratarola, a stampa; a c. 19 (1697 agosto 2) capitolo inibitorio dei rettori di condurre fuori dal Territorio grassine, a stampa; alle c. 20 (1693 luglio 6), c. 21 (1696 febbraio 27), c. 22 (1695 marzo 9) proclami dei giudici delle vettovaglie sugli animali da macello, a stampa.
1 fascicolo, cc. 26, num. rec.
note:
1. Citato in AB 475.

200, class. 1.2.19.1-200
1631 gennaio 16-1649
"Contro cavallari".
Carte prodotte nella causa fra la città di Bergamo da una parte e i cavallari di S. Marco dall'altra circa le variazioni delle tariffe postali.
1 fascicolo cart., cc. 9, num. rec., leg. originale in cartone, volgare

201, class. 1.2.19.1-201
1631 marzo-1631 aprile
"Reverendi Domini Bernardi Ulmi canonici contra Magnificam Civitatem occasione eiusdam domus habitae a militibus". (1)
Causa celebrata davanti al podestà di Bergamo tra Bernardo Olmo, canonico della cattedrale di Bergamo, da una parte e la città di Bergamo dall'altra, circa l'occupazione abusiva della casa dell'Olmo in Bergamo, contrada del Carmine (e conseguente furto di mobili e denari) da parte di soldati della compagnia del capitano Antonio Venturini. Inserite copie semplici di ducali 1471 agosto 17 e 1436 circa la riparazione di tetti in città, in cittadella ed in rocca.
1 fascicolo cart., cc. nn, leg. originale in cartone scucito, latino e volgare
note:
(1). Processo contenuto in fascicolo avente coperta con titolo: "1575. Pro Magnifica Comunitate Bergomi circha turres et falodia prestanda et refficiendas per camera fiscalem".

202, class. 1.2.19.1-202
1632 aprile 24-1635 agosto 21; antecedenti da 1487 maggio 21
"Pro Magnifica Civitate contra comun de Cenate et eius prepositum in causa in Pleno Collegio" (1).
Delibera del Consiglio Maggiore di Bergamo con la quale si cede ai padri somaschi la prepositura di Santa Maria di Misma nel comune di Cenate per sollevare la città dal pagamento dell'affitto degli stabili assegnati ai padri suddetti per l'istruzione dei fanciulli.
1 fascicolo, cc. 22, cc. 2-3, 36-54, 61, num. orig.
note:
1. Citato in AB 475.

203, class. 1.2.19.1-203
1632
"1632. Processo I. T. V. In matteria dell'inibizione di scriver l'instromenti e testamenti ed atti giudiziarii da nodari in lingua latina, lettere dell'Eccellentissimo Signor Avogadore comissive a nodari della città e territorio di dover scriver non più in latino ma in idioma volgare italiano".
Supplica della città di Bergamo al doge di Venezia circa la lingua da usare per gli atti pubblici e privati.
1 atto singolo cart., cc. 2, leg. originale in cartone, volgare

204, class. 1.2.19.1-204
1633 febbraio 10
"Contra Vallem Serianam Superiorem in causa coram[...]".
Deliberazione del senato di Venezia nella causa fra la città di Bergamo da una parte e la valle Seriana Superiore dall'altra circa la giurisdizione del podestà della suddetta valle.
1 atto singolo cart., cc. 2, leg. originale in carta, latino

205, class. 1.2.19.1-205
1633 settembre 7-1647 febbraio 12; seguiti a 1656 novembre 11
"Productio iurium pro Martinenghi. Pro feudo Malpaghae. Adversariorum C".
Causa celebrata davanti ai provveditori sopra feudi di Venezia
fra la città di Bergamo da una parte e Bartolomeo Martinengo Colleoni dall'altra circa il pagamento di gravezze.
A c. I albero geneaologico della famiglia Martinengo Colleoni a partira dal capitano Bartolomeo Colleoni.
1 volume, cc. 30, num. orig.

206, class. 1.2.19.1-206
1633 ottobre 26-1633 dicembre 9
"1633. Magnifica Civitatis contra Ceciliam de Benis pro caballaria".
Atti nella causa fra la città di Bergamo da una parte e Cecilia de Benis dall'altra, erede di un cavallaro di S. Marco, circa diritti sull'attività del defunto.
1 fascicolo cart., cc. nn., leg. originale in cartone, latino e volgare

207, class. 1.2.19.1-207
1634 maggio-1634 luglio; antecedenti in copia da 1476
"Pro magnifica civitate contra comunem de Cenate et reverendum eius prepositum in causa coram eccellentissimo pleno collegio. A".
Causa tra la città di Bergamo da una parte e quello di Cenate dall'altra circa la richiesta di Bergamo di unire la prepositura di Santa Maria di Misma in Cenate (1) alla congregazione dei padri di Somasca per il mantenimento delle scuole pubbliche per l'educazione.
Nota: Con bolla del 1591 agosto 13 papa Gragorio IV aveva concesso ai padri Gesuiti la prepositura di S. Maria di Misma per formare un collegio ed ivi aprirvi pubbliche scuole, concessione che però non aveva avuto esecuzione per l'opposizione di Venezia.
1 volume, latino e volgare

208, class. 1.2.19.1-208
1634 agosto 8-1634 ottobre 3; antecedenti da 1549 luglio 24
Allegati di causa.
Allegati di causa fra la città di Bergamo da una parte e il conte Bartolomeo Martinengo Colleoni dall'altra circa il pagamento di gravezze.
1 fascicolo cart., cc. 10, num. orig., leg. originale in carta scucito, latino e volgare, stato di conservazione: cattivo, danni: fragilità del supporto, macchie

209, class. 1.2.19.1-209
1634 ottobre 11-1641 aprile 7
"Nella causa Martinenga. Pro executione 1635 et computa".
Allegati di causa fra la città di Bergamo da una parte e il conte Bartolomeo Martinengo Colleoni dall'altra circa il pagamento di gravezze.
1 fascicolo cart., cc. 14, num. rec., leg. originale in cartoncino, volgare

210, class. 1.2.19.1-210
1634-1647 settembre
"1634 ed 1646 ed 1647. Processo V quarto. Per la Magnifica Città di Bergamo contro Silvestro Mascarino conduttor del dazio del vino prettendente che l'uva fosse sogetta al dazio del vino" (1).
Causa celebrata dinanzi ai rettori tra la città di Bergamo da una parte e Silvestro Mascaretto, conduttore del dazio del ducato per "bota", dall'altra circa la pretesa di quest'ultimo di far pagare a Maddalena Surisia da Boccaleone e ad altri poveri il dazio del ducato per "bota" per le cesta d'uva portate in città
A c. 2 capitoli 4, 5 e 7 del dazio del ducato per "bota".
1 fascicolo, cc. 19, num. rec.
note:
1. Citato in AB 475.

211, class. 1.2.19.1-211
1634-1650
"C. Adversariorum. Confiscatio comitis Alexandri Martinenghi. Pro casa secuta".
Atti della causa di confisca ed incanto di beni del conte Alessandro Martinengo per debiti derivanti da pubbliche gravezze.
1 fascicolo cart., cc. nn., leg. originale in cartone, latino e volgare

212, class. 1.2.19.1-212
1635 aprile 30-1635 ottobre 15; allegati da 1526 gennaio 31
"Adversariorum D".
Atti di causa fra la città di Bergamo da una parte e il conte Bartolomeo Martinengo Colleoni dall'altra circa l'esenzione dalle gravezze che la Serenissima aveva concesso a Bartolomeo Colleoni e ai suoi discendenti.
1 registro, cc. 55, num. orig., latino e volgare

213, class. 1.2.19.1-213
1635 maggio 22-1715 dicembre 20
"1644 A. In causa delle 200 carrette".
Causa della citta di Bergamo contro le deliberazioni del senato di Venezia in merito alle contribuzioni spettanti alla citta e territorio bergamasco circa i carri utilizzati dall`esercito.
1 fascicolo cart., cc. 22, num. rec., volgare

214, class. 1.2.19.1-214
1635 settembre 25-1656 maggio 15; allegati da 1610
"Co. Bartolomei. Adversariorum H".
Atti di causa fra la città di Bergamo da una parte e Bartolomeo Martinengo Colleoni dall'altra circa il pagamento di gravezze.
1 registro, cc. 23, num. rec.

215, class. 1.2.19.1-215
1636 gennaio 28-1661 luglio 19; antecedenti da 1584 giugno 23
"G. Contra cavallari".
Causa tra la città di Bergamo da una parte ed i cavallari di San Marco dall'altra per le competenze di quest'ultimi.
1 fascicolo cart., cc.nn., leg. originale in cartoncino, volgare

216, class. 1.2.19.1-216
1636 maggio 21; allegati da 1428 luglio 9
"Pro magnifica civitate Bergomi pro sustinenda optione contra reverendum canonicum Antonium Guerinum".
Deliberazione del pien collegio di Venezia a favore del canonico Ludovico Moroni per il possesso temporale di una prebenda contro il canonico Giovanni Maria Pezzuoli che ne richiedeva la revoca.
1 registro, pratiche 2, num. orig. pratiche 14-15 e cc. 37-38, num. orig., latino e volgare

217, class. 1.2.19.1-217
1636-1645; antecedenti da 1496; seguiti a 1657 febbraio 16
"Extimorum Civitatis in causa Martinengo"
Atti della causa tra la città di Bergamo e la famiglia Martinengo per debiti (vedi altre unità analoghe).
1 volume, cc. 45, num. orig., leg. coperta originale in cartone, volgare

218, class. 1.2.19.1-218
1637 luglio 9-1679 settembre 6
"Summario delle scritture prodotte nella causa fra la città di Bergamo contro città e territorio di Brescia per li beni di là dal Oglio beni del Signor Conte Giovanni Paolo Caleppio descritti all'estimo di Bergamo".
Elenco degli atti di causa tra la città di Brescia ed il comune di Capriolo da una parte ed il conte Giovanni Paolo Calepio e la città di Bergamo dall'altra circa la pretesa di Brescia e Capriolo di ottenere il pagamento di gravezze su beni situati nel territorio di Calepio oltre il fiume Oglio (in territorio bresciano) ma posti nell'estimo della città di Bergamo nel 1610.
1 fascicolo cart., cc. 28, leg. originale in cartone, latino e volgare

219, class. 1.2.19.1-219
1637 dicembre 19-1639 gennaio 22; antecedenti da 1636
"1636 usque 1639. Processo M G T secondo. Per l'Arte dé Merzari ed Grassinari in occasione della formatione della tariffa dé dazii di novi generi di mercanzia contro li daziari" (1).
Causa celebrata dinanzi ai rettori ed ai savi del senato di Venezia tra le arti dei merzari e dei grassinari da una parte ed i dazieri del dazio generale dall'altra circa l'applicazione del tariffario del 1636 in relazione con i precedenti proclami sul dazio generale
A c. 1 tariffa del dazio generale per 1637, a stampa.
1 fascicolo, cc. 11, num. rec., latino e volgare, danni: umidità, macchie
note:
1. Citato in AB 475.

220, class. 1.2.19.1-220
1639 maggio 24-1662 luglio 18; allegati da 1610
"Pro magnifica civitate contra dominum Iacobi Finum et posessores".
Causa celebrata davanti al podestà tra la città di Bergamo da una parte ed il cavaliere Bartolomeo Fino e suo nipote Giacomo Fino dall'altra circa il debito contratto da quest'ultimi verso la città di £ 18.000 per il mancato pagamento dei sussidi dovuti per partite d'estimo su loro beni.
1 fascicolo, cc. 102, num. rec., latino e volgare

221, class. 1.2.19.1-221
1639-1748 luglio
"Per La vicinia de S. Michel dal Pozzo bianco contro la Magnifica Citta di Bergamo" (1).
Ricorsi presentati davanti ai giudici delle strade ed incanti ed ai rettori dalla vicinia di San Michele al Pozzo Bianco in merito a "signature" (che comportano per la vicinia il pagamento di spese, anche per le mura) disposte in tempi diversi dagli stessi giudici.
1 fascicolo, cc. 111, num. orig. fino a c. 74, poi rec.; bianche cc. 76, 79, 81-84, 86-99, 107, 110-111, latino e volgare, danni: macchie
note:
1. Citato in AB 475.

222, class. 1.2.19.1-222
1641 luglio-1659 aprile
"Città di Bergamo per la taglia della militia" (1).
Allegati presentati dalla città di Bergamo ai rettori circa gli interessi riscossi dai debitori
A c. 3 elenco
Inserite 2 carte estranee, 1659, 1711.
1 fascicolo, cc. 94, num. orig., latino e volgare, stato di conservazione: cattivo, danni: umidità, macchie
note:
1. Citato in AB 475.

223, class. 1.2.19.1-223
1642 gennaio 15-1643 giugno 21; allegati da 1481
"1522. Contro viciniam Sanctae Grathae pro stratis per quid facta fuit compositio ut in instrumento".
Causa celebrata davanti al capitano tra la città di Bergamo da una parte e la vicinia di Santa Grata Inter Vites dall'altra circa le spese per la manutenzione della strada di Longuelo.
1 volume, cc. 131, num. rec., latino e volgare

224, class. 1.2.19.1-224
1642 marzo 10-1642 maggio 7; antecedenti da 1582 giugno 6
"Città di Bergamo contro corrieri".
Atti nella causa, celebrata a Venezia, fra la città di Bergamo, da una parte, e i corrieri, dall'altra, circa le tariffe del viaggio fra Bergamo e Milano. Alle cc. 1-2 indice sommario.
1 fascicolo, cc. 16, num. rec., leg. originale in carta, scucito, volgare, stato di conservazione: cattivo, danni: fragilità del supporto

225, class. 1.2.19.1-225
1643 gennaio 19; allegati da 1443 agosto 21
"1642. Per la Magnifica Città di Bergomo contro li bettolini et hosti".
Allegati di causa.
A c. 1 proclama del podestà Nicolò Tron e del capitano Pietro Contarini con il quale si ordina ad osti, tavernieri, "ossellari" e a chi vende vino al minuto di utilizzare per la vendita solo misure di vetro bollate da Gerolamo Sale, proprietario della fornace di vetri in Ponte San Pietro,
Bergamo, 1643 gennaio 19, a stampa; a c. 2 capitolo tratto dal privilegio di prima sull'elezione dei giudici delle vettovaglie, 1443 agosto 21, copia autentica di Flaminio Bucellenus, cancelliere del comune di Bergamo.
1 fascicolo, cc. 3, num. rec., latino e volgare

226, class. 1.2.19.1-226
1643 maggio 15-1643 luglio 4; allegati da 1610 novembre 11
"1643. Magnifica Civitatis Bergomi pro collegio militie contra Reverendos Fratres del Carmine. Pro expensis factis pro reparationis domorum conductari".
Causa celebrata davanti al podestà tra Dario Albano, sindaco del collegio alla milizia, e la città di Bergamo da una parte ed Alessandro Sola, padre carmelitano del convento di Santa Maria del Carmine, dall'altra circa il pagamento dell'affitto su alcune case di proprietà del convento ed affittate dalla città a soldati della milizia.
1 volume, cc. 114, num. orig.

227, class. 1.2.19.1-227
1644 marzo 5; allegati da 1525 luglio 29
"1644. Magnificae civitatis contra prestinarios".
Deliberazione del giudici alle vettovaglie con la quale si accoglie la domanda dell'arte dei farinari e si respinge quella dell'arte dei prestinari sul luogo in cui deve essere conservata la farina in vendita.
Allegati: a c. 1 ducale del doge Antonio Priolo ai rettori con la quale si ordina loro di non accogliere lettere che sospendono od impediscono il giudizio in primo grado dei giudici alle vettovaglie in materia di frodi sulle vettovaglie, Venezia, 1622 agosto 4, copia autentica di Paolo Trebuchinus, cancelliere del comune di Bergamo; a c. 3 proclama del podestà Bernardo Gritti sul "regolato, & pacifico vivere della Città & Territorio", Bergamo, 21 ottobre 1645, a stampa.
1 fascicolo, cc. 6, num. rec.

228, class. 1.2.19.1-228
1644 luglio-1644 ottobre
"1533. Pro confinibus et pendentiis cum commune de Palazzolo in loco Murae circa delegatione Potestati et Curiae Cremae numquam expedita. Pro magnifica civitate Bergomi per li confini del Cividino contra la città di Brescia et Palazzolo" (1).
Atti della causa (già delegata nel 1533 al podestà ed alla corte di Crema) tra la città di Bergamo da una parte e i comuni di Brescia e Palazzolo dall'altra circa la definizione di confini di Cividino ed il pagamento dell'estimo.
1 fascicolo, cc. 12, num. rec., latino e volgare
note:
(1). All'interno: "Pro Magnificae Civitate Bergomi. Per li confini del Cividino contra la città di Brescia e Palazzolo". Citato in AB 475.

229, class. 1.2.19.1-229
1644 settembre-1651 maggio
"E. Pro civitate Bergomi contra tabellarios divi Marci".
Causa fra la città di Bergamo da una parte e i cavallari di San Marco dall'altra circa l'applicazione delle tariffe postali. Copie autentiche.
1 fascicolo cart., cc. 62-63, 68, 70-71, 77-83, num. orig., leg. originale in cartone scucito e mutilo nella parte inferiore, volgare

230, class. 1.2.19.1-230
1645 maggio 27; allegati da 1539 agosto 5
"1645. Processo G C terzo. Per la giurisdizione del giudice alla ragione e dazii. Per la Magnifica Città di Bergamo contro Antonio Piatti daziaro pretendente che il dazio di sorze, buratti ed altri panni in matteria de contrabandi venissero giudicati in prima instanza dal camerlengo" (1).
Causa tra la città di Bergamo da una parte ed Antonio Piatti dall'altra circa la pretesa di quest'ultimo di adire in prima istanza al camerlengo invece che al giudice alla ragione e dazi in materia di contrabbando.
1 volume, cc. 17, num. rec., latino e volgare
note:
1. Citato in AB 475.

231, class. 1.2.19.1-231
1645-1659
"Summarii, informazioni, consulti, abozzi di suppliche al Serenissimo Principe, ed alli Eccellentissimi Signori Rettori di Bergamo; abozzi di mandati, constituti, scritture, lettere di Venezia, conteggi, il tutto senza giorno, mese ed anno, servito nella causa tra La Magnifica Città di Bergamo Contro Il Reverendissimo Clero di Bergamo prettendente l'esenzione del pagamento delle pubbliche gravezze de mandato dominii et altre" (1).
Documenti prodotti nella causa fra la città e il clero di Bergamo circa l'esenzione, da questo richiesta, dal pagamento delle gravezze imposte da Venezia alla terraferma.
1 volume, cc. 204, num. orig fino a 149, poi rec.; bianche cc. 150-204, latino e volgare
note:
1. Citato in AB 475.

232, class. 1.2.19.1-232
1646 gennaio 8-1657 marzo 17
"1645 usque 1657. Raccolta di Lettere consultive in proposito della causa tra la Magnifica Città di Bergamo contro il Reverendissimo Clero di Bergamo" (1).
Documenti prodotti nella causa fra la città e il clero di Bergamo circa l'esenzione, da questo richiesta, dal pagamento delle gravezze imposte da Venezia alla terraferma.
1 volume, cc. 54, , num. rig. fino a 30, poi rec; bianche cc. 30-54, latino e volgare
note:
1. Citato in AB 475.

233, class. 1.2.19.1-233
1646 marzo; antecedenti da 1506 settembre 6
"Pro Magnifica Civitate contra dominum Iacobum Finum".
Atti della causa celebrata davanti al podestà di Bergamo tra la città di Bergamo da una parte e Giacomo da Fino dall'altra, circa il debito di quest'ultimo per sussidi iscritti alla partita del cavalier Bartolomeo fu Giovanni da Fino suo zio. Originali e copie autentiche con sigilli in cera sotto carta. Allegato proclama a stampa del podestà Niccolò Tron e del capitan Pietro Contarini, 1643 maggio 22.
1 volume cart., cc. 1-66 e 91-102, num. orig., leg. originale in cartone, volgare

234, class. 1.2.19.1-234
1646 novembre 17-1687 luglio 23
"1577. 1644 usque 1687. Processo M. Lettere, capitoli, ducali, decreti, proclame ed altre carte in materia dell'alterazione ed regolazione delle monete ed introduzione di monete estere stronsate o sia calanti o false" (1).
Lettere, suppliche, proclami, ducali, deliberazioni in materia di monete d'oro e d'argento, di monete forestiere, di valute, di monete "scarse e stronzate", di soldi falsi e adulterati, e di soldoni. Alle c. 1 (1651 mag. 23-24), c. 2 (1646 nov. 17), cc. 32-
33 (1653 set. 24), cc. 36-37 (1655 giu. 25), cc. 59-60 (1657 lug. 4) proclami a stampa del senato di Venezia; alle cc. 27-28 (1651 giu. 6), cc. 30-31 (1653 apr. 1), c. 38 (1655 giu. 28), c. 66 (1668 gen. 9) proclami a stampa dei provveditori sopra gli ori e monete di Venezia; alle c. 34 (1655 feb. 15), c. 51 (1656 feb. 1), c. 62, c. 63 (1658 giu. 17), c. 71, c. 72 (1676 gen. 22) proclama a stampa dei rettori; a c. 61 (1658 apr. 24) proclama a stampa del capitano e vicepodestà di Brescia; c. 64, c. 65 (1666 mag. 26) proclama a stampa dell'inquisitore sopra le camere di Terra Ferma di Venezia
Alla c. 55 (1656 giugno 20) ducale originale del doge Bertucci Valerio ai rettori con la quale si richiede loro una opinione giurata su una supplica ( cc. 56-58) presentata dalla Città.
1 busta, cc. 87, num. rec.
note:
1. Citato in AB 475.

235, class. 1.2.19.1-235
1647 aprile 1-1648 febbraio 2; antecedenti da 1547 gennaio 29
"Magnificae Civitatis Bergomi occasione extimi contra negotiatiores cambiorum".
Causa celebrata davanti al collegio dei X savi del corpo del senato di Venezia tra la città di Bergamo da una parte e i cambiatori di valuta dall'altra circa il loro assoggettamento all'estimo dei mercanti stabilito da un proclama del podestà di Bergamo. Alle cc. 20-23 "Ordini e leggi della Piazza dé Cambi Reali già eretta nella Magnifica Città di Bergamo", a stampa, 1621 novembre 3.
Alle cc. 24 e 25 proclami per la regolazione dell'estimo della mercanzia dei deputati a regolare l'estimo del comune di Bergamo, 1621 luglio 21, 1627 giugno 20.
Alla c. 26 proclama sul rinnovo dell'estimo, a stampa, 1635 maggio 8.
Alla c. 27 "Ammonitione a mercanti et altri che restano di portare le polize de loro traffichi", a stampa, 1635 giugno 20.
Alla c. 29 "proclama per la presentatione delle polizze de beni per l'estimo della Magnifica Città di Verona", dei rettori di Verona, a stampa, 1647 febbraio 15.
1 registro, cc. 47, num. orig., latino e volgare

236, class. 1.2.19.1-236
1647 maggio 8-1647 maggio 14; antecedenti da 1540 gennaio 10
"B. Magnificae Civitatis Bergomi contra negociatores cambiorum" (1).
Appello dei cambiavalute di Bergamo al collegio dei Savi del corpo del senato di Venezia contro un proclama del podestà di Bergamo con il quale si inseriva il capitale dei cambiavalute nell'estimo della mercanzia di Bergamo
Alle cc. 25-38 ducale di Pasquale Ciconia per l'erezione della "Piazza dei Cambi" di Bergamo (1591 dicembre 11) (copia).
1 fascicolo, cc. 91, num. orig. fino a 89; cc. 90-91 num. rec e bianche, latino e volgare
note:
1. Citato in AB 475.

237, class. 1.2.19.1-237
1647 maggio 28-1647 novembre 2; allegati da 1647 maggio 25
"1646. Contro prestinari".
Causa tra la città di Bergamo da una parte ed i sindaci dell'arte dei prestinari dall'altra circa alcuni capitoli introdotti dai giudici delle vettovaglie che vietano ai prestinari di fare e cuocere pane di "massaria"; dichiarazioni di dissociazione dalla controversia fatta da alcuni prestinari della città.
1 registro, cc. 12, num. rec., latino e volgare

238, class. 1.2.19.1-238
1648 febbraio-1648 maggio; allegati da 1562 luglio 23
"C. Magnificae civitatis Bergomi contra negotiatores cambiorum noviter producta".
Causa tra la città di Bergamo da una parte ed i negozianti dei cambi dall'altra circa l'esecuzione di sentenze del collegio dei XX savi del senato di Venezia con le quali viene "tagliato" il proclama del 1° aprile 1647 sul pagamento con l'estimo della città dei capitali sopra i cambi
Alle cc. 6-23 elenco di "partite de' denari contanti, crediti e denari datti a guadagno" catasticati con la città, divisi per vicinie cittadine.
1 fascicolo, cc. 69, num. orig., danni: macchie

239, class. 1.2.19.1-239
1648 maggio 8-1649 luglio 29; allegati da 1571 gennaio 13
"Il causa con il signor Nicolino Martinoni colonnello. Adì 18 aprile 1653. Stante la renontia fatta alla lite per il suddetto signor colonnello Martinone fu nel Magnifico Conseglio de Dieci presa parte et aggiusta la detta differenza".
Causa fra la città di Bergamo da una parte e Andrea di Nicolino Martinoni, "sopracomito" delle galere bergamasche durante la guerra di Candia, dall'altra circa somme dovutegli dalla città.
1 registro

240, class. 1.2.19.1-240
1648 dicembre 24-1659 maggio 21
"Contra assessores B.".
Allegati nella causa fra i giudici della corte pretoria da una parte (giudice alla ragione e dazi, vicario pretorio e giudice al maleficio) e la città di Bergamo dall'altra per la limitazione delle sportule (1). Contiene sommario degli atti.
1 fascicolo cart., cc. nn., leg. originale in cartone, latino e volgare
note:
(1). Sportule: "Onorario che davasi a' giudici ed agli ufiziali delle cuire da parte degl'inquisiti criminali quando si presentavano volontarii in prigione per difendersi e per essere

241, class. 1.2.19.1-241
1649 aprile 6-1650 dicembre 10; allegati da 1572 febbraio 9
"D. Caballariorum Sancti Marci Bergomi contra magnificam civitatem Bergomi".
Atti di causa tra i negozianti e mercanti di Bergamo da una parte ed i cavallari e dispensatori dall'altra circa i costi delle lettere ed i tempi di consegna.
A c. 9 "Giudicii che Maffio Tassi, e colleghi portalettere di Bergamo, falsamente dicono esser seguiti contro la detta città, dall'anno 1586 sin all'anno 1653".
1 fascicolo, cc. 9, num. rec., latino e volgare, danni: strappi, fragilità del supporto, macchie

242, class. 1.2.19.1-242
1649 aprile 6-1662 gennaio 19; antecedenti da 1583 luglio 16
"1661. Scritture cavate dal processo presentato dal signor Maffio Tassi contra li cavallari suoi colleghi".
Carte relative a verie cause coinvolgenti i cavallari di San Marco. Contiene: "Giudicii seguiti a' favore delli Cavallari della Serenissima Signoria nella Città di Bergamo contro l'istessa ne essa città in alcun tempo ne abbi mai potuto a' suo favore seguirne pur uno dal anno 1586 fino al 1658"; a stampa, s.d. (ma post 1658).
1 fascicolo cart., cc. nn., leg. originale in carta scucito, latino e volgare

243, class. 1.2.19.1-243
1649 settembre 9-1650 agosto 23; antecedenti da 1573 dicembre 20
"Contra Domino Carolum Falchettum Vicarium Serinae".
Causa tra la città di Bergamo da una parte e Carlo Falchetto dall'altra circa il rifuto opposto da questi alla carica di vicario della valle Brembana Superiore.
1 fascicolo cart., cc. nn., leg. originale in cartone, latino e volgare

244, class. 1.2.19.1-244
1649 settembre-1697 marzo
"1649 usque 1702. Processo Z. P. terzo. In matteria della facitura della tariffa delli dazii generali"
Allegati di causa relativa al dazio generale.
1 volume, cc. 20, num. rec., leg. originale in cartoncino, volgare, stato di conservazione: pessimo, danni: umidità, sbiadimento dell'inchiostro, funghi e batteri

245, class. 1.2.19.1-245
1650 marzo 16-1732 maggio 31; antecedenti da 1584 marzo 29
"1678. Contro RR. canonicos pro precedentia".
Allegati nella causa fra la città di Bergamo da una parte e il capitolo della cattedrale dall'altra circa le procedure da tenersi in occasione di cerimonie importanti. Contiene lettere degli auditori vecchi di Venezia, del cancelliere del capitano di Verona, dei deputati del comune di Padova, dei deputati del comune di Vicenza, del cancelliere del provveditore di Treviso e dei provveditori di comun di Verona. Contiene "Regole da osservarsi nelle cerimonie che si fanno nella chiesa cattedrale nelle solennità et festività"; a stampa, Vicenza, 1678.
1 fascicolo cart., cc. nn., leg. originale in cartone scucito, latino e volgare

246, class. 1.2.19.1-246
1650 giugno-1650 ottobre
"Contra dominum Jacobum Finum"
Causa tra la città di Bergamo da una parte e Giacomo Fino dall'altra circa presunti errori nelle trascrizioni della partite d'estimo di quest'ultimo.
1 volume, volgare

247, class. 1.2.19.1-247
1650 luglio-1651 ottobre; allegati da 1630 ottobre
"Pro civitate Bergomensi contra tabellati domini Marci"
Atti della causa celebrata davanti ai rettori di Bergamo fra la città di Bergamo e i cavallari di San Marco circa le tariffe postali.
1 volume, cc. 62, num. rec., volgare, stato di conservazione: pessimo, danni: sbiadimento dell'inchiostro, funghi e batteri

248, class. 1.2.19.1-248
[XVII metà]; antecedenti in copia da 1191
"Bergamo. Pro occasione de confini con Brescia".
Atti della causa tra la città di Bergamo da una parte e quella di Brescia dall'altra in materia di confini sul fiume Oglio.
Memorie e allegati (1).
A c. 18 carta corografica del confine del fiume Oglio tra Bergamo e Brescia eseguita da Giovanni Battista dalla Giovanna perito architetto di Bergamo, dall'originale eseguito nel 1570 da Cristoforo Sorte di Verona, conservato nella cancelleria di Bergamo; copia autentica di Bartolomeo Farina, cancelliere di Bergamo, 1644 dicembre 14; acquerellata, mm 575x420.
1 volume, cc. 18, num. rec., latino e volgare
note:
(1). L'originale che era conservato nella cancelleria della città passò poi in mano private.

249, class. 1.2.19.1-249
1651 settembre 5-1666 marzo 11
"1569. Processo. Il comun d'Alzano per causa del mercato di biave che in essa terra si faceva".
Allegati nella causa fra la città di Bergamo da una parte e il comune di Alzano superiore dall'altra circa il mercato di cereali in Alzano probito con proclama del podestà di Bergamo (1).
1 fascicolo cart., cc. nn., leg. originale in cartoncino scucito, latino e volgare
note:
(1). Cfr. Ducali, u. 154.

250, class. 1.2.19.1-250
1653 marzo-1653 novembre; antecedenti da 1517; seguiti a 1653 dicembre
"F. Contra venditores olei pro magnifica civitate Bergomi".
Causa tra la città di Bergamo da una parte e l'arte dei grassinari dall'altra circa l'immediata esecutività degli ordini dei giudici alle vettovaglie di Bergamo (ex ducale 1646 settembre 14), nel caso specifico relativi al calmiere dell'olio, con sentenza del pien collegio di Venezia a favored ella città. A. c. 19 "Parte dell'eccellentissimo senato et proclama di quella essecutivo in materia di valute d'oro et d'argento & altro", 1651 maggio 23; a stampa. A c. 21 modulo a stampa del calmiere dell'olio 1622 agosto. A c. 24 modulo a stampa del calmiere dell'olio di Verona. A c. 30 calmiere emanato da Giovanni Francesco Zorzi, podestà di Bergamo, il 1653 marzo 8; a stampa. Allegati tra c. 30 e c. 31 "Capitoli del datio delli soldi due per lira d'ell'oglio, da pagarsi così in questa città, come da tutto il territorio, compreso anco li vicariati, podestarie & Martinengo", emanati da Paolo Lion, podestà vicecapitano di Bergamo, il 1649 dicembre 3; a stampa. Originali e copie autentiche.
1 volume cart., cc. 35, num. orig., leg. originale in cartone, latino e volgare, stato di conservazione: discreto, danni: umidità, macchie

251, class. 1.2.19.1-251
1653 agosto 21-1655 novembre 26; antecedenti da 1621 luglio 3
"Causa con Domino Maffio Tassi per i carrettoni".
Carte nella causa celebrata in Venezia fra la città di Bergamo da una parte e Maffeo Tassi, cavallaro di San Marco, dall'altra circa la pretesa di questo di avere l'esclusivo dell'uso di "carrettoni da due sole rode all'uso di Oltramontani et di Roma" per tutto il territorio bergamasco.
1 fascicolo cart., cc. nn., leg. originale in carta scucito, volgare

252, class. 1.2.19.1-252
1653 dicembre-1654 gennaio
"Processo contro il signor Giacomo Fino debitore della magnifica città"
Causa tra la città di Bergamo da una parte e Giacomo Fino dall'altra circa presunti errori nelle trascrizioni della partite d'estimo di quest'ultimo.
1 volume, volgare

253, class. 1.2.19.1-253
1654 febbraio 28
"Magnificae Civitatis contra Bonarios et alios caballarios Sancti Marci pro offitio tabellarii 1590 1591 vide transactionem secutam februarii 1591 [...] contractum extant processus ordinarii B.C.D.E. expedita per locationem perpetuam in ipsos caballarios factam pro magnificis deputatis 18 iulii in registro contractum novo".
"Tariffa delli portalettere sive cavallari da Bergamo", decretata dai provveditori di comun di Venezia; a stampa. "Per servitio di Sua Serenità da Bergamo a Venetia per staffetta", modulo a stampa con indicazione delle località e delle ore di sosta.
1 fascicolo cart., cc. 2, leg. originale in cartone scucito, volgare

254, class. 1.2.19.1-254
1654 agosto 12-1657 dicembre 15
"1654 ad 1657. Processo C. secondo. In materia d'aggionti alle condanne pecuniarie criminali".
Carte relative all'esazione degli aggiunti sopra le condanne pecuniarie criminali a favore di luoghi pii, monasteri, la cassa del consiglio dei Dieci e l'accademia dei nobili di Venezia e che, non riscosse, portano la città di Bergamo ad essere debitrice dei suddetti soggeti.
1 fascicolo cart., cc. nn., leg. originale in cartone, volgare

255, class. 1.2.19.1-255
1654 novembre 5-1655 giugno 5; allegati da 1635 febbraio 27; seguiti a 1666 ottobre 1
"1654. Contra comunes de Alzano pro mercato bladorum".
Causa d'appello celebrata davanti alla quarantia civil nuova di Venezia tra la città di Bergamo da una parte e il comune di Alzano dall'altra circa l'appello di quest'ultimo contro il proclama del podestà di Bergamo nel quale si proibiva il mercato di grani nel comune d'Alzano.
1 registro, cc. 52, num. rec., latino e volgare

256, class. 1.2.19.1-256
1654; antecedenti da 1578
"1654. Causa iurisditionis Scalve contra [.]ilettum". "Contro la Valle di Scalve per giurisdittione usurpata di vettovaglie".
Causa celebrata davanti ai rettori di Bergamo tra il podestà della Val di Scalve da una parte e Antonio fu Fabio Alberici e Simone Cattane di Capitani, deputati alle vettovaglie della Valle di Scalve, dall'altra circa usurpazione di competenze in materia di vettovaglie.
1 volume, volgare

257, class. 1.2.19.1-257
1654-1654
"Giudicii che Maffio Tassi e colleghi portalettere di Bergamo falsamente dicono esser seguiti contro la detta città dall'anno 1586 fin all'anno 1653".
A stampa (1).
1 atto singolo, cc. 2, volgare
note:
(1). 21 copie.

258, class. 1.2.19.1-258
1655 gennaio 30; antecedenti da 1644 marzo 8
"1655. Processo P primo. In materia del dazio sopra il pesce salato" (1).
Deliberazione (ed atti su cui essa è basata) del consiglio minore con la quale si incaricano i deputati alle liti di procedere affinchè la città venga "sollevata" dal pagamento del dazio del pesce salato, imposto con proclama del capitano del 15 dicembre 1654.
1 fascicolo, cc. 9, num. rec.
note:
1. Citato in AB 475.

259, class. 1.2.19.1-259
1655 novembre-1662 febbraio
"Pro Magnifica Civitate Bergomi contra caballarios eiusdem civitatis".
Carte prodotte nella causa fra la città di Bergamo da una parte e i cavallari di S. Marco dall'altra circa le variazioni delle tariffe postali.
1 fascicolo cart., cc. 26, num. rec., leg. originale in cartone, volgare

260, class. 1.2.19.1-260
1655-1698; antecedenti da 1488; seguiti a 1699 giugno 22
"1695. Processo per la Fiera solita farsi nella città di Bergamo dal 1476 in qua in agosto essente da tutti li datii".
Atti di cause tra la città di Bergamo da una parte privati dall'altra circa le richieste di daziari e di mercanti in materia di esenzioni daziarie durante il periodo della Fiera. Allegato "Proclama per Fiera di Bergamo", di Gerolamo Lorenzo Giustiniano podestà e Gerolamo Mocenigo capitano, 1699 giugno 22; a stampa. Allegato proclama "Che il bollo di Fiera sia fatto gratis & senza struscio" di Giovanni Francesco Pasqualigo, podestà e di Alvise Priuli capitano, 1693 agosto 21; a stampa.
1 fascicolo cart., cc. nn., leg. originale in cartone, volgare

261, class. 1.2.19.1-261
1656 febbraio 6-1657 gennaio 27; allegati da 1437 dicembre 16
"Magnificae Civitatis Bergomi contra ill. dd. comites Martinengo".
Causa celebrata a Venezia tra la città di Bergamo da una parte e il conte Bartolomeo Martinengo Colleoni dall'altra circa il pagamento di debiti di quest'ultimo per gravezze dovute alla città.
Alle cc. 61-68 "Sentenza dell'eccellentissimo Pien Collegio con auttorità di Senato de dì 31 ottobre 1636 a favore della Magnifica Città di Bergamo contro li signori conti Gherardo Marchese e Bartolomeo Martinenghi", a stampa.
1 registro, cc. 178, num. rec., latino e volgare

262, class. 1.2.19.1-262
1656 febbraio-1656 ottobre; antecedenti da 1437 dicembre 16
"Processo A secondo. Contro DD comites Martinengos".
Atti della causa fra la città di Bergamo da una parte e la famiglia Martinengo Colleoni dall'altra circa il pagamento di gravezze che i conti non volevano pagare vantando diritti legati ai privilegi concessi a Bartolomeo Colleoni per i suoi beni in Malpaga e Cavernago. Alle cc. 55-60: "Giudicio circa il sussidio a favor della Magnifica Città di Bergamo contro li Signori Conti Martinenghi per causa de' beni Colleoni in Malpaga e Cavernago", a stampa, 1549 luglio 8 e agosto 28, e "Giudicio circa gli alloggiamenti de' soldati a' favor della città di Bergamo contro li Signori Coti Martinenghi per causa de' beni Colleoni in Malpaga e Cavernago", a stampa, 1561 agosto 29 e settembre 11.
1 fascicolo cart., cc. 329, num. orig., leg. originale in cartone, latino e volgare

263, class. 1.2.19.1-263
1657 gennaio 31-1657 aprile 28; allegati da 1472 maggio 15
"Adversariorum ecclesiasticorum in causa contributionis ad expensas de mandato dominii".
Atti di causa fra la città e il clero di Bergamo circa il pagamento di gravezze stabilite dalla ducale di Bertuccio Valier del 1656 agosto 31.
1 registro, latino e volgare

264, class. 1.2.19.1-264
1657 gennaio 31-1661 giugno 17; allegati da 1438 maggio 13
"1438 usque 1661. Per la Magnifica Città di Bergamo contro Il Reverendissimo Clero di Bergamo prettendente l'esenzione del pagamento delle pubbliche gravezze, de mandato dominiis ed altre. Dell'anno 1657 alli 19 luglio nacque spazzo a favore della Città al f. 68 di questo processo" (1).
Atti di causa tra la città e il clero di Bergamo circa l'esenzione, da questo richiesta, dal pagamento delle gravezze imposte da Venezia alla terraferma
Alla c. 68 copia di ducale di Bertuccio Valerius a favore della Città contro il clero (1657 luglio 19); alle cc. 75r-78v accordo tra la città e il Territorio per la divisione delle gravezze (1657 dicembre 20).
1 fascicolo, cc. 248, num. orig fino a 171, poi rec.; bianche cc. 172-248
note:
1. Citato in AB 475.

265, class. 1.2.19.1-265
1657 febbraio 10-1658 gennaio 16; antecedenti da 1501 gennaio 4
Atti di causa.
Atti della questione sollevata dal provveditore generale alla sanità di Venezia in Bergamo in seguito alle accuse di malversazione mosse durante una seduta del consiglio minore, dal cavalier Giulio Suardo, deputato di mese del comune di Bergamo, a Carlo Morando, già cancelliere del collegio alla sanità del comune di Bergamo e per un certo tempo cancelliere del provveditore, ed erroneamente riportate allo stesso provveditore come mosse contro la sua persona (1).
1 fascicolo cart., cc. nn., leg. originale in cartone, latino e volgare
note:
1. In seguito a tale fatto il Suardo si allontanò da Bergamo mentre il Morando si portò a Brescia dove chiese, con successo, di essere giudicato dai locali rettori. Infine, il doge Bertuccio Valier, una volta chiarita la vicenda, autorizzò il Suardo a ritornare a Bergamo.

266, class. 1.2.19.1-266
1657 maggio 17-1659 dicembre 11; allegati da 1616 novembre 18
"1616 usque 1659. Per la Magnifica Città di Bergamo Contro Il Reverendissimo Clero di Bergamo prettendente l'esenzione del pagamento delle pubbliche gravezze, de mandato dominiis ed altre" (1).
Atti di causa tra la città e il clero di Bergamo circa l'esenzione, da questo richiesta, dal pagamento delle gravezze imposte da Venezia alla terraferma.
1 fascicolo, latino e volgare
note:
1. Citato in AB 475.

267, class. 1.2.19.1-267
1657-1722
"Pro magnifica civitate contra pastores seu custodes ovium".
Allegati di causa tra la città di Bergamo da una parte ed i pastori dall'altra circa l'abusivo pascolo di pecore e capre in prati, pascoli e terreni coltivati del territorio bergamasco (1)
Allegati: Ordine di Pilippo IV re di Spagna e duca di Milano circa il pascolo delle pecore; Milano 1653 febbraio 21; a stampa; proclama di Giovanni Battista Foscarini, capitano e vicepodestà di Bergamo, circa i divieti di pascolo di pecore; 1648 aprile 14; a stampa (2 copie); proclama di Nicolò Contarini e Giovanni Francesco Sagredo, rispettivamente podestà e capitano di Brescia, circa il divieto di pascolo di pecore; 16757 aprile 9; a stampa; terminazione dei Provveditori sopra le artiglierie di Venezia in materia di salnistri, 1635 agosto 9, a stampa; parte del consiglio dei pregadi di Venezia in materia di salnitri, 1652 giugno 22, a stampa.
1 volume, volgare

268, class. 1.2.19.1-268
1658 marzo 7-1658 settembre 9; antecedenti da 1428 giugno 19
"Pro Magnifica Civitate contra Vallem Serianam occasione executionum".
Atti nella causa fra la città di Bergamo, da una parte, e la valle Seriana Superiore, dall'altra, circa la giurisdizione penale.
1 fascicolo, cc. 16, leg. originale in carta, scucito, latino

269, class. 1.2.19.1-269
1658 marzo 12-1659 settembre 2; allegati da 1468 ottobre 11
"Adversarii. Pro Magnifica Civitate Bergomi contra Reverendissimos Dominos Canonicos Bergomi. B".
Causa celebrata davanti il capitano vicepodestà tra la città di Bergamo da una parte ed il capitolo dei canonici della cattedrale di Bergamo dall'altra circa l'iscrizione nell'estimo del clero di alcuni beni, posti nei comuni di Levate, Verzano" e Zanica, di ragione del capitolo della cattedrale per contribuire alle pubbliche gravezze.
1 fascicolo, cc. 71, num. orig. fino a 55 poi rec., latino e volgare

270, class. 1.2.19.1-270
1658 marzo 29-1658 aprile 13
"1658. Processo O. Ricorso del signor Paolo Passi per l'erezione di un offizio nelle città di Bergamo e Brescia".
Atti della causa tra le città di Bergamo e Brescia da una parte e Paolo Passi dall'altra circa la supplica presentata da quest'ultimo alle autorità veneziane per l'apertura di uffici di cambio.
1 fascicolo, cc. 5, num. rec.

271, class. 1.2.19.1-271
1658 marzo-1658 aprile
"Pro Magnifica Civitate Bergomi contra dominus Comes Nicolinum Martinonum et comunia Solti e Ripe cum aliis".
1 registro cart., cc. 76, num. orig., leg. originale in cartone, latino e volgare

272, class. 1.2.19.1-272
1658 luglio 29-1658 agosto 28
"1658. Contro signori curiali".
Atti nella causa fra la città di Bergamo da una parte e i giudici della corte pretoria (giudice alla ragione e dazi, giudice al maleficio e vicario pretorio) dall'altra circa gli emolumenti dovuti a questi ultimi.
1 fascicolo cart., cc. 7, nn., latino e volgare

273, class. 1.2.19.1-273
1658 agosto 9-1659 giugno 27; antecedenti da 1589 settembre 27
"Contro li signori assessori D".
Atti della causa fra i giudici della corte pretoria da una parte (giudice alla ragione e dazi, vicario pretorio e giudice al maleficio) e la città di Bergamo dall'altra per la limitazione delle sportule (1). Contiene: "Parte presa nell'Eccellentissimo Consiglio di Pregadi in materia di quello che devono pagare li banditi per il depennar raspe"; a stampa, 1589 settembre 27. "Parte presa nell'Eccellentissimo Consiglio di Pregadi in materia di banditi, confinati, relegati e carcerati"; a stampa, 1629 settembre 22. "Tariffa delli pagamenti che devono conseguire gli Eccellentissimi Signori Assessori et altri ministri nelli processi e casi criminali così di maleficio come delegati e di cancelleria". Ordini degli Inquisitori in Terra Ferma; a stampa, 1634 ottobre 6. "Parte presa nell'Eccelso Consiglio di Dieci in materia di spese nelle formationi di processi delegati"; a stampa, 1645 giugno 12. "Parte presa nell'Eccelso Consiglio di Dieci in materia di cavalcate"; a stampa, 1645 settembre 13. "Parte presa nell'Eccelletissimo Consiglio di Pregadi in materia di banditi, confinati, relegati e carcerati"; a stampa, 1645 ottobre 2. "Parte presa nell'Ecelso Consiglio di Dieci in materia di spese nella formatione di processi in casi delegati"; a stampa, 1657
1 fascicolo cart., cc. nn., leg. originale in cartone, latino e volgare
note:
1 Sportule: "Onorario che davasi a' giudici ed agli ufiziali delle cuire da parte degl'inquisiti criminali quando si presentavano volontarii in prigione per difendersi e per essere

274, class. 1.2.19.1-274
1659 gennaio 1-1659 gennaio 27; antecedenti da 1652 settembre 17
"Productio adversariorum causa sportularum. Al Magnifico Illustrissimo et Eccellentissimo signor dottor il Signor Andrea Zucco Noncio della Città di Bergamo in Venezia. C.".
Allegati nella causa fra i giudici della corte pretoria da una parte e la città di Bergamo dall'altra per la limitazione delle sportule (1).
1 fascicolo cart., cc. 1-4, 119-141, num. orig., leg. originale in cartone, latino e volgare
note:
1 Sportule: "Onorario che davasi a' giudici ed agli ufiziali delle curie da parte degl'inquisiti criminali quando si presentavano volontarii in prigione per difendersi e per essere sentenziati".

275, class. 1.2.19.1-275
1659 gennaio 12-1659 marzo 26; antecedenti da 1634 dicembre 28
"In causa con li signori Curiali per le sportule".
Atti di causa fra i giudici della corte pretoria da una parte e la città di Bergamo dall'altra per la limitazione delle sportule (1). Contiene: "Tariffa de pagamenti de scritture così della cancellaria come del palazzo et maleficio della città di Verona et ministri di quelli"; a stampa, 1658, inviata dai deputati di Verona il 1659 gennaio 23..
1 fascicolo cart., cc. , num. rec., leg. originale in cartone, latino e volgare
note:
(1) Sportule: "Onorario che davasi a' giudici ed agli ufiziali delle cuire da parte degl'inquisiti criminali quando si presentavano volontarii in prigione per difendersi e per essere sentenziati".

276, class. 1.2.19.1-276
1659 gennaio 15-1659 gennaio 23; antecedenti da 1640
"Productio adversariorum in causa curiali".
Causa tra la città di Bergamo da una parte e i giudici della corte pretoria dall'altra (giudice alla ragione e dazi, vicario pretorio, giudice al maleficio) circa le somme dovute alla città in seguito all'attività giudiziaria di questi ultimi.
1 fascicolo cart., cc. 18, num. rec., leg. originale in cartone, latino e volgare

277, class. 1.2.19.1-277
1659 gennaio-1659 aprile; antecedenti da 1498 aprile
"1658. Pro Magnifica civitate Bergomi contra dominos curiales. A.".
Causa tra la città di Bergamo da una parte ed i giudici della corte pretoria (giudice alla ragione e dazi, giudice al maleficio e vicario pretorio) dall'altra circa le illegalità da questi commesse nella riscossione dei pagamenti nei processi criminali. A c. 94: "Tariffa & ordini delli pagamenti che devono conseguire gl'eccellentissimi signori assessori & altri ministri nelli processi & casi criminali, così di malefitio, come delegati de cancellario"; a stampa, 1656 giugno. Allegato estratto di tutti i processi criminali formati e dei rei nell'ufficio del maleficio e nella cancelleria pretorio nel periodo 16 dicembre 1640 - 20 ottobre 1658. Originali e copie autentiche. Sigilli cerei sottocarta.
1 fascicolo cart., cc. 1, 4, 8-16, 19-20, 69, 75-96, num. orig., + cc. nn., leg. originale in cartone scucito, latino e volgare

278, class. 1.2.19.1-278
1659 febbraio-1659 ottobre
"1659. Processo P secondo. Per raccordo di accrescimento de datii sopra le pannine di lana, rasiche, tintorie et altro".
Atti prodotti ed acquisiti dalla città di Bergamo contro i "raccordi" presentati a Venezia da vari privati per ottenere l'aumento dei dazi sopra le "panine di lana, edificii, legnami, et altro".
1 fascicolo, cc. 15

279, class. 1.2.19.1-279
1659 marzo 5-1659 aprile 4; 1652 ottobre 2
"1659. Contro Canestri sicurtà del custode delle carceri".
Atti della causa celebrata davanti al podestà fra la città di Bergamo da una parte, e Giovanni Canestri, fideiussore dell'appaltatore della custodia delle carceri Ottavio Bracca, dall'altra, con sentenza favorevole alla città.
1 fascicolo, cc. 8, leg. originale in carta, scucito, volgare

280, class. 1.2.19.1-280
1659 marzo 13-1664 settembre 30
"1659 usque 1664. Processo P. Processo di querela formato ad instanza delli signori conti Daniele ed Francesco Boselli contro Giovanni Maria Scotto e Francesco Burattino molinaro quali divertivano o sia impedivano a cagione della pescagione l'aqua del fiume Brembo a grave danno e pregiudizio delli edifizii di detti conti Boselli posti nel comun di Ponte San Pietro sopra detto fiume Brembo".
Cause celebrate davanti ai rettori tra il conte Daniele Bosello da una parte e Giovanni Maria Scotto dall'altra (cc 1-6, 1659 marzo-settembre) e tra il conte Francesco Bosello da una parte e Francesco Buratino, mugnaio, dall'altra (cc. 8-79, 1662 maggio-1664 settembre) per avere lo Scotto ed il Burattino modificato con la costruzione di una chiusa il corso naturale del fiume Brembo così da arrecare danno agli argini, alla seriola ed a edifici dei Bosello in Ponte San Pietro.
1 fascicolo, cc. 75, num. orig. fino a c. 69, poi rec.

281, class. 1.2.19.1-281
1659 giugno-1664 febbraio
"Pro magnifica civitate contra grassinarios pro calmedris".
Causa celebrata davanti al podestà fra la città di Bergamo da una parte e l'arte dei grassinari dall'altra circa il calmiere delle grassine.
1 fascicolo cart., cc. nn., leg. originale in cartone, volgare

282, class. 1.2.19.1-282
1659 settembre-1660 aprile; antecedenti da 1616
"Pro Magnifica Civitate Bergomi contra reverendissimos canonicos Bergomi seu reverendissimum capitulum occasione contributionum publicarum. A".
Causa tra la città di Bergamo da una parte e i capitoli di San Vincenzo e di Sant'Alessandro dall'altra circa l'istanza della città che i "beni comuni" dei canonici siano allibrati all'estimo insieme con gli altri beni ecclesiastici, così da contribuire al pagamento di "pubbliche gravezze".
1 volume, cc. 50, num. orig., latino e volgare

283, class. 1.2.19.1-283
1659-1660 aprile 21; allegati da 1437 dicembre 16
"Processo S. Primo. Documenti prodotti in causa dalla Magnifica Città di Bergamo in matteria del dazio dell'Uscita della Seta contro Giovanni Antonio Bonometti Conduttor del datio dell'Uscita della Seta" (1).
Causa fra la città di Bergamo da una parte e la camera fiscale di Bergamo, Giovanni Antonio Bonometti, appaltatore del dazio dell'uscita della seta, dall'altra circa l'esenzione dal pagamento di tale dazio in occasione della fiera di Sant'Alessandro.
1 fascicolo cart., cc. 66, num. rec., leg. originale in cartoncino, latino e volgare
note:

284, class. 1.2.19.1-284
1660 aprile 11-1660 giugno 12; antecedenti da 1643 ottobre 8
"1660. Processo S Decimo. In matteria del dazio della uscita della seta. Per la Magnifica Città di Bergamo contro Giovanni Antonio Bonometti conduttor del dazio dell'uscita della seta".
Atti della causa fra la città di Bergamo da una parte, la camera fiscale di Bergamo e Giovanni Antonio Bonometti, appaltatore del dazio dell'uscita della seta, dall'altra circa l'esenzione del pagamento del dazio in occasione della fiera di Sant'Alessandro.
1 fascicolo cart., cc. 37, num. orig., leg. originale in carta senza coperta finale, latino e volgare

285, class. 1.2.19.1-285
1661 giugno; antecedenti da 1654 febbraio
"1654. 1661. 1667 Capitoli in stampa. Processo T primo per la Magnifica Città di Bergamo contro l'apaltator del dazio del tabacco" (1). Causa tra la città di Bergamo e l'appaltatore del dazio del tabacco circa la lettera del 27 gennaio 1661 dei V deputati sopra la provisione del denaro pubblico in virtù della quale si viene a limitare la competenza dei giudici alle vettovaglie e la possibilità di ricorrere in appello a Venezia in materia del nuovo dazio del tabacco. Tra le cc. 25-26 "Capitoli & ordeni approbati nell'Eccellentissimo Senato con la parte di 13 febraro 1654 in materia di tabaco", [Venezia], Giovanni Pietro Pinelli stampator ducale, s.d. Tra le cc. 30-31 "Capitoli stabiliti nell'eccellentissimo senato 1667 adì 5 marzo in materia di tabacco", [Venezia], Giovanni Pietro Pinelli stampator ducale, s.d.
1 fascicolo cart., cc. IV num. rec. + cc. 31, num. orig., leg. originale in cartoncino, volgare
note:
1. Citato in AB 475.

286, class. 1.2.19.1-286
1662 aprile 26-1662 luglio 21; antecedenti da 1440 settembre 24
"Pro Magnifica Civitate Bergomi contra DD. Fenarolos et communia Tabernulae, Vigoli et Cambianicae nolentis solvere gravedines".
Causa fra la città di Bergamo da una parte, la parentela Fenaroli, i comuni di Cambianica, Tavernola e Vigolo dall'altra circa il rifiuto di questi ultimi di pagare contributi militari.
1 fascicolo cart., cc. 94, num. orig., leg. originale in cartoncino, latino e volgare

287, class. 1.2.19.1-287
1662 aprile 29-1662 agosto 28; allegati da 1614 giugno 16
"Pro magnifica civitate contra Fenarolos Tabernulae, Camianicae et Viguli". Causa fra la città di Bergamo da una parte ed i comuni di Tavernola, Cambianica e Vigolo e la famiglia Fenaroli di Tavernola dall'altra circa il pagamento di gravezze.
1 registro, cc. 20, num. rec., latino e volgare

288, class. 1.2.19.1-288
1664 ottobre 22-1669 settembre 29
"1664 ed 1669. Processo B.C.P. In materia di un ricorso del signor don Giovanni Francesco Passi nobile bergamasco a sua Serenità di vendere li beni comunali di tutte le città di quà del Menzo, ed livellarili tutti perpetuamente alli contadini" (1).
Atti di causa.
Alle cc. 1-4 richiesta dei deputati alla provision del denaro pubblico di Venezia ai rettori della Terra Ferma di fornire un parere sulla proposta presentata da persona segreta di esentare la Terra Ferma dal pagamento delle fazioni reali e personali, 1664 ottobre 22; alle cc. 5-13 richieste dei deputati alla provision del denaro pubblico di Venezia ai rettori di Bergamo e Brescia di fornire un parere sulla proposta (allegata) presentata dal nobile bergamasco Giovanni Francesco Pasi di vendere a livello perpetuo ai contadini tutti i beni comunali al di là del Mincio, 1669 luglio 10-1669 settembre 29.
1 fascicolo, cc. 12, num. rec.
note:
1. Citato in AB 475.

289, class. 1.2.19.1-289
1665 maggio 23-1665 luglio 7
"Processo [F]. 1658 usque 1689. Debitori de' datii stati abbocati, et investiti, de quali essendo statte datte le piezzerie come non idonee sono state reiette dal Magnifico Minor Consilio et notificate le reiettioni alla Magnifica Camara". "Processo D decimo terzo. Per la Magnifica Città contro la fiscal camera. Processo D in materia de debiteri de dazii" (1).
Comunicazioni dell'avanzamento di cause in Venezia da parte di Carlo Brachetti.
1 fascicolo, cc. 11, , num. rec.; bianche cc. 5, 7, 9, 11, stato di conservazione: cattivo, danni: umidità, macchie, mutilo
note:
1. Citato in AB 475.

290, class. 1.2.19.1-290
1665 giugno 27-1667 febbraio 1; allegati da 1635 giugno 6
"1666. Corrieri di strade. Civitatis. Broseta".
Causa celebrata davanti ai rettori fra la città di Bergamo da una parte e i comuni della Quadra d'Isola dall'altra circa la partecipazione alle spese per la manutenzione della strada di Broseta.
1 fascicolo, cc. 68, num. rec., leg. originale in cartone, scucito

291, class. 1.2.19.1-291
1665 luglio 4-1666 agosto 7; antecedenti da 1489 dicembre 8
"Productio adversariorum in causae stratae de la Brughera".
Causa fra la città di Bergamo da una parte e la valle Imagna dall'altra circa l'ordine dei giudici alle strade e incanti di Bergamo di riparare la strada detta "della Brughera" fra la casa detta "della Brighera", attraverso la contrada Torre di Almé fino al fiume Brembo (1).
1 fascicolo cart., cc. nn., leg. originale in cartone, latino e volgare
note:
(1). Il 18 giugno 1646 una piena distrusse il ponte sul Brembo a Ventolosa, ponte costruito dopo che nel 1512 analoga sorte era toccata ad un ponte di legno.

292, class. 1.2.19.1-292
1665 luglio 4-1667 agosto 20; antecedenti da 1626 maggio 7
"N° 14. 1666. Contra Vallem Imaniae pro strata Brugherae".
Causa tra la città di Bergamo da una parte e la Valle Imagna dall'altra circa l'ordine dei giudici alle strade di riparare la strada detta "della Brughera" dalla casa detta "la Brighera" attraverso la contrada Torre di Almè fino al fiume Brembo.
1 fascicolo, cc. 60, num. rec., latino e volgare

293, class. 1.2.19.1-293
1665 ottobre 7; allegati da 1648 ottobre 29
"1648 e 1665. Processo C.S.R. In materia di certa permissione concessa a Luigi Armelini a tinger qualunque sorte de panni di color rubino o sia scarlatto" (1).
Comunicazione del proclama dei provveditori di comun di Venezia del 23 settembre 1665 con il quale si vieta di tingere panni con il colore "detto rubino proprio et particolare di domino Alvise et Giovanni Battista padre et figliolo Armelini", in quanto ad essi il senato ha concesso il 19 gennaio 1648 il privilegio "di far esso colore" per 25 anni e vietato di adoperare, costruire o far costruire le "forme maistre e vasi di essi Armellini" senza licenza degli stessi.
1 fascicolo, cc. 9, num. rec., leg. originale in cartone, volgare
note:
1. Citato in AB 475.

294, class. 1.2.19.1-294
1665-1673; allegati da 1630 aprile 30
"1665 ed 1673. Processo V quinto. Per il dazio del ducatone ed estrazione de vini in terre aliene o sia stati esteri" (1).
Alle cc. 1-47 appello della città di Bergamo contro il proclama del podestà Gerolamo Giustinian del 1° ottobre 1665 con il quale si sospende l'incanto del dazio del ducatone per l'esportazione di vino in terre estere, 1665; alle cc. 48-55 appello della città contro la sospensione del dazio del ducatone per l'esportazione del vino in terre estere, 1673.
A c. 1 "Ordini per l'estrattione de' vini per terre aliene" del podestà Gerolamo Soranzo, 1630 aprile 30, a stampa.
1 volume, cc. 58, num. rec., leg. originale in cartone, volgare
note:
1. Citato in AB 475.

295, class. 1.2.19.1-295
1666 maggio 15-1666 agosto 5; antecedenti da 1610 gennaio 9; seguiti a 1669 febbraio 20
"Pro Magnificae Civitatis Bergomi ab sustinenda optione. Contra reverendum Canonicum. Antonium Guerinum".
Causa celebrata davanti al pien collegio di Venezia fra il canonico Antonio Guerini da una parte e la città di Bergamo e il capitolo dei canonici di San Vincenzo dall'altra circa il diritto di scelta delle prebende canonicali.
1 fascicolo, cc. 40, num. rec., leg. originale in cartone, scucito, volgare

296, class. 1.2.19.1-296
1666 giugno 2-1666 giugno 12; allegati da 1638 aprile 26
"Pro Magnifica Civitate Bergomi pro sustenenda optione contro Rev. Antonium Guerinum canonicum".
Atti di causa fra il canonico Antonio Guerinum da una parte e la città di Bergamo ed il capitolo di Sant'Alessandro dall'altra circa il diritto di scelta delle prebende canonicali.
1 registro, cc. 20, num. orig. fino a 15, poi. rec.; bianche cc. 16-20, latino e volgare

297, class. 1.2.19.1-297
1666 giugno 23-1667 maggio 11; allegati da 1598 agosto 23
"Pro Magnificae Civitatis Bergomi. Contra communitates Quadrae Insulae eiusdem territorii".
Causa celebrata a Venezia fra la città di Bergamo da una parte e le comunità della quadra d'Isola dall'altra circa le spese per la manutenzione della strada di Broseta.
1 volume, cc. 70, num. orig. fino a 49, poi rec.; bianche cc. 50-70, latino e volgare

298, class. 1.2.19.1-298
1667 maggio 7-1668 aprile 27; antecedenti da 1665 gennaio
"1665 usque 1668. Processo M. P. Per disordini comessi da Giuseppe Maffeis massaro nel Sagro Monte de Pegni e del debito di cassa dallo stesso lasciato. Per la Magnifica Città di Bergamo contro detto Giuseppe Maffeis".
Causa celebrata davanti ai rettori fra la città di Bergamo da una parte, Giuseppe Maffeis, massaro del monte dei pietà nel 1666-67, e Bartolomeo Carminati, massaro nel 1665-66, dall'altra, circa la gestione di cassa di questi ultimi.
1 volume, cc. 28, num. rec., leg. originale in cartone, scucito, volgare

299, class. 1.2.19.1-299
1667 luglio 15-1668 febbraio 22; antecedenti da 1630 aprile 9
"Pro Magnifica Civitate Bergomi contra caballarios eiusdem".
Causa celebrata davanti al pien collegio di Venezia tra la città di Bergamo, il Territorio bergamasco e i mercanti bergamaschi, da una parte, e i cavallari di San Marco, dall'altra, circa le modifiche alle tariffe postali. Alla c. 36 "Tariffa decretata dall'Illustrissimi Provveditori di Comun alli cavallari di Bergamo"; a stampa, 1630 aprile 9. Alla c. 37 "Tariffa decretata dall'Illustrissimi Proveditori di Comun alli cavallari di Bergamo"; a stampa, 1630 novembre 28. Alla c. 38 "Tariffa decretata dall'Illustrissimi Proveditori di Comun alli cavallari di Bergamo"; a stampa, 1631 gennaio 16. Alla c. 39 "Capitoli tra la Magnifica Città et i cavalari di Bergamo nella condotta fatta di loro in suoi portalettere per Venetia"; a stampa, 1639 febbraio 3. Alla c. 41 "Tariffa decretata dall'Illustrissimi Proveditori di Comun alli cavallari di Bergamo"; a stampa, 1640 marzo 14. Alle cc. 78-79 "Tariffa e capitoli stabiliti tra la Magnifica Comunità et i cavallari di Bergamo"; a stampa, 1612 luglio 18 (approvati nuovamente il 1651 settembre 23). Alle cc. 80-81 "Tarifa delli portalettere sive cavallari da Bergamo"; a stampa, 1654 marzo 30. Alle cc. 82-83 "Tariffario per i portalettere di tutto il Dogado"; a stampa, 1651 maggio 9. Alle cc. 86-
87 "Tariffa dell'Illustrissimi Proveditori di Comun in materia del pagamento delle lettere"; a stampa, 1663 feb. 22. Alle cc. 88-
89 "Idem ... di lettere e tramessi alli portalettere di Bergamo"; a stampa, 1663 febbraio 22. Alle cc. 90-91 "Tariffa delli cavallari di Bg"; a s. 1667 gen 11.
1 volume cart., cc. 25-115, num. orig., leg. originale in cartone, latino e volgare

300, class. 1.2.19.1-300
1667 luglio 23
1667. Processo B terzo. Per il dazio imposto l'anno 1667 sopra formenti forestieri e per inibizion dell'introduzione delli medesimi (1). Conferma da parte del senato per un altro anno della propria deliberazione presa il 31 dicembre 1666 in materia di dazio dei "formenti forestieri" e richiesta ai rettori di Bergamo e Crema di fornire informazioni così da poter giudicare sui ricorsi presentati al riguardo. Allegato alla c. 4 "Proclama in materia di Formenti forestieri in virtù di Ducali dell'Eccellentissimo Senato di 31 Decembre 1666" di Lorenzo Minotto podestà di Brescia e Giovanni Battista Foscarini capitano di Brescia, Brescia, 1667 febbraio 10, a stampa.
1 volume cart., cc. 7, num. rec.; bianche cc. 6-7, leg. originale in cartoncino, volgare
note:
1. Segnalato in AB 475.

301, class. 1.2.19.1-301
1667 dicembre 10-1668 agosto 14; allegati da 1641 luglio 2
"1668. Contra agentes eminentissimi Rondenini pro gravedinibus tang[entibus] reverendissimo clero".
Atti di causa celebrata davanti ai rettori fra la città di Bergamo da una parte e il cardinale Rondenini, abate dell'abbazia di Vall'Alta, dall'altra circa il pagamento di gravezze.
1 fascicolo, cc. 45, num. rec.; cc. 26-45 sciolte, leg. originale in cartone, scucito, latino e volgare

302, class. 1.2.19.1-302
1668 gennaio-1668 febbraio; antecedenti da 1607 luglio
"1668. Salutis pro cont[ur]batae expensae contra valles separatas".
Richiesta di documentazione da parte della città di Bergamo comprovante il fatto che "le spese che si fanno a' confini di cotesto Territorio in guardioli, erettioni de rastelli et altro tendenti alla salvezza comune o in occasione di temuto contaggio mà non avanzato nelle viscere del medesimo, concorrono indifferentemente tutti, cioè Città, Territorio e Valli benché godessero privilegio di separatione et essentione dall'altre fattioni". Allegate fedi inviate dai cancellieri degli uffici della sanità di Brescia, Vicenza, Verona sulla ripartizione delle spese di sanità in occasione di sospetti contagiosi.
1 fascicolo cart., cc. nn., leg. originale in cartone scucito, volgare

303, class. 1.2.19.1-303
1668 febbraio 28
"1668. Casellum Portae Colonii iuris civitatis".
Dichiarazione "ad perpetuam memoriam" rilasciata per attestare i diritti della città da Camillo Terzi dottore e Lanfranco Donati difensore della città al podestà di Bergamo relativamente al casello della porta di Cologno.
1 unità documentaria, cc. 2, leg. originale in carta; presente foro di filza, latino

304, class. 1.2.19.1-304
1668 giugno-1668 agosto; antecedenti da 1667 agosto 31
"Processo B secondo. Per il datio sopra le biade forestiere instituito l'anno 1667 ed 1668".
Suppliche presentate dalla città di Bergamo e dal territorio con le quali si chiede per il bergamasco l'esenzione dal pagamento del dazio sulle biave forestiere. A c. 1 proclama dei rettori di Brescia in materia di biave forestiere, Brescia, 1667 agosto 31, a stampa. Alle cc. 10-11 "Proclama publicato d'ordine dell'Illustrissimi Eccellentissimi Signori sopraproveditori proveditori alle biave", 1668 luglio 18, Venezia, stampatore ducale Giovanni Pietro Pinelli. A c. 16 comunicazione dei provveditori di Verona ai rettori. A c. 25 ordine dei sopraprovveditori e provveditori alle biave di Venezia, 1668 luglio 18, Venezia, stampatore ducale Giovanni Pietro Pinelli.
1 fascicolo, cc. 26, num. rec., leg. originale in cartone, scucito

305, class. 1.2.19.1-305
1668 agosto 11-1668 agosto 21
"1668. Processo G. secondo. Per Allessandro Bozzo daziario del soldo per lira della carne di questa città contro li sindaci de macellari" (1).
Ordine dei rettori di Bergamo ai sindaci dei macellai di non impedire agli osti della fiera di San Bartolomeo "l'ammmazzar, et far carne", dietro istanza di Alessandro Basso, daziere del dazio del soldo per lira della carne.
1 fascicolo, cc. 2, leg. originale in cartone, volgare
note:
1. Citato in AB 475.

306, class. 1.2.19.1-306
1668
"1668. Pro exemptione vastatorum"
Istanze presentate dalla città di Bergamo affinchè sia confermata nei suoi privilegi così da non dover contribuire alle spese per i pagliericci dei 200 guastatori, richiesti al Territorio con ducale 1668 gennaio 27, da inviare nella guerra di Candia.
1 fascicolo, cc. 4, leg. originale in cartone, volgare

307, class. 1.2.19.1-307
1669 marzo 1-1669 giugno 9; antecedenti da 1430 marzo 1
Atti di causa.
Carte della causa celebrata in Venezia fra la città di Bergamo da una parte e i daziari del porto di Iseo dall'altra circa soprusi di questi sui mercanti di Bergamo. Alla c. 16 proclama di Giovanni Battista Bernardo, podestà di Brescia, sul mercato di Iseo; a stampa, 1596 agosto 4. Alla c. 56 proclama di Gerolamo Corraro, capitano di Brescia, per la riscossione di dazi ad Iseo; a stampa, 1665 agosto 17.
1 volume cart., cc. 73, num. rec., leg. originale in carta senza coperta, volgare

308, class. 1.2.19.1-308
1669 marzo 4-1743 agosto 14
"Città contro cavallari di Bergamo".
Atti delle causa tra la città di Bergamo da una parte ed i cavallari di San Marco dall'altra circa le tariffe delle lettere.
1 fascicolo cart., cc. 4, leg. originale in cartoncino, volgare

309, class. 1.2.19.1-309
1669 giugno 3-1670 giugno 3; allegati da 1600 giugno 17
"1600 usque 1670. Processo T.C.S.P.O. In matteria di taglie per la sgurazione della Coda del Serio principiando da Plorzano sino a Osio. Per la Magnifica Città di Bergamo Contro li Compartecipi della detta Coda del Serio".
Causa celebrata davanti al podestà tra la città di Bergamo da una parte ed i compartecipi della roggia Coda di Serio dall'altra circa il pagamento di taglie e spese di pulitura della roggia Coda di Serio.
1 volume, cc. 22, num. orig., leg. originale in cartone, volgare

310, class. 1.2.19.1-310
1669 agosto
"1692. Daciaro de capelli [per] la fiera".
Deliberazioni sul dazio del cappello durante il periodo di fiera.
1 fascicolo, cc. 9, num. rec.

311, class. 1.2.19.1-311
1669 dicembre 30-1712 agosto 19
Carte relative alla procedura dei processi contro ecclesiastici.
1 fascicolo, cc. 12, num. rec., latino e volgare

312, class. 1.2.19.1-312
1670 gennaio 8-1670 agosto 25; antecedenti da 1596 febbraio 7
"1670. Per la [cavalcata] a Solto contro il signor conte Licinio Martinone".
Atti della causa celebrata a Venezia fra la città di Bergamo da una parte e il conte Licinio Martinoni dall'altra circa la supplica, presentata a Venezia dal padre, conte Nicolino. per ottenere la giurisdizione civile e quella criminale in prima istanza sulla terra di Solto.
1 fascicolo cart., cc. nn., leg. originale in carta scucito, latino e volgare

313, class. 1.2.19.1-313
1670 febbraio 26-1670 ottobre 10; allegati da 1567 marzo 24
"Actorum currentium in causa cum D.D. comitibus Martinonis".
Causa celebrata a Venezia tra la città di Bergamo da una parte e il conte Licinio Martinoni dall'altra circa la supplica presentata dal conte a Venezia per ottenere la giurisdizione civile e quella criminale in prima istanza nella terra di Solto.
1 registro, cc. 154, num. orig., latino e volgare

314, class. 1.2.19.1-314
1670 marzo-1670 luglio; allegati da 1428 giugno
"Magnificae civitatis Bergomi. Productio adversariorum et Martinonis. A".
Documentazione presentata dal conte Annibale Martinoni a nome del fratello Licinio a sostegno della richiesta già presentata al doge dal padre Nicolino, anche a nome del comune di Solto, di avere giurisdizione civile sul territorio di Solto.
1 fascicolo, cc. 177, num. orig.

315, class. 1.2.19.1-315
1670 marzo-1670 luglio; antecedenti da 1428 luglio 28
"Magnificae Civitatis Bergomi contra Dominos Comites Martinonos. Productio adversariorum".
Documentazione presentata dal conte Annibale Martinoni a nome del fratello Licinio a sostegno della richiesta già avanzata al doge dal padre Nicolino, anche a nome del comune di Solto, di avere la giurisdizione civile sul territorio di Solto.
1 volume cart., cc. nn., leg. originale in cartone, latino e volgare

316, class. 1.2.19.1-316
1670 marzo-1670 ottobre; antecedenti da 1646 marzo
"Magnificae Civitatis Bergomi contra Dominos Comites Martinonos. Actorum currentium".
Causa celebrata a Venezia tra la città di Bergamo da una parte e il conte Licinio Martinoni dall'altra circa la supplica presentata dal conte a Venezia per ottenere la giurisdizione civile e quella criminale in prima istanza nella terra di Solto.
1 volume cart., cc. nn., leg. originale in cartone, latino e volgare

317, class. 1.2.19.1-317
1670 aprile-1670 luglio; antecedenti da 1428 luglio 9
"Magnificae Civitatis Bergomi contra Dominos Comites Martinonos. Iura Magnificae Civitatis".
Carte presentate nella causa tra la città di Bergamo da una parte e il conte Licinio Martinoni dall'altra circa la richiesta di questi ultimi di avere la giurisdizione civile e cirminale in prima istanza sulla terra di Solto.
1 volume cart., cc. nn., leg. originale in cartone, latino e volgare

318, class. 1.2.19.1-318
1670 aprile-1670 dicembre; antecedenti da 1428 luglio 9
"Iura Civitatis Bergomi contra Dominos Comites Martinonos".
Carte presentate nella causa tra la città di Bergamo da una parte e il conte Licinio Martinoni dall'altra circa la richiesta di avere la giurisdizione civile e criminale in prima istanza sul territorio di Solto.
1 volume cart., cc. 252, num. orig., leg. originale in cartone, latino e volgare

319, class. 1.2.19.1-319
1671 dicembre 11-1683 gennaio 13
"Città di Bergamo. Per li confini [di Brescia]".
Atti di causa fra la città di Brescia da una parte ed i fratelli Giovanni Battista e Bernardino Parisi e la città di Bergamo dall'altra per lavori compiuti dai fratelli Parisi sulle due sponde del fiume Oglio a Sarnico.
Allegati documenti in copia 1659 luglio 16 relativi ad una causa fra i comuni di Cividino e Palazzolo circa dazi di passaggio.
1 volume, cc. 77, num. orig. fino a 21, poi rec. e sciolte., latino e volgare

320, class. 1.2.19.1-320
1673 febbraio 27
"Sommario delle raggioni della Magnifica Città di Bergamo contro li Signori Conti Martinenghi presentato li 27 febraro 1673 dal Signor Conte Giovanni Bosello ambasciator" (1).
Elenco degli atti della causa tra la città di Bergamo da una parte ed i conti Martinenghi dall'altra circa la pretesa di quest'ultimi di non voler contribuire al pagamento del sussidio imposto da Venezia alla città di Bergamo, 1547 ottobre 29-
1639 maggio 18.
1 unità documentaria, cc. 12, num. rec., leg. originale in cartone, volgare
note:
1. Citato in AB 475.

321, class. 1.2.19.1-321
1673 maggio 9-1707 febbraio 1
"1674. Pro candelis sepi contra Bartolomeum Ferrarium. 1595 usque 1670. 1674 usque 1707. Processo C. S. primo. In matteria del dazio delle candele di sevo" (1).
Atti relativi all'appalto della produzione delle candele di sebo in tutta la terraferma veneta.
1 fascicolo, cc. 68, num. rec., latino e volgare
note:
1. Citato in AB 475.

322, class. 1.2.19.1-322
1673 ottobre 26-1673 ottobre 28; antecedenti da 1576 dicembre 22
"1677. Contro la città di Brescia et comun di Capriolo per il preteso catastico de beni del signor conte Giovanni Pavolo Caleppio catasticati all'estimo di Bergamo" (1).
Atti di causa tra il conte Giovanni Paolo Calepio da una parte e la città di Brescia dall'altra circa la pretesa di quest'ultima di imporre gravezze su alcuni beni del conte che si trovano "di qua dal fiume Oglio" e che sono catastati nell'estimo della città di Bergamo.
1 fascicolo, cc. 4, num. rec.
note:
1. Citato in AB 475.

323, class. 1.2.19.1-323
1674 gennaio 27-1675 aprile 27; antecedenti da 1628 maggio
Atti di causa.
Atti della causa fra la città di Bergamo e il Territorio, da una parte, e Agostino Correggio (subentrato al fu Pietro Castelli) circa il pagamento delle somme previste per l'alloggiamento di cavalli in Bergamo, somme anticipate da Pietro Castelli.
1 fascicolo cart., cc. nn., leg. scucito, volgare

324, class. 1.2.19.1-324
1674 settembre 19-1676 maggio 15
"Contro le sorelle Passe".
Causa celebrata davanti al podestà di Bergamo in prima istanza e agli auditori nuovi di Venezia in appello, tra la città di Bergamo da una parte e le signore Anna Pelabruni e contessa Giovanna Calepio circa l'istanza delle suddette per le rispettive cauzioni dotali sui beni del fu Marco Antonio Passo, rispettivamente marito e suocero delle suddette.
1 fascicolo cart., cc. nn, leg. originale in cartone, latino e volgare

325, class. 1.2.19.1-325
1674 dicembre 31-1703 dicembre 14
Atti di causa.
Atti della causa fra il collegio alle acque del comune di Bergamo da una parte e Bartolomeo Facheris e i suoi eredi dall'altra circa i diritti sulle mura vecchie e la roggia Serio che scorre in contrada di Broseta nel Borgo San Leonardo (1).
Due copie.
1 stampato, pp. 22, latino e volgare
note:
(1). Cfr serie "Processi in materia di acque", unità 6, 16, 22, 59, 78, 81, 93 e 108.

326, class. 1.2.19.1-326
1674 dicembre 31-1706 maggio 5; antecedenti da 1253 maggio 15
Atti di causa.
Atti della causa fra il collegio alle acque del comune di Bergamo da una parte e Bartolomeo Facheris e i suoi eredi dall'altra circa i diritti sulle mura vecchie e la roggia Serio che scorre in contrada di Broseta nel Borgo San Leonardo (1).
1 fascicolo cart., cc. nn., leg. originale in cartoncino senza coperta, latino e volgare
note:
(1). Cfr serie "Processi in materia di acque", unità 6, 16, 22, 59, 78, 81, 93 e 108.

327, class. 1.2.19.1-327
1674
"Pro Magnifica Cividate Bergomi contra Domino Aloisium Tertium"
Causa celebrata davanti al capitano tra la città di Bergamo e Alvise Terzi in materia d'estimo.
1 fascicolo, cc. 61, num. rec., leg. originale in carta, volgare

328, class. 1.2.19.1-328
1675 gennaio 11; allegati da 1570 dicembre 17
"1610. Brixiae pro taxis scripture 1610 5 iunii expedita in excellentissimo senatum in causa augmenti taxarum ad 4:10" (1).
Supplica della città di Bergamo al doge di Venezia affinchè deliberi in materia di imposte pubbliche e creditori
Allegate: terminazione a stampa del maggior consiglio di Venezia "in materia di quelli che sono debitori di tanse e decime e in materia delli beni conditionati", 1570 dicembre 17; terminazione a stampa del consiglio dei pregadi di Venezia circa "essatione de debitori del pubblico, sequestri, tenute e vendite deloro beni", 1649 novembre 11.
1 fascicolo, cc. 8, num. rec., leg. originale in cartone, scucito, volgare
note:
1. Citato in AB 475.

329, class. 1.2.19.1-329
1675 marzo 26
Allegati di causa.
Allegati nella causa fra la città di Bergamo, da una parte, e il podestà Carlo Belegno, dall'altra, circa il metodo di fare i calmieri dell'olio e l'importazione di olio (1). Contiene: "Capitoli del datio delli soldi tre per lira dell'oglio da pagarsi in Bergamo come da tutto il suo territorio, compreso anco li vicariati, podesterie e Martinengo, dovendo li medesimi servire per la città di Crema, suo territorio, come pure per la terra di Romano et suo distretto, stabiliti dall'Illustrissimi et Eccellentissimi Signori Proveditori alli ogli", a stampa, Venezia, 1660 agosto 27. Proclama dei rettori di Bergamo, Giovanni Arsenio Donato podestà, e Marc'Antonio Mocenigo, capitano, sul dazio dei soldi tre per lira d'olio, a stampa, 1665 febbraio 14. "Proclama publicato d'ordine dell'Illustrissimi et Eccellentissimi Signori Provveditori alli ogli in materia che non si possi introdur ogli nelle città, terre o castelle e loro territorii di Terra Ferma senza le solite bollette della Ternaria Vecchia", a stampa, Venezia, 1674 dicembre 20.
1 fascicolo cart., cc. nn., leg. originale in cartone, scucito, latino e volgare
note:
(1). Si veda: serie processi, 204 (scheda A-2926) e ducali numero 30 e 247.

330, class. 1.2.19.1-330
[XVII III quarto]
"Pro Magnifica Civitate contro Magnificos Dominos Comites de Calepio pro condemnatione".
Carte relative alla giurisdizione dei conti di Calepio in valle Calepio (1).
1 fascicolo cart., cc. 2, leg. originale in carta scucito, volgare
note:
(1). Senza data, ma post 1641.

331, class. 1.2.19.1-331
1676 febbraio 6-1676 febbraio 8; antecedenti da 1653 luglio 19
"1675 e 76. Per riparar li pregiudicii inferti alli Privilegi della Magnifica Città dall'illustrissimo et eccellentissimo signor Carlo Belegno podestà".
Suppliche a Venezia della città di Bergamo circa la causa con il podestà Carlo Belegno sul modo di fare i calmieri dell'olio e del frumento.
1 fascicolo, cc. 34, num. rec., leg. originale in cartone, scucito

332, class. 1.2.19.1-332
1676 maggio-1676 agosto; antecedenti da 1183
"1772. Pro confinibus contra Brixienses".
Causa tra la città di Bergamo da una parte e la città di Brescia dall'altra circa le lesioni di quest'ultima alla giurisdizione di Bergamo sui confini del fiume Oglio e del lago d'Iseo con danni, tra le altre cose, alla proprietà del conte Giovanni Paolo Calepio. Allegato pateat di Federico I 1183 luglio 7, copia autentica di Paolo Trebuchino, vicecancelliere del comune di Bergamo. Allegato "1672 Pro confinibus laci Sarnici", supplica del comune di Sarnico alla città di Brescia circa costruzioni abusive sul lago d'Iseo; 1672 maggio 25; contractus daciorum di Brescia, capitolo 34, copia autentica.
1 fascicolo cart., cc. nn., leg. originale in cartone, scucito, latino e volgare

333, class. 1.2.19.1-333
1676 dicembre 22-1677 aprile 28; antecedenti da 1041; seguiti a 1679 gennaio 21
"Sommario del processo A. Per la città di Bergamo contro la città e territorio di Brescia. Per li beni del quondam conte Giovanni Paulo di Calepio descritti all'estimo di Bergamo".
Allegati nella causa fra la città di Bergamo da una parte e la città e il territorio di Brescia dall'altra circa i beni del conte Giovanni Paolo Calepio posti nel territorio di Palazzolo ma estimati con la città di Bergamo.
1 fascicolo cart., cc. nn., mm. 290x100, leg. originale in carta senza coperta, latino e volgare

334, class. 1.2.19.1-334
1677 febbraio-1679 marzo; antecedenti da 1644
"1673. Contra Brixienses pro bonis extimatis a civitatis Bergomi ultra Oleum in extimo 1610".
Causa tra la città di Brescia ed il comune di Capriolo da una parte ed il conte Giovanni Paolo Calepio e la città di Bergamo dall'altra circa la pretesa di Brescia e Capriolo di ottenere il pagamento di gravezze su beni situati nel territorio di Calepio oltre il fiume Oglio (in territorio bresciano) ma posti nell'estimo della città di Bergamo nel 1610.
1 fascicolo cart., cc. nn., leg. originale in cartone scucito, volgare, stato di conservazione: discreto, danni: umidità, macchie

335, class. 1.2.19.1-335
1677 aprile 22-1707 gennaio 28
"Per la Magnifica Città di Bergamo regolazione di foro 19 agosto 1730".
Carte varie di magistrature veneziane relative alle competenze del giudice alla ragione e dazi e circa l'istruzione dei processi in materia di dazi.
1 fascicolo, cc. 15, num. rec., leg. originale in cartone, scucito

336, class. 1.2.19.1-336
1677-1680 aprile
"1678. Pro emolumentis praeturae Scalvi" (1).
Atti relativi alla tariffa del podestà della val di Scalve
Alle cc. 1-2 "Tariffa delle mercedi spettanti al sign. podestà di Scalve col suo cancellier, e cavalier, per gl'atti civili e criminali" dei rettori, 1677 agosto 28 a stampa; a c. 3 "Tariffa delle mercedi spetanti al sign. podestà della Valle di Scalve (...), cancellier e cavalier per gl'atti civili e criminali" dei conservatori ed esecutori alle leggi di Venezia per decreto del senato di Venezia dell'8 gennaio 1677; a c. 4 "Tariffa desiderata dalla Valle et presentata dalla medema sotto l'ochio delli ecc.mi sindaci ritornati da T.F. come delli ecc.mi conservatori alle leggi ultimamente delegati dall'ecc.mo senato alla revisione delle tariffa formata dalli ecc.mi rettori per commissione dell'ecc.mo senato in ducali 26 giugno 1677", senza data; a c. 7 calcolo delle partite delineate nello stampo avversario, tariffa formata dai rettori con la quale si vedono le detrazioni dalla tariffa statutaria, calcolo delle detrazioni fatte nella pratica.
1 fascicolo, cc. 9, num. rec.
note:
1. Citato in AB 475.

337, class. 1.2.19.1-337
1678 - 1713
"Illustrissima città per vittoaglie contro Michele Beccaria".
Parte presa dal consiglio dei dieci di Venezia circa l'obbligo del pagamento di una tassa per le istanze d'appello, copia per estratto.
Atti relativi ad un processo d'appello giudicato in primo grado dai giudici delle vettovaglie, con sentenza finale del capitano Vincenzo Pisani II. Cancelliere coadiutore del capitano Vittorio Locatellus.
1 fascicolo, cc. 5, num. rec., leg. originale in cartone, scucito, volgare

338, class. 1.2.19.1-338
1678 giugno 22
"Per le strade contro varie vicinie e comuni". "Carte diverse per concieri di strade".
Comparimento davanti al capitano di Bergamo di Camillo Albano, sindaco della città di Bergamo, ad istanza della vicinia di San Lorenzo". Copia semplice (?).
1 fascicolo cart., cc. 2, leg. originale in cartoncino scucito, volgare

339, class. 1.2.19.1-339
1678 settembre-1698 maggio
"Deputazioni. H. Bergamo contro Brescia"
Causa tra il conte Giovanni Paolo Calepio e la città di Bergamo da una parte e la città di Brescia e il comune di Capriolo dall'altra circa la supplica del conte Calepio sul pagamento di gravezze pubbliche. Copie.
1 fascicolo cart., cc. 3-27, num. orig., leg. originale in cartone, scucito, volgare

340, class. 1.2.19.1-340
1680 aprile 15-1693 giugno 20
"1680 ad 1693. Processo C. Terzo. In proposito dei debitori delli aggionti delle condanne pecuniarie criminali".
Allegati nella causa relativa all'esazione degli aggiunti sopra le condanne pecuniarie criminali a favore di luoghi pii, monasteri, la cassa del consiglio dei Dieci e l'accademia dei nobili di Venezia e che, non riscosse, portano la città di Bergamo ad essere debitrice dei suddetti soggeti.
1 volume cart., cc. 17, num. orig. fino a 13; cc. 14-17 bianche, leg. originale in cartone, volgare

341, class. 1.2.19.1-341
1680 settembre-1681 febbraio; allegati da 1530 settembre; seguiti a 1707 agosto
"1681. Pro proc. malef. detentis a spectabilis cancellario pretorio"
Allegati nella causa fra l'ufficio del giudice al maleficio e la cancelleria pretoria circa la giurisdizione su alcuni reati.
1 volume, pratiche 20, num. rec., volgare
note:
mancante dicembre 2008

342, class. 1.2.19.1-342
1681 febbraio 26
"1681. Contradictio magnifice civitatis fhisco domini Decii et Nicolai patris et filii de Zoppis et admissio crediti £ 12200 dicte magnifice civitatis".
Atti della causa celebrata davanti ai rettori tra la città di Bergamo da una parte e Decio ed il figlio Nicolò Zoppi, banditi, dall'altra circa il debito contratto da questi ultimi verso la città di £ 12.200 per il mancato pagamento dei sussidi.
1 unità documentaria, cc. 4, num. rec., leg. originale in cara, scucito, latino e volgare

343, class. 1.2.19.1-343
1681 giugno 28
"1681. Pro incendio turris campanilis comunis Bergomi".
Istanza presentata dai deputati di mese del comune di Bergamo Antonio Albano, Gerolamo Rivola e Giovanni Bottano a che sia presa nota che essi non hanno partecipato alle riunioni della bina dal 9 giugno e non sono perciò sospettabili di aver permesso "il sonar le pubbliche campane" il 9 giugno e "far fuochi" la sera del 26 giugno, fuochi che hanno causato l'incendio della cupola della città con pericolo anche per il palazzo della regione, il palazzo pretorio e gli archivi. Allegate copie autentiche dal libro delle azioni del comune di Bergamo comprovanti la loro presenza nelle sedute del 10 maggio e 9 giugno. Inserita coperta in carta dal titolo: "Civile. Pro Illustrissima civitate contra spectabilem Territorium pro expensis factis causa tuendae salutis tempore suspecto pestis".
1 fascicolo cart., cc. 3, leg. originale in cartone, scucito, volgare

344, class. 1.2.19.1-344
1681 ottobre 11; Venezia
"Malleficio dalla Città di Bergamo A contro datiarium Cortinovis".
Deliberazioni del doge di Venezia relative alla giurisdizione alla quale devono essere sottoposti gli "schopetarii" e circa la gestione dei soldi derivanti dalle condanne criminali. Copie tratte dagli statuti di Bergamo circa le trascrizioni degli atti processuali presso l'ufficio del giudice al maleficio.
allegati da 1429 giugno 2 a 1492 marzo 16
1 volume, cc. 8, num. orig. fino a 5, poi rec., leg. originale in cartone, latino

345, class. 1.2.19.1-345
1682 gennaio 23-1725 aprile 19
"1682 usque 1728. Processo I.T. In materia del dazio istromenti, e testamenti. Fascicolo 4°" (1).
A cc. 1-3 copia del proclama dei rettori di Bergamo "Per il dazio d'istromenti e testamenti", 1682 gennaio 23; a c. 4 copia di ducale del doge Alvise Mocenico a Bartolomeo Gradenico, capitano di Bergamo, per il rinnovo della condotta del dazio degli istrumenti e testamenti a Giovanni Battista Pasini, Venezia, 1725 aprile 19.
1 volume, cc. 4, num. rec., leg. originale in cartone, volgare
note:
1. Citato in AB 475.

346, class. 1.2.19.1-346
1682 luglio 8-1682 luglio 19; antecedenti da 1593 maggio 4
"A. Per la Magnifica Città di Bergamo contro li botteglieri da oglio di detta città".
Causa tra la città di Bergamo da una parte e i venditori di olio di Bergamo dall'altra circa la sospensione, richiesta dalla città, del calmiere dell'olio. Contiene: "Capitoli del datio delli soldi tre per lira dell'oglio da pagarsi in Bergamo come da tutto il suo territorio stabiliti dagli Illustrissimi et Eccellentissimi Signori Provveditori alli Ogli in virtù di parte del Senato 19 marzo 1660"; a stampa, 1660 marzo 19. "Calcolo di quanto oglio è stato spedito da Venezia nelli sottoscritti anni, di quanto doveva esser venduto in detta città a ragione di calmiero che si stabilisce con l'aggionta di tutti gl'aggravii e spese e di quanto è stato venduto a discretione de mercanti", 1664 - 1681. "Proclama pubblicato d'ordine dell'Illustrissimi et Eccellentissimi Signori Proveditori Sopri li Ogli"; a stampa, 1657 giugno 27. Sommario degli atti.
1 volume cart., cc. 62, num. orig., + cc. sciolte, leg. originale in cartoncino, latino e volgare
note:
mancante dicembre 2008

347, class. 1.2.19.1-347
1682 ottobre 17-1683 gennaio 20; allegati da 1593 giugno 23
"B. Contro vendita da oglio".
Atti della causa celebrata davanti al pien collegio di Venezia fra la città e i venditori di olio circa le competenze dei giudici delle vettovaglie nell'imposizione di calmieri.
Contiene: capitoli del dazio dei soldi tre per lira d'olio per Bergamo stabiliti dai provveditori agli ogli di Venezia in materia di calmieri, a stampa, Bergamo, 14 settembre 1660.
1 volume, cc. 62, num. orig., leg. scucito, latino e volgare

348, class. 1.2.19.1-348
1683 marzo 13-1683 maggio 15; 1682 febbraio 16
"Per casello alla porta d`Osio contro heredi Colombo".
Causa della citta di Bergamo contro gli eredi di Tommaso Colombo, contestabile alla porta di Osio, circa il godimento della casa annessa alla suddetta porta e legata alla carica di contestabile.
1 fascicolo cart., cc.nn., leg. originale in carta, scucito, volgare

349, class. 1.2.19.1-349
1687 giugno 4-1687 novembre 4; antecedenti da 1513 marzo 19
"1687. Contro li signori Cavaglieri di Malta et essentione".
Atti relativi alla causa fra la città di Bergamo da una parte, e i cavalieri di Malta, dall'altra, circa l'esenzione dalle gravezze militari e gli obblighi dei livellari della commenda. Contiene: alle cc. 13-14 "Parte presa nell'Eccellentissimo consiglio di Pregadi adì 23 settembre 1603. In materia delli alloggiamenti et ordini di banca che devono le città et terre a' soldati e capelletti così a piedi come a cavallo", a stampa, Venezia, 1603 settembre 23: alla c. 83, lettera dei deputati del comune di Vicenza, 1657 settembre 19; alla c. 84, lettera dei provveditori del comune di Verona, 1657 settembre 19: alla c. 87, lettera dei deputatid el comune di Padova, 1657 settembre 19.
1 fascicolo, cc. 100, num. rec., leg. originale in carta, scucito, volgare

350, class. 1.2.19.1-350
1687 settembre 13-1688 febbraio 27; antecedenti da 1684 agosto 2
"1688. Pro locis piis Bergomi"
Atti del ricorso di alcuni luoghi pii del territorio bergamasco, sostenuto a Venezia dal nunzio di Bergamo, contro la vendita di beni ritenuti acquistati dopo il 1605.
1 fascicolo, cc. nn., leg. originale in carta, scucito, latino e volgare

351, class. 1.2.19.1-351
[1687]
"Processo M in matteria dell'alteratione ed regolatione delle monete. Carte tutte senza anno mese e giorno".
Capitoli e deliberazioni dei rettori, del capitano e vicepodestà e del consiglio minore sulla "alterazione corso delle valute e l'introduzione delle monete forestieri di mala qualità", anche in relazione al pagamento delle imposte; suppliche al doge sulla stessa materia (1).
1 volume cart., cc. 41, num. rec., leg. originale in cartoncino, volgare
note:
1. Datazione recente a matita (monsignor Chiodi ?) senza specificazione degli elementi su cui è basata (esiste una ducale in materia monetaria dell'11 marzo 1687).

352, class. 1.2.19.1-352
1688 gennaio 5-1688 febbraio 3; antecedenti da 1596 marzo 13
"Parte per la precedenza nel seder in conseglio"
Causa fra la città di Bergamo da una parte ed alcuni membri dei consigli minore e maggiore di Bergamo circa la terminazione del consiglio maggiore del 1688 gennaio 6 con la quale viene annullata viene annullata la terminazione dello stesso 1652 dicembre 18 sulle precedenze da tenere nelle riunioni del consiglio.
1 volume cart., cc. 22, num. orig., + 9 carte sciolte, leg. originale in cartone, latino e volgare

353, class. 1.2.19.1-353
1688 agosto-1689 aprile; allegati da 1233 giugno 8
"1233 usque 1689. Fascicolo 9. Processo T.C.S. In matteria di taglie e spese per la sgurazione della seriola detta la coda de Serio. Per la Magnifica Città di Bergamo contro li signori compartecipi della Coda del Serio" (1).
Causa celebrata dinanzi ai rettori tra la città di Bergamo da una parte ed i compartecipi della Coda del Serio dall'altra circa il pagamento di taglie e di spese di "sgurazione" (pulitura) della roggia Coda di Serio e circa presunti debiti reciproci
Alle cc. 1-7 copia autentica dell'"instrumentum venditionis Caudae Serii", 1233 giugno 8.
1 volume, cc. 88, num. orig. fino a c. 71, poi rec, leg. originale in cartone, latino e volgare
note:
1. Citato in AB 475.

354, class. 1.2.19.1-354
1688 dicembre 4-1689 ottobre 17; antecedenti da 1587 febbraio 16
"1688 1689. Processo G. L. quarto. Per l'arte de molinari perchè le accuse de contrabandi siano portate solo, ed giudicate in prima instanza dai camerlenghi contro Giovanni Giacomo Cortinovis daziario" (1).
Causa tra l'arte dei molinari da una parte e i daziarii del dazio della macina dall'altro circa l'istruzione dei processi di contrabbando.
1 volume, cc. 11, num. rec., latino e volgare
note:
1. Citato in AB 475.

355, class. 1.2.19.1-355
1689 luglio 8-1689 settembre 6
"1689. Processo C secondo in materia de contrabandi. Per la Magnifica Città di Bergamo contro li Eccellentissimi Signori Camerlenghi" (1). Annuncio del camerlengo della camera fiscale di Bergamo di avere presentato appello a Venezia contro la revoca del decreto con il quale i rettori di Bergamo avevano attribuito la somma di lire 14 per ogni sentenza emessa in cause in materia di dazi.
1 unità documentaria cart., cc. 4, num. rec., leg. originale in cartoncino, volgare, danni: mutilo
note:
1. Citato in AB 475.

356, class. 1.2.19.1-356
1689 agosto 9-1691 aprile 5; seguiti a 1697
"Contra le comunità di Romano e Martinengo pro via Murigana"
Atti della causa celebrata davanti ai rettori fra la città di Bergamo da una parte e le comunità di Romano di Lombardia e di Martinengo dall'altra circa la suddivisione delle spese sostenute per la sistemazione della strada regia da Bergamo a Palazzolo sull'Oglio.
1 fascicolo, leg. originale in cartone, scucito, latino e volgare

357, class. 1.2.19.1-357
1689 agosto 31-1689 novembre 27; antecedenti da 1662 agosto 22
"1689. Circa la giurisdizione del Magistrato delle Vettovaglie in Fiera".
Atti susseguenti alla rimozione di Luca Zoppi e Paolo Zuccanino dalla carica di notaio del giudice al maleficio e fiera da parte del consiglio maggiore di Bergamo in seguito ad esecuzioni che andavano contro le prerogative dei giudici alle vettovaglie (1).
1 fascicolo, cc. nn., leg. originale in cartone, scucito, volgare
note:
(1). La causa venne probabilmente celebrata a Venezia, come si evince da una lettera di Aurelio Furietti, nunzio di Bergamo in Venezia, e una di Giovanni Zen, auditore vecchio, al podestà.

358, class. 1.2.19.1-358
1690 maggio 13; allegati da 1640 febbraio 23
"1692. Contra SS. Conti Brembati".
Relazione al consiglio maggiore, a seguito della supplica presentata dai conti Giuseppe Maria e Francesco Brembati per ottenere una somma dalla città di Bergamo, accompagnata da scritture relative ad un processo celebrato nel 1642 - 1644 fra un affittuale dei conti e la città.
1 fascicolo, cc. 61, num. rec., leg. originale in cartone, scucita, latino e volgare

359, class. 1.2.19.1-359
1690 agosto-1711 agosto; allegati da 1476 dicembre 3
"1476 usque 1711. Processo L. In materia del dazio dei lavezzi. Per la Magnifica Città di Bergamo contro Giovanni Battista Traversi partitante del suddetto dazio" (1).
Causa tra la città di Bergamo da una parte e Giovanni Battista Traversi, appaltatore privilegiato dei lavezzi "che si fabricano nelle montagne di Piur e Valtolina", ed in seguito i suoi eredi dall'altra circa una serie di proclami dei provveditori di comun di Venezia in contrasto con i privilegi goduti dalla città in periodo di fiera; a c. 130 proclama dei rettori di Bergamo "per la libera introduttione de lavezzi in tempo di fiera solamente", in virtù del "taglio con spazzo" da parte della quarantia civil nuova di Venezia dei suddetti proclami dei provveditori di comun, 1711 agosto 18, a stampa
A c. 29 (1690 agosto 11), c. 58 (1708 agosto 8), cc. 117, 129 (1710 agosto 21) ordini dei provveditori di comun in materia di lavezzi, Venezia, stampatore ducale Antonio Pinelli
A c. 54 (1702 agosto 22), c. 63 (1708 agosto 18) proclami dei rettori in materia di lavezzi, Bergamo, 1702 agosto 22, a stampa
Alle cc. I-XIL sommario della causa.
1 volume, cc. 170, cc. XIL, num. rec. + cc. 131, num. orig, leg. originale in cartone, latino e volgare, danni: umidità, macchie
note:
1. Citato in AB 475.

360, class. 1.2.19.1-360
1691 gennaio 3; antecedenti da 1539 febbraio 12
"1690. Circa custodes portarum civitatis et milites".
Carte nella causa contro gli abusi dei custodi delle porte a danno di daziari e mercanti. Supplica della città di Bergamo contro i guardiani delle porte. Contiene: "Proclama che proibisce a contestabili, militie, gabellieri e guardiani delle porte delle Città e Borghi il levare legne, fieni, frutti, vittovaglie o robba di qualonque sorte a passeggieri, conduttori & giusta la parte dell'Eccellentissimo Senato 31 genaro 1691"; a stampa, 1691, febbraio 8.
1 volume cart., cc. nn., leg. originale in cartone, scucito, volgare

361, class. 1.2.19.1-361
1691 febbraio 3-1694 febbraio 8; antecedenti da 1679 gennaio 18
"1691. Processo S. primo. In materia del dazio generale e stadera per la Magnifica Città di Bergamo e Territorio contro Giovanni Giacomo Cortinovis daziario del dazio generale e stadera. Fass. 6" (1).
Causa tra la città di Bergamo e il Territorio da una parte e Giovanni Giacomo Cortinovis, appaltatore del dazio generale e stadera, dall'altra circa la revoca dei capitoli pubblicati con proclama dei rettori di Bergamo del 18 dicembre 1690 sul dazio generale e stadera
Allegati a cc. 1-6, 13-14 proclami a stampa dei rettori di Bergamo sul dazio generale e stadera; 1679 gennaio 18; 1687 febbraio 20; 1688 dicembre 30; 1690 gennaio 11; 1690 dicembre 18; 1694 febbraio 3.
1 volume, cc. 15, num. rec., leg. originale in cartone, volgare
note:
1. Citato in AB 475.

362, class. 1.2.19.1-362
1693 aprile 11-1694 dicembre 29; antecedenti da 1429 giugno 2
"Processo C. quinto. 1693. 1694 ad 1695. In matteria d'aggionti alle condanne pecuniarie criminali applicabili alla città".
Allegati nella causa relativa all'esazione degli aggiunti sopra le condanne pecuniarie criminali a favore di luoghi pii, monasteri, la cassa del consiglio dei Dieci e l'accademia dei nobili di Venezia e che, non riscosse, portano la città di Bergamo ad essere debitrice dei suddetti soggeti.
1 volume cart., cc. 23, num. orig., leg. originale in cartone, volgare

363, class. 1.2.19.1-363
1693 giugno 16-1694 maggio 22; allegati da 1626 maggio 7; seguiti a 1694 giugno 19
"Pro Illustrissima Civitate Bergomi. Contra sindicos Viciniae Sancti Alexandri in Columna et Sancti Leonardi Burghi ipsius civitatis pro strade Coloniollae".
Causa tra la città di Bergamo da una parte e i sindaci della vicinia di Sant'Alessandro in Colonna e del borgo San Leonardo dall'altra circa le spese per la manutenzione della strada di Colognola.
1 volume, cc. 50, num. orig. fino a 40, poi rec.; bianche cc. 42-48, leg. originale in cartoncino

364, class. 1.2.19.1-364
1693 luglio
"Processo C quarto. 1693. In materia d'aggionti sopra condanne pecuniarie criminali" (1). Certificazione che la città di Bergamo risulta debitrice per gli "aggionti" (soldi 3 per lira) non riscossi sopra il capitale delle condanne criminali nei confronti della cassa del consiglio dei Dieci di Venezia per la somma di lire 8381 soldi 10 e nei confronti del luoghi pii per la somma di lire 7513 soldi 11. Segue elenco dei condannati tenuto per valutare tale esazione.
1 volume cart., cc. 27, num. orig. fino a 23, poi rec.; bianche cc. 24-27, leg. originale in cartoncino, volgare, danni: umidità
note:
1. Segnalato in AB 475.

365, class. 1.2.19.1-365
1693 luglio-1695 aprile
"I. Pro Magnifica Civitate Bergomi contra Magnificam Civitatem et Sp[ectabilem] Territorium Brixiae".
Causa tra il conte Giovanni Paolo Calepio e la città di Bergamo da una parte e la città di Brescia e il comune di Capriolo dall'altra circa la supplica del conte Calepio sul pagamento di gravezze pubbliche. Copie.
1 fascicolo cart., cc. nn., leg. originale in cartoncino, scucito, volgare

366, class. 1.2.19.1-366
1694 maggio 1-1694 maggio 27; antecedenti da 1582 giugno 2
"1582 usque 1694. Processo P.T.C. In materia dei portalettere, tramessi, cavalari o sia corrieri della Città di Bergamo con la tariffa in stampa del pagamento di detti portalettere o sia corrieri. Per la Magnifica Città di Bergamo contra detti cavallari o sia corrieri".
Comunicazioni dei provveditori di comun di Venezia al podestà di Bergamo e viceversa circa abusi e disordini nel servizio postale. Allegate carte relative a vari processi circa disservizi del servizio postale, abusi dei cavallari di San Marco e richieste della città di Bergamo di nominare i propri portalettere. Cucita "Tariffa delli Illustrissimi signori Proveditori di Comun in materia del pagamento di lettere e tramessi alli portalettere di Bergamo"; a stampa, 1669.
1 volume cart., cc. nn., leg. originale in cartone, latino e volgare

367, class. 1.2.19.1-367
1694 ottobre 2-1698 giugno 5
"1698. Per la venuta del prelato. Vedi il seguito in liber conciliorum 6 giugno et in filtia rettori".
Allegati nella causa fra la città di Bergamo da una parte e il capitolo della cattedrale dall'altra circa le procedure da tenersi in occasione di cerimonie importanti.
1 fascicolo cart., cc. 4, leg. originale in cartoncino, scucito, volgare
Unità momentaneamente non reperibile giugno 2010

368, class. 1.2.19.1-368
1694 dicembre 2-1695 settembre 10; allegati da 1602 novembre 28
"1665 ad 1694. Per la Magnifica Città e il Spettabile Territorio. Processo V 3 sesto. In matteria del dazio del ducatone per l'estrazione de vini in Terre aliene, o sia stati esteri".
Causa fra la città di Bergamo e il territorio da una parte e l'arte dei brentadori dall'altra circa la possibilità di esportare il vino "in terre aliene" e, di conseguenza, di imporre il ducato del ducatone per brenta di vino in sostituzione di quello dei soldi 4 per brenta, applicato al consumo interno.
1 volume, cc. 118, num. rec., leg. originale in cartone, latino e volgare

369, class. 1.2.19.1-369
1694-1751
"1694 ed 1751. Processo V nono. In matteria del dazio del ducatto per rota del vino. Per la Magnifica Città di Bergamo contro li conduttori del detto dazio".
Alle cc. 1-4 richiesta ai rettori di Bergamo di fornire una opinione giurata sulla supplica presentata dall'appaltatore del dazio del ducato per botte del vino di sospendere l'incanto del dazio in terre aliene e, di conseguenza, di imporre il dazio dei soldi 4 per brenta, 1694 gennaio; a c. 5 proclama sul dazio del ducato per botte del vino del podestà Nicolò Manini e del capitano Marco Dandolo, Bergamo, 1696 gennaio 10, a stampa; alle cc. 6-8 atti della causa celebrata dinanzi alla quarantia civil nuova di Venezia tra la Città di Bergamo da una parte ed i dazieri del dazio del ducato per botte del vino dall'altra circa le "sagome" dell'unità di misura su cui pagare il dazio del ducato per botte.
1 volume, cc. 8, num. rec., leg. originale in cartone

370, class. 1.2.19.1-370
1695 luglio 28-1695 settembre 17; antecedenti da 1440 settembre 24; seguiti a 1717 agosto 24
"1593. Nundinarum contra inhibitiones camerlenghi privilegiorum".
Carte relative al dazio d'uscita della seta. Alla c. 10 proclama dei rettori, Gerolamo Corner, podestà, e Marco Dandolo, capitano, sul dazio d'uscita della seta, a stampa, 1695 luglio 28; alla c. 14 lettera di Annibale [...], capo del consiglio di quarantia civil nuova di Venezia, 1695 agosto 17.
1 fascicolo, cc. 15, num. rec., leg. originale in cartoncino, scucito, latino e volgare

371, class. 1.2.19.1-371
1695 luglio-1697 febbraio; antecedenti da 1669 marzo 2
"Pro Magnifica Civitate Bergomi contro hereditatem quondam Dominici Lazzerini".
Causa celebrata davanti al podestà di Bergamo tra la città di Bergamo da una parte ed i figli e gli eredi del fu Giovanni Domenico Lazzarino dall'altra, debitori di lire 3.000 sul livello ceduto alla città dal marchese Gaspare Martinengo.
1 fascicolo cart., cc. 33, nn., leg. originale in carta, scucito, volgare

372, class. 1.2.19.1-372
[1695]; antecedenti in copia da 1429
"1695. Per le spese del ultimo suplitio ne casi delegati servatis servandis". "Per le spese del far essequir le sentenze de condannati all'ultimo supplizio".
Richiesta della città di Bergamo al capitano di non essere tenuta al pagamento delle spese in esecuzione di sentenze capitali nei casi delegati; allegati a tal fine: note delle sentenze di morte eseguite dopo la ducale del 1642 con indicazione di chi abbia pagato le spese; note delle spese sostenute per il mantenimento delle mura, porte e ponti della cinta delle mura vecchie; note delle condanne pecuniare seguite nei casi delegati servatis servandis; note di spese sostenute per l'esecuzione di singole condanne capitali.
1 fascicolo, leg. originale in carta, scucita, latino e volgare

373, class. 1.2.19.1-373
1696 gennaio 31-1696 luglio 18; allegati da 1572
"1696. Processo G. C. quinto. In materia di accuse de contrabandi per dazii vecchii aspettanti al Giudice alla Ragione e Dazii. Per la Città di Bergamo contro Giovanni Giacomo Cortinovis Daziaro ed altri Daziari" (1).
Atti di causa fra la città di Bergamo da una parte e Giovanni Giacomo Cortinovis, appaltatore del dazio delle sarze ad altri daziari dall'altra in merito alla giurisdizione nelle cause di contrabbando di dazi vecchi (2).
1 volume, cc. 33, num. rec., leg. originale in cartone, latino e volgare
note:
1. Citato in AB 475.
2. Gli atti sono in copia 1707 febbraio 12-23.

374, class. 1.2.19.1-374
1696 gennaio; allegati da 1503 novembre 11
"1695. Pro cordoari".
Sentenza (ed atti su cui essa si è basata) dei rettori, ascoltati il difensore ed il sindaco dell'arte della concia dei pellami, con la quale assolvono Giovanni Battista Pesenti dalle accuse mossegli
Allegati: a c. 1 supplica presentata dalla città di Bergamo ai rettori contro la richiesta presentata nel Pien Collegio di Venezia dall'arte dei confettori volta a dilatare l'applicazione del dazio della corza dei pellami, senza data; alle cc. 3-4 "Capitoli et ordini dell'imposition del datio della concia de curami" dei rettori, 1682 agosto 19 e capitoli aggiunti, 1685 luglio 21, a stampa.
1 fascicolo, cc. 22, num. rec., leg. originale in cartone, scucito, latino e volgare

375, class. 1.2.19.1-375
1696 maggio 31-1699 giugno 12; antecedenti da 1475 ottobre 11
"1697. Ducali et altro per il conziero di tutte le strade".
Scritture relative a ricorsi contro spese per la sistemazione di strade.
1 fascicolo, cc. 18, leg. originale in carta, scucito, latino e volgare

376, class. 1.2.19.1-376
1696 giugno 4-1701; antecedenti da 1640
"Pro illustrissima Città di Bergamo. Contro heredi del quondam Signor Marc Antonio Passo et suoi beni et nec non li pieggi".
Atti della causa celebrata davanti al podestà fra la città di Bergamo da una parte e le sorelle del fu Marco Antonio Passo dall'altra circa l'eredità di quest'ultimo.
1 volume, cc. 29, num. orig. fino a 22, poi rec.; bianche cc. 23-29, leg. originale in cartone, volgare

377, class. 1.2.19.1-377
1697 marzo 31-1697 agosto 20; antecedenti da 1626 maggio 7
"Pro Magnificis dominis Iudicibus stratarum contra Vallem Caleppiam et aliis"
Atti della causa celebrata (in appello?) davanti al collegio dei XX Savi del corpo del Senato di Venezia tra i giudici delle strade e incanti di Bergamo, da una parte e la valle Calepio, dall'altra, circa le spese di manutenzione della strada della valle Calepio.
1 fascicolo, leg. originale in carta, scucito, latino e volgare

378, class. 1.2.19.1-378
1697 luglio 24-1697 agosto 1
"Per la strada da Seriate detta munigalia"
Atti della causa celebrata davant ai rettori fra i giudici delle strade e incanti di Bergamo, da una parte, e la quadra di Calcinate, dall'altra, circa il riparto delle spese di manutenzione della strada fra Seriate e il fiume Serio.
1 fascicolo, cc. 10, leg. originale in carta, scucito, volgare

379, class. 1.2.19.1-379
1697 dicembre 21; allegati da 1668 gennaio 12
"1715 13 febbraio. Terminata dal [collegio] debitori. Contra signor Lavezari per sicurta fatta al signor Averara reggionato".
Deliberazione (ed atti su cui essa si è basata) del collegio dei debitori sulla supplica presentata da Giacomo fu Pietro Lavezari circa 50 scudi dovuti dal di lui padre Pietro per la fideiussione principale e solidale prestata a favore di Giovanni Guido Averaria, ragionato del comune nel 1670.
1 fascicolo, cc. 21, num. rec., leg. originale in carta, scucito

380, class. 1.2.19.1-380
1698 gennaio 27-1698 aprile 24; antecedenti da 1456 ottobre 22
"1456 usque 1698. Processo F.P.C.M. In materia di diversi precarii, accordii, permute e cambii seguiti tra la Città di Bergamo in occasione della continuazione della fabrica del Palazzo Novo, e la Vicinia e Regienti della Veneranda Chiesa di S. Michel dell'Arco in occasione della fabrica osia restaurazione di essa Chiesa"
Atti della causa celebrata davanti al vicario pretorio fra la città di Bergamo e la vicinia e chiesa di San Michele dell'Arco circa espropri per l'ampliamento del Palazzo Nuovo (1).
1 registro, cc. 41, num. rec.; bianche cc. 34-41, volgare
segnatura precedente: MMB 914
note:
(1). Non veri atti di causa, ma richieste di intervento al vicario.

381, class. 1.2.19.1-381
1698 febbraio 22
"1698 10 febraio. Copia di carte dal signor Vicario [...] per il cerimoniale in domo".
Allegato nella causa fra la città di Bergamo da una parte e il capitolo della cattedrale dall'altra circa le procedure da tenersi in occasione di cerimonie importanti.
1 unità documentaria cart., c. 1, leg. originale in carta, scucito, volgare

382, class. 1.2.19.1-382
1698 giugno 19-1698 luglio 1; antecedenti da 1697 aprile 13
"1698. Cancellieri della Città contro macelari per pagamento d'emolumenti".
Causa celebrata davanti ai giudici alla vettovaglie di Bergamo tra i cancellieri del comune di Bergamo da una parte ed i macellai della stessa città dall'altra circa per emolumenti.
1 fascicolo cart., cc. 7, leg. originale in cartone, volgare, stato di conservazione: cattivo, danni: macchie

383, class. 1.2.19.1-383
1699 maggio-1702 agosto
"A.B.C.D. Pro Illustrissima Città di Bergamo contro heredi del signor Marc'Antonio Passi e suoi beni nec non li piezzi".
Causa tra la città di Bergamo da una parte ed eredi di Marc'Antonio Passi dall'altra per il pagamento di garanzie in forma di deposito sui frutti di tutti i beni di Alessandro Passo carattati con la città. A c. 75 deliberazione del consiglio maggiore in materia di debitori, 1692 agosto 21, a stampa. Alle cc. 80-83 "Parte prese nell'eccellentissimo Conseglio di Pregadi, et Maggior Conseglio in materia di quelli che sono debitori di tanse, decime, et in materia delli beni conditionati", Venezia, Antonio Pinelli stampatore ducale, s.d.
Allegata "D. Pro Illustrissima città di Bergamo contro heredi del quondam Marc'Antonio Passo et suoi beni nec non li pieggi", Causa celebrata davanti al podestà fra la città da una parte e le sorelle del fu Marco Antonio Passo dall'altra circa l'eredità di quest'ultimo, 1 registro, cc. 29, num. orig. fino a 22, poi rec.; bianche cc. 23-29, 1698 maggio 15-1701 giugno 1.
1 volume, cc. 149, , num. orig. fino a c. 78, poi rec, leg. originale in cartone, latino e volgare

384, class. 1.2.19.1-384
1699 agosto 8-1701 giugno 6; allegati da 1695 agosto 18
"Pro illustrissima Città di Bergamo. Contro heredi del Signor Marc Antonio Passi et suoi beni nec non li pieggi et adversari".
Causa celebrata davanti al podestà fra la città di Bergamo da una parte e le sorelle del fu Marco Antonio Passo dall'altra circa l'eredità di quest'ultimo.
1 volume, cc. 70, num. orig. fino a 65, poi rec.; bianche cc. 65-70., leg. originale in cartone, volgare

385, class. 1.2.19.1-385
1699 novembre; antecedenti da 1519 aprile 15
"1676. 1697 et 1699. Processo D M quinto. Per ricordo di varie persone d'appaltar il dazio generale delle città di Terra Ferma per la condotta di tutte le merci. Per la Magnifica Città di Bergamo ed Collegio dell'Università de Mercanti contro li ricordanti del detto Dazio Generale" (1).
1699 novembre
Scritture presentate ai deputati sopra la privision del denaro di Venezia ed ai V savi alla mercanzia di Venezia dalle città di Bergamo, Brescia e Verona circa la proposta (che una sola persona abbia l'appalto) della condotta delle merci dalla Terra Ferma, già precedentemente rigettata dal senato nel 1675, 1682 e 1697
Alle cc. 43-44 ordine dell'imperatore Leopoldo I d'Asburgo in materia di dazi, 1675 dicembre 13, a stampa.
1 volume, cc. 78, num. rec., leg. originale in cartone
note:
1. Citato in AB 475.

386, class. 1.2.19.1-386
1700 marzo 3-1700 aprile 6; antecedenti da 1429 giugno 3
"1693 usque 1700. Processo C. sesto. In materia d'agionti sopra condanne pecuniarie criminali applicabili alla Magnifica Città".
Carte relative al debito della città di Bergamo verso la cassa del consiglio dei Dieci di Venezia per "aggionti" non riscossi sopra le condanne criminali.
All'inizio indice del processo.
1 volume cart., cc. nn, leg. originale in cartoncino, latino e volgare

387, class. 1.2.19.1-387
1700 maggio 13-1701 giugno 6; allegati da 1683 marzo 18
"Per l'illustrissima Città di Bergamo. Contro li obligati per l'heredità del quondam Signor Marc Antonio Passi et suoi beni et nec non li pieggi".
Causa celebrata davanti al podestà fra la città di Bergamo da una parte e le sorelle del fu Marco Antonio Passo dall'altra circa l'eredità di quest'ultimo.
1 volume, cc. 52, num. orig. fino a 48, poi rec.; bianche cc. 48-52, leg. originale in cartone, volgare

388, class. 1.2.19.1-388
1700 maggio 18-1723 giugno 30
"1700 ed 1723. Processo C primo in matteria del datio del bollo della carta" (1).
Alle cc. 1-4 "Capitoli stabiliti dall'Illustrissimi ed Eccellentissimi deputati ed sappienti sopra la provisione del denaro in ordine al decreto dell'Eccellentissimo Senato 18 maggio 1700 per il dacio del bollo delle carte da usarsi in giudizio", 1700 maggio 18. Alle cc. 5-6 ordine dei deputati ed aggiunti alla provision del denaro di Venezia di introdurre nella città e territorio di Bergamo la nuova imposta sulla carta bollata stabilita con decreto del senato del 3 giugno 1727, con l'invito di porre particolare attenzione a due punti che si evidenziano, 1723 giugno 10. Alle cc. 7-11 copia dei capitoli 12-25 approvati dal senato di Venezia su "l'essecutione e l'ordine di questa imposta", al fine di agevolare l'essame sopra li ricercati due punti", 1723 giugno 30.
1 volume cart., cc. 11, num. rec., leg. originale in cartoncino, volgare
note:
1. Segnalato in AB 475

389, class. 1.2.19.1-389
1700 maggio-1700 luglio; allegati da 1689 febbraio 10; seguiti a 1710 maggio 22
Processo [P terzo]. In matteria [...] del pane di prestino. Per l'arte de prestinari contro li daziari (1). Causa tra le arti dei "prestinari" (panettieri) e dei "farinariorum" (mugnai) da una parte ed i daziari del dazio del pane dall'altra affinchè questi ultimi si attengano alla deliberazione del senato dell'11 maggio 1690 (in virtù della quale il pane di qualità inferiore preparato per i poveri e le milizie è esente dal dazio del pane).
A c. 3 "Proclama per il dazio del prestino" di Giovanni Battista Corner, podestà, e Nicolò Maria Magno, capitano, Bergamo, 1689 febbraio 18, a stampa; alle cc. 11-13 "Proclama del dacio del pane" di Gerolamo Lorenzo Giustinian, podestà, e Gregorio Barbarigo, capitano, Bergamo, 1700; a c. 20 "Proclama per il dacio del prestino" di Gregorio Barbarigo, capitano, con il quale si rende nota la ducale del 5 giugno 1700 volta ad evitare novità ed abusi circa il dazio del pane, Bergamo 1700 luglio 5, a stampa; a c. 22 "Proclama per il dacio del prestino", di Leonardo Dolfin, podestà, e Vettor Pisani, capitano, Bergamo, 1710 maggio 22.
1 volume cart., cc. 23, num. rec., leg. originale in cartoncino, volgare, danni: macchie
note:1. Segnalato in AB 475.

390, class. 1.2.19.1-390
1700 maggio-1729 giugno
"Città di Bergamo contro Martinengo".
Allegati di causa tra la città di Bergamo ed il comune di Martinengo [circa la ripartizione delle spese di sanità].
Copie autentiche. Sigilli cerei sottocarta.
1 fascicolo, cc. 8, num. orig. 19-22, 95-97, 176, volgareo 27

391, class. 1.2.19.1-391
1701 marzo 17; allegati da 1658 maggio 28; seguiti a 1711
"1658 usque 1711. Processo P.T. primo. In matteria del pascolo delle pecore ed capre dati publici tezoni con il giudizio, e sentenza dell'eccellentissimo pien collegio a favore della Città di Brescia contro il suo Territorio" (1).
Sentenza (ed atti su cui essa è basata) del pien collegio di Venezia a favore della città di Brescia contro il Territorio di Brescia circa il pascolo delle pecore dei pubblici tezzoni del salnitro sui i beni pubblici
Contiene "Giudicio, e sentenza dell'ecellentissimo pien collegio a favore della città di Brescia, contro il suo Territorio in materia delle pecore de tezzoni", Brescia, stampatore camerale Policreto Turlino, 1711, cc. 7.
1 volume, cc. 14, num. rec., leg. originale in cartone, volgare
note:
1. Citato in AB 475.

392, class. 1.2.19.1-392
1701 marzo-1701 aprile
"1701. Processo C primo. In matteria del dazio de capelli" (1).
Atti relativi all'offerta presentata al magistrato dei dieci offici di Venezia dall'arte dei cappellari per ottenere per il periodo dall'aprile 1701 al marzo 1705 l'appalto del dazio dei cappelli della città e della Terra Ferma per la somma di 3.400 ducati.
1 volume, cc. 7, num. rec., leg. originale in cartone, volgare
note:
1. Citato in AB 475.

393, class. 1.2.19.1-393
1702 gennaio
"1701. Processo V.Z.G. In matteria di giurisdizione che ha la Città nella elezione del vicario di Zogno e del diritto che ha detto vicariato di eleggere il cancelliere del vicariato di Zogno e S. Giovanbianco. Per la Magnifica Città di Bergamo contro li deputati del com[...]" (1).
Causa tra la città di Bergamo da una parte ed i deputati del comune di S. Giovanni Bianco dall'altro circa l'elezione del vicario e del cancelliere della valle Brembana Inferiore.
1 volume, cc. 18, num. rec., leg. originale in cartone, volgare, danni: macchie
note:
1. Citato in AB 475.

394, class. 1.2.19.1-394
1702 febbraio-1710 marzo
"1701 usque 1713. Processo L primo. In matteria del dazio di soldi uno per lettera ed soldi tre per oncia" (1).
Deliberazioni del senato sull'applicazione del dazio di un soldo per lettera e suppliche presentate da Bortolo Foresti (1702, cc.2-5) e e Giacomo Venturello (1710, cc. 11-13).
A c. 1 "Capitoli sopra l'impositione del soldo per lettera" stabiliti dai deputati e aggionti alla provision del denaro, Venezia, 1701 maggio, Venezia, Pietro Pinelli stampatore ducale; a c. 7 "Proclama pubblicato per la migliore direttione e regola del dacio per soldo per lettera e soldi tre per oncia che corre in tutta la Terra Ferma, Venezia, 1707 marzo 12, Venezia, Pietro Pinelli stampatore ducale; a c. 8 "Capitoli stabiliti [...] per la miglior direttione del dacio del soldo per lettera e soldi tre per oncia", Venezia 1708 novembre 22, Venezia, Pietro Pinelli stampatore ducale; a c. 14 "Capitoli [...] per la miglior direttione del soldo per lettera e soldi tre per oncia l'anno 1708", Venezia, 1713 maggio 6, Venezia, Pietro Pinelli stampatore ducale.
1 volume, cc. 15, num. rec., leg. originale in cartone, volgare
note:
1. Citato in AB 475.

395, class. 1.2.19.1-395
1702 luglio
"Per la magnifica Citta contro li tutori de figlioli del quondam Giacomo Belotto".
Causa celebrata davanti al podesta di Bergamo tra la citta di Bergamo ed i tutori dei figli del fu Giacomo Bartolomeo Belotti, da Grumello, per beni venduti dai fratelli Giovanni Battista e Girolamo Manara al Belotti, beni sui quali la citta di Bergamo e creditrice di £ 1800 per sussidi decorsi.
1 fascicolo cart., cc. 6, leg. originale in cartone, scucito, volgare

396, class. 1.2.19.1-396
1702 novembre 6-1704 gennaio 12; antecedenti da 1701 maggio 3
"Tansa ad investir".
Richiesta della città di dilazioni nel pagamento della "tansa sui benestanti", introdotta dapprima a Venezia, poi nel resto della terraferma e, quindi, anche in Bergamo, e di condono parziale per gli inadempienti.
1 fascicolo, cc. nn., leg. originale in carta, scucito, volgare

397, class. 1.2.19.1-397
1704 febbraio-1746 maggio
"1704, 1739 e 1746. Processo V undecimo. In materia del dazio vino a spina. 1704 Per l'arte delli osti della città e borghi contro Antonio Brenni condutor del dazio vino a spina. 1746 Per la Magnifica Città di Bergamo assontrice di giudizio come nelli atti contro Antonio Grassi governatore del dazio vino a spina" (1).
Alle cc. 1-29 causa celebrata dinanzi alla quarantia civil nuova di Venezia tra l'arte degli osti della città e borghi di Bergamo da una parte ed Antonio Brenni, daziario del dazio del vino alla spina, dall'altra circa le pretese di quest'ultimo di far pagare il dazio del vino alla spina agli osti che vendono il vino all'ingrosso e di obbligare i sottoposti al dazio del vino alla spina a notificare al postiere del dazio della botte i nominativi dei venditori del vino al minuto, 1704 febbraio - 1704 aprile
Alle cc. 30-36 memoria di Pietro Maldura coadiutore della cancelleria prefettizia su carte processuali in materia del dazio del vino passate per la sua cancelleria, 1739 febbraio 28
Alle cc. 37-66 causa celebrata dinanzi alla quarantia civil nuova di Venezia tra la città da una parte ed Antonio Grassi, governatore del dazio del vino alla spina della città borghi e luoghi uniti, dall'altra circa i capitoli dell'antico contratto dei dazi che regolano la vendita del vino all'ingrosso ed al minuto, 1746 gennaio - 1746 maggio
A c. 3 proclama dei rettori "per il dacio del vino a spina", Bergamo, 1704 febbraio 13, a stampa. A c. 49 proclama dei rettori per il dazio del vino alla spina di Bergamo e dacioli di Valtesse e Colognola, Bergamo, 1746 gennaio 19, stampa.
1 volume, cc. 66, num. rec., leg. originale in cartone, latino e volgare
note:
1. Citato in AB 475.

398, class. 1.2.19.1-398
1704; allegati da 1466 febbraio 19
"1466 usque 1704. Processo T.P.C. Informazione in proposito delle tasse della Magnifica Pietà diretta alli signori deputati ed anziani della città dal difensore della stessa e circa l'elezione de Presidenti, Deputati e buon governo di esso Pio Luogo, con due pateat del testamento e codicillo del Capitan General Bartolomeo Colleoni ed altre carte relative a detto testamento e codicillo".
Relazione ai deputati ed anziani del difensore del Pio Luogo della Pietà circa l'elezione degli amministratori dello stesso.
1 volume, cc. 22, num. rec.; bianche cc. 19-22, leg. originale in cartone, latino e volgare, stato di conservazione: cattivo, danni: umidità

399, class. 1.2.19.1-399
1704-1746
"1704 usque 1746. Processo S decimo settimo in matteria dell'appalto del dazio dell'uscita della seta ed semenza de bigati ed trattura della seta" (1).
Causa in materia di appalto del dazio dell'uscita della seta, della semenza dei bachi da seta ("bigati") e della trattura della seta.
1 coperta cart., cc. 2, leg. originale in cartoncino, volgare, danni: macchie
note:
1. Segnalato in AB 475.
Unità momentaneamente non reperibile giugno 2010

400, class. 1.2.19.1-400
1705 luglio 26-1706 agosto 19
"Bergamo ed altre città contro città di Verona. Per la pretesa contribuzione delle tappe alle truppe tedesche".
Suppliche della città di Bergamo, infine accolte, per essere esentata dal pagamento del sussidio del 1705, fatta eccezione per la somma stabilita come risarcimento del "Monte" di Venezia.
1 fascicolo cart., cc. 26, nn., leg. originale in cartoncino, scucito, volgare

401, class. 1.2.19.1-401
1706 marzo 7-1707 febbraio 29; allegati da 1481 aprile 3
"1707. Processo G. C. sesto in materia di accuse de contrabanti per dazii vecchii aspettanti al giudice alla ragione e dazii per la Magnifica Città di Bergamo contro il foro prefettizio di Bergamo" (1).
Causa tra la città di Bergamo da una parte ed il capitano dall'altra circa l'istituzione dei processi in materia di contrabbando dei dazi vecchi da farsi presso l'ufficio del giudice alla ragione e dazi
A c. 5 "Proclama in materia de datii e contrabandi" di Girolamo Corner, podestà e Marco Dandolo, capitano, 1695 luglio 3.
1 volume, cc. 11, num. orig. fino a 8 poi rec, leg. originale in cartone, latino e volgare
note:
1. Citato in AB 475.

402, class. 1.2.19.1-402
1706 ottobre 22-1708 settembre 7; antecedenti da 1696 giugno 18
"1696 usque 1711. Processo F secondo in materia del dazio del consumo del fieno. Per la Magnifica Città e Territorio di Bergamo contro il daziaro del dazio del fieno" (1).
Causa celebrata dinanzi alla quarantia civil nuova di Venezia tra la città e il Territorio di Bergamo, da una parte, e Giovanni Benaglio, governatore del dazio del ducato per carro di fieno, dall'altra, circa la pretesa di quest'ultimo, convalidata da proclami dei revisori e regolatori delle entrate pubbliche in cecca di Venezia e del capitano di Bergamo, di assoggettare osti e noleggiatori di cavalli al pagamento del suddetto dazio e alla possibilità per questi ultimi di rivalersi sui clienti. Alle cc. 2 e 3 "Ordini e capitoli stabiliti dal Magistrato Eccellentissimo de Tre Deputati sopra la Provisione del Danaro", Venezia, Antonio Pinelli, stampator ducale, 1697 luglio 29. Alla c. 16 proclama dei revisori e regolatori delle entrate pubbliche in cecca sul dazio del ducato per carro di fieno, Venezia, Pietro Pinelli stampator ducale, 1706 marzo 6. Alla c. 19 "Proclama per il dacio del fieno" di Ludovico Vidman, capitano, 1706 settembre 17, a stampa. Alla c. 58 "Proclama per il dacio del consumo de Fieni" di Agostino Barbarigo, capitano, 1711 agosto 3, a stampa.
1 volume cart., cc. 61, num. rec., leg. originale in cartone, volgare
note:1. Citato in AB 475.

403, class. 1.2.19.1-403
1706 ottobre 22-1708 settembre 7; antecedenti da 1696 giugno 18
"1705 usque 1708. Processo F terzo in materia del dazio del consumo del fieno. Pro Magnifca Città e Territorio di Bergamo contro il daziaro del dazio del fieno" (1). Causa celebrata dinanzi alla quarantia civil nuova di Venezia tra la città e il Territorio di Bergamo, da una parte, e Giovanni Benaglio, governatore del dazio del ducato per carro di fieno, dall'altra, circa la pretesa di quest'ultimo, convalidata da proclami dei revisori e regolatori delle entrate pubbliche in cecca di Venezia e del capitano di Bergamo, di assoggettare osti e noleggiatori di cavalli al pagamento del suddetto dazio e alla possibilità per questi ultimi di rivalersi sui clienti.
A c. 1 proclama dei deputati sopra la provision del denaro pubblico di Venezia, Venezia, Antonio Pinelli stampator ducale, 1696 giugno 14, a stampa; a c. 2 "Ordini e capitoli stabiliti dal Magistrato Eccellentissimo de Tre Deputati sopra la Provisione del Danaro", Venezia, Antonio Pinelli, stampator ducale, 1697 luglio 29; a c. 3 proclama per il dazio del fieno di Ludovico Vidman, capitano, 1705 luglio 14, a stampa; a c. 13 proclama dei revisori e regolatori delle antrate pubbliche in cecca, Venezia, Pietro Pinelli stampator ducale, 1706 marzo 6, a stampa; a c. 15 "Proclama per il dacio fel fieno" di Ludovico Vidman, capitano, 1706 settembre 17, a stampa.
1 volume cart., cc. 131, num. orig. fino a 109, poi rec., leg. originale in cartone, volgare
note:
1. Citato in AB 475.

404, class. 1.2.19.1-404
1706 ottobre 22-1708 settembre 25; antecedenti da 1697 luglio 29
"1696 usque 1708. Processo F primo in materia del dazio del consumo del fieno. Per la Magnifica Città e Territorio di Bergamo contro il daziaro del dazio del fieno" (1). Causa celebrata dinanzi alla quarantia civil nuova di Venezia tra la città e il Territorio di Bergamo, da una parte, e Giovanni Benaglio, governatore del dazio del ducato per carro di fieno, dall'altra, circa la pretesa di quest'ultimo, convalidata da proclami dei revisori e regolatori delle entrate pubbliche in cecca di Venezia e del capitano di Bergamo, di assoggettare osti e noleggiatori di cavalli al pagamento del suddetto dazio e alla possibilità per questi ultimi di rivalersi sui clienti.
1 volume cart., cc. 47, num. rec., leg. originale in cartone, volgare
note:1. Citato in AB 475.

405, class. 1.2.19.1-405
1707 gennaio-1707 agosto; antecedenti da 1700 luglio
"[Per] la competenza de Fon. Magnifica Città contro Mazuche[t]o".
Atti relativi al tentativo di Martino fu Giovanni Mazuchetto di intentare causa contro la città di Bergamo così da poter sospendere la causa promossa contro di lui dai fratelli Francesco e Pietro Gaioncelli dalla Scala circa la proprietà di una muraglia.
1 fascicolo, leg. originale in cartone, scucita, latino e volgare, danni: umidità

406, class. 1.2.19.1-406
1709 dicembre-1710 marzo; antecedenti da 1692 aprile
"Per sanità contro Gandino et altre valli".
Causa tra la città di Bergamo da una parte e le valli Brembana Superiore, Brembana Inferiore, Seriana Superiore, Seriana Inferiore e Gandino dall'altra circa la presunta violazione da parte di Bergamo dei privilegi di separazione in materia di sanità.
1 fascicolo cart., cc. nn., leg. originale in cartone scucito, volgare, danni: umidità

407, class. 1.2.19.1-407
1710 gennaio 29-1712 marzo 4; allegati da 1532 dicembre 13
"Pro Magifica Civitate Bergomi contra Planitiem in causa conducturarum suppellectilium clarissimorum rectorum".
Causa celebrata in appello davanti la quarantia civil nuova di Venezia tra il Territorio di Brescia da una parte e la camera fiscale di Bergamo dall'altra circa le spese per il trasporto, in entrata ed uscita, di mobili e suppellettili dei rettori di Bergamo e della loro curia.
1 fascicolo, cc. 47, num. rec., leg. originale in cartone, scucito, latino e volgare

408, class. 1.2.19.1-408
1710 luglio-1710 agosto; antecedenti in copia da 1621 settembre
"1690 et 1710 contro Ghirardi". "Pro condemnatione pecuni[ari]a in arengo lata contra Bened Pesente magistro appellata et reiecta appellatione et sunt civit[...]".
Ducali relative alla causa tra la città di Bergamo da una parte e Rocco Ghirardi ed il figlio Cristoforo dall'altra circa l'istanza della città a che sia considerato nullo il taglio degli auditori novi della sentenza, pubblicata in arengo, di condanna pecuniaria di ducati 1 contro i Ghirardi, perchè contrario ai privilegi di cui gode la città di Bergamo.
Allegati.
1 volume, leg. originale in cartone, scucita, volgaretone, s

409, class. 1.2.19.1-409
1711 marzo 26-1715 gennaio 9
"1704 usque 1712 ed 1715. Processo E primo in matteria de ricordi per l'appalto del dazio dell'endico. Fassicolo 3" (1)
Atti di causa del capitano e dei 5 savi alla mercanzia di Venezia contro le università (c. 15) dei mercanti della città e del territorio di Bergamo per debiti contratti in occasione dell'appalto dell'indaco. Allegata alle c. 1-2 supplica di un privato cittadino "segreto" al doge sulle modalità dell'appalto della "droga dell'endeco sive color blo" nella città e nel territorio di Bergamo ed ordine dei 5 savi alla mercanzia al capitano di fornire una opinione giurata al riguardo, 1704 gennaio 27, copia. Allegata alle cc. 3.4 deliberazione con la quale si stabilisce che sia di competenza del "magistrato" (un rettore ?) stabilire la durata e la tariffa dell'appalto dell'indaco, 1710 febbraio 5, copia. Allegati a c. 12 "Capitoli in aggionta, e regolatione intorno l'appalto dell'endego" a firma del capitano Vincenzo Pisani Secondo, Bergamo 1712 giugno 4, a stampa.
1 volume cart., cc. 16, num. rec., leg. originale in cartoncino, volgare
note:
1. Segnalato in AB 475

410, class. 1.2.19.1-410
1711 aprile 22-1714 maggio 17
"1715. Per il livello Salvioni con il signor Donati terminato parti 1716 11 [ianuarii]".
Causa tra la città di Bergamo da una parte e Giovanni fu Cristoforo Calegari dall'altra circa il pagamento del livello su alcuni beni in Piazza (che quest'ultimo ha in affitto da Giuseppe Donati, il quale si è accordato con la città di trasportare il livello su una casa in Borgo San Lorenzo ai terreni in Piazza che affitta al Calegari).
1 fascicolo, cc. 8, num. rec., leg. originale in carta, scucito, volgare

411, class. 1.2.19.1-411
1713 aprile 11-1715 settembre 14
"D. Atti correnti relativi alle reliquie dei Santi Fermo, Rustico e Proculo".
Scritture prodotte nella causa fra la città di Bergamo da una parte ed il procuratore fiscale della curia episcopale di Bergamo, assuntrice di giudizio per il capitolo della cattedrale, dall'altra circa il diritto di custodia delle chiavi dell'urna che contiene le reliquie dei santi Fermo, Rustico e Proculo.
1 volume cart., cc. 10, num. orig., + cc. sciolte, leg. originale in cartone, latino e volgare, stato di conservazione: cattivo, danni: danni alla legatura

412, class. 1.2.19.1-412
1713 aprile 11-1716 agosto 1; antecedenti da 1438 aprile 11; seguiti a 1745 dicembre 24
"Culto. Reliquie dei Santi Fermo, Rustico e Proculo. Narrazione, esposizione e donazione delle reliquie dei Santi Fermo, Rustico e Proculo e delle reliquie di altri martiri possedute dalla cattedrale e domandate da altre chiese" (1).
Scritture prodotte nella causa fra la città di Bergamo da una parte ed il procuratore fiscale della curia episcopale di Bergamo, assuntrice di giudizio per il capitolo della cattedrale, dall'altra circa il diritto di custodia delle chiavi dell'urna che contiene le reliquie dei santi Fermo, Rustico e Proculo.
1 fascicolo cart., cc. nn., latino e volgare
note:
(1). Titolo ottocentesco su camicia in carta.

413, class. 1.2.19.1-413
1713 luglio-1717 ottobre; antecedenti da 1660 marzo 17
"A. Pro Magnifica Civitate Bergomi contra dominam Camillam Albanam Soltiam".
Atti della causa fra Paolo Emilio Solza e sua nipote Anna Maria da una parte e le monache dimesse di Bergamo dall'altra, circa l'esecuzione dell'istrumento Solza con cui è stato costituito il monastero.
1 fascicolo cart., cc. nn., leg. originale in cartone, scucito, latino e volgare

414, class. 1.2.19.1-414
1713 agosto 2-1715 dicembre 5; antecedenti da 1533 giugno 2
"Rettori e città di Bergamo. Contro Speziali".
Ricorso al podestà, e poi alla quarantia civil nuova di Venezia, da parte dei reggenti del collegio degli speziali, contro un proclama del podestà ritenuto esorbitante rispetto alle sue competenze. A c. 28 proclama dei giudici delle vettovaglie, controfirmato da Francesco Maria Canal, podestà, sull'utilizzo della carta per avvolgere le mercanzie.
1 volume, cc. 64, num. orig., leg. originale in carta, volgare

415, class. 1.2.19.1-415
1713 agosto 16-1714 febbraio 14; allegati da 1566 aprile 12; seguiti a 1714 aprile 24
"1566 usque 1714. Processo T. D. primo in materia de salarii che doveranno pagare alli pubblici trombetti della Magnifica Città di Bergamo per incanti de dazii" (1).
Causa tra il signor Gerolamo Guerra, cassiere dei dazi pizzamantello, grattarola, ducato per botte, soldi quattro per brenta del vino, oglio e carne da una parte e i pubblici trombetti dall'altra circa il pagamento del salario a loro dovuto per aver presenziato col suono di tromba all'incanto dei suddetti dazi.
1 volume, cc. 19, num. rec., leg. originale in cartone, volgare latino e
note:
1. Citato in AB 475.

416, class. 1.2.19.1-416
1713 settembre 4
"1713 4 settembre. Processo C primo. In materia di ricordo per dazio dei colori cremesi, versino ed altri" (1).
Supplica presentata al doge da Giovanni Brancador per ottenere il rinnovo di 8 anni dell'appalto del "cremese, verzino, curcuma et oricella (oricello)" e prospetto delle possibili entrate daziarie.
1 unità documentaria, cc. 3, num. rec., leg. originale in cartone, volgare
note:
1. Citato in AB 475.

417, class. 1.2.19.1-417
1713-1715
"Culto. Chiese e funzioni. Diritti della città di Bergamo" (1).
Scritture relative alla causa tra la città di Bergamo ed il capitolo della cattedrale circa il diritto di custodia delle reliquie dei santi martiri Fermo, Rustico e Proculo.
1 fascicolo, cc. 110, num. rec., volgare
note:
(1). Titolo ottocentesco su camicia in carta.

418, class. 1.2.19.1-418
1714 febbraio 16-1715 luglio 15; antecedenti da 1665 maggio 12
"Culto. Reliquie dei Santi Fermo, Rustico e Proculo. Vertenza insorta tra la città ed il capitolo circa il diritto di possedere una chiave dell'urna" (1).
Scritture prodotte nella causa fra la città di Bergamo da una parte ed il procuratore fiscale della curia episcopale di Bergamo, assuntrice di giudizio per il capitolo della cattedrale, dall'altra circa il diritto di custodia delle chiavi dell'urna che contiene le reliquie dei santi Fermo, Rustico e Proculo. Contiene ducale di Giovanni Cornelius II nella quale si esprime il giudizio a favore della città, 1715 luglio 15. Copie a stampa e manoscritte della stessa ducale.
1 fascicolo cart., cc. nn., latino e volgare
note:
(1). Titolo ottocentesco su camicia in carta.

419, class. 1.2.19.1-419
1714 agosto 31-1715 aprile 26; allegati da 1412
"1713 usque 1715. Città di Bergamo contra spezieri" (1).
Atti della causa, celebrata in prima istanza davanti al podestà e in appello alla quarantia civil nuova di Venezia, fra il collegio degli speziali della città di Bergamo e la stessa città circa il divieto, stabilito dai giudici alle vettovaglie, di incartare i prodotti venduti con carta di eccessivo peso.
Inserite cc. IV manoscritte con sunto della causa (2).
3 stampati, pp. 36, num. orig.
note:
(1). Citato in AB 475.
(2). Tre copie.

420, class. 1.2.19.1-420
1714 ottobre 9-1715 settembre 2; allegati da 1456 marzo 13
"A. Pro Magnifica Civitate Bergomi contro reverendissimum capitulum et curiam episcopalem assumptricem iuditii".
Atti spediti al doge relativi alla causa tra la città di Bergamo da una parte ed il procuratore fiscale della curia episcopale di Bergamo, assuntrice di giudizio del capitolo della cattedrale, dall'altra circa il diritto di custodia delle reliquie dei Santi Martiri Fermo, Rustico e Proculo.
1 volume, cc. 257, num. orig. fino a 195 poi rec.; bianche cc. 197-257, leg. originale in cartone, latino e volgare

421, class. 1.2.19.1-421
1715 gennaio 4-1715 giugno 21; allegati da 1589 maggio 12
"E. Città di Bergamo contro canonici, curia episcopale".
Atti di causa tra la città di Bergamo da una parte ed il capitolo della cattedrale di Bergamo dall'altra circa la custodia delle reliquie dei Santi Martiri Fermo, Rustico e Proculo custodite nella cattedrale.
1 volume, cc. 238, num. orig. fino a 208 poi rec.; bianche cc. 209-238, leg. originale in cartone, latino e volgare

422, class. 1.2.19.1-422
1715 maggio 8-1716 dicembre 11
Atti di causa.
Atti della causa celebrata davanti all'ufficio pretorio fra la città di Bergamo, rappresentato dal collegio ai debitori, da una parte, e gli eredi del conte Antonio Albano fu Zaccaria circa debiti del defunto.
1 fascicolo, leg. senza coperta, scucito, latino

423, class. 1.2.19.1-423
1715 agosto 3-1715 agosto 12
"1682. 1706. 1715. Processo M primo. In materia de ricordi licenziati sopra il dazio dell'introduzione ed estrazione delle merci di qualunque sorte in Terra Ferma ed esteri stati" (1).
Scritture presentate ai deputati sopra la provision del denaro pubblico ed ai V savi alla mercanzia di Venezia dalle città di Bergamo, Brescia e Verona circa la proposta che una persona sola persona abbia l'appalto della condotta delle merci dalla Terra Ferma, gia precedentemente rigettata dal senato nel 1682 e 1706.
1 fascicolo, cc. 9, num. rec., leg. originale in cartone, volgare
note:
1. Citato in AB 475.

424, class. 1.2.19.1-424
1715-1716; antecedenti da 1428
"Città di Bergamo contro signori Tassis. Carte duplicate ed altre carte credute inutili".
Atti della causa celebrata davanti al Pien Collegio di Venezia fra la città di Bergamo da una parte ed i figli fu Pietro Tassis dall'altra circa la concessione dell'infeudazione Tassis cher si sovrapporrebbe alle competenze del vicariato della valle Brembana Inferiore. Allegati alberi genealogici della famiglia Tassis. Originali e copie.
1 fascicolo cart., cc. nn., leg. originale in cartoncino, scucito, latino e volgare

425, class. 1.2.19.1-425
1716 marzo; antecedenti da 1475 ottobre
"1716. Per l'Illustrissima Città contra Giovanni Antonio Beccaria". (1)
Causa d'appello celebrata davanti al vicario vicegerente pretorio di Bergamo tra Giovanni Antonio Beccaria, grassinaro, da una parte e la città di Bergamo dall'altra, contro la sentenza 31 gennaio 1716 emanata dai giudici alle vettovaglie di Bergamo contro il Beccaria.
1 fascicolo cart., cc. nn, leg. originale in cartone scucito, latino e volgare
note:
(1). Processo contenuto in fascicolo avente coperta con titolo: "Processo formato contro cavalier Battista Carrara et cavalier Pavolo Bressano cavaglieri de comun".

426, class. 1.2.19.1-426
1716 aprile 27-1716 dicembre 18; allegati da 1428 luglio 9
"Città di Bergamo" (1).
Supplica presentata dalla città di Bergamo al doge contro il decreto del senato 11 agosto 1715 col quale si passava all'erezione del nuovo feudo, con giurisdizione civile e criminale minore sopra beni posti nella Valle Brembana, e si investivano i fratelli
Giovanni Giacomo, Luigi Ferdinando ed Alessandro Tassis, fu Pietro Paolo, del titolo di Conti del monte Tasso nella valle di Cornello.
1 stampato, pp. 60, num. orig., latino, volgare e francese

427, class. 1.2.19.1-427
1716 aprile 27-1717 febbraio 22; allegati da 1428 luglio 9
"Città di Bergamo. Contro signori Tassis".
Causa celebrata davanti al consiglio dei pregadi di Venezia fra la città di Bergamo da una parte e i conti Tassis dall'altra circa la loro pretesa di avere, oltre al titolo comitale, la giurisdizione civile e criminale sulle loro proprietà situate in valle Brembana.
Contiene comunicazione del doge Giovanni Cornelius della sentenza del Pien Collegio con la quale si aderisce alla richiesta della città e contro le pretese dei conti Tassis, 1717 febbraio 22.
1 stampato, pp. 60, num. orig., latino e volgare

428, class. 1.2.19.1-428
1717 gennaio 28-1717 maggio 13; allegati da 1660 maggio 31
"1717. Pro illustrissima Civitate, et domino Alexandro Marendis equite comunis et Bartolo Briosco fante victualium contra Dominicum [...] Quagliotto et Ioseph Mascherettum fornasarium detratum" (1).
Atti di causa tra la città di Bergamo Alessandro Marendis, cavaliere di comune e Bortolo Briosco, fante all'ufficio delle vettovaglie da una parte e Giuseppe Mascheretti "fornasario" dall'altra, in materia di costruzioni di "quadrelli, pianelle, baloselli e copi.
1 fascicolo, cc. 13, num. rec., latino e volgarertoncino, scucito, latino e volgaree
note:
1. Citato in AB 475.

429, class. 1.2.19.1-429
1717 marzo 6-1717 luglio 29; antecedenti da 1625 maggio 17
"Cerimoniali con il [canonico] Priuli"
Atti della causa fra la città di Bergamo da una parte, il capitolo della cattedrale e la curia di Bergamo dall'altra circa i diritti di precedenza del predicatore quaresimale.
1 fascicolo cart., cc. 16-23, num. orig., + c. sciolte, leg. originale in cartona, scucito, latino e volgare

430, class. 1.2.19.1-430
1717 giugno-1717 luglio
"1717. Processo C.F. primo. Per ricordo d'agravar li edifizii seu li filatolii licenziato" (1).
Ordine dei deputati ed aggiunti alla provision del denaro pubblico di Venezia con cui si attribuisce a "persona segreta" per tutta la vita di questa e per 20 anni agli eredi l'1% (se con aggravio) ed il 2 (se senza aggravio) delle somme individuate nel "ricordo" (proposta scritta e firmata presentata a un magistrato) sui filatoi.
1 volume, cc. 3, num. rec., leg. originale in cartone, volgare
note:
1. Citato in AB 475.

431, class. 1.2.19.1-431
1719 gennaio 13-1719 dicembre 18
"1719. Processo S primo. In matteria dell'apalto dal dazio del sapone" (1).
Deliberazione del senato di Venezia a seguito della supplica delle "città, territorii e valli oltre il Mincio" per il dazio del consumo del sapone imposto nelle città della Terra Ferma al di là del Mincio con deliberazione del senato del 16 dicembre 1618.
1 volume, cc. 3, num. rec., leg. originale in cartone, volgare
note:
1. Citato in AB 475.

432, class. 1.2.19.1-432
1719 aprile-1719 giugno; antecedenti da 1429
"Contro chiesa di San Lorenzo per la muralia".
Causa tra la città di Bergamo da una parte e la chiesa di San Lorenzo di Bergamo dall'altra circa una muraglia (che la chiesa vorrebbe aver fatto parte delle mura vecchie) che minaccia il coro e la sagrestia della chiesa stessa. Originali e copie autentiche con sigilli cerei sottocarta.
1 fascicolo cart., cc. nn., leg. originale in carta, scucito, volgare

433, class. 1.2.19.1-433
1720 ottobre 12-1722 ottobre 2; allegati da 1712 giugno 22
"Città di Bergamo. Al laudo".
Causa celebrata in primo grado davanti al vicario pretorio e in appello davanti al vicario vicegerente pretorio fra la città di Bergamo e Marc'Antonio Marchetti da una parte e gli eredi del fu Giuseppe Marchetti dall'altra circa l'affitto del follo superiore in Prato di Bergamo di proprietà della città.
1 stampato, pp. 32, num. orig., leg. originale in cartoncino, latino e volgare

434, class. 1.2.19.1-434
1721 febbraio-1722 dicembre
"P. Illustrissimo signor vicario vicegerente pretorio. L'illustrissima città contro Marchetti".
Causa tra la città di Bergamo da una parte e gli eredi fu Giuseppe Marchetti dall'altra per un debito di Giuseppe Marchetti per l'affitto di un follo e di case di proprietà della città.
1 volume cart., cc. 82, num. orig., leg. originale in cartone, latino e volgare, stato di conservazione: cattivo, danni: umidità, funghi e batteri, macchie

435, class. 1.2.19.1-435
1721 giugno 14-1721 dicembre 23
"1720 e 1721. Città per pubbliche gravezze contro Mauritio Carminati, Giovanni Maria et Marco Raspis, ora abitanti in Ferrara, il signor Conte Gentil Benaglio, Conte Giacomo Passi, Andrea Calegari et Giovanni Antonio Ghilardi, Vincenzo Marchetti quondam Balzarino, Giovanni Consolati, Commissarii dell'eredità del quondam signor Canonico Stefano Gervasoni di Bordogna".
Atti della causa celebrata davanti al podestà di Bergamo tra la città di Bergamo da una parte e i commissari dell'eredità del fu canonico Stefano Gervasoni di Bordogna per gravezze gravanti sull'eredità del defunto.
1 fascicolo cart., cc. 7, leg. originale in cartoncino, scucito, volgare

436, class. 1.2.19.1-436
1721 luglio 22-1721 settembre 17; antecedenti da 1547 ottobre 29
"Pro Magnifica Civitate et Spectabile Territorio contra Spectabilem Vallem Imaniam causa expensarum sanitatis".
Atti della causa discussa davanti al podestà di Bergamo fra la città di Bergamo e il Territorio da una parte e la valle Imagna dall'altra circa il mancato pagamento da parte di quest'ultima delle spese sanitarie.
1 fascicolo cart., cc. 1, 2, 13, 23, 29-36, 53, 55, num. orig., leg. originale in cartone scucito, latino e volgare

437, class. 1.2.19.1-437
1721 settembre 6-1723 dicembre 9; allegati da 1708 giugno 27
"1707. Carte restituite dal signor Livio Caravina sindico. Levato il processo contro il signor Giuseppe Passi, et consegnato al signor Azzonica, sindico per gli anni 1728, 1729, 1730. Pro Magnificae Civitate Contra Communitates Sanctissimorum Bartolomeii et Salvatoris Leminis et Palazaghi. Pro expensis sanitatis".
Causa tra la città di Bergamo, il Territorio e la valle Imagna, da una parte, e i comuni di Almenno San Salvatore, Almenno San Bartolomeo e Palazzago dall'altra, circa la contribuzione alle spese di sanità.
1 fascicolo, cc. 126, num orig. fino a 112, poi. rec; mancanti i nn. 1-7, 9, 11-15, 17-30, 103-104, 108., leg. originale in cartone, scucito, volgare

438, class. 1.2.19.1-438
1722 marzo 6-1722 maggio 11; antecedenti da 1721 gennaio 29
"Processo V. B. 1722. Dazio dell'imbotar vini e biave".
Supplica presentata dalla città di Bergamo e dal Territorio contro la terminazione degli inquisitori in Terra Ferma circa il dazio dell'imbotado di vini e cereali ed il suo accoglimento da parte del doge Giovanni Cornelius.
A c. 11 avviso a stampa del capitano Silvestro di Bembo, 1720 dicembre 20; a c. 13 ordini a stampa dei sindaci inquisitori in Terra Ferma, Brescia, 1721 marzo 8; alle cc. 14-15 "Teriminazione et ordini ... per l'essigenza del dacio dell'imbottado per il territorio di Bergamo" dei sindaci inquisitori in Terra Ferma, 1721 maggio 16; a c. 22 proclama a stampa del capitano di Bergamo 1722 maggio 11 riportante ducale di Giovanni Cornelius.
1 volume, cc. 28, num. rec., leg. originale in cartone, volgare, stato di conservazione: cattivo, danni: umidità, sbiadimento dell'inchiostro, macchie

439, class. 1.2.19.1-439
1725 luglio-1739 febbraio; allegati da 1618 giugno 30
"1618 usque 1739. Processo M primo. In matteria del dazio della macina. Per la Magnifica Città di Bergamo contro li conduttori del dazio della macina".
Atti della causa tra la città di Bergamo da una parte ed i conduttori del dazio della macina dall'altra circa l'appello della città dinanzi alla quarantia civil nuova di Venezia del proclama del 13 giugno 1735.
Capitoli sul dazio della macina, ducali, ordini dei sindaci inquisitori in Terra Ferma.
A c. 33 "Capitoli del datio della macina", 1653 agosto 7; a c. 34 proclama a stampa dei rettori Giovanni Battista Corner, podestà, e Agostino da Riva, capitano, sul dazio della macina, 1690 gennaio 11; a c. 35 "Proclama per il dacio della macina della Città, Borghi e Sottoborghi et Corpi Santi" dei rettori Francesco Garzoni, podestà, e Michiel Magno, capitano, a stampa, 1706 dicembre 21; a c. 37 proclama a stampa dei rettori Francesco Garzoni, podestà, e Michiel Magno, capitano, sul dazio della macina, 1707 marzo 1°; alle cc. 38 e 39 due copie del "Proclama per li dacii della macina della Città, Borghi et Corpi Santi, per il ducato per bote et grattarola" dei rettori Pietro Dolfin, podestà, e Agostino Barbarigo, capitano, a stampa, 1711 febbraio 27; a c. 40 ""Proclama per il dacio della macina della Città, Borghi et Corpi Santi che corre per conto di Serenissima Signoria" dei rettori Alvise Zorzi III, podestà, e Giovanni Francesco Querini, capitano, a stampa, 1716 gennaio 2; a c. 53 "Proclama per il datio della macina di questa Città, Borghi e Sottoborghi" dei rettori Giacomo Soranzo, podestà, e Alvise Mocenigo IV, capitano, a stampa, 1719 gennaio 31; a c. 54 proclama a stampa dei sindaci inquisitori in Terra Ferma Pietro Grimani, Michiel Morosini e Zan Alvise Mocenigo II sul dazio della macina, 1721 aprile 23; a c. 57 proclama a stampa dei sindaci inquisitori in Terra Ferma Pietro Grimani, Michiel Morosini e Zan Alvise Mocenigo II sul dazio della macina, 1721 maggio 7; a c. 58 proclama a stampa dei sindaci inquisitori in Terra Ferma Pietro Grimani, Michiel Morosini e Zan Alvise Mocenigo II sul dazio della macina, 1721 maggio 21; alle cc. 59 e 60 due copie del proclama a stampa dei sindaci inquisitori in Terra Ferma Pietro Grimani, Michiel Morosini e Zan Alvise Mocenigo II sul dazio della macina, 1721 giugno 7; a c. 61 "Proclama per il datio della macina di questa Città, Borghi e Corpi Santi" dei rettori Vincenzo Capello, podestà, e Angelo Contarini, capitano, a stampa, 1729 agosto 5; a c. 82 " Proclama per li dacii Pizzamantello e soldi quattro per brenta di vino" del capitano vicepodestà Vincenzo Gradenigo IV, a stampa, 1738 dicembre 23.
1 volume, cc. 91, num. rec., danni: umiditàtorio contro la terminazione degli i

440, class. 1.2.19.1-440
1725-1755
"Magnifica città di Bergamo per baroari". "1759 2 ottobre seguì spazo di taglio vedansi le ducali in filza decreti ed il registro in libro ducali D folio 49".
Allegati di causa. Alle cc. 1-5: "Ordini e tariffe per l'essecuzioni ed intimationi per il contegno e mercedi de ministri così pretorii come prefettizii". 1725 maggio 8; copia autentica di Gaetano de Cucchis, vicecancelliere del comune di Bergamo. Alle cc. 6-7 proclama di Giovanni Antonio Baglioni, capitano e vicepodestà di Bergamo, in materia di baroari, Bergamo 1749 novembre 8; a stampa (+ una copia non numerata). Alle cc. 8-9 proclama di Pietro Priuli, provveditore, in materia di baroari, Bergamo, 1725 maggio 8, a stampa. Allegati: proclama di Alvise Foscarini, podestà, e Bortolo Gradenigo, capitano, in materia di baroari, Bergamo 1725 maggio 8, a stampa.
1 volume cart., cc. 10, num. orig., + cc. 2 nn., leg. originale in cartone scucito, latino e volgare

441, class. 1.2.19.1-441
1726 marzo 20
"1726 marzo. Per la giurisdizione di Clusone".
Contiene "Notta delle carte trasmesse al signor nontio in Venetia concernenti l'affare col signor podestà di Clusone intorno l'innapelabilità di certo tal qual mandato d'ordine di detto signor Podestà intimato a Giovanni Poloni".
1 unità documentaria, cc. 2, leg. originale in carta, scucito, volgare

442, class. 1.2.19.1-442
1726 aprile; allegati da 1668 novembre 24
"1668 usque 1726. Processo P primo. In materia del dazio del pane e i prestino da vendersi a peso. Per l'arte de prestinari contro li daziari" (1).
Atti di causa tra l'arte dei panettieri da una parte e la città di Bergamo e l'arte dei farinari dall'altra (circa il dazio del prestino).
A c. 7 proclama a stampa dei rettori Alvise Malipiero, podestà, e Andrea Badoer, capitano, sul dazio del prestino, 1701 febbraio 22); a c. 11 "Proclama per il datio del prestino" dei rettori Giovanni Battista Corner, podestà, e Nicolò Maria Magno, capitano, a stampa, 1689 febbraio 18); a c. 21 "Proclama per il dacio del prestino" del capitano Gregorio Barbarigo, a stampa, 1700 giugno 26; a c. 25 "Proclama per il datio del prestino di questa città, borghi e sottoborghi" dei rettori Leonardo Dolfin, podestà, e Vettor Pisani, capitano, a stampa, 1710 marzo 6; a c. 28 "Proclama per il datio del prestino" dei rettori Alvise Zorzi III, podestà, e Giovanni Francesco Querini, capitano, a stampa, 1716 gennaio 2; a c. 29 "Proclama per il datio del prestino" del podestà vicecapitano Alvise Zorzi III, a stampa, 1716 maggio 6; a c. 32 "Proclama per il datio del prestino" dei rettori Giacomo Soranzo, podestà, e Alvise Mocenigo IV, capitano, a stampa, 1719 febbraio 3; a c. 33 "Proclama per il datio del prestino di questa città, borghi e corpi santi" dei rettori Giacomo Soranzo, podestà, Silvestro Bembo, capitano, a stampa, 1719 aprile 29.
Alle cc. 1-4 sommario della causa.
1 volume, cc. 37, num. rec..gati a: 1674 aprile 2
note:
1. Citato in AB 475.

443, class. 1.2.19.1-443
1726 luglio-1727 maggio; antecedenti da 1428
"1727. Per il ponte sopra la Brembilla in Sedrina contra la valle".
Atti relativi alla ripartizione delle spese per l'aggiustamento del ponte della Brembilla (stante la deliberazione dei rettori di Bergamo di ripartire la spesa tra la città, il Piano, la valle Brembana Inferiore e Oltre la Goggia in ragione del carato, data l'importanza commerciale della strada Priula), spese che ammontano a lire 1740 soldi 16 e che devono essere pafate a Bartolomeo Ronzoni, che ha avuto dalla città la concessione di aggiustare il ponte. Allegata nota "Carte spedite in Venezia al signor nuncio il di 5 aprile 1727 per la causa del ponte della Brembilla" (1). Nota: sigilli cerei sulla coperta.
1 fascicolo cart., cc. nn., leg. originale in cartone scucito, latino e volgare
note:
1. Il fascicolo risulta mutilo.

444, class. 1.2.19.1-444
1726-1727 febbraio; antecedenti da 1720 maggio; seguiti a 1746 aprile
1700 usque 1746. Processo C quarto. In materia del dazio della carne. Per la magnifica Città e Territorio di Bergamo contro Francesco Lochis daziario ed altri daziari (1). Causa celebrata dinanzi a magistrature veneziane tra la città di Bergamo ed il territorio da una parte e Carlo Lochi daziere del dazio del soldo per lira dall'altra conclusa con sentenza del doge che rigetta l'istanza di Carlo Lochi e conferma alla Città e al Territorio il privilegio del 31 dicembre 1629 dell'introduzione di lire 6 di carne al giorno per ciascuna famiglia ed interpretazione autentica da parte del senato del capitolo 11 regolante il dazio del soldo per lira delle carni.
1 volume cart., cc. 24, num. rec., leg. originale in cartoncino, latino e volgare
note:
1. Segnalato in AB 475.

445, class. 1.2.19.1-445
1727 maggio 7-1728 agosto 29; antecedenti da 1508 maggio 25; seguiti a 1729 agosto 17
"Città. Iura contro forum et contra cancellaria pretoria et prefettizia cum officii civitatis".
Carte della causa fra la città di Bergamo da una parte e le cancellerie pretoria e prefettizia dall'altra circa la nuova regolamentazione del foro civile di Bergamo.
1 fascicolo cart., cc. nn., leg. originale in cartoncino scucito, latino e volgare

446, class. 1.2.19.1-446
1727-1740 settembre 28; antecedenti da 1566 aprile 5; seguiti a 1746 giugno 8
"Città di Bergamo contro Martinengo. Corrente 1730".
Atti della causa celebrata davanti alla quarantia civil nuova di Venezia fra la città di Bergamo da una parte e il marchese Pietro Martinengo dall'altra circa il mancato pagamento di gravezze pubbliche per lire 38003 soldi 13. Alle cc. 6-13 "Sentenza dell'Eccellentissimo Pien Collegio con auttorità di Senato de dì 31 ottobre 1636 a favore della Magnifica Città di Bergamo contro li signori conti Gherardo marchese e Bartolomeo Martinenghi", a stampa.
A c. 76, ducale del doge Alvise Mocenigo, 1728 aprile 28.
1 volume cart., cc. 242, num. orig., + carte sciolte nn., leg. originale in cartone, volgare

447, class. 1.2.19.1-447
1728 febbraio 19-1728 marzo 30; antecedenti da 1406 aprile 29
"Sumarii in causa Martinenga".
Sommario degli atti di causa fra la città di Bergamo da una parte e il conte Pietro Martinengo dall'altra circa gravezze dovute dal padre di quest'ultimo, conte Gasparo Giacinto.
1 volume cart., cc. nn., leg. originale in cartone senza seconda coperta, volgare

448, class. 1.2.19.1-448
1728 febbraio
"Citta contro Abbazia di San Nicolo de Celestini" (1).
Causa celebrata davanti il vicario vicegerente pretorio di Bergamo tra la città di Bergamo e il convento di San Nicolò dei Celestini circa la chiusura di un fosso, di ragione del convento, e sua deviazione per irrigare i campi del Lazzaretto della citta.
1 fascicolo cart., cc. 3, leg. originale in carta, scucito, volgare, stato di conservazione: cattivo, danni: fragilità del supporto
note:
1. Di seguito al titolo "1731 ultimo marzo consegnato al signor Carlo Milani de signori cancellieri della citta".

449, class. 1.2.19.1-449
1731 aprile 4-1757 febbraio 12; allegati da 1495 aprile 13
"Città e territorio di Bergamo" (1).
Cause celebrate davanti alla quarantia civil nuova di Venezia (1731-1735, 1756-1757) e all'avogaria di comun (1738-1739) tra i comuni di Scanzo e Rosciate da una parte e la città di Bergamo ed il Territorio dall'altra circa la possibilità da parte dei primi di poter ricorrere al capitano per ottenere licenza e decreti di taglio "de cantieri di castagna, e roveri nel bosco della
Seradesca".
1 stampato, pp. 178, num. orig., latino e volgare, danni: umidità
note:
(1). Aggiunta di mano ottocentesca "Agricoltura ed industria. Boschi. [Processi] per taglio". Bergamo, Biblioteca civica "A. Mai", R.E.4071/1955.

450, class. 1.2.19.1-450
1731 dicembre 11-1732 febbraio 1; allegati da 1428 giugno 5
"Città di Bergamo contro Val Gandino" (1).
Appello presentato davanti al consiglio dei dieci di Venezia dalla città contro la Val Gandino circa l'interpretazione data da quest'ultima della ducale dell'11 dicembre 1731, interpretazione secondo la quale il vicario di valle sarebbe obbligato a giurare anche su capitoli ed ordini "nuovi composti a loro arbitrio, senza la publica sovrana approvazione, pregiudiziali ancora alla di lui giurisdizione & offizio".
1 stampato, pp. 24, num. orig., latino e volgare, danni: umidità
note:
1. Cfr. 174

451, class. 1.2.19.1-451
1731 dicembre 11-1732 maggio 15; allegati da 1428 giugno 18
"Stampa Valli di Gandino" (1).
Causa celebrata davanti al consiglio dei dieci di Venezia tra la città di Bergamo da una parte e la Val Gandino dall'altra circa l'interpretazione data da quest'ultima della ducale dell'11 dicembre 1731, interpretazione secondo la quale il vicario di valle sarebbe obbligato a giurare anche su capitoli ed ordini "nuovi composti a loro arbitrio, senza la publica sovrana approvazione, pregiudiziali ancora alla di lui giurisdizione & offizio".
1 stampato, pp. 27, num. orig., latino e volgare, danni: umidità
note:
1. Cfr. 173

452, class. 1.2.19.1-452
1732 febbraio 7-1732 maggio 10; antecedenti da 1554 aprile 27
"Cerimoniali col capitolo".
Atti della causa fra la città di Bergamo da una parte e il capitolo della cattedrale dall'altra circa le procedure da tenersi in occasione di cerimonie importanti. Contiene lettere dei deputati del comune di Brescia.
1 fascicolo cart., cc. nn., leg. originale in cartone scucito, latino e volgare

453, class. 1.2.19.1-453
1732 febbraio; antecedenti da 1616
"1755. Contro spectabile Gerolamo Adelasio debitor di pubbliche gravezze".
Appello della città di Bergamo contro Gerolamo Adelasio per debiti derivanti da pubbliche gravezze. Allegato albero genealogico di Lorenzo Adelasio.
1 fascicolo cart., cc. nn., leg. originale in carta, volgare

454, class. 1.2.19.1-454
1732 aprile 8-1734 dicembre 15
"Circa solutiones fiendas Magistratum Stratarum pro aequitationibus super stratis".
Atti nella causa celebrata davanti alla quarantia civil nuova di Venezia fra quadre e valli del territorio di Bergamo, da una parte, e la città di Bergamo dall'altra, circa il pagamento delle cavalcate dei giudici alle strade e incanti, del loro notaio e del loro fante.
1 fascicolo, cc. nn., leg. originale in cartone, scucito, latino e volgare

455, class. 1.2.19.1-455
1732 aprile-1733 luglio; antecedenti da 1540; seguiti a 1738 dicembre
"Città di Bergamo contra litisconsortis".
Causa tra litisconsorti di Cividate, Martinengo, Calcinate, Urgnano, Ghisalba contribuenti all'estimo di Bergamo da una parte e la città di Bergamo dall'altra circa la richiesta dei primi di essere sollevati dal pagamento dell'interesse del quattro e mezzo per cento sopra gli aggravi pubblici ex ducale 1677 novembre 18 di Alvise Contarini. Originali, copie semplici ed autentiche dei cancellieri del comune di Bergamo.
1 volume cart., cc. 69, num. orig., leg. originale in cartone, latino e volgare

456, class. 1.2.19.1-456
1736 dicembre 13-1738 aprile 26
"1736 usque 1738. Processo D quinto. In matteria del dazio del pane di fioretto di prestino per l'arte de prestinari di Bergamo contro li daziari" (1).
Deliberazioni del senato a favore della città di Bergamo e contro Vincenzo Zini, appaltatore del dazio del prestino, circa la concessione accordata a quest'ultimo di poter "fabricare pan fioretto"
A c. 1 elenco degli atti. A cc. 8-11 copia del proclama dei rettori di Bergamo "Per il dazio del prestino", 1689 febbraio 18.
1 volume, cc. 17, num. rec., leg. originale in cartone, volgare
note:
1. Citato in AB 475.

457, class. 1.2.19.1-457
1741 giugno 10-1741 luglio 22; allegati da 1501 marzo 19
"1740 1741. Per strade del Borgo Santo Leonardo".
Causa celebrata davanti al capitano tra la città di Bergamo da una parte e i sindaci del borgo San Leonardo dall'altra circa le spese per la manutenzione delle strade interne al borgo.
Alla c. 11 proclama a stampa dei giudici delle strade e dei rettori, 1727 marzo 21.
1 fascicolo, cc. 63, num. rec., leg. originale in carta, latino e volgare

458, class. 1.2.19.1-458
1741 giugno 21-1749 agosto 18; allegati da 1718 gennaio 24
"Vicario vicegerente pretorio. Per la magnifica città contro diversi debitori pieggi del quondam Giovanni Battista Mazzoleni fu esator di pubbliche gravezze".
Cause celebrate davanti al vicario vicegerente pretorio tra la città di Bergamo da una parte e Domenico Bortolotto, Orazio Rivola, Scipione Bresciani, Pietro Beloni, Ottavio Vassallo, Gerolamo Bresciani e Pompeo Berlotti dall'altra per debiti verso la città contratti dal fu Giovanni Battista Mazzoleni (esattore della città ai sussidi ed altre pubbliche gravezze foris negli anni 1713-1720, 1724-1739) che, durante gli anni di servizio, aveva riscosso le gravezze senza girarle nei pubblici libri e per essersi dichiarati i suddetti debitori suoi fideiussori.
1 fascicolo, cc. 66, num. rec., leg. originale in cartone, latino e volgare

459, class. 1.2.19.1-459
1742 aprile
"Città. N° 689. Processo sopra falsificazione di biglietti a stampa del Sacro Monte di Pietà".
Causa celebrata davanti al [capitano vicepodestà] Giovanni Battista Albricio I a seguito della denuncia presentata da Gennaro Barbacini, governatore del Monte di Pietà, di aver trovato tre biglietti di pegno falsificati (1 allegato) emessi a nome Maria Carozza.
1 volume, volgare
note:
Unità momentaneamente non reperibile giugno 2010

460, class. 1.2.19.1-460
1742 maggio-1742 agosto; antecedenti da 1718 ottobre
"Città contra Belini" (1).
Causa tra la città di Bergamo da una parte e Bonaventura e fratelli fu Rinaldo Bellini da Fino (i quali hanno rinunciato all'eredità paterna) dall'altra per debiti derivanti dal mancato pagamento di gravezze da parte del fu Rinaldo. Allegati sommario e albero genealogico di Marco Bellini (nato il 13 settembre 1633). Inserite carta estranea: competenze della quarantia; copia di mano ottocentesca da S. Romanin, "Storia documentata di Venezia", tomo IV, pag. 480.
1 volume cart., cc. nn., leg. originale in cartone, volgare
note:
1. Segnatura ottocentesca "Archivio comunale. Liti. 1742".

461, class. 1.2.19.1-461
1742 novembre 28-1743 marzo 26; antecedenti da 1709
"Magnifica Città e Spettabile Territorio contro comuni di Verdello Maggiore e Minore per spese di sanità".
Atti della causa fra la città di Bergamo e il territorio di Bergamo da una parte e i comuni di Verdello e Verdellino dall'altra circa la richiesta di questi di essere rimborsati per le giornate impegnate dai propri abitanti nella custodia dei confici con lo stato di Milano nel 1713 e 1714, tempo di sospetto contagio.
1 fascicolo cart., cc. nn., leg. originale in cartone, volgare

462, class. 1.2.19.1-462
1744 marzo 23-1744 maggio 15; antecedenti da 1743 dicembre 19
Atti di causa.
Atti della causa d'appello celebrata davanti al capitano di Bergamo fra i giudici alle vettovaglie del comune di Bergamo da una parte e il comune di Palosco, rappresentato dal deputato Pietro Giudici che agisce per conto di Francesco Diana, proprietario di un forno in Palosco, dall'altra circa il diritto del Diana di cuocere pane di mistura e degli abitanti del comune di acquistarlo.
1 fascicolo cart., cc. nn., volgare

463, class. 1.2.19.1-463
[1745]; antecedenti da 1419
"Diversi summarii, informazioni, suppliche al Serenissimo Principe, abbozzi di costituti, scritture, ed conteggi, la maggior parte senza giorno, mese, ed anno il tutto servito nella causa tra la Magnifica Città ed Territorio di Bergamo assontor di giudizio come nelli atti contro la menza vescovile di Bergamo prettendente l'esenzione del pagamento delle pubbliche gravezze de Mandato Dominii ed altre [etc.] sopra di lei beni feudatarii posti in Morengo" (1).
Atti della causa tra la città di Bergamo da una parte e la mensa vescovile di Bergamo dall'altra circa la pretesa di quest'ultima di essere esentata dal pagamento delle pubbliche gravezze per i beni feudatari in Morengo
Alle cc. 1-45 sommari di diverse cause sul tema.
1 volume, cc. 119, num. orig. fino a c. 109 poi rec., leg. originale in cartone, volgare
note:
1. Citato in AB 475.

464, class. 1.2.19.1-464
1746 gennaio 13-1746 novembre 19; allegati da 1678 dicembre 30
"1678 usque 1746. Processo L. D. sesto. In matteria d'esenzione di varii dazii cioè di lino, stroppa, candele di sevo, ferrarezza ed altri generi con la tariffa a stampa dei dazii generali 1702, ed altre carte rellattive a detta tariffa 1703" (1).
Relazioni del collegio dei XX savi del corpo del senato di Venezia in merito alla richiesta del Territorio di Bergamo di essere esentato dal pagamento di dazi su alcune merci
Alle cc. 11-47 "Tariffa generale di tutti li pubblici dacii vecchi e nuovi che di presente corrono nella Magnifica Camera Fiscal di Bergamo per questa Città e suo Territorio", Bergamo, fratelli Rossi, 1702, a stampa.
1 volume, cc. 61, num. rec., leg. originale in cartone, latino e volgare
note:
1. Citato in AB 475.

465, class. 1.2.19.1-465
1746 gennaio 18
"Magnifica città di Bergamo contro fante pretorio".
Deliberazione dei provveditori ed aggiunti sopra danari pubblici di Venezia circa la decima del fante della cancelleria pretoria. Copia di Carlo Calcis, notaio.
1 unità documentaria cart., c. 1, leg. originale in cartone, volgare
note:
Unità momentaneamente non reperibile giugno 2010

466, class. 1.2.19.1-466
1746 gennaio 22-1749 agosto 27; antecedenti da 1681 gennaio 13; seguiti a 1750
"1691 1746. Pompe".
Atti della causa discussa davanti alla quarantia civil nuova di Venezia fra la città di Bergamo da una parte, e il clero cittadino dall'altra circa i divieti stabiliti dal capitano vicepodestà di Bergamo Giovanni Giovanelli e dal collegio alle pompe di Bergamo rispetto a funzioni, funerali e matrimoni.
Contiene: "Proclama pubblicato d'ordine dell'Illustrissimi et Eccellentissimi Sopraprovveditori e Provveditori alle Pompe adì 13 gennaio 1681. In materia d'ogni sorte di pompe"; a stampa, "Proclama pubblicato d'ordine dell'Illustrissimi et Eccellentissimi Sopraprovveditori e Provveditori alle Pompe adì 15 maggio 1694"; a stampa.
1 fascicolo cart., cc. nn., leg. originale in cartone scucito, latino e volgare

467, class. 1.2.19.1-467
[1746]; antecedenti da 1724 dicembre 23
"1724 usque 1746. Processo P. quarto. In materia del Bollo de Panni di Lana, Sarze e Panni da Muro" (1). Nota di incanti di dazi redatta da Gian Francesco Rinaldi, notaio dell'officio fiscale di Bergamo.
1 fascicolo cart., cc. 5, num. rec., leg. originale in cartoncino, volgare
note:
1. Segnalato in AB 475.

468, class. 1.2.19.1-468
[1747]; antecedenti da 1607
"1604. Per strada all Vazene concessa a Padri del Carmine con obbligo".
Allegati della causa tra il Provveditore Generale di Venezia da una parte e la città di Bergamo dall'altra circa la pretesa che quest'ultima, contrariamente a quanto sempre avvenuto, sostenga le spese di manutenzione della strada del Vagine e della strada da porta San Giacomo a porta Sant'Agostino.
1 fascicolo, cc. nn., leg. originale in cartoncino, volgare

469, class. 1.2.19.1-469
1749 gennaio 28-1750 agosto 12; allegati da 1736 marzo 15
"Città, e Territorio di Bergamo".
Causa celebrata davanti alla quarantia civil nuova di Venezia tra i comuni di Scanzo e Rosciate da una parte e la città di Bergamo e il territorio dall'altra circa la sospensione delle lettere del 30 dicembre 1748 di Vincenzo a Ripa, avogadore di comun di Venezia, regolanti l'uso della legna da opera del bosco Ceradesca in Scanzo e Rosciate.
1 stampato, pp. 14, num. orig., leg. originale in cartoncino, danni: umidità

470, class. 1.2.19.1-470
1749 febbraio 1; antecedenti da 1712 marzo 5
"Per la Magnifica Città contro Lorenzo Bizzoli e contro Signori Conti Ernesto e Amadeo fratelli et eredi quondam Conte Lucillo Tassis".
Intimazione del vicario vicegerente pretorio di Bergamo alla città di Bergamo di assumere il giudizio contro Lorenzo Bizzoli per la vendita di un terreno in Urgnano già di proprietà della città (1).
1 fascicolo cart., cc. nn., leg. originale in cartone scucito, latino e volgare
note:
(1). Si tratta degli atti preparatori alla causa.

471, class. 1.2.19.1-471
1749 luglio 12-1749 novembre 22; antecedenti da 1593 ottobre 16
"Città di Bergamo contro clero per pompe".
Atti della causa discussa dalla quarantia civil nuova di Venezia fra la città di Bergamo da una parte e il clero cittadino dall'altra circa i divieti stabiliti dal capitano vicepodestà di Bergamo Giovanni Giovannelli e dal collegio alle pompe di Bergamo rispetto a funzioni, funerali e matrimoni (1). Alle cc. 31-32: "Proclama per le pompe" del capitano vicepodestà Nicolò Donado e dei deputati alle pompe; a stampa, 1732 gennaio 4. Alle cc. 33-34: "Proclama in materia di pompe" del capitano vicepodestà di Bergamo Giovanni Giovanelli; a stampa, 1746 gennaio 13.
1 volume cart., cc. 63, num. orig, + cc. sciolte, leg. originale in cartone, latino e volgare
note:
(1). Cfr ducali, u. 525.

472, class. 1.2.19.1-472
1752 luglio 21-1753 settembre 5; antecedenti da 1751 agosto 21
Atti di causa.
Causa celebrata in appello davanti alla quarantia civil nuova di Venezia fra la città di Bergamo, assuntrice di giudizio per il pio luogo della Pietà, da una parte ed il monastero di Astino dall'altra contro il mandato del capitano che ordinava ai suddetti pii luoghi, a loro spese, alcune opere di ristrutturazione presso loro proprietà per la sistemazione della strada che da Osio porta ai confini dello stato di Milano.
1 stampato, pp. 20, num. orig., leg. originale in cartoncino, latino e volgare

473, class. 1.2.19.1-473
1754 gennaio 10
"1753. Processo E primo. In matteria del dazio o sia tansa sopra edefizii" (1).
Atti della causa celebrata dinanzi alla quarantia civil nuova di Venezia tra la città ed il territorio di Bergamo da una parte e la camera fiscale dall'altra circa l'applicazione della nuova tassa di un ducato per ruota imposta sugli "edifici di qualonque genere che lavorano con l'acqua" in relazione con quanto versato con l'estimo.
1 volume, cc. 3, num. rec., leg. originale in cartone, volgare
note:
1. Citato in AB 475.

474, class. 1.2.19.1-474
1754 dicembre 30-1755 febbraio 9
"Per cerimoniali con Sua Eccellenza Provveditore".
Supplica della città di Bergamo a Venezia circa l'osservanza dei cerimoniali in occasione dell'arrivo dei nuovi rettori o provveditori. Lettera di Domenico Quadri, "custode e cerimoniere" di Vicenza, circa il cerimoniale. Relazione al doge di Nicolò Erizzo, "ultimo ritornato" capitano vicepodestà di Bergamo.
1 fascicolo, cc. 5, leg. originale in cartoncino, scucito, volgare

475, class. 1.2.19.1-475
1756 luglio 22-1761 agosto 8; allegati da 1428 dicembre 18
"Magnifica Città di Bergamo contro commun dal Canto".
Causa celebrata a Venezia fra la città di Bergamo da una parte e il comune di Poscante dall'altra circa la partecipazione di quest'ultimo alle spese per la sistemazione delle strade di Broseta e Longuelo. Alla c. 35 proclama del capitano vicepodestà Giovanni Battista Albrici I contenente i capitoli dei giudici delle strade e incanti sulla manutenzione delle strade (1745 marzo 8) e il testo di una ducale di Pietro Grimani (1745 febbraio 4).
1 volume, cc. 87, num. orig. fino a 57, poi rec.; cc. 58-87 bianche; allegate cc. 48 sciolte, leg. originale in cartone, latino e volgare

476, class. 1.2.19.1-476
1757 agosto 3-1758 giugno 2; allegati da 1626 marzo 26
"Per il Magnifico Collegio alle acque di questa città. Contro rappresentanti il Kavaglier Gerolamo Poncino e contro Sonzogni. La presente causa è stata ultimata con istromento primo giugno 1758 in atti della cancelleria della città rispetto ai signori rappresentanti Poncini e quanto a signori Bonghi [sic] ...".
Atti di causa fra la città di Bergamo da una parte e la famiglia Sonzogno dall'altra circa il diritto di prelazione, in caso di affitto, di ore d'acqua della seriola Nuova in Zanica.
1 volume, cc. 31, num. orig. fino a 24, poi rec. fino a 26; cc. 27-31 sciolte, leg. originale in cartone, volgare

477, class. 1.2.19.1-477
1758 giugno-1758 agosto; antecedenti da 1531
"Concordio tra la Città e Territorio Piano per il cantiero delle strade cavalcatorie e vertenza per il concorso preteso dal Territorio de beni catasticati alla Città".
Rigetto del senato di Venezia di procedere per via giudiziaria ed invio degli atti al podestà e vicecapitano di Bergamo, della supplica presentata dai deputati di comuni di Gorlago, Tresolzio, Santo Stefano, Chiuduno e Grumello contro i giudici delle strade e incanti di Bergamo circa l'interpretazione dell'articolo 31 collazione VIII dello statuto di Bergamo, in merito alla ripartizione delle spese di manutenzione delle strade regie e private (nel caso specifico, la strada che dalla roggia di Seriate porta a tutta la val Calepio); 1758 giugno. Causa contro la vicinia di Santa Grata inter vites circa la ripartizione delle spese per il rifacimento della strada di Borgo Canale che porta all'Isola e alla valle San Martino; 1758 luglio - agosto.
1 fascicolo cart., cc. nn., leg. originale in cartone scucito, latino e volgare

478, class. 1.2.19.1-478
1761 giugno 9-1762 gennaio 26; antecedenti da 1654 gennaio 12
"Per l`arco in Gombito" (1).
Determinazione del consiglio minore di Bergamo circa due botteghe di ragione del fu Giuseppe Pezzoli e da questi lasciate alla citta con testamento 1650, le quali furono distrutte da un incendio nel 1761, in seguito al quale la citta ne fece ordinare la demolizione, alla quale si oppose il marchese Antonio Terzi, quale deputato eletto dalla citta per l`adempimento del legato Pezzoli.
1 fascicolo cart., cc. 13, num. rec., leg. originale in cartone, volgare
note:
(1). Titolo all`interno "Per la bodega Pezzoli in Gombito".

479, class. 1.2.19.1-479
1763 gennaio 26-1763 ottobre 4; antecedenti da 1601 novembre 13
"Per bombardieri".
Causa d'appello celebrata davanti alla quarantia civil nuova di Venezia fra la città di Bergamo da una parte, e la compagnia degli artiglieri delle vicinie di S. Alessandro e S. Leonardo, dall'altra, circa la contribuzione alla sistemzazione della strada verso la Fiera e la sottomissione dei singoli artiglieri alla giurisdizione dei giudici delle vettovaglie.
1 fascicolo, cc. 44, leg. originale in cartone, scucito, latino e volgare

480, class. 1.2.19.1-480
1763 gennaio 31-1763 maggio 25; antecedenti da 1491
"Per la fedelissima città di Bergamo al taglio".
Causa d'appello celebrata davanti alla quarantia civil nuova di Venezia fra la città di Bergamo da una parte, e la compagnia degli artiglieri delle vicinie di S. Alessandro e S. Leonardo, dall'altra, circa la contribuzione alla sistemzazione della strada verso la Fiera e la sottomissione dei singoli artiglieri alla giurisdizione dei giudici delle vettovaglie (1).
1 stampato, pp. 74, num. orig., leg. originale in cartone, latino e volgare
note:
(1). A stampa.

481, class. 1.2.19.1-481
1763-1764; antecedenti da 1638; seguiti a 1776
"Processi diversi concernenti l'officio delle vettovaglie".
Atti processuali riguardanti la causa tra i giudici delle vettovaglie e l'arte dei grassinari; relativa sentenza emessa dagli avogadori di comun di Venezia e taglio della stessa ad opera della guarantia civil nuova.
Relazione presentata al doge circa la revisione dei capitoli riguardante gli obblighi dei collaterali dei giudici delle vettovaglie.
Giudici delle vettovaglie: Ottavio Medolago, Giuseppe Marchesi e Giuseppe Mazocchi.
Ordini, leggi e statuti dei giudici delle vettovaglie(1).
1 fascicolo, pratiche 43, num. rec., leg. originale in cartone, volgare
note:
1. Su moduli a stampa alle pratiche 2, 14, 15, 17, 35.

482, class. 1.2.19.1-482
1772-1791 giugno 11
"Minutarii in proposito del ricorso daziale sostenuto dal cavaglier Bidasio in Venezia per li corpi Città, Territorio e Clero".
Copie di documenti trasmessi a Venezia in occasione del ricorso contro la riforma daziale del 1785. Alle cc. 7-20: "1783. Per il dazio generale", fascicolo a stampa con titolo interno: "Calcoli di approssimazione onde riconoscere alcuni de' più sensibili aggravj che apportano alla povera fedelissima provincia di Bergamo".
1 volume, cc. 60, num. rec., leg. originale in cartone, volgare

483, class. 1.2.19.1-483
1774 agosto 7-1775 febbraio 11; antecedenti da 1723 febbraio 14
"Carte pro baroarii".
Relazioni e copie di azioni del consiglio maggiore di Bergamo relative alle esecuzioni delle condanne civili da parte dei baroarii della città.
1 fascicolo, cc. 20, num. rec., leg. originale in carta, scucito, volgare

484, class. 1.2.19.1-484
1774 settembre-1774
1774. Processo B quinto. In matteria del dazio delle biade detto pizzamantello. Per la Magnifica Città e Territorio di Bergamo contro li fiscali della Serenissima Signoria di Venezia (1). Appello davanti alla quarantia civil nuova di Venezia da parte della città di Bergamo e del Territorio a che sia "tagliato" (cassato) il proclama in materia di dazi di biave del 17 giugno 1774 del capitano e vicepodestà Giovanni Paolo Baglioni in quanto questo non sarebbe la rinnovazione del proclama del 23 dicembre 1772 del capitano e vicepodestà Giovanni Grassi - esecutorio della deliberazione del senato del 24 dicembre 1772-, bensì una innovazione. Pareri legali sulla fondatezza dell'appello.
1 volume cart., cc. 17, num. rec.; bianche cc. 16-17, leg. originale in cartoncino, volg
note:
1. Segnalato in AB 475.

485, class. 1.2.19.1-485
1775 gennaio 11-1776 febbraio 24; allegati da 1526
"1775. Carte in proposito della pendenza contro li signori Conti Colleoni pretendenti che sia posta contumacia alli soggetti della famiglia circa l'essere eletti Presidenti della Magnifica Pietà. Fu terminata questa causa a favore della Città con sentenza deffinitiva dell'Eccellentissimo Consiglio di X 2 ottobre 1776".
Causa celebrata davanti al consiglio dei Dieci di Venezia fra la città di Bergamo da una parte e i conti Colleoni dall'altra circa la presidenza del Pio Luogo della Pietà.
1 fascicolo, cc. 19, num. rec., leg. originale in cartone, scucito, latino e volgare

486, class. 1.2.19.1-486
[XVIII III quarto]
"La magnifica città contro li pastori".
Atti di causa tra la città di Bergamo da una parte ed i pastori degli 8 tezzoni di Bergamo e territorio (1) dall'altra circa il mancato rispetto da parte di questi ultimi del numero di pecore da tenere in ciascun tezzone (206) e dei mesi di "pernottamento" nei tezzoni (15 ottobre - 15 aprile).
1 fascicolo, leg. originale in cartone, scucita, volgare
note:
(1). Tezzoni in Prato della Fiera di Bergamo, Gorlago, Fosio in Val Calepio, Mornico, Spirano, Martinengo, Osio Sotto, Terno d'Isola

487, class. 1.2.19.1-487
1776 febbraio 26-1776 agosto 21; allegati da 1646 settembre 14; seguiti a 1777 febbraio 4
"Processo di una causa fatta dal signor Carlo Pisoni, cavaliere di comun, a preservazione della giudicatura del magistrato alle vettovaglie per certa querela annottata sopra sentenze in materia di vettovaglie di certo Maltempi di Martinengo e dalla comunità di Martinengo assontrice di giudizio, qual processo per parte del Magnifico Maggior Consiglio del giorno 17 agosto 1778: deve restare in questa cancelleria a perpetuo lume".
Causa di primo grado e d'appello fra Carlo Pisoni, cavaliere di comun, da una parte, Giovanni Battista Maltempi e la comunità di Martinengo, dall'altra, circa il sequestro di merci prive di licenza di trasporto.
1 volume, cc. 137, num. orig. fino a 85, poi rec, leg. originale in cartone

488, class. 1.2.19.1-488
1776 agosto 13
"La magnifica città contro il comun di Osio superiore"
Dichiarazione rilasciata al deputato del comune di Osio Sopra dal comune di Bergamo di aver assunto giudizio esclusivamente per i beni allibrati nelle partite indicate.
Alle cc. 1-6 estimo dei beni di Pietro Mazzoleni che pagano con il comune di Osio Sopra; copia semplice.
1 fascicolo, cc. 8, leg. originale in cartone, volgare

489, class. 1.2.19.1-489
1777 aprile 13-1788 dicembre 13
"Informazione circa la strada di Valtezze fatta dal Magnifico Signor Vitalba trasmessa con le relative carte al Signor Conte Nunzio li 5 luglio 1789 per concigliare".
Documentazione relativa alla causa d'appello celebrata davanti alla quarantia civil nuova di Venezia tra la vicinia di San Lorenzo Intus da una parte e la vicinia di San Lorenzo Foris e le quattro contrade di Valtesse, Redona, Torre Boldone, Redona, dall'altra, circa le spese per la manutenzione della strada di Valtesse.
1 fascicolo cart., cc. nn., leg. originale in carta, volgare

490, class. 1.2.19.1-490
1778 giugno 10-1779 aprile 28; antecedenti da 1777 aprile 30
"Per la Magnifica Città contro il comune della Ranica".
Causa celebrata davanti al podestà della valle Seriana Inferiore tra il comune di Ranica da una parte ed il barone Pietro Gritti dall'altra circa la mancata osservanza da parte di quest'ultimo, in veste di appaltatore, delle modalità a cui il collegio alle acque di Bergamo aveva condizionato la costruzione di un ponte di pietra sulla seriola Serio, modalità che vengono contestate ai sindaci di Ranica dal vicario vicegerente pretorio di Bergamo.
1 fascicolo cart., cc. 38, nn., leg. originale in cartone, volgare

491, class. 1.2.19.1-491
1778 agosto 27-1780 marzo 22
"Per la Magnifica Città di Bergamo. Contro domino Giovanni Battista Laurini".
Causa celebrata davanti al podestà fra la città di Bergamo da una parte e Giovanni Battista Laurini dall'altra circa un'osteria lasciata alla città dal defunto fratello Michele.
1 volume, cc. nn., leg. originale in cartone, volgare

492, class. 1.2.19.1-492
1779 aprile 10-1781 aprile 2; allegati da 1658 aprile 14
"Tezzoni 1658 usque 1781. Stampa in proposito delle pecore dei publici tezzoni che vanno a pascolare nelle fosse, nei spalti e parapetti ed altri terreni conterminanti le mura della città dentro e fuori delle stesse. Stampa P. T. della Magnifica Città di Bergamo contro Domino Gaetano Belloni impresario de tezzoni da nitro di qua dal Mincio".
Causa tra la città di Bergamo da una parte e Gaetano Belloni, impresario generale dei pubblici tezzoni di nitrato di qua dal Mincio, dall'altra circa il suo appoggio a pecorai e pastori che portano le pecore dei pubblici tezzoni a pascolare nei fossi, spalti, parapetti e altri terreni confinanti con le mura.
1 stampato, pp. 56, num. orig., leg. originale in carta, latino e volgare

493, class. 1.2.19.1-493
1782 novembre 25-1783 marzo 15; allegati da 1782 ottobre 14
"Stampa. Deputati della Città di Bergamo, e suo Territorio contro il signor Nicoletto Lucovich".
Scritture estragiudiziali intercorse tra deputati della città e del territorio di Bergamo da una parte ed il capitano Nicoletto Lucovich dall'altra circa la mancata esecuzione da parte di quest'ultimo del contratto stipulato il 12 ottobre 1782 con il quale vendette ai deputati 3.000 staia di formentone al prezzo di 25 lire e mezzo lo staio.
1 stampato, pp. 12, num. orig. + cc. 10, num. rec, leg. originale in carta, volgare

494, class. 1.2.19.1-494
1782 novembre 25-1783 agosto 18; antecedenti da 1782 ottobre 5
"Stampa. Deputati della Città di Bergamo, e suo Territorio contro il signor Nicoletto Lucovich".
Scritture estragiudiziali, causa di primo grado celebrata davanti ai consoli dei mercanti e causa d'appello tra deputati della città e del territorio di Bergamo da una parte ed il capitano Nicoletto Lucovich dall'altra circa la mancata esecuzione da parte di quest'ultimo del contratto stipulato il 12 ottobre 1782 con il quale vendette ai deputati 3.000 staia di formentone al prezzo di 25 lire e mezzo lo staio.
1 stampato, pp. 62, num. orig., leg. originale in cartoncinoinale in

495, class. 1.2.19.1-495
1785 gennaio 11-1789 dicembre; allegati da 1777 maggio 28; seguiti a 1792 gennaio 8
"1777 usque 1789. Processo P.T. In proposito delle pecore dei pubblici tezzoni, che vanno a pascolare nelle fosse, nei spalti e parapetti ed altri terreni conterminanti le mura della Città dentro e fuori delle stesse. Per la Magnifica Città di Bergamo contro domino Gaetano Belloni impresario de tezzoni da nitro di quà dal Mincio" (1).
Causa tra la città di Bergamo da una parte e Gaetano Belloni, impresario generale dei pubblici tezzoni di nitrato di quà dal Mincio, dall'altra circa il suo appoggio a pecorai e pastori che portano le pecore dei pubblici tezzoni a pascolare nei fossi, spalti, parapetti e altri terreni confinanti con le mura.
Allegati: alle cc. 2-9 proclama dei provveditori alle artiglierie di Venezia in materia di salnitri, escavazioni, condotte, pecore e loro pascoli, 1777 maggio 28; a c. 40 deliberazione del consiglio generale del Piano, 1792 gennaio 3; alle cc. 41-42 deliberazione del consiglio della quadra di Calcinate, 1792 gennaio 8.
1 volume, cc. 53, num. rec.; bianche cc. 43-53 in cartoncinoinale in carta, volgar
note:
1. Citato in AB 475.

496, class. 1.2.19.1-496
1785 giugno 2-1788 aprile 15; antecedenti da 1781 maggio 12
"Per la Magnifica Città contro Migliorini".
Causa celebrata davanti al capitano vicepodestà di Bergamo tra la città di Bergamo da una parte e Francesco Migliorini dall'altra circa il debito contratto dal Migliorini nei confronti della città per non aver pagato pubbliche imposte e sussidi.
1 fascicolo, cc. 55, num. orig., leg. originale in cartoncino, volgare

497, class. 1.2.19.1-497
1785 luglio-1785 agosto
"Per il signor Provisore alla aque di questa magnifica città contro".
Atti relativi alla procedura di veto e pegno dell'ufficio del vicario pretorio eseguiti ad istanza di Carlo Fiscieni, provisore alle acque, contro Pietro Taglioni e Giovanni Beretta, ortolano del possedimento degli eredi fu don Antonio Zanetti, per affitti d'acqua.
Allegati 2 moduli a stampa.
1 volume, leg. scucita, latino e volgare, danni: umidità

498, class. 1.2.19.1-498
1786 agosto-1792 settembre; allegati da 1047 marzo 8
"Stampa fedelissima città di Bergamo".
Cause di primo grado e d'appello tra il Territorio da una parte e l'arte dei "legnaioli o sia marangoni" dall'altra circa l'esecuzione del capitolo XV dello statuto della corporazione dei legnaioli del 1785 relativa al pagamento del paratico da parte di "marangoni" domiciliati nel Territorio che vengono a lavorare in città (1).
1 stampato, pp. 72, num. orig., leg. originale in cartoncino, latino e volgare
note:
1. Cfr. 175

499, class. 1.2.19.1-499
1787 marzo 3-1787 marzo 21
"1728 e 1787 Manfrin. In materia di tabacco".
Causa della citta e territorio di bergamo contro l'impresario generale dei tabacchi circa l'ingresso in attivita della nuova Impresa Generale del Tabacco e le disposizioni relative alla rimanenza della precedente condotta. Allegati:"Capitoli stabiliti con decreti dell'eccellentissimo Senato et essecutivi in materia di tabacco", 1722 febbraio 18, a stampa, cc.nn.; "Capitoli stabiliti dall'eccellentissimo Senato per l'Impresa General del Partito del Tabacco approvati con sovrano decreto", 1784 settembre 29, pp.22 a stampa; "Proclama dei 5 savi alla mercanzia sulla condotta del tabacco", 1786 luglio 28, a stampa.
1 fascicolo cart., cc. 12, leg. originale in carta, volgare

500, class. 1.2.19.1-500
1788 febbraio 24-1788 aprile 1
"Per la magnifica citta contro signor Albino Marini".
Causa tra la citta di Bergamo ed il signor Albino Marini, rappresentante due partite della ditta Giuseppe Marini, fisico, circa la nuova regolazione ed allibratura delle due suddette partite.
1 fascicolo cart., cc. 6, leg. originale in carta, scucito, volgare

501, class. 1.2.19.1-501
1789 marzo 10-1789 agosto 20; allegati da 1786
"1786 usque 1789. Processo E.C. In proposito dell'economica amministrazione civica in ordine al sovrano decreto dell'eccellentissimo senato 2 marzo 1786 " (1).
Memoriali della città di Bergamo presentati ai revisori e regolatori delle entrate pubbliche in zecca di Venezia a seguito di quanto dettato con decreto del senato del 2 marzo 1786 volti ad ottenere la stessa "parità, protezione e vantaggi" della città di Brescia in materia di resti di sussidi ed altre pubbliche gravezze" e conseguente decreto del senato di Venezia che dichiara nuovamente sottoposti i debitori della camera fiscale di Bergamo a contribuire con l'interesse del 4 e 1/2 annuo.
1 volume, cc. 77, num. rec.; bianche cc. 52-67, 69-77, leg. originale in cartone, volgare
note:
1. Citato in AB 475.

502, class. 1.2.19.1-502
1789 novembre 14-1792 maggio 16
"Per la magnifica città ed officio strade".
Causa d'appello davanti al podestà e vicecapitano tra la città di Bergamo assuntrice di giudizio dei giudici alle strade, da una parte e Francesco Cattaneo, rappresentante degli estimati del comune di Bonate di Sotto, dall'altra circa l'ordine (che si pretende contrario agli statuti) emesso dai giudici alle strade per la riparazione di strade "vicinali" del comune di Bonate di Sotto.
Segue liticonsorzio successivo tra la città di Bergamo da una parte e Francesco Cattaneo per Bonate Sotto, il Territorio ed il Piano.
1 volume, cc. 111, num. rec.; bianche cc. 42-63, leg. originale in cartone, latino e volgare

503, class. 1.2.19.1-503
1789 novembre
"1789 novembre. Per il magistrato alle strade contri i signori reverendo Giovanni Battista zio e Francesco Nipote Bravi di Terno".
Causa celebrata davanti al podestà di Bergamo tra i giudici alle strade da una parte e il reverendo Giovanni Battista e Francesco Bravi, rispettivamente zio e nipote, circa la segnatura (effettuata il primo maggio 1719 dai giudici alle strade e incanti del fossato) in Terno lungo la casa e i beni Bravi.
1 fascicolo cart., cc. nn., leg. originale in carta, latino e volgare

504, class. 1.2.19.1-504
1789 dicembre 14-1790 dicembre 4; allegati da 1766 settembre 20
"1789. Per la Magnifica Città di Bergamo contro certo signor Agostino Angelini avvocato veneto volente qui in Bergamo esercitar la professione di avvocato ad onta delle leggi particolari in tale matteria per questo foro. Vedi gli atti della pendenza contro l'avvocato veneto Giovanni Battista Tagliapietra Sola nel proposito nella filza quarta di decreti diversi" (1).
Causa celebrata dinanzi al podestà e vicecapitano Pietro Pisani tra la città di Bergamo da una parte e l'avvocato veneto Agostino Angelini dall'altra circa la pretesa di quest'ultimo (contraria alla deliberazione del 9 settembre 1766 dei conservatori ed esecutori alle leggi di Venezia ed alla ducale del 20 settembre 1766 del senato di Venezia) di esercitare in Bergamo la professione di avvocato.
1 volume, cc. 12, num. rec., leg. originale in cartone, volgare
note:
1. Citato in AB 475.

505, class. 1.2.19.1-505
1790 maggio 12-1792 settembre 12; antecedenti da 1790 febbraio 18
"1790. Impresa generale de dazii contro questa Magnifica Città di Bergamo per sostener possessorio di esigger pagamento di dazio anco sopra generi non descritti nella pubblica tariffa" (1).
Causa tra il conduttore dei dazi della camera fiscale di Bergamo da una parte e la città di Bergamo dall'altra circa la richiesta di quest'ultima che le merci descritte nella pubblica tariffa e soggette al dazio d'ingresso ed uscita, quando non arrivano al numero, peso e valore indicato siano esenti dalla pubblica imposta
A c. 4 "Scrittura di Patto del dazio generale tra li signori negozianti merzari e l'impresa generale de dazi di Bergamo per il 1790 e 1791", fascicolo pp. 8, 1790 febbraio 18; lle cc. 15 e 16 "Regolazione e spiegazione della tariffa della curia vescovile stabilita con la carta di convenzione ed accordo tra lo spettabile territorio di Bergamo e la curia medesima 18 maggio 1790"; alle cc. 22 e 23 proclama a stampa del capitano Pattaro Buzzaccarini, 1790 giugno 12; a c. 27 proclama a stampa del capitano Pattaro Buzzaccarini, 1790 luglio 28.
1 volume, cc. 64, num. rec., leg. originale in cartone, volgare
note:
1. Citato in AB 475.

506, class. 1.2.19.1-506
1790 giugno-1796 luglio; allegati da 1428 giugno 24
"Per questa Magnifica Città Collegio alle liti contro li comuni di Sorisole e Ponteranica" (1).
Causa tra la città di Bergamo da una parte ed i comuni di Sorisole, Assonica e Ponteranica dall'altra circa il mancato rispetto dei privilegi di questi comuni da parte dei giudici delle vettovaglie.
1 fascicolo, cc. nn., leg. originale in cartone, volgare
note:
1. Citato in AB 475.

507, class. 1.2.19.1-507
1790 luglio-1790 agosto
"Aque. 1790. Per la Magnifica Città contra signor Giuseppe Vaerini".
Causa celebrata davanti al podestà di Bergamo tra il collegio alle acque di Bergamo da una parte e Giuseppe Vaerini, rappresentante del fu Giovanni Manganoni, dall'altra, circa "impedimenti" da lui provocati al corso della seriola Nuova presso il suo filatoio in Borgo San Tomaso.
1 fascicolo cart., cc. nn, leg. originale in cartone, volgare

508, class. 1.2.19.1-508
1790 dicembre-1791 luglio
"1790 e 1791. Processo P.S. In materia del dazio del pesce salato. Per la Magnifica Città di Bergamo assontrice di giudizio per il signor Giuseppe Moscheni al quale gli è stato fatto contrabando di pesce salato del bertagnino dall'impresario de dazii contro detto impresario dei dazii" (1).
Causa tra la città di Bergamo anche a nome di Giuseppe Moscheni, da una parte e Giovanni Battista Beltrami, direttore dei dazi della camera fiscale, dall'altra circa il dazio del bertagnino e, più in generale, il dazio generale della mercanzia in entrata ed in uscita.
1 volume, cc. 11, num. rec., leg. originale in cartone, volgare
note:
1. Citato in AB 475.

509, class. 1.2.19.1-509
1791 gennaio 25-1791 novembre 7
"1791. In proposito che i daziari formano di contrabando qualunque tenue quantità di vino che non arriva alla misura di una secchia per il dazio ducatto per bote contro la sempre pratticata esazione di tali picciole quantità". Atti della causa celebrata dinanzi al capitano ed agli avogadori di comun di Venezia tra la città di Bergamo da una parte e l'impresa del dazio della camera fiscale dell'altra per la pretesa di quest'ultima di accusare di contrabbando quanti introducono in Bergamo una quantità di vino inferiore ad 1 secchia di Bergamo e di far pagare loro il dazio del ducato per botte.
1 volume cart., cc. 22, num. rec., leg. originale in cartoncino, volgare
note:

510, class. 1.2.19.1-510
1791 gennaio 29-1793 settembre 25; seguiti a 1793 novembre 16
"1791. Processo. Impresa del dazio dell'oglio ... la magnifica città di Bergamo ... il nobile signor conte Donato Pesenti ... contrabando di certa quantità di oglio ... Riviera di Salò. Contro il signor Alessandro Colombo impresario del detto dazio ... l'oglio".
Causa celebrata in primo grado davanti al capitano di Bergamo e in appello alla quarantia criminale di Venezia tra la città di Bergamo ed il Territorio da una parte e Alessandro Colombo, appaltatore del dazio dell'olio dall'altra circa la pretesa di quest'ultimo di assoggettare gli oli del Garda trasportati a Bergamo, oltre che al dazio generale, anche al dazio dei soldi tre per lira.
1 fascicolo, cc. 99, num. rec., leg. originale in cartone, scucito, latino e volgare

511, class. 1.2.19.1-511
1791 maggio 14-1791 settembre 1
"Documenti contra il provedimento delle carni di Verona trasmessi con lettere della Città stessa 29 agosto 1793".
Atti di causa.
Alle cc. 1-2 deliberazione del senato di Venezia con la quale accorda alla città di Verona il "provvedimento sulle carni", notaio della cancelleria di Verona Antonio Maria Bertoni, sigillo cereo sottocarta, copia autentica; alle cc. 3-10 deliberazione con la quale i provveditori di comun capi di muta ed i conservatori delle leggi di Venezia trasferiscono nella persona di Matteo Caprara per 10 anni continui dal 1/1/1792 e con i "patti, condizioni e pieggeria" indicati il "provvedimento e vendita delle carni" che era stato concesso a Verona con precedente decreto del senato, notaio Antonio Maria Bertoni, sigillo cereo sottocarta, copia autentica; alle cc. 11-13 deliberazione del senato di Venezia sulla concessione a Verona del "provvedimento sulle carni", notaio della cancelleria ducale Filippo Ghislanzoni; notaio Antonio Maria Bertoni, sigillo cereo sottocarta, copia autentica.
Allegata "Terminazione degl'illustrissimi ed eccellentissimi signori revisori regolatori dell'entrade pubbliche in proposito delli dazi carni della città e sottoborghi di Verona", Verona, stampatori Pinelli, 1791.
1 fascicolo cart., cc. 13, num. rec., leg. originale in cartoncino, volgare

512, class. 1.2.19.1-512
1791 giugno 4-1791 dicembre 31
"1791. Processo D. In proposito del dazio del ducatto per bote del vino per Giovanni Mazzuchetti contro li attuali impresari del detto dazio" (1).
Atti di causa tra Giovanni Mazzuchetti da una parte e Domenico Gavardina, impresario dei dazi della camera fiscale di Bergamo, dall'altra per contrabbando di vino.
1 volume, cc. 4, num. rec., leg. originale in cartone, volgare
note:
1. Citato in AB 475.

513, class. 1.2.19.1-513
1792 maggio 15-1792 maggio 21; antecedenti da 1742 febbraio 24
"1788 in dicembre. Imposizione del Magistrato alle strade rapporto al conciero della strada di Valtezze per [...] dai possessori di beni nella vicinia di San Lorenzo Foris".
Atti della causa d'appello celebrata a davanti alla quarantia civil nuova di Venezia tra la vicinia di San Lorenzo Intus da una parte e la vicinia di San Lorenzo Foris e le quattro contrade di Valtesse, Redona, Torre Boldone, Redona, dall'altra, circa le spese per la manutenzione della strada di Valtesse.
1 fascicolo cart., cc. nn., leg. originale in carta scucito, volgare

514, class. 1.2.19.1-514
1792 luglio 5-1793 dicembre 16; allegati da 1750 novembre 14
"Per la Magnifica Città di Bergamo. Contro Bertelli, Riva e Buelli, possessori de beni Manenti".
Causa celebrata davanti al vicario pretorio fra la città di Bergamo da una parte e i fratelli Riva, Bertelli e Buelli dall'altra circa un campo sito in Sarnico sul quale la città rivendicava diritti per debiti di Giovanni Battista Manenti.
1 fascicolo, cc. nn., leg. originale in cartone, volgare

515, class. 1.2.19.1-515
1792 dicembre 29-1793 ottobre 17
Atti di causa.
Causa tra la città di Bergamo da una parte e Girolamo Pasquale Cristini accusato di contrabbando di olii in attesa di giudizio a causa della pendenza vertente tra il camerlengo da una parte e la città dall'altra circa la giurisdizione del giudice alla ragione e dazi.
1 fascicolo, cc. 8, num. rec., latino e volgare
note:
Unità momentaneamente non reperibile giugno 2010

516, class. 1.2.19.1-516
1793 gennaio 14-1794 gennaio 15
"Altre carte concernenti le vertenze coi daziari rapporto al lino ad alla stoppa".
Atti di causa, celebrata a Venezia, fra la città di Bergamo da una parte, e Andrea Rizzo, impresario dei dazi della camera fiscale di Bergamo, dall'altra, circa il dazio su lino e stoppa.
1 fascicolo cart., cc. 17, leg. originale in carta, scucito, volgare

517, class. 1.2.19.1-517
1793 aprile 12-1793 maggio 18
Atti di causa.
Causa tra la città e territorio di Bergamo da una parte e l'abboccatore del dazio generale dell'olio d'oliva dall'altra circa la nuova polizza d'incanto del dazio generale dell'olio d'oliva che richiama all'osservanza il decreto 23 giugno 1714 che proibisce la fabbricazione degli olii di vinazzoli e ravizzon.
1 fascicolo, cc. 5, num. rec.
note:
Unità momentaneamente non reperibile giugno 2010

518, class. 1.2.19.1-518
1794 marzo 3-1795 giugno 5
"1794 1795. Carte concernenti la pendenza di questa Magnifica Città e spectabile Territorio col signor Giusepoe Quarenghi causidico".
Atti della causa celebrata davanti agli auditori nuovi di Venezia fra la città e il territorio di Bergamo da una parte e l'avvocato Giuseppe Quarenghi dall'altra circa la trattazione delle cause di minori. Allegata ducale di Nicolò Corner con la quale ordina che vengano eseguite le terminazioni dei conservatori ed esecutori delle leggi di Venezia; a stampa, 1795 febbraio 1.
1 fascicolo cart., cc. 11, leg. originale in carta, volgare

519, class. 1.2.19.1-519
1794 marzo 5-1794 maggio 27; antecedenti da 1791 luglio 30
"Per la Magnifica Città di Bergamo. Contro li nobili signori fratelli Bonghi".
Recupero da parte della città di Bergamo di un prato sito presso il convento di Sant'Agostino a pagamento del debito dei fratelli Enrico e Lattanzio Bonghi.
1 fascicolo, cc. nn., leg. originale in cartone, volgare

520, class. 1.2.19.1-520
1794 giugno 2-1795 febbraio 21
"Per la Magnifica Città di Bergamo. Contro il Nobile Signor Gerolamo Adelasio".
Atti relativi ad una causa celebrata in prima istanza davanti al vicario pretorio e in appello (non specificato) fra la città di Bergamo da una parte e Gerolamo Adelasio dall'altra.
1 fascicolo, cc. 12, num. rec., leg. originale in cartone, volgare

521, class. 1.2.19.1-521
1796 aprile 18-1796 maggio 6; antecedenti da 1608 maggio 14; seguiti a 1797 maggio 10
"Magnifica Città di Bergamo contro Rattini e Lucca de Vecchi".
Atti della causa fra la città di Bergamo da una parte e gli interessati all'eredito del fu Battista Colleoni dall'altra circa debiti del defunto verso la città.
1 volume cart., cc. 44, num. orig., leg. originale in cartone, volgare

522, class. 1.2.19.1-522
1796 aprile-1796 agosto; antecedenti da 1691
"Per la Magnifica Città contro li signori Giovanni e fratelli Paganoni".
Causa fra la città di Bergamo da una parte ed i fratelli Giovanni, reverendo don Carlo Antonio e Giuseppe figli fu Lorenzo Paganoni dall'altra, circa la richiesta di questi ultimi di essere reintegrati delle somme versate per sussidi e altre pubbliche gravezze dovute sulla partita degli eredi del fu Pietro Antonio fu Alessandro Crotallo.
1 fascicolo cart., cc. nn., leg. originale in cartone scucito, volgare

523, class. 1.2.19.1-523
1796 giugno 14-1797 gennaio 5; antecedenti da 1719 maggio 2
"1795 1796. Carte concernenti intrigo di pendenze in proposito della elezione del difensore fiscale dell'Officio alle vettovaglie dalle quali oggi 21 giugno 1796 è stata data copia al signor Sindaco Piazzoli per proseguir [poi] al vicario vicegerente pretorio contro H. Signor Giuseppe Quarenghi contradittore".
Causa fra la città di Bergamo da una parte e il foro di Bergamo dall'altra circa la possibilita che i giudici alle vettovaglie possano eleggere il procuratore fiscale dell'ufficio alle vettovaglie al di fuori dei procuratori del foro di Bergamo.
1 fascicolo cart., cc. 40, num. rec., leg. originale in carta scucito, volgare, stato di conservazione: cattivo, danni: fragilità del supporto

524, class. 1.2.19.1-524
1796 giugno 14-1797 gennaio 5; antecedenti da 1719 maggio 2
"Per Magnifica Città e vettovaglie contro Signor Giuseppe Quarengo".
Causa fra la città di Bergamo da una parte e il foro di Bergamo dall'altra circa la possibilita che i giudici alle vettovaglie possano eleggere il procuratore fiscale dell'ufficio alle vettovaglie al di fuori dei procuratori del foro di Bergamo.
1 fascicolo cart., cc. nn., leg. senza coperta, volgare

525, class. 1.2.19.1-525
1798 febbraio-1798 settembre; antecedenti da 1704
"Per la partita Giovanni Battista Colleoni. La comune di Bergamo contro il cittadino Antonio Manzoni [seu] il cittadino prete Stefano Manzoni suo fratello ed erede per cui anno [sic] assonto giudizio li cittadini Fedele ed Alessio fratelli Foglieni".
Causa tra la città di Bergamo da una parte ed i fratelli Fedele ed Alessio fu Lorenzo Foglieni (i quali hanno assunto giudizio a nome del sacerdote Stefano fu Domenico Manzoni, erede e rappresentante del fratello fu Antonio Manzoni e della chiesa parrocchiale di San Michele di Calusco) dall'altra, circa il debito di sussidi e pubbliche gravezze pari a lire 7591 soldi 4 su un terreno in contrada Corna del comune di Sotto il Monte, in luogo detto "Prato della Rovere", terreno che era iscritto alla partita d'estimo del fu Giovanni Battista fu Donato Colleoni. Allegato sommario della causa.
1 fascicolo cart., cc. 37, num. orig., + cc. nn., leg. originale in cartone, italiano

526, class. 1.2.19.1-526
1798 maggio 30-1802 settembre 6; antecedenti da 1608 maggio 14
Atti di causa.
Atti della causa fra la città di Bergamo da una parte e gli interessati all'eredità del fu Battista Colleoni dall'altra circa debiti del defunto verso la città.
1 fascicolo cart., cc. 17-110, num. orig., volgare

1.2.19.1.1 - Processi in materia di acque
descrizione della fonte
Estremi cronologici 1233-[XVIII fine]
Unità 114

La documentazione conservata veniva utilizzata generalmente per la istruzione di cause civili che il comune di Bergamo promuoveva per rivendicare propri diritti in materia di acque contro singoli privati e altri comuni o enti.
Il problema della proprietà e dell'uso di acque, nel periodo della dominazione veneta, divenne spesso argomento per accese e, spesso, annose vertenze.
I lavori di scavo e di costruzione dell'invaso delle prime e più importanti rogge, come per esempio la roggia Serio e le sue derivazioni fino alla roggia Coda di Serio, furono, infatti, opera del comune di Bergamo. Questo impose a tutti coloro che intendevano utilizzare le acque di questi invasi l'obbligo di costituirsi in consorzi, generalmente chiamati "compagnie", e di eleggere propri "campari" e "consoli" con il compito di controllare lo stato delle rogge e di difendere gli interessi di tutti i "compartecipi". L'apertura, inoltre, di nuove bocche di derivazione, sulla base di suppliche inviate al consiglio dagli interessati, era subordinata alla garanzia di non recare il minimo danno agli altri utenti. Tutti i "compartecipi" erano poi tenuti al pagamento di "taglie", proporzionali al diritto goduto dall'utente di disporre dell'acqua, onde contribuire alle spese di manutenzione delle rogge; tale diritto era commisurato alle ore giornaliere di acqua utilizzata, ovvero alla superfice da irrigare. In caso di sovrabbondanza d'acqua, la "compagnia" poteva affittare le ore a terzi e i proventi venivano incamerati in un fondo comune quale parziale copertura degli oneri sociali.
Questa organizzazione consortile si diffuse gradualmente su tutto il territorio bergamasco, anche per quelle rogge che non erano di proprietà comunale. Tutti questi elementi trovano un riscontro istituzionale nel collegio delle acque a cui erano attribuite diverse funzioni sia in sede amministrativa, (licenza di acque, suppliche per l'apertura di nuove bocche, calcolo dei riparti di ore d'acqua) che in fase di controllo, (riparazione e pulitura dei canali), e, nel caso di controversie, di predisporre la necessaria documentazione per promuovere azioni in sede giudiziaria (1).

I documenti costituenti la serie presentano, naturalmente, tipologie assai differenti; si ritrovano, in particolare, attestati di proprietà, strumenti di vendita, lettere ducali, originali e copie, proclami a stampa, sentenze, stampe al taglio, rubriche per concessioni d'acqua e licenze, note di ripartizione delle ore d'uso delle acque e relative taglie, disegni e schizzi illustranti tratti di fiume e di rogge, oppure, bocche di derivazione con relative misure e portate d'acqua.
La titolazione dei volumi rivela un primo intervento di riordino di probabile datazione settecentesca: in essa compare, accanto al termine "processo", una sigla alfabetica che, nella maggior parte dei casi, risulta essere la lettera iniziale della località coinvolta nella causa. Per esempio, "Processo Z." indica il comune di Zanica nel cui territorio scorre un tratto della roggia Nuova oggetto della causa giudiziaria.
Un secondo intervento ordinatorio è rilevabile ancora dalla coperta e si riferisce alla sistemazione avvenuta nel 1813. In questo caso, l'anno è immediatamente seguito da un numero d'ordine attribuito dall'archivista (2).
note
(1). Si veda la scheda introduttiva al Collegio.
(2). La serie si configura come un insieme eterogeneo di copie di documenti utilizzati per la formazione di cause. Nessuna indicazione si ritrova, invece, per quanto riguarda l'epoca in cui queste carte sono state raccolte. Si può avanzare l'ipotesi che la serie "Acque processi" si sia formata nel periodo che va dalla istituzione del "Collegio alla Acque", 1561, e la fine della dominazione veneziana, ma in mancanza di un dato preciso non è possibile stabilire fino a quale data sia lecito considerare alcune carte come antecedenti. E' quindi una scelta obbligata quella di dare come estremi cronologici la data del documento più antico e quella del più recente. L'inventario degli atti conservati nella cancelleria del comune (AB 475) elenca sommariamente i processi qui descritti.

1, class. 1.2.19.1.1-1
1608 giugno 4-1609 luglio 6; antecedenti da 1171 febbraio 1
"1171 usque 1611. Processo R. Documenti stati prodotti in causa dalla città di Bergamo contro il comun di Romano comprovante l'antico possesso, ed diritto, che ha detta città del Fosso Bergamasco, e delle acque che scorrono nello stesso occupate da detto comun di Romano. Vedi al foglio 2 di questo processo, e nel registro dei privilegi di detta città al foglio 6 dell' anno 1171 in Kalendij Februaij - le convenzioni, e patti eseguiti tra la città di Bergamo, ed il comune di Romano, che la città debba comperare, o permutare il sito per la facitura overo escavazione del fosso bergamasco, ed debba la stessa farlo nel luogo di Romano vicino alle porte"
Causa del comune di Bergamo contro il comune di Romano di Lombardia circa il possesso e i diritti vantati dalla città sul Fosso Bergamasco.
Convenzioni e patti tra le parti in merito a detto canale.
1 Volume cart., cc. 153, num. rec.; preesistente num. orig. lacunosa, leg. orig. in cartoncino, volgare

2, class. 1.2.19.1.1-2
1233-1715
"1233 usque 1715. Processo T. D. S. C. A. Informazione, sumarii diversi, ed consulti in materia delle taglie imposte sopra la seriola detta Coda del Serio, e d' altre seriole, e de debitori delle stesse taglie per la magnifica città di Bergamo contro li compartecipi della Coda del Serio, contro li debitori per taglie contro il comun d' Albino, ed altri"
Causa del comune di Bergamo contro il comune di Albino e altri per il mancato pagamento delle taglie per l' utilizzo dell' acqua della roggia Coda di Serio.
1 Volume cart., cc. 251, num. rec., leg. orig. in cartoncino, latino e volgare, danni: acidità dell'inchiostro, roditori

3, class. 1.2.19.1.1-3
1253 maggio 13
"1253 13 maggio. Processo S. Z. L. V. vendita fatta dalla magnifica città di Bergamo a Detesalvo Solari di una pezza di terra aradora, e prativa situata trà Stezzano, e Zanica, Levate, e Spirano, ed Urgnano chiamata il Prato Novo di Zanica circondata da fosso di aqua per irrigarla quall instituto di vendita fu usato in causa della magnifica città di Bergamo contro li compartecipi della seriola della Coda del Serio"
Vendita da parte del comune di Bergamo a Detesalvo Solari di un appezzamento di terra, denominato Prato Novo di Zanica, circondato da un fosso per irrigazione (1).
1 unità documentaria, cc. 38, num. orig., leg. originale in cartone, latino, danni: umidità, sbiadimento dell'inchiostro
note:
(1). Atto impiegato nella causa del comune di Bergamo contro la compagnia della Coda del Serio.

4, class. 1.2.19.1.1-4
1547 marzo 30-1561 maggio 14; antecedenti da 1253 dicembre 5
"1253 5 dicembre usque 1561. Processo C. Z. O. vendita fatta dalla magnifica città ad Aidino Quondam altro Aidino Grumelli di due pezze di terra prative chiamate il prato di Campagnola, e di Isola o sia Isoletta dove scorre la seriola che va a Zanica, ed verso Orio di pertiche 2287, e tavole 10 con l'uso dell'acqua per l'irrigazione di dette pezze di terra quall istituto di vendita fu prodotto in causa della magnifica città di Bergamo, con altre carte qui unite contro li compartecipi della Coda del Serio"
Vendita da parte del comune di Bergamo a Albino Grumelli di due appezzamenti di terra, detti prato di Campagnola e prato di Isola, con il diritto di utilizzo dell'acqua per l'irrigazione (1).
1 Volume cart., cc. 48, num. orig.; 38 bis, 38 ter, 48 num. rec., leg. orig. in cartoncino, latino, danni: acidità dell'inchiostro
note:
(1). Atto impiegato nella causa del comune di Bergamo contro i compartecipi della roggia Coda di Serio.

5, class. 1.2.19.1.1-5
1570 marzo 13-1570 settembre 15; allegati da 1301 dicembre
"1301 usque 1570. Processo B. T. primo. Documenti stati prodotti in causa della città di Bergamo contro li uomini del castello di Treviglio comprovanti l'antico posesso, ed diritto, che ha la città del Fosso Bergamasco, e dell'aqua che si estrae dal fiume Brembo in Brembate di Sotto per condurla nel territorio Bergamasco, ed in specie in Brignano, ed in Treviglio. Nota al foglio n. 1 di questo processo l'anno 1301 li 18 dicembre concessione fatta dalla città di Bergamo al signor Galeazzo Visconti capitan di Milano di estraere dal fiume Brembro di sotto dal ponte di S. Vittore di Brembate di Sotto una seriola per condurla sopra il terreno bergamasco verso il distretto di Milano. Altra concessione dell'anno 1327 li 29 luglio fatta da Lodovico re dei Romani alli uomini di Treviglio di estraer dal fiume Brembo una seriola per condurla in Treviglio in questo processo foglio 21. 1344 27 maggio altra concessione ossia donazione di Vincenzo Suardi a Giovanni ed Luchino Visconti signori di Milano di estraere dal detto fiume Brembo aqua per condurla in Brignano. 1570 13 luglio 172. Vedi sentenza pronunziata dalli eccellentissimi signori Camillo Porro senator di Milano ed Luigi Grimani patrizio veneto podestà di Bergamo giudici delegati a favor della città"
Causa del comune di Bergamo contro i comuni di Treviglio e di Brignano per il possesso e il diritto della città stessa sul Fosso Bergamasco e sull'acqua del fiume Brembo. Allegate concessioni per l'uso delle acque del fiume Brembo.
1 Volume cart., cc. 190, num. orig.; bb. da c. 181, leg. orig. in cartoncino, latino e volgare

6, class. 1.2.19.1.1-6
1331 gennaio 1-1710 settembre 8
"1331 usque 1710. Sumarii. Processo B. L. M. decimoottavo. In materia dell'aqua della seriola, che scorre dentro e fuori delle mura vecchie nella contrada di Brosetta del borgo S. Leonardo, e del possesso, e diritti, che ha la città delle dette mura vecchie per la magnifica città di Bergamo contro li signori dottor Bartolomeo Facheris e di lui eredi"
Sommari della causa tra il comune di Bergamo e Bartolomeo Facheris e suoi eredi per i diritti sulle mura vecchie e la roggia Serio che scorre in contrada Broseta del borgo San Leonardo.
1 Volume cart., cc. 80, num. rec., leg. orig. in cartoncino, latino e volgare, danni: acidità dell'inchiostro

7, class. 1.2.19.1.1-7
1430 ottobre 13-1431 aprile 10
"1430 usque 1431. Processo M. E. scrittura per il molino del Cerlone sopra la seriola di Verdello posto in Curnasco per la magnifica città di Bergamo contro Ghisalberto de Mozzi".
Causa intentata dal comune di Bergamo contro Ghisalberto de Mozzi per l'uso dell'acqua della roggia Verdellina nel territorio di Curnasco.
1 Volume cart., cc. 74, num rec.; bb. 68-74, leg. orig. in cartone, latino

8, class. 1.2.19.1.1-8
1726 luglio 15-1726 settembre 4; allegati da 1433
"1433 usque 1726. Processo B. L. vigesimo in materia dell'aqua, della seriola, che scorre dentro, e fuori delle mura vecchie nella contrada di Broseta del borgo S. Leonardo e del possesso, e diritti, che ha la città delle dette mura vecchie. Per la magnifica città di Bergamo contro li signori Pietro Giorgio, e Leonardo fratelli Ostani, e di loro eredi"
Causa del comune di Bergamo contro i fratelli Ostani e loro eredi per i diritti sulle mura vecchie e la roggia Serio che scorre in contrada Broseta del borgo San Leonardo.
1 Volume cart., cc. 48, num. orig.; bb. 37-38, leg. orig. in cartoncino, latino

9, class. 1.2.19.1.1-9
1647 marzo 12-1647 marzo 22; allegati da 1465 novembre 19; seguiti a 1651 maggio 13
"1465 usque 1647. Processo O. B. in matteria dell'aqua della seriola detta Marzola ora chiamata Brembilla che scorre nel comun di Osio sotto, che si estrae dal fiume Brembo in Brembate di Sotto per li sindaci dell'aqua della compagnia dell'aqua della Brembilla contro il signor Marc'Antonio Olmo, ed altri"
Causa della compagnia della roggia Brembilla contro Marco Antonio Olmo in merito alla chiusura della bocca di un modulo derivato dalla roggia Brembilla, con danno per tutti gli altri utenti.
1 Volume cart., cc. 101, num. orig. 1-60, poi rec.; bb. 96-101, leg. orig. in cartoncino, volgare

10, class. 1.2.19.1.1-10
1456 aprile 8-1623 ottobre 15
"1502 usque 1623. Processo O. B. in materia di concessioni d'aqua ed erezione di ponti ed porti sopra il fiume Oglio state fatte dalla città in Brescia a diversi nobile e cittadini di Bergamo"
Concessioni fatte dal comune di Brescia a diversi cittadini bergamaschi relative a costruzioni di ponti e porti sul fiume Oglio e all'uso di acque per azionare mulini. Promemoria relativi ai debiti di detti cittadini per tali concessioni.
1 Volume cart., cc. 26, num. rec. bb. 17-26, leg. orig. in cartoncino, latino e volgare, danni: acidità dell'inchiostro

11, class. 1.2.19.1.1-11
1550 aprile 8-1550 maggio 10; allegati da 1457 giugno 14
"1457 usque 1550. Processso M. R. C. P. in matteria della seriola detta Morlana che scorre apresso li molini del Raso di ragione della città posti apresso la imbocatura della Seriola del Comun Nuovo, e di Campagnola, e di Plorsano contrada del borgo S. Cattarina. Per la magnifica città di Bergamo contro li deputati della veneranda misericordia maggiore di Bergamo"
Causa del comune di Bergamo contro diversi per l'uso dell'acqua della roggia Morlana che scorre presso i mulini del Raso di proprietà della città.
1 Volume cart., cc. 14, num. rec., leg. orig. in cartoncino, latino
note:
in attesa di collocazione marzo 2009

12, class. 1.2.19.1.1-12
1460 dicembre 28
"1460 23 dicembre. Processo C. Instrumento di concessione stata fatta dalla città a Giovanni Carrara in perpetuo del diritto di levare e condurre dell'acqua della Morla di sopra della strada della porta del borgo S. Caterina"
Concessione del diritto di utilizzo dell'acqua della roggia Morla rilasciata dal comune di Bergamo a Giovanni Carrara.
Copia semplice di Andrea Francesco de Tirabuschis, cancelliere del comune di Bergamo.
1 unità documentaria, cc. 6, num. rec., leg. originale in cartoncino, latino

13, class. 1.2.19.1.1-13
1478 giugno 6-1596 settembre 20
"1478 usque 1596. Processo S. M. in materia dell'aqua della seriola, che scorre nel comun di Sforsatica sopra certo molino di ragione dei fratelli Torri"
Allegati della causa del comune di Bergamo contro i fratelli Torri per i diritti sull'uso dell'acqua della roggia che, a Sforzatica, muove un mulino di proprietà degli stessi fratelli Torri.
1 Volume cart., cc. 8, num. rec., leg. orig. in cartoncino, latino

14, class. 1.2.19.1.1-14
1479 gennaio 1-1611 febbraio 3
"1479 usque 1611. Processo S.T.D. Promemoria diverse in matteria delle aque della seriola del fiume Serio, et di varie taglie poste in diversi tempi, et de debitori delle stesse. Processi di talie in materia di acque. Fassicolo 9"
Atti del collegio delle acque circa l'utilizzo delle acque della roggia Serio in diversi appezzamenti di terreno e taglie relative.
1 Volume cart., cc. 62, num. rec.; bb. 56-62, leg. orig. in cartoncino, volgare

15, class. 1.2.19.1.1-15
1706 maggio 14-1706 giugno 26; allegati da 1479
"1479 usque 1696 et 1706. Processo A. Alzano. In materia di concessione d'aqua della seriola del Serio, che scopre nel comun d'Alzano a detto comun d'Alzano sin l'anno 1479. Per la magnifica città di Bergamo contro: li sindaci del comun d'Alzano sudetto et contro li reverendi padri della pace d'Alzano, e contro Antonio Folerà. Fascicolo I"
Causa del comune di Bergamo contro il comune di Alzano Lombardo, i padri riformati della pace e Antonio Folerà in materia di concessione d'acqua della roggia Serio. Allegati disegni delle bocchette di presa d'acqua e relative portate.
1 Volume cart., cc. 44, num. rec.; bb. 32-44, leg. orig. in cartoncino, latino e volgare

16, class. 1.2.19.1.1-16
1704 maggio 19-1708 febbraio 14; allegati da 1479 ottobre 30
"1479 usque 1708. Processo B. L. decimosesto. In materia dell'aqua della seriola, che scorre dentro e fuori delle mura vechie nella contrata di Broseta del borgo S. Leonardo, e del possesso, e diritti, che ha la città delle dette mura vechie"
Causa del comune di Bergamo contro Bartolomeo Facheris e suoi eredi per i diritti sulle mure vecchie e la roggia Serio che scorre in contrada Broseta del borgo San Leonardo.
1 Volume cart., cc. 127, num. orig. 1-83 num, orig. poi rec.; bb. 84-94, 96-127, latino e volgare

17, class. 1.2.19.1.1-17
1740 maggio 21-1744 febbraio 8; allegati da 1482 aprile
"1482 usque 1744. Stampa C. in matteria dell'aqua della seriola detta la nuova che scorre in Colognola. Per la città di Bergamo contro il signor Nicolò Tasca"
Causa del comune di Bergamo contro Nicolò Tasca per l'acqua della roggia Nuova che scorre in Colognola.
1 Volume a stampa, pp. 84, num. orig., leg. in cartoncino, latino e volgare

18, class. 1.2.19.1.1-18
1482 aprile 8-1549 maggio 14
"1482 usque 1549. Processo S. L. Capitoli et proclame in matteria di quelli, che gettano immomdizia nelle seriole della città, ed in specie in quelle del borgo S. Leonardo, con le accuse, ed condanne dei giudici alle vettovaglie, ed strade contro li trasgressori. Processus contra proicientes immonditias in seriolis de die"
Capitoli e proclami contro coloro che gettano immondizie nelle rogge della città e in particolare nella roggia Serio e altre che passano in borgo San Leonardo.
1 Volume cart., cc. 18, num. rec.; bb. 12-18, leg. orig. in cartoncino, latino

19, class. 1.2.19.1.1-19
1740 maggio 21-1747 aprile 14; allegati da 1482 aprile
"1482 usque 1747. Stampa Z. In materia dell'aqua della seriola detta la Nova, che scorre nel comun di Zanica eretta osia escavata a spese della città l'anno 1482 primo aprile come vedesi al foglio I di detta stampa. Per la città di Bergamo contro li signori conti Carlo ed Antonio Secchi Suardi"
Causa del comune di Bergamo contro i conti Carlo e Antonio Secco Suardo per i diritti sull'utilizzo dell'acqua della roggia Nuova che scorre a Zanica.
1 Volume a stampa cart., pp. 152, num. orig., leg. orig. in originale, latino e volgare

20, class. 1.2.19.1.1-20
1689 gennaio 17-1689 febbraio 27; allegati da 1465 novembre 29
"1488 usque 1688. Processo O. V. S. T. C. In materia dell'aqua della seriola di Osio, di Verdello, ed della Coda del Serio, ed di taglie ed spese. Per la magnifica città di Bergamo contro li interessi della compagnia della Coda del Serio"
Causa del comune di Bergamo contro la compagnia della Coda del Serio per i diritti relativi all'utilizzo dell'acqua delle rogge di Osio, di Verdello e della Coda di Serio.
1 Volume cart., cc. 68, num. orig. 1-66, poi rec., bb. 67-68, leg. orig. in cartoncino, latino

21, class. 1.2.19.1.1-21
1706 gennaio 7-1706 gennaio 15; allegati da 1492 maggio 18
"1492 usque 1706. Processo B. L. vigesimo terzo. In materia dell'acqua della seriola, che scorre dentro, e fuori delle mura vechie nella contrada di Broseta del borgo S. Leonardo del possesso, e diritti, che ha la città delle dette mura vecchie. Per la magnifica città di Bergamo contro li signori dottor Bartolomeo Facheris, e di lui eredi"
Causa del comune di Bergamo contro Bartolomeo Facheris e i suoi eredi per i diritti sulle mura vecchie e la roggia Serio che scorre in contrada Broseta del borgo San Leonardo.
1 Volume cart., cc. 32, num. rec.; bb. 27-32, leg. orig. in cartoncino, latino e volgare

22, class. 1.2.19.1.1-22
1703 marzo 27-1703 aprile 28; allegati da [1479]; seguiti a 1708 maggio 12
"1508 usque 1798. Processo B. L. decimoquinto. In materia dell'aqua della seriola, che scorre dentro, e fuori delle mura vechie nella contrada di Broseta del borgo S. Leonardo, e del possesso, e diritti, che ha la città delle dette mura vechie. Per la magnifica città di Bergamo contro li signori dottor Bartolomeo Facheris, e di lui eredi"
Causa del comune di Bergamo contro Bartolomeo Facheris e i suoi eredi per diritti sulle mura vecchie e la roggia Serio che scorre in contrada Broseta del borgo San Leonardo.
1 Volume cart., cc. 158, num. orig. 1-127(1) ; bb. 130-158, leg. orig. in cartoncino, latino e volgare
note:
1. Sostituisce numerazione originale cassata.

23, class. 1.2.19.1.1-23
1509 novembre 13
"1509. Processo A. P. instrumento di vendita fatta dalla città di una casa, di un edificio e di un maglio e di una pezza di terra posta nella vicinia di S. Alessandro della croce, chiamata il Maglio della Veria vicina al Pradello, alli signori Francesco della Ranica e Pedrino de Muzii da Averara"
Vendita da parte del comune di Bergamo a favore di Francesco della Ranica e Pedrino de Mozzi da Averara di alcuni immobili posti nella vicinia Sant'Alessandro della Croce.
1 Volume cart., cc. 22, num. rec., leg. orig. in cartoncino, latino e volgare

24, class. 1.2.19.1.1-24
1574 febbraio 11-1575 febbraio 22; allegati da 1509 agosto 10
"1509 1575. Processo O. Dal quale vedonsi levate alcune carte dal foglio 7 sino al 19. In matteria dell'aqua della seriola che scorre nel comun di Osio. Per la magnifica città di Bergamo contro Gierolamo Suardi 1570 usque 1575. Ed contro Ercole quondam Angelico olim sudetto Gierolamo Agosti"
Causa del comune di Bergamo contro Gerolamo Suardi e Ercole Agosti fu Angelico per i diritti relativi all'utilizzo dell'acqua della roggia che scorre in Osio. Allegati schizzi planimetrici a penna illustranti il percorso della roggia, alle cc. 9 - 10.
1 Volume cart., cc. 46, num. rec., leg. orig. in cartoncino, latino

25, class. 1.2.19.1.1-25
1577 novembre 7-1578 gennaio 27; allegati da 1509 novembre 13
"1509 usque 1578. Processo D. mancante di otto carte dal n. 2 sino al n. 9. In materia delle aque della seriola che scorre nel comun di Osio, Per la magnifica città di Bergamo contro Francesco Vitali della Botta ed Carolo Agosti"
Causa del comune di Bergamo contro Francesco Vitali della Botta e Carlo Agosti per i diritti sulle acque della roggia che scorre in Osio. Allegata concessione per l'uso dell'acqua della roggia di Osio, a cc. 3 - 8ter.
1 Volume cart., cc. 54, num. rec., leg. orig. in cartoncino, latino

26, class. 1.2.19.1.1-26
1549 luglio 10-1549 dicembre 21; allegati da 1510 febbraio 11
"1549. Processus exactionis molendinorum porte Santi Antonii. 1510 usque 1549. Processo A. M. In matteria di vendita fatta dalla magnifica città l'anno 1510 li 11 febbraro di tre parti delle sotto parti di una casa con molini posta a presso alla porta del borgo S. Antonio a Giovan Pietro Quondam Cristoffero detto Negrino de Ceresoli. Per la magnifica città di Bergamo contro li eredi del detto quondam Giovann Pietro detto Negrino de Ceresoli. Borgo S. Antonio fassicolo primo"
Causa del comune di Bergamo contro gli eredi di Giovann Pietro de Ceresoli detto Negrino per questioni riguardanti parte di una casa con mulini sita nei pressi di porta Sant'Antonio.
1 Volume cart., cc. 40, num. orig., leg. orig. in cartoncino, latino

27, class. 1.2.19.1.1-27
1512 novembre - 1712 novembre
"1512 usque 1712. Processo A. F. In materia de aquedotti, e fontane, che scorrono nella città, e borghi. Alcuni atti contro diversi per disordini nelle dette fontane, ed occupatori d'aqua delle stesse, e per sgurazioni, e spese per le medesime"
Note, relazioni, informazioni e comparizioni circa acquedotti e fontane che scorrono nella città e nei borghi; polizze di spesa per la loro pulitura. Atti del comune di Bergamo contro diversi per disordini e abusi in seguito alla mancanza d'acqua nelle fontane. Allegati disegni e schizzi a penna di "fontane e vasi dalla parte di S. Gotardo", alle cc. 10 - 18; proclama del provveditore in Terraferma Giustinian Giustiniani contro abusi dell'acqua delle fontane della città e relative multe, 1655 novembre 16 (2 copie), alle cc. 47 - 48; proclama "per le fontane" della città di Bergamo di Girolamo Lorenzo Giustiniano podestà e Gregorio Barbarigo capitano, 1700 maggio 7, a c. 49; proclama contro gli abusi dell'acqua delle fontane della città di Pietro Pisani podestà e Giulio Donato capitano, 1688 agosto 27, a c. 52.
1 Volume cart., cc. 93, num. rec.; bb. 71-93, leg. orig. in cartoncino, volgare

28, class. 1.2.19.1.1-28
1512 giugno 15-1514 maggio 1; seguiti a 1589 giugno 22
"1514. Processo O. Vendita fatta dalla città a Cristoforo Gozzi di ore dodici della seriola detta la Seriola di Osio, con patto redimendi eam"
Vendita da parte della città di Bergamo a favore di Cristoforo Gozzi del diritto di utilizzare l'acqua della roggia di Osio per ore 12 al giorno (1).
1 Volume cart., cc. 16, num. rec., leg. orig. in cartoncino, latino
note:
(1). Atti relativi ad un processo non identificato in materia di acque.

29, class. 1.2.19.1.1-29
1547 settembre 26-1550 marzo 3; allegati da 1511 dicembre 11; seguiti a 1612 maggio 18
"Pro magnifica comunitate Bergomi. Molendinorum Muletti. Contra Nicolao di Galitiis habente censum lib. 1600 imperiales... detto molendino et peana [?] afficti quinque pro centenario. 1512 usque 1612. Processo L. M. In matteria di un molino di ragione della magnifica città posto in borgo S. Leonardo detto il molino del Muletti"
Causa della città di Bergamo contro Nicola de Galitiis per una somma da questi dovuta per affitto del mulino del Muletti, di proprietà della città.
1 Volume cart., cc. 111, num. rec., leg. orig. in cartoncino, latino e volgare

30, class. 1.2.19.1.1-30
1513 luglio 28-1514 febbraio 11
"1513 28 luglio. Processo N. C. P.L. Instrumento di vendita fatta dalla città della mettà dell'aqua della seriola detta la Nova, che scorre in borgo S. Catterina, ed Plorsano, in borgo S. Leonardo, ed altri luoghi alli nobili signori Battistino Rota, e Benedetto Preposuli"
Vendita da parte del comune di Bergamo a favore di Battistino Rota e Benedetto Preposuli del diritto di utilizzare la metà dell'acqua della roggia Nuova.
1 Volume cart., cc. 24, num. orig. 1-6 poi rec., bb. 20-24, leg. orig. in cartoncino, latino

31, class. 1.2.19.1.1-31
1709 luglio 27-1709 agosto 19; allegati da 1513 novembre 1
"1513 usque 1709. Processo A. In materia di concessione d'aqua della seriola che passa fuori della porta del borgo S. Antonio a Giovanni Antonio, e fratelli Spini tintori per uso della loro tenturia. Per la magnifica città di Bergamo contro D. Giovanni Locatelli erede di Pasino Locatelli per concessione stata fatta allo stesso l'anno 1664 di estraer aqua dalla seriola fuori della porta di borgo S. Antonio per uso di un suo filatoglio di seta. Borgo S. Antonio fassicolo I"
Causa del comune di Bergamo contro Giovanni Locatelli per i diritti sull'uso dell'acqua della roggia Serio.
1 Volume cart., cc. 54, num. rec.; ripetuta c. 8; bb. 44-54, leg. orig. in cartoncino, latino e volgare

32, class. 1.2.19.1.1-32
1708 giugno 6-1712 agosto 27; allegati da 1513 luglio 1
"1513 usque 1712. Processo T. C. P. A. secondo. In matteria dell'aqua del Seriola detta la Nova, che scorre in borgo S. Catterina, ed Plorzano, ed dentro, e fuori dalla porta del borgo S. Antonio. Per la magnifica città di Bergamo contro Daniele Piatti, ed Pietro Pavolo ed fratelli Cortinovis"
Causa del comune di Bergamo contro Daniele Piatti e i fratelli Pietro e Paolo Cortinovis per i diritti sull'uso dell'acqua della roggia Nuova.
1 Volume cart., cc. 223, num. orig. 1-133, poi rec., bb. 183-187, 189-207, 210-223, leg. orig. in cartoncino, latino e volgare

33, class. 1.2.19.1.1-33
1611 agosto 7-1612 settembre 19; allegati da 1515 agosto 25
"1515 usque 1612. Processo A. N. P. S. In materia dell'aqua della bocca del Serio che scorre in Albino, Nembro e Pratalonga, cavalcate, misure, relazioni e previsioni sopra la seriola della Bocca, o sia Coda del Serio. Fassicolo I Albino, Nembro, e Pratalonga"
Descrizione del corso della roggia Serio Grande e delle rogge e bocche d'acqua da essa derivate nel territorio dei comuni di Albino, Nembro e Pradalunga. Allegato disegno a penna illustrante un tratto del corso del fiume Serio, alle cc. 12, 24.
1 Volume cart., cc. 26, num. rec., leg. orig. in cartoncino, volgare

34, class. 1.2.19.1.1-34
1516 aprile 8-1521 giugno 28
"1516 ed 1521 28 giugno. Processo L. M. Vendita fatta dalla magnifica città a Vincenzo Marchesi di un muro ossia Torresino posto in borgo S. Leonardo appresso il Serio per il prezzo di L. 25. venticinque di moneta imperiale. Altra vendita fatta dalla città a Piligrino quondam Lorenzo Spini di parte di una casa con tre ruote di molino e del diritto dell'acqua posta nella vicinia di borgo S. Leonardo, chiamata il molino della porta del fossato"
Vendita da parte comune di Bergamo a favore di Vincenzo Marchesi di un muro sito in borgo San Leonardo.
Vendita da parte d-el dal comune a favore di Piligrino Spini di parte di una casa sita nella vicinia San Leonardo con tre ruote di molino e il diritto dell'acqua.
1 Volume cart., cc. 12, num. rec., leg. orig. in cartoncino, latino, danni: tarli, strappi

35, class. 1.2.19.1.1-35
1600 aprile 21-1600 giugno 20; allegati da 1516 aprile 6
"1516 e 1600. Processo F. L. A. Vendita fatta dalla città alle reverende madri del Matris Domini di una fontana posta nella vicinia di S. Andrea. In materia dell'aqua della fontana del Lantro, ora chiamata Latere, che scorre nella vicinia del borgo S. Lorenzo pretendente la città, che alla sgurazione dei canicoli, lavelli, ed guazatorio di essa fontana, sia tenuta la sudetta vicinia a proprie sue spese come vien disposto dal statuto di Bergamo alla collazione ottava capitolo 80"
Causa del comune di Bergamo contro la vicinia San Lorenzo cui spetta, secondo lo statuto della città, l'obbligo della pulizia della fontana Latere sita nella stessa vicinia.
1 Volume cart., cc. 10, num. rec., leg. orig. in cartoncino, latino e volgare

36, class. 1.2.19.1.1-36
1519 novembre 28-1520 febbraio 22; allegati da 1494 maggio 15
"1518. Pro Magnifica Comunitate Bergomi contra Magnfici Dominici de Taxis. Pro seriola nova".
Causa del comune di Bergamo contro Domenico de Tassis per la vendita da parte di quest'ultimo del suo diritto di tre ore d'acqua della roggia Nuova. Allegate carte sciolte, alcune non attinenti l'argomento acque, alle cc. 159 - 195.
1 Volume cart., cc. 195, num. orig. 1-158, poi rec., leg. orig. in cartoncino, latino

37, class. 1.2.19.1.1-37
1519 gennaio 1-1713 febbraio 25
"1519 usque 1713. Per la magnifica città contro li compartecipi della coda del Serio. Processo T. C. S. In matteria di taglie per la sgurazione della Coda del Serio, ed altre seriole"
Causa del comune di Bergamo contro diversi per il pagamento delle taglie dovute per lavori di pulizia della roggia Coda di Serio ed altre rogge.
1 Volume cart., cc. 59, num. orig. 11-69, mancante c. 57, leg. orig. in cartoncino, latino e volgare

38, class. 1.2.19.1.1-38
1583 gennaio 25-1583 ottobre 20; allegati da 1454 marzo 1
"Processo M. 1521 usque 1583. Proclama dell' eccellentissimo signor podestà, ed diversi altri delli spettabili signori vicarii di Gandino, processi dalli stessi formulati, ed accuse, e condanne contro li molinari di val Gandino per delinquenze, ed frodi dalli stessi commesse nei molini"
Proclami, processi e condanne contro mugnai della val Gandino per reati vari.
1 Volume cart., cc. 113, num. orig.; bb. 27-44, leg. orig. in cartoncino, latino e volgare
note:

39, class. 1.2.19.1.1-39
1526 gennaio 1-1616 ottobre 3
"1526 usque 1616. Processo C. S. In materia dell'aqua delle seriole che si estraono dal fiume Serio, ossia dalla coda del fiume Serio. Diverse notte di spese per restaurazione ed rifazione di ponti, ed alvei, ed ripe delle seriole sudette, ed varie notte de debitori di taglie imposte, ed una taglia imposta l'anno 1597 dal magnifico collegio alle acque sopra la Coda del Serio, ed alcune parti dei deputati di detto collegio per tale materia et li capitoli ed oblighi del seriolaro dell'anno 1564"
Causa del comune di Bergamo contro diversi per il pagamento di taglie dovute per lo sfruttamento della roggia Coda di Serio; elenchi di spese per manutenzione di diverse rogge; disposizioni ed obblighi per i "seriolari".
1 Volume cart., cc. 100, num. rec.; bb. 77-100, leg. orig. in cartoncino, latino e volgare

40, class. 1.2.19.1.1-40
1583 marzo 8-1584 dicembre 13; allegati da 1527 gennaio
"1527 usque 1554. Processo L. P. F. In materia del follo, ed di un pezzo di terra vicino a detto follo di ragione della magnifica città posto nella contrata di Prato, borgo S. Leonardo, affittato a Sebastiano Fugazza pretendente essa città d'aver esso conduttore inferto danno in esso follo, ed pezzo di terra. Per la magnifica città di Bergamo contro detto Fugazza" (1)
Causa del comune di Bergamo contro Sebastiano Fugazza affittuario del "follo" e del prato adiacente di proprietà del comune, sito in contrada Prato, borgo San Leonardo, per danni da lui arrecativi.
1 Volume cart., cc. 101, num. orig., leg. orig. in cartoncino, latino e volgare
note:
(1). Precede altro titolo precedente: "1583. Magnifice comunitatis contra magistrum Sebastianum Fugatiam fulatorem pro damnis illatis in edificio fulli et in petia terre...

41, class. 1.2.19.1.1-41
1740 maggio 21-1741 dicembre 19; allegata da 1549 aprile 8; seguiti a 1746 giugno 8
"1549 usque 1745. Stampa C. In matteria dell'acqua della seriola detta la Nova che scorre in Colognola. Stampa al taglio. Per la città di Bergamo contro il signor Ottavio Tasca"
Causa del comune di Bergamo contro Ottavio Tasca per l' acqua della roggia Nuova che scorre in Colognola.
1 Volume a stampa cart., pp. 108, num. orig. (1), leg. orig. in cartoncino, volgare
note:
1. Sostituisce numerazione origine cassata.

42, class. 1.2.19.1.1-42
1740 maggio 21-1741 dicembre 19; antecedenti da 1549 luglio 8; seguiti a 1746 giugno 8
"1549 usque 1745. Stampa C. In matteria dell'aqua della seriola detta la Nova che scorre in Colognola. Per la città di Bergamo. Stampa al taglio contro il signor Ottavio Tasca"
Causa del comune di Bergamo contro Ottavio Tasca per l'acqua della roggia Nuova che scorre in Colognola.
1 Volume a stampa cart., pp. 112, leg. orig. in cartone, volgare

43, class. 1.2.19.1.1-43
1553 giugno-1575 luglio
"Pro Magnifica comunità contra domino Bernardum de Spino. Contra dominum Bernardum Spinum de Albino per Serio"
Causa del comune di Bergamo contro Bernardo Spini per l'acqua del Serio.
1 Volume cart., cc. 32, num. rec., leg. orig. in cartone, volgare

44, class. 1.2.19.1.1-44
1702 giugno 1-1704 gennaio 2; allegati da 1554 luglio 21
"Civitas Iura Aduersari. 1554 usque 1704. Processo B.L. terzo. In materia dell' aqua della seriola che scorre dentro e fuori delle mura vecchie nella contrata di Broseta del borgo S. Leonardo e del possesso, e diritti che ha la città delle detta mura vecchie. Per la magnifica città di Bergamo contro li signori Pietro Giorgio e Leonardo fratelli Ostani e di loro eredi"
Causa del comune di Bergamo contro Pietro Giorgio e Leonardo Ostani per l' acqua della roggia Serio che scorre in contrada di Broseta e per il possesso e i diritti che il comune conserva sulle mura vecchie.
1 Volume cart., cc. 190, num. orig., leg. orig. in cartone, volgare

45, class. 1.2.19.1.1-45
1726 giugno 7-1728 aprile 6; allegati da 1449 ottobre 30
"1554 usque 1728. Processo B. L. nono. In materia dell' aqua della seriola che scorre dentro e fuori dalle mura vecchie nella contrada di Broseta del borgo S. Leonardo e del possesso e diritti che ha la città delle dette mura vecchie. Per la Magnifica Città di Bergamo contro li signori Pietro Giorgio e Leonardo fratelli Ostani e di loro eredi"
Causa del comune di Bergamo contro Pietro Giorgio e Leonardo Ostani per l'acqua della roggia Serio che scorre in contrada di Broseta e per il possesso e i diritti che il comune conserva sulle mura vecchie.
1 Volume cart., cc. 204, num. orig. 1-158, poi rec., bb. 159-204, leg. orig. in cartone, volgare

46, class. 1.2.19.1.1-46
1564 agosto 23-1723 giugno 9
"1564 usque 1723. Processo D. T. M. C. In matteria de debitori di taglia imposta sopra la Morla de comun nuovo. Per il magnifico collegio delle aque contro detti debitori"
Causa del comune di Bergamo contro diversi debitori di taglie per l'acqua della roggia Morla di Comun Nuovo.
1 Volume cart., cc. 164, num. orig., leg. orig. in cartoncino, volgare

47, class. 1.2.19.1.1-47
1592 novembre 20-1594 maggio 7; allegati da 1567 agosto 12; seguiti a 1599 maggio 11
"1567 usque 1599. Processo A. M. C. In matteria del maglio di ferro di ragione della magnifica città posto nella vicinanza di S. Alessandro della Croce fuori dalli borghi in borgo S. Caterina affittato alla D. D. Giovanni ed Gerolamo fratelli Rovaris ed altri i quali hanno inferto danno a detto maglio. Per la magnifica città di Bergamo contro detti fratelli Rovaris"
Causa del comune di Bergamo contro i fratelli Rovaris per i danni arrecati al maglio a loro concesso in affitto.
1 Volume cart., cc. 161, num. rec., leg. orig. in cartoncino, volgare

48, class. 1.2.19.1.1-48
1564 agosto 30-1613 aprile 4; seguiti a 1678 dicembre 19
"1571 usque 1688. Processo T. C. S. In materia di taglio e de spese per la sgurazione et ripari della Coda del Serio ed altra seriola. Per la magnifica città contro li compartecipi della Coda del Serio"
Causa del comune di Bergamo contro diversi per taglie e spese di pulizia e riparazione della roggia Coda di Serio e di altre rogge. Allegato proclama relativo alle competenze delle cancellerie pretoria e prefettizia, a c. 56.
1 Volume a stampa cart., cc. 56, num. orig. 1-54, poi rec., leg. orig. in cartoncino, volgare

49, class. 1.2.19.1.1-49
1588 marzo 11-1590 settembre 7; allegati da 1573 luglio 11
"Serij. Exemplum processus contra spinum in causa serij"
Causa del comune di Bergamo contro Bernardo Spini per l'acqua del Serio.
1 Volume cart., cc. 186, num. orig., leg. orig. in cartoncino, volgare

50, class. 1.2.19.1.1-50
1575 maggio 26-1575 luglio 5
"Processo C. R. L. In materia di certa aqua detta il riolo che scorre appresso il Lazaretto e passa nei campi di ragione della città e che poi scorre ad irrigare certa pezza di terra di ragione dei reverendi padri celestini del borgo Santa Cattarina. Per la magnifica città di Bergamo contro detti reverendi Padri Celestini"
Causa celebrata davanti al podestà fra il comune di Bergamo e i Padri Celestini circa l'acqua del riolo che scorre presso il Lazzaretto.
1 Volume cart., cc. 58, num. rec., leg. orig. in cartoncino, volgare

51, class. 1.2.19.1.1-51
1583 agosto 29-1583 settembre 9; allegati da 1579 dicembre 28
"Accusa di Michele Comenduno camparo della città contro Marco Antonio e Gerolamo Marchesini per pretese rotture fatte nel vaso della seriola detta la Nova"
Accusa di Michele Comenduno, camparo del comune di Bergamo, contro Marco Antonio e Gerolamo Marchesini per le rotture del vaso della roggia Nuova.
1 Volume cart., cc. 7, num. rec., leg. orig. in cartoncino, volgare

52, class. 1.2.19.1.1-52
1593 settembre 1-1593 novembre 8; antecedenti da 1587 marzo 16
"Processo T. L. D. B. In materia di certo acquisto fatto dalla città l'anno 1587 li 16 marzo da donna Cattarina moglie relitta del quondam Cristoforo Trevini de Pivetti molinaro di una casa posta in borgo San Leonardo della contrata di Broseta chiamata la casa del Trevini. Per la magnifica città di Bergamo contro alcuni creditori pretendenti credito nella facoltà del detto quondam Cristoforo Trevini molinaro"
Causa celebrata davanti al vicario vicegerente pretorio fra il comune di Bergamo e alcuni creditori del fu Cristoforo Trevini accampanti diritti di credito su una casa venduta al comune da Trevini stesso.
1 Volume cart., cc. 69, num. rec., leg. orig. in cartoncino, volgare

53, class. 1.2.19.1.1-53
1635 luglio 17-1636 aprile 6; allegati da 1589
"Processo C. M. In materia di certo maglio di rame posto in borgo S. Cattarina di ragione della magnifica città. Per la magnifica città di Bergamo contro Gabriele Zamboni ed altri conduttori di detto maglio"
Atti della causa celebrata davanti al podestà fra il comune di Bergamo e Gabriele Zamboni ed altri circa la conduzione del maglio del rame posto in borgo Santa Caterina.
1 Volume cart., cc. 43, num. rec., leg. orig. in cartoncino, volgare

54, class. 1.2.19.1.1-54
1591 aprile 27-1700 maggio 17
"Processo N. M. P. C. In materia dell' aqua della seriola detta la Nova che decorre sopra edificij molini ed in specie sopra il molino ora di ragione Grismondi posta alli moduli di Plorsano del borgo S. Cattarina"
Misure, informazioni e segnature circa le acque della roggia Nuova che scorre in prossimità dei moduli di Plorzano in borgo Santa Caterina.
1 Volume cart., cc. 8, num. rec.; bb. 7-8, leg. orig. in cartoncino, volgare

55, class. 1.2.19.1.1-55
1689 luglio 14-1689 agosto 20; allegati da 1601 febbraio 15
"Processo T. C. S. A. P. O. V.. In materia di taglie ed spese per la sgurazione, ed ripari delle seriole della Coda del Serio principiando al Ponte d'Albino sino a Plorzano, e da Plorzano sino ad Osio, ed Verdello, ed altri luoghi"
Atti della causa celebrata in appello davanti alla quarantica civil nuova di Venezia fra il comune di Bergamo e la Compagnia della Coda del Serio circa taglie e spese per la pulitura e riparazioni della roggia Serio fino alla roggia Coda di Serio in diverse località.
1 Volume cart., cc. 98, num. orig., leg. orig. in cartoncino, volgare

56, class. 1.2.19.1.1-56
1606 giugno 26-1606 novembre 9; allegati da 1602 maggio 7; seguiti a 1611 luglio 17
"Processo L. In matteria di concessione di un lavanderio ad Antonio Romelio del borgo San Leonardo tintore vedi parte del magnifico consiglio detta concessione sotto l'anno 1603: 10 ad 12 maggio. Per la magnifica città di Bergamo contro detto Antonio Romelio ed altri"
Causa celebrata davanti al podestà fra il comune di Bergamo e Antonio Romelio ed altri circala concessione di un "lavanderio" e dell'acqua per le tintorie.
1 Volume cart., cc. 27, num. rec., leg. orig. in cartoncino, volgare

57, class. 1.2.19.1.1-57
1602 maggio 13-1745 gennaio 7
"Per la magnifica città di Bergamo ... contro li signori conti Carlo ed Antonio Secchi Suardi. Processo Z. In matteria dell' aqua della seriola detta la Nova, che scorre nel comun di Zanica"
Allegati della causa fra il comune di Bergamo e Carlo e Antonio Secco Suardo circa l'acqua della roggia Nuova che scorre in Zanica.
1 Volume cart., cc. 197, num. orig. 1-155 num . orig., poi rec.; bb. 156-197, leg. orig. in cartoncino, volgare

58, class. 1.2.19.1.1-58
1605 maggio 5-1609 marzo 17
"Processo P. A. M. In materia d'innovazioni nelle bocche dell'aqua della seriola, che si estrae di sopra del Ponte di Albino, ed che scorre sopra il molino di ragione Chiodetti seu Chiodelli posto in Pratalonga, ed poscia passa ad irrigare alcuni campi di ragione Piligrino Tiraboschi situati in detto comune di Pratalonga"
Note, istruzione e lettere circa l'innovazione delle bocche della roggia Martinenga - Pradalunga che scorre in Pradalunga. Relazioni e deliberazioni. Allegati disegno e schizzi a penna con planimetria del mulino Chiodelli, alle cc. 41, 43 - 46.
1 Volume cart., cc. 67, num. rec.; bb. 47-67, leg. orig. in cartoncino, volgare

59, class. 1.2.19.1.1-59
1606 luglio 15-1680 giugno 2
"Processo B. L. quarto. In materia dell'aqua della seriola che scorre dentro, e fuori delle mura vechie nella contrata di Broseta del borgo S. Leonardo, e del possesso, e diritti, che ha la città delle dette mura vechie. Per la magnifica città di Bergamo contro li signori dottor Bartolomeo Facheris, e di lui eredi"
Allegati della causa fra il comune di Bergamo e Bartolomeo Facheris e suoi eredi circa l'acqua della roggia Serio che scorre in Broseta nel borgo San Leonardo e i diritti della città sulle mura vecchie.
1 Volume cart., cc. 102, num. orig. 1-62, poi rec.; bb. 84-102, leg. orig. in cartoncino, volgare

60, class. 1.2.19.1.1-60
1730 agosto 17-1732 gennaio 9; allegati da 1576 luglio 3
"Magnifice civitatis contra magnificos domines comites Iosephum, et Carolum de Suardis et alios ex Societate Murgule pro taleis decursis. Processo M. C. In matteria dell'aqua della seriola detta Morlana, che sbocca dalli moduli del Casalino, ed scorre per il Comun Nuovo"
Causa celebrata davanti al podestà fra il comune di Bergamo e i conti Giuseppe e Carlo Suardi e diversi della Compagnia della roggia Morlana, circa l'acqua della roggia Morlana che sbocca in località Casalino e scorre per Comun Nuovo.
1 Volume cart., cc. 157, num. rec. che sostituisce l'originaria incompleta; bb. 151-157, leg. orig. in cartoncino, volgare
note:

61, class. 1.2.19.1.1-61
1770 agosto 18-1771 marzo 27
"1609 usque 1771. Processo O. M. In matteria dell'aqua della seriola, che scorre nel comun di Osio. Per li nobili signori conti canonici fratelli Ambiveri contro diversi liti consorti, ed il venerando ospitale. Per li stopeli del molino di Osio"
Causa celebrata davanti al podestà come ufficio pretorio fra i conti Antonio e Ferrante Ambiveri e diversi e l'ospedale Maggiore di Bergamo circa l'acqua del mulino in Osio Sotto.
1 Volume cart., cc. 91, num. rec.; bb. 69-91, leg. orig. in cartoncino, volgare

62, class. 1.2.19.1.1-62
1694 maggio 11; allegati da 1610 maggio 22; seguiti a 1694 maggio 18
"1610 usque 1694. Processo C. In materia di aqua conceduta dalla magnifica città l' anno 1610, che scorre di sotto della Porta del Borgo S. Caterina a Domino Orazio Piatti. Per la Magnifica Città di Bergamo contro li eredi del quondam Steffano Rovetta"
Intimazione del podestà agli eredi di Stefano Rovetta perché riparino la porzione di loro spettanza del vaso della seriola che scorre sotto la porta del borgo Santa Caterina.
1 Volume cart., cc. 12, num. rec., leg. orig. in cartoncino, volgare

63, class. 1.2.19.1.1-63
1741 maggio 21-1745 giugno 18; allegati da 1710 luglio 7
"1610 usque 1745. Processo C. In matteria dell'aqua della seriola detta la Nova che scorre in Colognola. Per la Magnifica Città di Bergamo contro il signor Ottavio Tasca. Spazo di laudo posto a favor della Città l'anno 1745 li 23 giugno"
Causa del comune di Bergamo contro Ottavio Tasca per l'acqua della roggia Nuova che scorre in Colognola.
1 Volume cart., cc. 86, num. orig. 1-62, poi rec., bb. 63-86, leg. orig. in cartoncino, volgare

64, class. 1.2.19.1.1-64
1745 settembre 6; allegati da 1610
"1610 usque 1746. Processo Z. In matteria dell'aqua della seriola detta la Nova che scorre nel comun Zanica. Per la Città di Bergamo contro li signori Conti Carlo ed Antonio Secchi Suardi"
Atti della causa celebrata in appello davanti alla quarantia civil nuova di Veneza fra i comune di Bergamo e Carlo e Antonio Secco Suardo circa l'acqua della roggia Nuova che scorre in Zanica.
1 Volume cart., cc. 76, num. orig. 1-52, poi rec., bb. 52-76, leg. orig. in cartoncino, volgare

65, class. 1.2.19.1.1-65
1614 aprile-1615 luglio; allegati da 1609
"1614 e 1615. Processo S. Relazione fatta dei deputati alle aque dei dinari spesi e pagati dal signor Gabriele Salvagni cancelliere nelli anni 1614 e 1615 per sgurazioni ed repazioni alla bocca del Serio, per rinnovazione, e fortificazioni di chiuse dalla piena del fiume distrutte come appare dalle qui ventidue polize unite e relazioni".
Relazioni dei deputati del collegio delle acque relative alle spese sostenute per pulitura e riparazioni della bocca della roggia Serio e per la sistemazione delle chiuse distrutte dalla piena del fiume Serio.
1 Volume cart., cc. 57, num. rec., leg. orig. in cartoncino, volgare

66, class. 1.2.19.1.1-66
1622 maggio-1624 giugno 24
"1622, 1623 e 1624. Processo T. C. S. M. Taglie imposte l'anno 1622; e 1623 sopra la Coda del Serio, e Morla del Comunuovo"
Taglie imposte per gli anni 1622 - 1624 dal comune di Bergamo per l'utilizzo dell' acqua delle rogge Coda del Serio e Morla di Comunnuovo.
1 Volume cart., cc. 14, num. rec.; b. c. 14, leg. orig. in cartoncino, volgare

67, class. 1.2.19.1.1-67
1622 ottobre 3-1622 dicembre 4
"1622. Processo C. Per la magnifica città di Bergamo contro molinari. Querele per danni dati nel Serio che scorre in Borgo S. Catterina"
Causa celebrata davanti ai rettori fra il comune di Bergamo e alcuni molinari circa i danni causati alla roggia Serio in Borgo Santa Caterina.
1 Volume cart., cc. 18, num. rec., leg. orig. in cartoncino, volgare

68, class. 1.2.19.1.1-68
1626 aprile 6-1626 maggio 11
"1626 6 aprile e 11 maggio. Processo P. Z. Vendita fatta dalla Città di hore ventiquattro di tutta l'aqua della seriola Nova, che si estrae alli moduli di Plorsano, e scorre sino nel comun di Zanica con patto di recupera, all'illustrissimo signor Gerolamo Poncini. Altra di hore sei della detta seriola Nova, che si estrae come sopra alli magnifici signori Federico, ed Endrico fratelli Bonghi"
Vendita da parte del comune di Bergamo a favore di Gerolamo Poncini e dei fratelli Federico ed Enrico Bonghi del diritto di utilizzare l'acqua della roggia Nuova.
1 Volume cart., cc. 14, num. rec.; bb. 12-14, leg. orig. in cartoncino, volgare

69, class. 1.2.19.1.1-69
1740 luglio 10-1747 luglio 31; allegati da 1549 aprile 8
"1642 usque 1747. Processo Z. In matteria dell'aqua della seriola detta la Nova che scorre nel comun di Zanica. Per la magnifica Città di Bergamo contro li signori Conti Carlo, ed Antonio Secchi Suardi. Spazo di laudo nato a favor della Città l'anno 1747 li 31 luglio seu 15 luglio 1747, vedilo al foglio 115 di cotesto processo"
Atti della causa fra il comune di Bergamo e i conti Carlo e Antonio Secco Suardo circa l'acqua della roggia Nuova che scorre in Zanica. Al numero 116 comunicazione del doge Pietro Grimani del giudizio di conferma della sentenza in merito alla causa della città contro i conti Secco Suardo.
1 Volume cart., cc. 116, num. orig., leg. orig. in cartoncino, volgare

70, class. 1.2.19.1.1-70
1642 gennaio 27-1642 giugno 16; seguiti a 1646 ottobre 20
"1646. Magnifice civitatis Bergomi contra molendinarios pretendentes restaurum"
Causa celebrata davanti al podestà fra il comune di Bergamo e diversi affittuari di edifici di proprietà comunale circa il risarcimento dei danni causati alle loro attività di mugnai e lavandai dalla mancanza d'acqua della roggia Nuova.
1 Fascicolo cart., cc. 63, num. rec., leg. orig. in cartoncino, latino e volgare

71, class. 1.2.19.1.1-71
1643 giugno 6-1645 agosto 9 ottobre
"1644 ed 1645. Processo A. Azzano. In matteria del aqua della seriola detta la Nova, e della seriola detta la Guidana che ambidue scorrono nel comun di Azano. Per la magnifica Città di Bergamo contro il reverendo Gerolamo Poncini; ed Gabriele Capitanio, ed Cornelia Caversagni"
Causa celebrata in appello davanti al collegio dei XV Savi di Venezia fra il comune di Bergamo e diversi circa l'acqua delle rogge Nuova e Guidana che scorrono nel comune di Azzano San Paolo.
1 Volume cart., cc. 28, num. rec.(1); bb. 22-28, leg. orig. in cartoncino, volgare
note:
1. Sostituisce numerazione originale cassata.

72, class. 1.2.19.1.1-72
1698 luglio 1-1709 aprile 19; allegati da 1654 luglio 4
"1657 usque 1709. Processo V. O. Notte e comparti fatti dell'aqua della seriola, che scorre nel comun di Verdello, ed Osio alli affittuali di detta aqua per le ore a cadauno assegnate"
Comparti dell'acqua della roggia Colleonesca che scorre nei comuni di Verdello e di Osio tra gli affittuali della medesima.
Allegati: manifesto "compartito dell' acqua della seriola di Verdello", 1654 luglio 4, a c. 1; manifesti "regolatione del compartito dell'acqua della seriola", 1657 giugno 14, alle cc. 2 - 3.
1 Volume cart., cc. 37, num. rec.; bb. 32-37, leg. orig. in cartoncino, volgare

73, class. 1.2.19.1.1-73
1655 maggio 12-1655 luglio 20
"1655. Processo V. In materia della seriola, che scorre nel comun di Verdello. Per la Magnifica Città di Bergamo contro il signor Conte Camillo Ajardi"
Causa celebrata davanti al podestà fra il comune di Bergamo e Camillo Agliardi circa l'acqua della roggia che scorre nel comune di Verdello.
1 Volume cart., cc. 8, num. rec.; bb. 6-8, leg. orig. in cartoncino, volgare
Unità non reperibile giugno 2010

74, class. 1.2.19.1.1-74
1679 aprile 22-1679 settembre 23; allegati da 1658 aprile 27; seguiti a 1685 aprile 3
"1655 usque 1685. Processo P. M. In materia dell'aqua della seriola detta Morlana, che esce fuori dal fiume Serio instituita dal capitan Bartolomeo Colleoni, ed altri interessati nella stessa. Per la Magnifica Città di Bergamo contro li Sindici del Comun di Prata Longa"
Causa celebrata davanti al capitano fra il comune di Bergamo e il comune di Pradalunga circa l'acqua della roggia Morlana.
1 Volume cart., cc. 89, num. rec.; bb. 77-89, leg. orig. in cartoncino, volgare

75, class. 1.2.19.1.1-75
1659 maggio 9-1659 maggio 13
"1659. Processo B. In materia di un molino posto fuori delle porte di Broseta di ragione del Nobile Signor Kavalier Giovanni Battista Solza e fratelli. Per la Magnifica Città di Bergamo contro detti Signori Fratelli Solza"
Causa celebrata davanti al podestà fra il comune di Bergamo e Giovanni Battista e fratelli Solza circa l'acqua della roggia Colleonesca che alimenta un mulino di loro proprietà fuori della porta di Broseta.
1 Volume cart., cc. 14, num. rec.; bb. 8-14;num. orig. Incoerente, leg. orig. in cartoncino, volgare

76, class. 1.2.19.1.1-76
1662 gennaio 30-1757 luglio 27
"1662 usque 1757. Processo M. In materia di concessioni d'aqua della seriola Morlana. Per la Magnifica Città di Bergamo contro Marchesi Solza e Conti Albani"
Allegati nella causa fra il comune di Bergamo e le famiglie Solza e Albani circa le concessioni di acqua della roggia Morlana.
1 Volume cart., cc. 10, num. rec.; bb. 8-10, leg. orig. in cartoncino, volgare

77, class. 1.2.19.1.1-77
1663 maggio 9-1687 aprile 25
"1663 usque 1687. Processo A. Z. Azzano. In materia di cavalcate fatte, ed segnature commesse dal Magnifico Collegio alle Aque nella seriola detta la Nova che scorre nel comune di Azzano e Zanica"
Segnature del collegio delle acque e spese sostenute per la loro rilevazione lungo il corso della roggia Nuova nei comuni di Azzano San Paolo e Zanica.
, cc. 12, num. re.; bianche cc. 10-12, volgare
note:
(1). Spostata in "Collegio delle acque - segnature"

78, class. 1.2.19.1.1-78
1703 dicembre 12; allegati da 1674 dicembre 26
"1674 usque 1703. Processo B. In matteria della concessione d'aqua stata fatta dalla Magnifica Città, che si estrae dalla seriola del serio, che scorre verso la porta di Broseta l'anno 1675 al Signor Dottor Bartolomeo Facheris. Per la Magnifica Città di Bergamo contro detto Signor Dottor Bartolomeo Facheris"
Atti della causa celebrata in appello davanti alla quarantia civil nuova di Venezia fra il comune di Bergamo e Bartolomeo Facheris circa l'acqua della roggia Serio che scorre verso la porta di Broseta.
1 Volume a stampa, cc. 22, num. orig., leg. originale in carta, latino e volgare

79, class. 1.2.19.1.1-79
1678 maggio 18-1678 giugno 3
"1678. Processo O. L. M. In materia del maglio di ferro o sia dell'aqua della Seriola Morlana, che scorre sopra lo stesso posto fuori della porta di Osio del Borgo S. Leonardo. Per la Magnifica Città di Bergamo contro il Signor Alvise Terzi, e Giacomo e Giovanni Caneva"
Causa celebrata davanti al podestà fra il comune di Bergamo e Alvise Terzi e fratelli Caneva circa il maglio del ferro e la roggia Morlana fuori la porta di Osio.
1 Volume cart., cc. 14, num. rec.; bb. 11-14, leg. orig. in cartoncino, volgare

80, class. 1.2.19.1.1-80
1680 febbraio 16-1680 dicembre 31; seguiti a 1708 maggio 12 (1)
"1680 usque 1708. Processo B. L. ottavo. In materia dell'aqua della seriola, che scorre dentro, e fuori delle mura vechie nella Contrata di Broseta del Borgo S. Leonardo, e diritti, che ha la Città delle dette mura vechie. Per la Magnifica Città di Bergamo contro li Signori Dottor Bartolomeo Facheris, e di lui eredi"
Atti della causa celebrata davanti al podestà fra il comune di Bergamo e Bartolomeo Facheris e suoi eredi circa l'acqua della roggia Serio che scorre in contrada Broseta e i diritti che la città conserva sulle mura vecchie.
1 Volume cart., cc. 130, num. orig. 1-89, poi rec.; bb. 90-130, leg. orig. in cartoncino, volgare
note:
(1). La data del seguito indica la presentazione del volume
Podestà.

81, class. 1.2.19.1.1-81
1684 febbraio 8-1688 agosto 26; allegati da 1487 marzo 13; seguiti a 1708 maggio 12 (1)
"1688 usque 1705. Processo B. L. decimo. In materia dell'aqua della seriola, che scorre dentro, e fuori delle mura vechie nella Contrada di Broseta del Borgo S. Leonardo, e del possesso, e diritti, che ha la Città delle dette mura vechie. Per la Magnifica Città di Bergamo contro li Signori Dottor Bartolomeo Facheris, e di lui eredi"
Atti della causa celebrata davanti al podestà fra il comune di Bergamo e Bartolomeo Facheris e suoi eredi circa l'acqua della roggia Serio che scorre in contrada Broseta e i diritti che la città conserva sulle mura vecchie.
1 Volume cart., cc. 122, num. orig. 1-82, poi rec.; bb. 84-122, leg. orig. in cartoncino, volgare
note:
(1). La data del seguito indica la presentazione del volume
Podestà.

82, class. 1.2.19.1.1-82
1683 aprile 24-1687 aprile 28
"1683 usque 1687. Processo S. Intimazioni diverse perché non sia inferto danno nelle seriole del Serio dalla Magnifica Città, ed per essecuzione di segnature fatte dai Deputati al Collegio delle Aque in varie seriole. Per la Magnifica Città di Bergamo contro diversi"
Intimazioni del podestà su richiesta del collegio delle acque del comune di Bergamo contro diversi onde evitare danni alle rogge del Serio ed esecuzione di segnature commissionate dal collegio delle acque.
1 Volume cart., cc. 22, num. rec.; bb. 13-22, leg. orig. in cartoncino, latino e volgare

83, class. 1.2.19.1.1-83
1686 maggio 13-1686 settembre 17
"1686. Processo A. M. Albino. In materia di polize duplicate dal seriolaro della Città per restauri dallo stesso fatti nella seriola d'Albino di sopra della Morlana. Per la Magnifica Città di Bergamo contro Francesco Bonazolo seriolaro di detta Città"
Interrogatori di testimoni (1) e polizze di spesa nella causa fra il comune di Bergamo e il "seriolaro" Francesco Bonazolo circa la duplicazione di polizze relative alle riparazioni della roggia Serio in Albino.
1 Volume cart., cc. 27, num. rec.; bb. 17-27, leg. orig. in cartoncino, volgare
note:
(1). Da parte di ?

84, class. 1.2.19.1.1-84
1696 giugno 9-1699 luglio 11; allegati da 1687 aprile 26
"1687 usque 1699. Processo C. R. N. Per la Magnifica Città di Bergamo contro il Signor Bortolo Savio, ed altri per ristauri comessi da detta Città nelle seriole sotto qui espresse. In materia dell'aqua delle seriole che scorrono in Borgo S. Cattarina, Redona e Nembro"
Causa celebrata davanti al podestà fra i comune di Bergamo e Bortolo Savio e altri circa riparazioni alle rogge che scorrono in borgo Santa Caterina, Redona e Nembro.
1 Volume cart., cc. 14, num. rec.; bb. 9-14, leg. orig. in cartoncino, volgare

85, class. 1.2.19.1.1-85
1702 settembre 13-1703 marzo 9; allegati da 1688 agosto 21; seguiti a 1704 giugno 18
"1688 usque 1708. Processo B. L. decimoterzo. In materia dell' aqua della seriola, che scorre dentro, e fuori delle mura vechie nella Contrata di Broseta del Borgo S. Leonardo, e del possesso, e diritti, che hà la Città delle dette mura vechie. Per la Magnifica Città di Bergamo contro li Signori Dottor Bartolomeo Facheris, e di lui eredi"
Causa celebrata davanti al podestà fra i comune di Bergamo e Bartolomeo Facheris e suoi eredi circa l'acqua della roggia Serio che scorre nella contrada Broseta e i diritti che la città conserva sulle mura vecchie.
1 Volume cart., cc. 20, num. orig. 1-12, poi rec., bb. 13-20, leg. orig. in cartoncino, volgare, danni: acidità dell'inchiostro
Unità non reperibile giugno 2010

86, class. 1.2.19.1.1-86
1716 marzo 4-1717 luglio 28; allegati da 1693 settembre 26
"1693 usque 1716. Processo A. S. In materia dell'aqua che scorre nel comun d'Albino per riparazioni delle ripe del fiume Serio. Per la Magnifica Città di Bergamo contro li Sindici del Comun d' Albino"
Atti della causa fra i comune di Bergamo e il comune di Albino circa riparazioni lungo il corso del fiume Serio.
Allegato schizzo planimetrico a penna delle rive del Serio nel comune di Albino, alle cc. 8 - 9.
1 Volume cart., cc. 10, num. rec., leg. orig. in cartoncino, volgare

87, class. 1.2.19.1.1-87
1688 aprile 28-1700 dicembre 8; antecedenti da 1606 giugno 22; seguiti a 1738 giugno 3
"1699 usque 1706. Acque. Processo o sia filza C. D. In matteria delle taglie imposte sopra la seriola detta la Nova che scorre nel Comun Nuovo, con alcuni atti giuridici contro alcune persone debitrici a detta Città per concessioni d'aque della seriola della Coda del Serio"
Note e informazioni richieste dal collegio alle acque circa le rogge di sua competenza. Taglie e intimazioni di pagamento per crediti vantati dal comune di Bergano sull'utilizzo di acqua delle rogge Morlana, Coda di Serio, Morla di Comunnuovo e Nuova.
1 Filza cart., cc. 33, num. rec., volgare

88, class. 1.2.19.1.1-88
1696 giugno 9-1696 giugno 16
"1696. Processo T. C. A. L. N. In materia dell'aqua della seriola detta la Nova, che scorre in Torre Boldone, Borgo S. Cattarina, Borgo S. Antonio, e Borgo S. Leonardo. Per la Magnifica Città di Bergamo contro diversi per comissione d'essecuzione di varie segnature per reparazioni, e ristaurazioni della detta seriola"
Causa celebrata davanti al podestà fra i comune di Bergamo e diversi circa l'acqua della roggia Nuova che scorre in Torre Boldone, Borgo Santa Caterina e della roggia Serio che scorre in borgo Sant'Antonio e borgo San Leonardo.
1 Volume cart., cc. 18, num. rec.; bb. 10-18, leg. orig. in cartoncino, volgare

89, class. 1.2.19.1.1-89
1697 ottobre 3-1698 giugno 2
"1697 e 1698. Processo V. L. C. In materia dell'aqua della seriola, che scorre in Curnasco, Laglio, e Verdello. Per la Magnifica Città di Bergamo contro diversi affittuali di detta seriola"
Causa celebrata davanti al podestà fra i comune di Bergamo e diversi circa l'acqua della roggia Verdellina che scorre in Curnasco, Lallio e Verdello.
1 Volume cart., cc. 28, num. rec.; bb. 16-28, leg. orig. in cartoncino, volgare

90, class. 1.2.19.1.1-90
1700 maggio 14-1700 maggio 24
"1700. Processo L. D. In materia dell'aqua della seriola, che scorre in Borgo S. Leonardo in Contrada di S. Deffendente. Per la Magnifica Città di Bergamo contro Giuseppe, e Giovanni fratelli Piatti"
Causa celebrata davanti al podestà fra il comune di Bergamo e i fratelli Piatti circa l'acqua della roggia Serio che scorre in contrada San Defendente nel borgo San Leonardo.
1 Volume cart., cc. 4, num. rec., leg. orig. in cartoncino, volgare

91, class. 1.2.19.1.1-91
1717 dicembre 4-1718 agosto 3; allegati da 1700 agosto 30
"1701 usque 1718. Processo N. Per la Magnifica Città di Bergamo contro Pavolo Azzola seriolaro di Nembro, ed Ambroggio Azzola di lui pieggio, ed Francesco Bonasolo anch'esso seriolaro debitori a detta Città per affitti decorsi sopra un prato di raggione della Città alli stessi affittato, ed per spese di aque"
Cause celebrate davanti al vicario vicegerente pretorio fra il comune di Bergamo e i fratelli Paolo e Ambrogio Azzola e Francesco Bonasolo di Nembro circa affitto di terreni e spese di acque.
1 Volume cart., cc. 26, num. rec.; bb. 19-26, leg. orig. in cartoncino, volgare

92, class. 1.2.19.1.1-92
1701 maggio 18-1701 maggio 19
"1701. Processo L. T. In materia dell'aqua della seriola, che scorre in Torre Boldone, ed nella Vicinia del Borgo S. Leonardo. Per la Magnifica Città contro le Reverende Madri del Matris Domini e di S. Benedetto"
Intimazioni del podestà ai monasteri di Matris Domini e di San Benedetto per l'acqua della roggia Serio che scorre in Torre Boldone e della roggia di borgo San Leonardo.
1 Volume cart., cc. 4, num. rec.; bb. 3-4, leg. orig. in cartoncino, volgare

93, class. 1.2.19.1.1-93
1709 maggio 10-1710 settembre 18; allegati da 1702 ottobre 25; seguiti a 1727 agosto 27
"Acta currentia. Per il sito alle mura vechie dietro al Serio. 1702 usque 1710. Processo B. L. sesto. In materia dell'aqua della seriola, che scorre dentro, e fuori delle mura vechie nella Contrada di Broseta del Borgo S. Leonardo, e del possesso, e diritti, che hà la Città delle dette mura vechie. Per la Magnifica Città di Bergamo contro li Signori Dottor Bartolomeo Facheris, e di lui eredi"
Causa del comune di Bergamo contro Bartolomeo Facheris e i suoi eredi per l'acqua della roggia Serio che scorre in Broseta e per i diritti che la città conserva sulle mura vecchie.
1 Volume cart., cc. 107, num. orig. 1-80, poi rec., leg. orig. in cartoncino, latino e volgare

94, class. 1.2.19.1.1-94
1705 giugno 5-1705 giugno 22
"1705. Processo S. In materia dell'aqua della seriola che scorre nel comune di Sforzatica. Per la Magnifica Città di Bergamo contro li figlioli del quondam Signor Giovanni Battista Pietrasanta, e Signor Dottor Giovanni Agostino Torre. Per posizioni di canali, ed otturazioni di bocche in detta seriola"
Causa del comune di Bergamo contro i figli di Giovanni Battista Pietrasanta e Giovanni Agostino Torre per sistemazione e chiusura di prese d'acqua nella roggia che scorre in Sforzatica.
1 Volume cart., cc. 6, num. rec.; bb. 4-6, leg. orig. in cartoncino, volgare

95, class. 1.2.19.1.1-95
1705 giugno 5
"1705. Processo M. D. O. V. In matteria dell'aqua della seriola di Osio, ed Verdello, che scorre nel comune di Mariano, ed Dalmine. Per la Magnifica Città di Bergamo contro diversi per aggiustamenti ed otturazioni di bocche in detta seriola, ed altro"
Intimazioni del podestà nella causa fra il comune di Bergamo e diversi circa danni e chiusura di aperture nella roggia Serio piccolo di Osio che scorre in Mariano e in Dalmine.
1 Volume cart., cc. 26, num. rec.; bb. 15-26, leg. orig. in cartoncino, volgare

96, class. 1.2.19.1.1-96
1705 giugno 12-1706 maggio 6
"1705 e 1706. Processo G. L. A. In materia dell'aqua della seriola che scorre nel comun di Guzanica, Laglio, ed Azzano. Per la Magnifica Città di Bergamo contro diversi per ristaurazioni comesse da detta Città nella seriola sudetta"
Intimazioni del podestà nella causa fra il comune di Bergamo e diversi circa l'acqua della roggia Morla di Comunnuovo che scorre in Guzzanica, Lallio e Azzano San Paolo.
1 Volume cart., cc. 7, num. rec.; bb. 6-7, leg. orig. in cartoncino, volgare

97, class. 1.2.19.1.1-97
1705 giugno-1706 luglio 8
"1705 e 1706. Processo O. In materia dell'aqua della seriola di Osio, e che scorre anche nel comune di Osio. Diverse intimazioni fatte dalla Città contro diversi per agiustamenti di bocche, ed ripe di detta seriola, ed altro"
Intimazioni del podestà nella causa fra il comune di Bergamo e diversi circa riparazioni di aperture praticate lungo la roggia Serio piccolo di Osio che scorre in Osio.
1 Volume cart., cc. 35, num. rec.; bb. 28-35, leg. orig. in cartoncino, volgare

98, class. 1.2.19.1.1-98
1705 giugno 9-1707 aprile 9
"1705 usque 1707. Processo L. V. C. In materia dell'aqua della seriola che scorre in Laglio, alla Vailetta, ed Curnasco. Diverse intimazioni fatte dalla Magnifica Città contro diversi per agiustamenti di bocche, pedeghe, ripe di detta seriola, ed altro"
Intimazioni del podestà nella causa fra il comune di Bergamo e diversi circa riparazioni di aperture, cateratte, rive e altro in materia di acque della roggia Verdellina che scorre in Lallio, Vailetta e Curnasco.
1 Volume cart., cc. 22, num. rec., leg. orig. in cartoncino, volgare

99, class. 1.2.19.1.1-99
1706 maggio 19
"1706. Processo N. A. Z. In matteria dell'aqua della seriola detta la Nova che scorre in Azzano, ed Zanica. Per la Magnifica Città di Bergamo contro diversi affittuali di detta seriola per aggiustamenti di bocche in detta seriola"
Intimazioni del podestà nella causa fra il comune di Bergamo e diversi circa l'utilizzo dell'acqua e riparazioni delle bocche della roggia Nuova che scorre in Azzano San Paolo e in Zanica.
1 Volume cart., cc. 28, num. rec.; bb. 15-28, leg. orig. in cartoncino, volgare

100, class. 1.2.19.1.1-100
1706 maggio 18-1708 ottobre 27
"1706, 1707, 1708. Processo O. S. In materia dell'aqua della seriola, che scorre nel comun di Osio, e Sforzatica. Per la Magnifica Città di Bergamo contro diversi per ristaurazioni ordinate di detta Città nella seriola suddetta"
Intimazioni e comparizioni davanti al podestà nella causa fra il comune di Bergamo e diversi circa l'acqua della roggia che scorre nei comuni di Osio e di Sforzatica.
1 Volume cart., cc. 67, num. rec.; bb. 51-67, leg. orig. in cartoncino, volgare

101, class. 1.2.19.1.1-101
1706 settembre 4-1706 settembre 7
"1706. Processo A. In materia dell'aqua della seriola che scorre in Alzano, ed delle legne invasate in detta seriola. Per la Magnifica Città di Bergamo contro li signori eredi del quondam Signor Cavaglier Pietro Zanchi d'Alzano"
Causa celebrata davanti al capitano fra il comune di Bergamo e gli eredi di Pietro Zanchi circa l'acqua della roggia che scorre in Alzano Lombardo e il legname in essa invasato.
1 Volume cart., cc. 4, num. rec., leg. orig. in cartoncino, volgare

102, class. 1.2.19.1.1-102
1743 maggio 2-1744 marzo 14; allegati da 1710 luglio 12
"1710 usque 1744. Per la Magnifica Città di Bergamo contro il Signor Nicolò Tasca, et altri. Processo C. in matteria dell'aqua della seriola detta la Nuova, che scorre per Colognola"
Causa celebrata davanti al capitano vicepodestà fra il comune di Bergamo e Nicolò Tasca circa l'acqua della roggia Nuova che scorre in Colognola.
1 Volume cart., cc. 59, num. rec.; bb. 57-59, leg. orig. in cartoncino, latino e volgare

103, class. 1.2.19.1.1-103
1711
"1711. Debitori per concessioni"
Debitori per le concessioni d'acque, con indice onomastico a c. II. 1 volume, cc. 56, num. orig. 1-17, I-II, 18-54 num. rec., bb. 17-22, 29-54, leg. originale in cartoncino, volgare
note:
Spostata in "Collegio delle acque - concessioni" "contabilità del tesoriere".

104, class. 1.2.19.1.1-104
1708-1725
"1712 usque 1725. Licenze concesse dai Deputati all'aque di invasar borre, et legnami nella bocca del Serio, e nelle seriole dello stesso a diversi con alcuni attestati per rotture fatte da alcuni nelle ripe delle seriole, et alcune notte di spese, et ricevute del seriolaro della Città per ristaurazioni a dette seriole"
Licenze concesse dai deputati del collegio alle acque per "invasare borre" e legnami nella foce del Serio. Pratiche relative a taglie e riparazioni lungo le rive delle rogge.
1 Volume cart., cc. 29, num. rec.; bb. 21-29, leg. orig. in cartoncino, volgare
note:

105, class. 1.2.19.1.1-105
1718 marzo 31; allegati da 1713 giugno 21
"1713 e 1718. Processo C. In materia di concessione d'aqua in Borgo S. Cattarina a Pietro Donelli l'anno 1713 per il suo edifizio, o sia filatoglio di seta"
Relazione dei deputati del collegio alle acque circa l'adempimento dei capitoli della concessione fatta dal comune di Bergamo a Pietro Donelli di prendere acqua dalla roggia Nuova per azionare un filatoio in Borgo Santa Caterina.
1 Volume cart., cc. 4, num. rec., leg. orig. in cartoncino, volgare

106, class. 1.2.19.1.1-106
1723 maggio 11-1725 agosto 21
"1723 usque 1725. Processo. In matteria dell'acqua della seriola Pioggia, Mina ed Campagnola ed Curnasco. Per la Magnifica Città di Bergamo contro li Sindici della detta seriola e contro li compartecipi della Coda del Serio" (1)
Causa celebrata davanti al podestà fra il comune di Bergamo contro i compartecipi delle roggie Piuggia e Mina Benaglio perché provvedano alla riparazione del muro della bocca di presa delle rogge suddette della roggia Serio.
1 Volume cart., cc. 10, num. rec., leg. orig. in cartoncino, volgare
note:
(1). Titolo inesatto in quanto nel volume si parla di compartecipi della roggia Mina Benaglio e non Coda di Serio.

107, class. 1.2.19.1.1-107
1726 ottobre 1; allegati da 1725 giugno 9
"1725 ed 1726. Processo B. L. vigesimo sesto. Per diffesa di viziatura imputata ad Ostani di un buco ritrovato vicino al bochetto dell'aqua della concessione, che scorre dentro, e fuori delle mura vechie nella Contrata di Broseta del Borgo S. Leonardo, ed che passava nelle case di detti Ostani per uso de di loro edificij, della qual viziatura furono liberamente assolti dall'Eccellentissimo Pesaro Podestà l'anno 1727. Per la Magnifica Città di Bergamo contro li signori Pietro Giorgio, e Leonardo fratelli Ostani, e di loro eredi"
Causa del comune di Bergamo contro i fratelli Ostani e loro eredi per una apertura abusiva nel bocchetto d'acqua della roggia Serio che scorre vicino alle loro case.
1 Volume cart., cc. 12, num. rec.; bb. 8-12, leg. orig. in cartoncino, volgare

108, class. 1.2.19.1.1-108
1732 aprile 9-1733 agosto 12; antecedenti da 1728 luglio; seguiti a 1734 marzo
"1702 usque 1734. Processo B. L. vigesimo quinto. In materia dell'aqua della seriola, che scorre dentro, e fuori delle mura vechie nella Contrata di Broseta del Borgo S. Leonardo, e del possesso, e diritti, che hà la Città delle dette mura vechie. Nota sentenza dell'Eccellentissimo Signor Podestà Priuli del giorno 21 agosto 1717 nata a favore della Magnifica Città ed spasso di laudo della stessa dell' Eccellentissimo Collegio de Dodici - 19 luglio 1728 - ed a pregiudizio dei sottoscritti Ostani, Facheris, trovasi detta sentenza, e spasso enunziata in alcune carte di questo processo, ma manca del medesimo, e dalli altri processi" (1)
Causa del comune di Bergamo contro i fratelli Pietro Giorgio e Leonardo Ostani, Bartolomeo Facheris e loro eredi per l'acqua della roggia Serio che scorre in Broseta e per risarcimenti sui danni ai barbacani delle mura vecchie. A c. 40 comunicazione del doge Alvise Mocenigo comunica sentenza del collegio dei dodici che conferma una precedente, emanata da Antonio Maria De Priolis, podestà di Bergamo, a favore della città di Bergamo e degli eredi Facheris contro i fratelli Ostani, 1733 luglio 21.
1 Volume cart., cc. 51, num. rec.; bb. 45-51; preesistente num. orig. con lacune; pergamena alla c. 40, leg. orig. in cartoncino, latino e volgare
note:
(1). Segue: "Per la Magnifica Città di Bergamo contro li Signori Pietro Giorgio, ed Leonardo frattelli Ostani, ed di loro eredi, ed il Signor Dottor Bartolomeo Facheris, ed di lui eredi"

109, class. 1.2.19.1.1-109
1772 giugno 25-1773 marzo 9; allegati da 1741 settembre 22; seguiti a 1774 febbraio 16
"Per le Vicinie del borgo S. Leonardo contro Signor Galeazzo Colleoni e signor Antonio Farina" (1)
Scritture presentate all'ufficio delle strade nella causa delle vicinie Sant'Alessandro in Colonna e San Leonardo del borgo San Leonardo contro Galeazzo Colleoni per le spese di manutenzione di una fontana.
1 Volume cart., cc. 15, num. orig., leg. orig. in cartoncino, volgare, danni: macchie
note:
(1). Segue: "Concessione d'acqua della fontana di S. Leonardo) n. 41 dal foglio n. 1 al n. 14 carte 10"

110, class. 1.2.19.1.1-110
1745 gennaio 19-1747 aprile 12
"1745 usque 1747. Processo Z. Consulti, supliche, lettere del Nonzio, copie ed abossi di scritture in matteria dell'aque della seriola detta la Nova, che scorre nel comune di Zanica. Per la Magnifica Città di Bergamo contro li Signori Conti Carlo, ed Antonio Secchi Suardi"
Allegati della causa del comune di Bergamo contro i conti Carlo e Antonio Secco Suardo per l'acqua della roggia Nuova che scorre in Zanica. Consulti, suppliche e lettere di Giovanni Andrea Mozzi, Mazochi, Franco De Bassi e Giovanni Benaglio nunzi a Venezia.
1 Volume cart., cc. 57, num. rec.; bb. 6-9, 37-57, leg. orig. in cartoncino, volgare

111, class. 1.2.19.1.1-111
1757-1760
"Raccolta di tutte le concessioni d'aque fatte da questa Magnifica Città a diversi come in questo, raccolte da me Giovanni Battista Mazzoleni ragionato di questa Magnifica Città di Bergamo l'anno 1757 con li rispettivi fondamenti come si vede nelli quaderni esistenti in questo officio della Ragioneria. L'anno 1760 fatta la raccolta di tutti i livelli, o siano debitori de livelli, con li rispettivi fondamenti"
Concessioni d'acque rilasciate dal comune di Bergamo a diversi nell'anno 1757, comprendente la raccolta dei debitori di livelli per l'anno 1760.
1 registro, cc. 51, num. rec., leg. originale in cartoncino, volgare
note:
Spostata in "Collegio delle acque - concessioni".

112, class. 1.2.19.1.1-112
[1764 gennaio 1]-1764 luglio 3
"1764. Processo A. Per certe novità fatte da quelli d'Alzano nella seriola, che scorre in Alzano. Per la Magnifica Città di Bergamo contro li capi, e rappresentanti la Comunità di Alzano"
Causa del comune di Bergamo contro il comune di Alzano Lombardo per interventi lungo il corso della roggia che scorre nel suo territorio.
A c. 6, lettera del nunzio Andrea Minetta, Venezia 1764 luglio 3.
Allegato schizzo planimetrico a matita della località interessata dall'intervento, a c. 4.
1 Volume cart., cc. 7, num. rec., leg. orig. in cartoncino, latino e volgare

113, class. 1.2.19.1.1-113
1768 aprile 19-1768 agosto 2
"1768. Processo S. In materia dell'acqua del fiume Serio, e della inibizione delle chiuse in esso fiume per invasar borre, e borelli. Per la Magnifica Città di Bergamo contro li conduttori delle borre per occasione del proclama 14 marzo 1768"
Allegati della causa del comune di Bergamo contro i conduttori di tronchi per l'uso delle chiuse e dell'acqua del fiume Serio.
1 Volume cart., cc. 19, num. rec., bb. c c. 12-19, leg. orig. in cartoncino, latino e volgare

114, class. 1.2.19.1.1-114
[XVIII fine]
"Indice alfabetico di diversi Processi di Cause in materia di aque di ragione della Magnifica Città che scorrono nelle sottoscritte Vicinie ed Comuni, e sono fassicoli numero 10"
Rubrica alfabetica onomastica di processi in materia di acque, di proprietà della città di Bergamo, che scorrono nelle vicinie cittadine e in vari comuni (1).
1 registro cart., cc. 46, num. orig., volgare, danni: umidità
note:
(1). Per ogni processo vengono indicati il comune o la vicinia, gli estremi cronologici della causa e la collocazione all'interno di fascicoli numerati da 1 a 10.


1.2.19.2 - Processi tra e contro privati o enti
descrizione della fonte
Estremi cronologici 1428 giugno 26-1801 giugno 26
Unità 218

1, class. 1.2.19.2-1
1428 giugno 26-1747 dicembre 28
"Stampa. Commun di Sarnico. Al taglio".
Allegati nella causa celebrata in prima istanza e in appello davanti alla quarantia civil nuova e di nuovo in primo grado davanti ai provveditori sopra feudi di Venezia tra il comune di Sarnico da una parte e i conti Calepio, feudatari e vicari della valle Calepio, dall'altra circa la giurisdizione civile sul mercato dei cereali di Sarnico (1).
1 registro cart., pp. 70, num. orig., leg. originale in cartone, latino e volgare
note:
1. A stampa.

2, class. 1.2.19.2-2
1449-1714
"1718. Misericordia".
Allegati di causa in cui è parte il Consorzio della Misericordia Maggiore circa la basilica di Santa Maria Maggiore, di proprietà della città.
Copie semplici.
1 Volume, leg. scucita, latino e volgare

3, class. 1.2.19.2-3
1475 settembre 17-1665 agosto 20
"Raggioni della Magnifica Pietà di Bergamo per far depennare dall'estimo della città di Brescia li beni d'essa Pietà posti in Santo Zeno citra [...] come essente".
Carte prodotte dal pio luogo della Pietà Colleoni di Bergamo nella causa tra la stessa da una parte e la città di Brescia dall'altra per far cancellare dall'estimo di detta città i beni di proprietà della Pietà.
1 Fascicolo cart., cc. 34, num. orig., leg. originale in cartoncino, latino e volgare

4, class. 1.2.19.2-4
1483 maggio 1-1576 febbraio 28
"1574. Somario fatto del processo formato tra il comune di Adrara et il signor Giovanni Battista Alessandri in materia di fattioni".
Elenco delle scritture presentate nella causa fra il comune di Adrara e Giovanni Battista Alessandri circa estimi e fazioni.
1 registro cart., cc. 4, leg. originale in cartone, latino e volgare

5, class. 1.2.19.2-5
1488 settembre 22-1489 febbraio 3
"1488. In causa feraritie. Andr[ea] Barb[adico]".
Causa celebrata davanti al capitano di Bergamo tra Antonio fu Andrea de Ziliolis conduttore del dazio della ferrarezza di Bergamo per il 1488, a nome anche dei soci Marco de Odixiis e Andrea de Ziliolis, da una parte, e Lorenzo de Capriolo, daziere, e Giovanni Marco de Redona, Giovanni Bertramo de Roxiano, tutori di Francesco figlio ed erede fu Superleone de Bongis, dall'altra circa il controllo della quantità di ferrarezza che viene trasportata nel ducato di Milano attraverso la seriola ed il traverso che attraversano Palazzolo.
Allegate: 2 lettere di Brixianus de Azono, podestà di Palazzolo, ed una dei rettori di Brescia ad Andrea Barbadico, capitano di Bergamo.
1 Fascicolo, cc. 16, leg. cucito, latino e volgare, stato di conservazione: cattivo, danni: umidità, sbiadimento dell'inchiostro, roditori, macchie

6, class. 1.2.19.2-6
1490 luglio 23-1490 ottobre 16; antecedenti da 1479 gennaio 16
"P[rocessus] [Con]tra Guarischinum de Calvis [...] [u[ltra Augugiam".
Causa celebrata davanti al capitano contro Guarischino de Calvis, tesoriere della valle Brembana Oltre la Goggia.
1 Volume, cc. 43, num. rec., leg. originale in cartone, latino, stato di conservazione: pessimo, danni: strappi, fragilità del supporto
note:
(1). Da c. 31 a c. 43 manca oltre mezzo foglio.

7, class. 1.2.19.2-7
1490 ottobre
"Processo contra recorso interposto da una condana da signori giudici alle vettovaglie. Salve santa facies nostri redemptoris" (1).
Deliberazione presa "in rogatis" circa il modo di lavorare i panni di lana. Copia semplice.
1 Fascicolo cart., cc. 4, leg. originale in cartone scucito, volgare
note:
1. Inserita coperta col titolo "1616 20 iulii. Pro inhibitione occidendi vitellos per solum mensem septembris inest confirmatio inhibitionis".
Unità non reperibile a giugno 2010

8, class. 1.2.19.2-8
1494 gennaio 24-1494 marzo 24
"Processus consortii Sancti Alexandri dela Cruce contra fratus (sic) Zambellos".
Causa celebrata davanti al vicario pretorio fra il consorzio di Sant'Alessandro della Croce da una parte e Antonio e Giovanni de Zambellis fu Gibonus dall'altra circa la gestione di una proprietà del consorzio in Grassobbio (1).
1 registro, cc. 38, num. orig. fino a 34, poi nn., latino
note:
(1). I fatti risalgono al 1484, quando il bergamasco era in guerra e a Grassobbio, dove il consorzio aveva beni e gli Zambelli erano suoi massari, si discuteva se seminare biade grosse o piccole.

9, class. 1.2.19.2-9
1494 marzo 3-1494 marzo 8
Atti di causa.
Atti della causa celebrata davanti al giudice commissario fra Gasparino de Ceresolis da una parte e Bartolomeo de Roncho, procuratore di Bernardino de Ceresolis fu Marchionis dall'altra.
1 Volume, cc. 18, leg. cucito, latino, danni: umi

10, class. 1.2.19.2-10
1499 maggio 8-1499 agosto 20; antecedenti da 1475 maggio 15
"Processus consortii Santi Alexandri contra Baptistam de Quarengis pro domo consortii in Borgo Sancti Thome modo alienata".
Causa celebrata davanti al giudice alla ragione e dazi fra il consorzio di Sant'Alessandro della Croce da una parte e Battista de Quarengis fu Mafiolus dall'altra circa l'abbattimento di un pilastro posto sul muro di confine fra una proprietà del consorzio e una del Quarenghi (1).
1 Fascicolo, latino
note:
(1). Contiene sentenza originale in pergamena.

11, class. 1.2.19.2-11
1515 gennaio 5-1515 maggio 11
Atti di causa.
Atti della causa celebrata davanti al governatore di Bergamo Alvaro de Gusmano tra Francesco de Guidottis da una parte e Giovanni Pietro e fratelli de Guidottis dall'altra circa la proprietà di una pezza di terra.
1 unità documentaria, cc. 8, leg. scucito, latino

12, class. 1.2.19.2-12
1527 agosto 29-1528 febbraio 1; seguiti a 1528 febbraio 5
Atti di causa.
Causa celebrata davanti al vicario pretorio Battista Fenarolus fra Bernardo de Calendis da una parte e Battista Zuccanini Locatelli dall'altra circa debiti.
1 Volume, leg. assente, latino

13, class. 1.2.19.2-13
1537-1538
"Baldo". "Pro magistro Stephano de Tirabuschis. N° 108".
Atti della causa tra Francesco Baldo da una parte e Filippo Capello d'altra circa il commercio di panni di lana.
1 Volume, volgareno

14, class. 1.2.19.2-14
1538 luglio 10-1538 luglio 30
"Contra dominus Constantinus de Biffis ex causa salis".
Sequestro dei beni di Costantino de Biffis, cassiere del dazio del sale, su richiesta dei provveditori al sale di Venezia, davanti ai quali si stava discutendo la causa fra lo stesso de Biffis da una parte ed Alberto Albani, già appaltatore dello stesso dazio, e Gabriele de Cabrini, già "partecipe" dello stesso dazio, dall'altra, circa debiti del de Biffis. Successivo dissequestro.
1 registro, cc. 12, num. rec.; bianche cc. 7-12

15, class. 1.2.19.2-15
1538 agosto-1538 settembre
"Testes domini Restorini de Canali contra comune de Lussana".
Causa celebrata davanti ai rettori di Bergamo tra Restorino de Canali da una parte e il comune di Lussana dall'altra circa l'appartenenza della pezza di terra detta "il Ceradello" in Lussana alla categoria dei beni comuni o a quella dei beni comunali.
1 Volume cart., cc. 12, leg. originale in carta, latino e volgare

16, class. 1.2.19.2-16
1541 settembre 5-1544 settembre 13; antecedenti da 1530 dicembre 28
"Processo de ser Batistino de la Corna de pena non sustinendis querelam contra ser Vincentium de Gridignano".
Causa celebrata davanti all'almo collegio di Bergamo fra Battistino della Corna da Ciserano, da una parte, e Vincenzo de Grignano, dall'altra, per richiesta di indennizzo dopo che il primo era stato assolto dal podestà dall'accusa, lanciata dal secondo, di emissione di falsi mandati per conto di alcuni comuni di cui era stato tesoriere e di indebito utilizzo del sigillo di San Marco, accusa che era costata al della Corna 61 giorni di carcere.
1 Volume, cc. 24, num. rec., leg. originale in cartone, latino e volgare

17, class. 1.2.19.2-17
1545 gennaio 9-1548 ottobre 24; antecedenti da 1531 febbraio 10
"Pro Domino Gabrielle Albano contro dominum Ludovicum de Augustis".
Causa celebrata davanti al podestà fra Gabriele Albano da una parte e Ludovico de Augustis dall'altra per debiti del primo nei confronti del secondo.
1 Volume, cc. 12, num. rec., latino e volgare

18, class. 1.2.19.2-18
1546 luglio 1-1629 luglio 18; 1674 febbraio 8
"Tomini".
Contiene "Summarium processus D. Bartholomei Thomini", atti di causa per questioni ereditarie; inventari di beni del fu canonico Giuseppe Tomini (1637 ottobre 13), note su beni immobili in Calusco, Mozzo, Scanzo e Curno, e l'inventario dei beni della fu Caterina Guarina, vedova di Giacomo Scuolari (1674 febbraio 8).
1 Volume cart., cc. nn., leg. originale in cartone, latino e volgare

19, class. 1.2.19.2-19
1551 febbraio-1552 agosto; antecedenti da 1520 ottobre
"Consorzio Santo Spirito"
1 Volume, cc. 118, num. orig, a cui si aggiunge un fascicolo non numerato, leg. originale in pergamena con legacci di chiusura in cuoio, latino e volgare

20, class. 1.2.19.2-20
1551-1573 maggio 12
"Risposta in massima all'orazione di massima prodotta dal Difensore delli eredi quondam Gaetano olim Giovanni Battista Busi detto Ghirletto".
Allegati nella causa fra gli eredi del fu Gacomo Busi e l'oratorio dei Santi Antonio e Bernardo della Costa di Valtorta di cui il Busi era stato tesoriere.
1 Volume cart., cc. nn., leg. originale in cartoncino senza coperta, volgare

21, class. 1.2.19.2-21
1561 gennaio 21-1672 marzo 10
Allegati di causa.
Allegati di causa inerenti il trasporto di generi alimentari fra porti bergamaschi del lago d'Iseo, la vendita di prodotti in valle Calepio e morti nel lago d'Iseo e nel fiume Oglio (1).
1 Volume cart., cc. 24, num. orig., cc. 25-31 bianche, leg. originale in cartone, volgare
note:
(1). Potrebbe trattarsi di documentazione attestante la giurisdizione dei Calepio sulla valle.

22, class. 1.2.19.2-22
1562 agosto 7-1562 dicembre 5; 1577 ottobre 3
"Processo civile contro Bernardo Terzo per un zacco. 1566".
Atti della causa celebrata davanti al podestà fra Marco Antonio Bernardi di Giovanni Bettino di Terzo, da una parte, e Bernardo Bernardo fu Gabriele di Terzo, dall'altra, per un "zacho malee rotonde".
1 Volume, cc. 21, num. orig., leg. originale in cartoncino, latino e volgare

23, class. 1.2.19.2-23
1570 aprile 3-1570 settembre 30; antecedenti da 1563 ottobre 23
"Processus illorum De Zucaninis contra Domino Joannis Pontini de Lemine in causa secundi querela".
Causa celebrata davanti ai giudici dei danni dati di Bergamo tra i tutori di Giovanna Maria figlia ed erede di Gerolamo Zuchanini de Locatellis,da una parte e Giovanni Pietro del Ponte di Almenno circa il posseso di una possessione sita in Stezzano.
1 Volume cart., cc. 76, num. orig. fino a 41, poi rec., leg. originale in cartone, volgare

24, class. 1.2.19.2-24
1570 aprile 15-1575 dicembre 16; antecedenti da 1551 maggio 21
"Processo e [scriture] per il lite [...] comune di Spirano".
Causa celebrata davanti al capitano di Bergamo tra il comune di Spirano da una parte e Benedetto de l'Ulmo dall'altra circa il pagamento delle tasse sui beni immobili da questi posseduti a partire dall'anno 1555.
1 Volume cart., cc. 26, num. orig., leg. originale in cartone, latino e volgare, stato di conservazione: cattivo, danni: macchie

25, class. 1.2.19.2-25
1573 febbraio 25-1573 febbraio 26; antecedenti da 1529 giugno 10
"Processo contro il comun d'Ardesio per le angarie".
Causa celebrata davanti al capitano di Bergamo fra Marco Antonio e Pietro fu Giovanni Battista Gromulo, da una parte, e il comune di Ardesio, dall'altra, circa un fitto perpetuo dovuto dal comune al detto Gromulo.
1 Volume, cc. 35, num. orig., leg. originale in cartone, latino e volgare

26, class. 1.2.19.2-26
1579 giugno 28-1755 luglio 10
"1714. Proroga. Per il mercato di animali".
Allegati di causa (?) relativi alla concessione di un mercato di animali in Ranica.
1 Fascicolo, cc. 22, leg. originale in carta, scucito, volgare

27, class. 1.2.19.2-27
1579 ottobre 6-1580 febbraio 1; antecedenti da 1557 febbraio 6; seguiti a 1580 novembre 12
"1574. Contro molinarios et in facto civium mercatorum exercentium mercaturam in vallibus; adsunt et nonnullae scripturae in facto criminis sequiti in flumine Olei per Brixiensis in Bergomen".
Atti della causa celebrata davanti al capitano di Bergamo fra Lazzaro de Curteregia a nome anche di Bertolino da Caiis e altri di Clusone da una parte e il comune di Clusone, rappresentato dai sindaci Guglielmo Leffe e Lorenzo Covello, dall'altra, circa 1 volume, cc. 62, num. orig., leg. scucito, latino e volgare

28, class. 1.2.19.2-28
1581 luglio; antecedenti da 1409
"1581. In causa iurisdictionis inter vallem Camonicham et dominum Gaioncellum de Luere in confinibus lacus".
Allegati di causa in materia di contribuzioni: capitolo di privilegio al comune di Lovere concesso da Pandolfo Malatesta, signore di Bergamo e Brescia, 1409; sentenze di Filippo Maria Visconti, 1425 settembre 30 e 1427 gennaio 29. Copie semplici ed autentiche.
1 Fascicolo cart., cc. 17-18, 56-59, num. orig., leg. originale in cartone scucito (mutilo), latino e volgare

29, class. 1.2.19.2-29
1583 gennaio 12-1586 luglio 25; antecedenti da 160 agosto 18
Atti di causa.
Atti della causa celebrata davanti al podestà fra Marco Antonio de Lulmo fu Giovanni Battista contro Marco Antonio de Lulmo fu Bertolino circa diritti su boschi.
1 Volume, cc. 128, num. orig., latino e volgare, stato di conservazione: cattivo, danni: umidità, sbiadimento dell'inchiostro

30, class. 1.2.19.2-30
1584 dicembre 14-1602 febbraio 12
"Domini Jo: Jacobi Ulmi contra Baptistam [cognominato] Brunottum".
Causa celebrata davanti il podestà di Bergamo tra Giovanni Giacomo Ulmi e Battista Brunetto prima e Bernardino de Biscardis poi, per lire 400 di legna vendute dall'Olmo al Brunetto.
1 Volume cart., cc. 44, num. rec., leg. originale in cartone, latino e volgare

31, class. 1.2.19.2-31
1585 dicembre 17-1786 settembre 27
"Per la vicinia di S. Lorenzo Intus. Carte avversarie. Contro la vicinia di S. Lorenzo Foris e quattro contrade componenti la medesima".
Atti e allegati nella causa fra la vicinia di S. Lorenzo Intus da una parte, la vicinia di S. Lorenzo Foris e le contrade che formano la stessa vicinia dall'altra, circa la sistemazione di strade le cui spese, secondo la vicinia di S. Lorenzo Intus, non le spettavano.
1 Volume cart., cc. nn., leg. originale in cartone, volgare

32, class. 1.2.19.2-32
1585 dicembre 17-1786 settembre 27
"Carte comprovanti che la vicinia di S. Lorenzo Intus è sempre stata dal magistrato nel consier delle strade separata dalle quattro contrade di S. Lorenzo Foris. Per la vicinia di S. Lorenzo Intus contro la vicinia di S. Lorenzo Foris".
Atti e allegati nella causa fra la vicinia di S. Lorenzo Intus da una parte, la vicinia di S. Lorenzo Foris e le contrade che formano la stessa vicinia dall'altra, circa la sistemazione di strade le cui spese, secondo la vicinia di S. Lorenzo Intus, non le spettavano.
1 Volume cart., cc. nn., leg. originale in cartone, volgare

33, class. 1.2.19.2-33
1591 giugno 16-1686 luglio 8
"1686. Pro proclamationum excellentissimi domini Petri Pisani pret[...s] in materia bladorum".
Scritture relative al commercio dei cereali in Bergamo e suo territorio.
1 Fascicolo, cc. 31, num. rec., leg. originale in cartone, scucito, volgare

34, class. 1.2.19.2-34
1591 giugno-1593 luglio
"Magnificae dominae Forestae Morandae de Augustis contro Magnificum dominum Alexandrum Morandum. B".
Causa tra Foresta de Morandis vedova del fu Giovanni Battista de Augustis da una parte e Alessandro Morandi, suo fratello, dall'altra, circa la dote delle figlie di Foresta.
1 Volume cart., cc. 84, num. orig., leg. originale in cartone, latino e volgare

35, class. 1.2.19.2-35
1596; antecedenti da 1498
"Pro lacii Sarnici et Iseii contra liberam navigationem scriptura".
Allegati di causa circa le procedure (in materia di bollette e fedi di sanità) del trasporto di biave sul lago d'Iseo, capitolo 34, copia autentica.
1 Fascicolo cart., cc. nn., leg. originale in cartone scucito, latino e volgare

36, class. 1.2.19.2-36
1599 marzo 26-1600 settembre
"1600. Pietatis contra reverendos teatinos pro fabrica".
Atti della causa tra il pio luogo della Pietà Colleoni di Bergamo da una parte ed i padri regolari teatini di S. Agata dall'altra circa un muro. Copia semplice. Allegata offerta di Pietro Pasta, curato della chiesa parrocchiale di S. Agata, ai padri teatini, del pieno e pacifico possesso della chiesa di S. Agata, 1599 marzo 26; copia semplice.
1 Fascicolo cart., cc. 3, nn., leg. originale in cartone scucito, latino e volgare

37, class. 1.2.19.2-37
1600 novembre 10-1604 gennaio 14; allegati da 1598 febbraio 28; seguiti a 1620 aprile 9
"Laurentii de Albertis de Trevasco contra dominum Hieronimum Vitalbam".
Causa celebrata in primo grado davanti al vicario pretorio e in seguito davanti al collegio alle liti e al podestà tra Lorenzo de Albertis da una parte e Girolamo Vitalba dall'altra con sentenza nella quale si ordina a quest'ultimo di "non ingerire ne metter piede ne raccoglier frutti o altro" nella pezza di terra, sita in Villa di Serio, da lui venduta al De Albertis.
1 Volume, cc. 98, num. orig., leg. originale in cartone, latino e volgare

38, class. 1.2.19.2-38
1606 agosto 18-1629 luglio 4
"Jacobi Cattanei contra Lucam confiscatum".
Atti relativi alla richiesta di nullità avanzata al vicario pretorio da parte di Giacomo Cattaneo e della moglie Lelia Olma del contratto con il quale veniva ceduta una pezza di terra in Presezzo a Antonio Coletti.
1 Fascicolo cart., cc. 2, leg. originale in carta, scucito, latino

39, class. 1.2.19.2-39
1607 gennaio 20-1609 giugno 15
"Dominici de Passeris molinarii et Elisabetta eis sororis et uxoris Sanctini de Pilligrinis".
Atti della causa fra Domenico de Passeri, molinaro, e sua sorella Elisabetta da una parte e Santo Pellegrini, fornaio, marito di Elisabetta, dall'altra circa un debito di lire 800 contratto dal Pellegrini per l'acquisto di frumento.
1 Volume cart., cc. 28, num. rec., leg. originale in cartone, latino e volgare

40, class. 1.2.19.2-40
1607 febbraio; antecedenti da 1577
"Pro Alexandro Chigiono"
Atti della causa celebrata davanti ai consoli di giustizia tra Elisabetta vedova di Giovanni Alessandro de Mascheronibus dell'Ulmo da una parte e Alessandro fu Bartolomeo de Chiogionibus dall'altra [circa presunti mancati pagamenti da parte di quest'ultimo ???].
1 Volume, cc. nn., leg. originale in cartone, volgare, stato di conservazione: cattivo, danni: umidità, fragilità del supporto, macchie

41, class. 1.2.19.2-41
1607 marzo 7-1711 maggio 5; seguiti a 1714 dicembre 1
"D. Per il reverendo Gromazzi contro il signor Vittorio Maria Fugaccia. 1607 7 marzo usque 1711 5 marzo".
Scritture presentate nella causa, celebrata a Venezia (1) fra il reverendo Antonio Carrara Gromazzi e i fratelli fu Antonio da una parte, e Vittorio Maria Fugazza e liti consorti dall'altra circa la dote della madre del Gromazzi.
1 Fascicolo, cc. 76, num. orig., leg. originale in cartone scucito, latino e volgare
note:
(1). Non si ha specificazione della magistratura giudicante.

42, class. 1.2.19.2-42
1607-1617 gennaio
"1617. Iura producta per adversarium idest comitem Leoninum Suardum. B.".
Carte prodotte dal conte Leonino Suardo, capitano della compagnia delle corazze di Bergamo, contro le contestazioni rivoltegli dai deputati della città. Alle cc. 3-6 "Capitoli formati dalli signori deputati contro il signor conte Francesco Brembato capitanio di cinquanta corazze". Alle cc. 9-10 "Ordini da essere osservati dalli capitanni di corazze di Sua Serenità".
1 Volume cart., cc. 20, num. orig., leg. originale in cartone, volgare

43, class. 1.2.19.2-43
1609 marzo 2-1609 marzo 22; allegati da 1596 dicembre 19
"Haeredibus domini Iohannis Jacobi Benvenuti de Albino contra magnificum dominum Nicolaum Fuzinellum in causa fossatum".
Atti della causa celebrata davanti al vicario pretorio fra Giovanni Giacomo e Giuseppe Benvenuti contro Nicolò Fuzinello circa il diritto di condurre acqua dalla seriola nuova da parte dei secondi alla loro proprietà nel luogo denominato "Costantina" in Azzano.
1 Volume, cc. nn., leg. originale in cartone, latino

44, class. 1.2.19.2-44
1611 settembre 8-1615 marzo 26; allegati da 1501 aprile 20
"Magnifici domini Bertholamei de Pesentibus contra Reverendum Canonicum Tirabuscum".
Causa celebrata davanti al vicario pretorio fra Bartolomeo Pesenti e Alessandro Tiraboschi.
15 dicembre 1611. Sentenza del vicario contro il Pesenti "cementarium" (muratore). Deve demolire un "poddolum (pergola) lapideum".
1 Volume, cc. 282, num. orig., leg. originale in cartone, latino e volgare

45, class. 1.2.19.2-45
1613 luglio 4-1613 agosto 17
"Per la precedenza delli Ambasciatori".
Ducale di Marco Antonio Memmo al podestà di Bergamo con la quale chiede di intimare al comune di inviare i propri ambasciatori per l'elezione del nuovo doge entro un mese, 1613 luglio 4, copia semplice. Deliberazione del consiglio dei pregadi di Venezia ai rettori di Bergamo con la quale si comunica che la quarantia civil nuova ha dato ragione al conte Pietro Suardo nella sua vertenza con il comune di Bergamo e si invita a far pressione perché gli ambasciatori per l'elezione del nuovo doge vengano inviati al più presto, 1613 agosto 17, copia semplice.
1 Volume cart., cc. 4, leg. originale in carta, volgare

46, class. 1.2.19.2-46
1613 dicembre 19-1660 marzo 26
Atti di causa.
Procedimenti in materia di acque.
Alle cc. 1-4 capitoli degli affittuali delle seriole circa le spese alle quali sono costretti oltre al pagamento dell'affitto; alle cc. 5-8 deliberazioni del consiglio maggiore circa la concessione di bocche d'acqua; alle cc. 9-12 vendita di Bernardo e Baldassarre conti Spini al conte e cavaliere Marc'Antonio Grumello ed a Giovanni Moiolo, deputati del collegio alle acque agenti per il consiglio maggiore, di una pezza di terra sulla quale fu costruita la nuova bocca della seriola per la città a seguito dell'inondazione dell'anno 1646 che distrusse la bocca sita nella terra di Albino.
1 Fascicolo, cc. 12, num. rec.
note:
mancante marzo 2009

47, class. 1.2.19.2-47
1615 febbraio 11-1677 febbraio 25
"Gromazzi contro Fugazza"
Scritture presentate nella causa, celebrata a Venezia (1) fra il reverendo Antonio Carrara Gromazzi e i fratelli fu Antonio da una parte, e Vittorio Maria Fugazza e liti consorti dall'altra circa la dote della madre del Gromazzi.
1 Volume, cc. 102, num. orig., leg. originale in cartone, latino e volgare

48, class. 1.2.19.2-48
1616 ottobre-1627 luglio; antecedenti da 1616 gennaio
"Magnificorum dominorum de Lulmo"
Alle cc. 1-9 causa celebrata davanti al podestà di Bergamo tra Marco Antonio fu Giovanni Giacomo Bertolino de Lulmo, in qualità di procuratore di Giovanni Battista de Carminatis e curatore dell'eredità del fu Giovanni Giacomo Bertolino del Lulmo, da una parte, e Francesco Cadena e sua moglie Franceschina di Zupponi dall'altra, circa l'esecuzione su un terreno facente parte dei beni dotali di Franceschina, per pagare un debito del padre del marito, Andrea Cadena; 1616 ottobre con allegati dal 1616 gennaio. Alle cc. 10-20 "Contra l'illustrissimo signor conte Francesco Brembato": causa tra Marco Antonio de Olmo da una parte ed il conte Francesco Brembato dall'altra circa danni causati dal trasporto di mercanzia sul fiume Brembo; 1627 luglio. Allegate carte della famiglia Olmo.
1 Fascicolo cart., cc. 22, num. orig., leg. originale in cartone scucito, latino e volgare

49, class. 1.2.19.2-49
1618 marzo 22-1618 settembre 22; allegati da 1571 novembre 22
"DD. de Bosiis de Gandino".
Causa celebrata davanti al vicario pretorio tra Santo de Bosiis da una parte e Orazio fu Raffaele de Joanellis, Giovanni Battista fu Raffaele de Joanellis dall'altra, tutori dei minori del fu Gerolamo fu Raffaele de Joanellis.
1 Fascicolo, cc. 49, num. rec., leg. originale in cartone scucito, latino e volgare

50, class. 1.2.19.2-50
1619 marzo 1-1628 gennaio 14; allegati da 1492 agosto 29
"Processo contra il signor Michel Solza"
Causa celebrata davanti al vicario pretorio fra il consorzio di S. Spirito e S. Giovanni dell'Ospedale da una parte e Michele Solza e il fratello Troiano dall'altra circa una pezza di terra da questi venduta al consorzio. Seguono appelli davanti ad arbitri e ancora davanti allo stesso vicario pretorio.
1 Volume, cc. 309, num. orig.; seguono cc 35 num. orig. e altre cc. sciolte, leg. originale in cartone, latino e volgare

51, class. 1.2.19.2-51
1619 settembre 8-1620 marzo 14; antecedenti da 1570 gennaio 5
"1620. Scripturae incanepationis bladorum A. Expedit af favorem Magnificae Civitatis. Registro [novo] folio 471".
Atti di causa celebrata davanti ai rettori di Bergamo tra il consorzio della misericordia maggiore di Bergamo da una parte, Domenico Morello e Giovanni Paolo Bonzani, fattori del consorzio di Sant'Alessandro in Colonna di Bergamo, dall'altra, circa l'acquisto e l'incameramento di miglio in contrasto con quanto prescritto in proclami del podestà di Bergamo. Alla c. 27 proclama del podestà di Bergamo contro chi compri e "incanevi" cereali; a stampa, 1619 settembre 23.
1 Fascicolo cart., leg. originale in cartone, latino e volgare

52, class. 1.2.19.2-52
1622 febbraio 12-1622 febbraio 14; 1619 luglio 6
"1622. Contra Jacobum Passeram debitorem".
Sentenza del vicario pretorio di Bergamo nella causa tra Giacomo Passera, fu Vincenzo, da una parte e la scuola del Santissimo Sacramanto della chiesa di Santa Maria di Codognola, Annibale Spini, Paolo e fratelli Demorandis dall'altra per pagamento di debiti contratti dal Passera.
1 Fascicolo cart., cc.nn., leg. coperta in cartoncino, volgare

53, class. 1.2.19.2-53
1622 febbraio-1622 luglio; antecedenti da 1580
"Octavie Meltiae contra Girolam e Bernardo fratelli Vitalba". "Querela di madonna Ottavia Melzi contra Giovanni Maria Zanardi, Giovanni Ca[silio] Ottavio e fratelli Vitalba. N. 8"
Causa tra Ottavia Melzi da una parte e Giovanni Maria Zanardus e Giovanni Casilio tutori di Ottavio fu Giovanni Battista Vitalba, i fratelli Bernardino e Gerolamo Vitalba come venditori di beni litigiosi, Marco Consuli compratore di beni litigiosi, beni oggetto di una causa pendente per crediti dotali tra la detta Melzi ed il fu Giovanni Battista Vitalba.
1 Volume, cc. nn., leg. originale in cartone, volgare, danni: umidità, funghi e batteri

54, class. 1.2.19.2-54
1623 febbraio; antecedenti da 1592 giugno
"Domino Stephani Locatelli per contratti fenera[...]".
Querela presentata ai rettori da Stefano Locatelli in cui chiede che venga dichiarato illecito ed usuraio il contratto con cui gli eredi fu Giuseppe Pesenti vendettero a suo padre Giovanni Battista una casa con botteghe in Bergamo, vicinia S. Agata per la somma di 2.400 scudi.
1 Volume, cc. nn., leg. originale in cartone, latino e volgare, danni: funghi e batteri

55, class. 1.2.19.2-55
1625 gennaio 31-1626 febbraio 12; antecedenti da 1600 maggio 3
"Processo per il fitto della casa contro don Gioan Vitale"
Atti della causa celebrata davanti al capitano fra la commissaria Vignola di Almenno, da una parte, e Giovanni Vitali de Locatellis dall'altra circa l'affitto di una casa con botteghe in Bergamo.
1 Volume, cc. 53, num. rec. 29-81 (1), leg. originale in cartoncino, latino e volgare
note:
(1). Le prime 28 carte sciolte non sembrano legate alla causa e sono state numerate per errore.

56, class. 1.2.19.2-56
1625 novembre 29-1626 febbraio 10; antecedenti da 1623 luglio 11
"Nobili domini Gargani contra dominam Aureliam Bonomettam".
Causa celebrata davanti il vicario pretorio di Bergamo,tra Giovanni Antonio Gargano e Aurelia, moglie di Antonio Bonhometti, per lire 700 circa di merce venduta dal Gargano a Giuliano Bonometti, padre di Antonio e suocero di Amelia. A c.1 sommario di atti non pertinenti alla causa.
1 Fascicolo cart., cc. 10, num. rec., leg. originale in cartoncino, latino e volgare

57, class. 1.2.19.2-57
1626 marzo 10-1627 gennaio 4
"Domini Petri Garotti de Selvino".
Causa celebrata davanti ai rettori di Bergamo tra la misericordia di Selvino da una parte e Pietro Garotto detto Camozzino [tesoriere della stessa] circa manomissioni dei libri contabili della misericordia al fine di coprire un ammanco di lire 284.1.
1 Volume cart., cc. 66, num. orig., leg. originale in cartone, latino e volgare

58, class. 1.2.19.2-58
1626 luglio 18-1626 agosto 7
"Angelica Mapelli contra Domino Giovanni Battista di Santo Andrea".
Causa celebrata davanti al podestà di Bergamo tra Caterina, moglie di Gerolamo Mapelli, da una parte e Giovani Battista di Sant'Andrea dall'altra per il possesso di due filatoi.
1 Fascicolo cart., cc. 12, nn., leg. originale in carta, latino e volgare

59, class. 1.2.19.2-59
1627 gennaio 18-1627 maggio 14
"Magnifici domini Giovanni Antonii Ulmi ex productionis per adversarios. B".
Causa celebrata davanti al vicario pretorio tra Giovanni Antonio di Mafio Ulmi da una parte e Giovanni, Marco, Angelo e Francesco Ulmi, di Camillo, dall'altra circa il pagamento di debiti contratti da questi ultimi.
Causa celebrata davanti al podestà tra Laura Alegri, moglie di Camillo Ulmi e madre di Marco, Giovanni, Francesco ed Angelo, da una parte e Giovanni Antonio Ulmi, di Mafio, dall'altra per molestie perpetrate da quest'ultimo sui beni mobili ed immobili della suddetta Laura, la quale si impegna al pagamento dei
debiti contratti dai figli.
1 Volume, cc. 25, num. orig. fino a 16, poi rec., leg. originale in cartone, volgare

60, class. 1.2.19.2-60
1628 giugno 14-1629 marzo 14
"Contra domino Alexandrum Betellum".
Richiesta di nullità avanzata al vicario pretorio da parte di Giacomo Cattaneo di una proclamazione fatta da Antonio Coletti a favore di Alessandro Betellus.
1 Fascicolo cart., cc. 4, leg. originale in carta, scucito, latino

61, class. 1.2.19.2-61
1628 agosto 30-1628 dicembre 1; antecedenti da 1613 ottobre 1
"Pro domino Antonio Fachinetto contra procuratorem domini Bartholdi Locatelli".
Causa celebrata davanti al giudice alla ragione e dazi di Bergamo tra Antonio Fachinetto detto il Patrono e Giuseppe Losetto, procuratore di Bartolomeo Locatelli, per la restituzione di lire 225 pagate dal Fachinetto al Locatelli per affitto di 5 pertiche di terreno mancanti nel totale delle terre affittate dal Locatelli al Fachinetto.
1 Volume cart., cc. 29, num. rec., leg. originale in carta, latino e volgare

62, class. 1.2.19.2-62
1629 gennaio-1629 novembre; antecedenti da 1614 novembre
"Domini Francisci de Ianuitiis contra dominum Maximilianum de Ioanellis".
Causa tra Francesco, figlio ed erede del fu Antonio de Ianuitiis di Cazzano, da una parte e Massimiliano fu Giuseppe de Ioanellis di Gandino dall'altra circa il pagamento del censo annuo di scudi 30 dovuti al comune di Endine e conseguente datum in solutum di una pezza di terra detta "Cher" in Endine, di proprietà Ioanellis.
1 Volume cart., cc. 75, num. orig., leg. originale in cartone, latino e volgare

63, class. 1.2.19.2-63
1629 febbraio 15-1629 maggio 10
"Contra Lucam Cattaneum confiscatum".
Richiesta di nullità avanzata al vicario pretorio da parte di Giacomo Cattaneo di una proclamazione fatta da Antonio Coletti a favore di Alessandro Betellus.
1 Fascicolo cart., cc. 6, leg. originale in carta, scucito, latino

64, class. 1.2.19.2-64
1629 marzo 14
"Contra domino Hieronymum Gavatium".
Richiesta di nullità avanzata al vicario pretorio da parte di Giacomo Cattaneo
1 unità documentaria cart., c. 1, leg. originale in carta, scucito, latino

65, class. 1.2.19.2-65
1629 marzo 14
"Contra domino Joannem Scantium et domino Helizabetta Ulmam matrem".
Richiesta di nullità avanzata al vicario pretorio da parte di Giacomo Cattaneo di una proclamazione fatta da Giovanni Scantius e dalla madre Elisabetta Olma.
1 unità documentaria cart., c. 1, leg. originale in carta, scucito, latino

66, class. 1.2.19.2-66
1629 marzo 14-1629 luglio 28; antecedenti da 1628 gennaio 25
"Iugales de Cataneis pro antianitate".
Richiesta di nullità avanzata al vicario pretorio da parte di Giacomo Cattaneo e della moglie Lelia Olma del contratto con il quale veniva ceduta una pezza di terra in Presezzo a Antonio Coletti.
1 Fascicolo cart., cc. 6, leg. originale in carta, scucito, latino e volgare

67, class. 1.2.19.2-67
1629 giugno 2-1629 novembre 29
"Contra Tomaso Bertenis mercante de seda nel borgo San Tomaso et Battista Morandino detto Scalvin lizaro citati ad informar la giustitia".
Causa celebrata davanti al podestà contro Tommaso Bertenis, mercante di seta in Borgo San Tommaso, e Giovanni Battista Morandini detto "il Scalvino", "lizaro" (lizzatore ?), per aver impedito a mano armata ad alcuni ufficiali della corte del podestà di procedere all'arresto di quattro prostitute abitanti in una casa di fronte alla chiesa di S. Deffendente in Borgo San Leonardo.
1 Fascicolo, cc. 41, num. rec., leg. originale in carta, latino e volgare, danni: umidità

68, class. 1.2.19.2-68
1640 dicembre-1641 febbraio
"Contro Teodoro Sanzogno Tomaso et Giovanni Battista suoi figlioli".
Ordine del podestà di Bergamo a Teodoro Sonzogno ed ai suoi figli Tommaso e Battista di non "offendere, iniurare vel perturbare" Caterina vedova di Simeone Mascheroni di San Pellegrino (1).
1 Fascicolo cart., cc. nn., leg. originale in carta, latino e volgare, danni: macchie
note:
1. Usato come coperta proclama di Giovanni da Mosto, podestà di Bergamo, circa l'estrazione delle biave; a stampa, 1642 marzo 24.
mancante marzo 2009ù

69, class. 1.2.19.2-69
1641 luglio 26-1689 aprile 1
"E. Gromazzi. 1641 luglio 26 usque 1689 primo aprile".
Scritture presentate nella causa celebrata davanti al podestà fra Giovanni Gromazzo da una parte e Vittorio Maria Fugazza dall'altra per debiti.
1 Volume, cc. 124, num. orig., leg. originale in cartone, latino e volgare

70, class. 1.2.19.2-70
1641 settembre
"Contro Giovanni Battista Rè milanese".
Causa celebrata nella cancelleria pretoria di Bergamo tra Marzio Benaglio e Alessandro Adelasio, in qualità di tutori di Giulio Azzano, da una parte e Giovanni Battista Re, milanese, dall'altra circa il danno causato da quest'ultimo nel transitare nel prato di proprietà dell'Azzano sito in Carvico, in località "Pradelli".
1 Fascicolo cart., cc. nn., leg. originale in carta, volgare, danni: macchie
note:
Unità non reperibile giugno 2010

71, class. 1.2.19.2-71
1642 febbraio 21-1642 marzo 29; antecedenti da 1607 novembre 17
"1642. Confiscatione del Signor Lucillo Barile".
Opposizioni alla confisca dei beni di Lucillo Barile, bandito per l'omicidio di Domenico Mozzo.
1 Volume, cc. 425, num. orig., leg. originale in cartone, latino e volgare

72, class. 1.2.19.2-72
1642 ottobre 27-1643 agosto 30; antecedenti da 1640 agosto 27
"Pro Mario ab Ecclesia contra Cristophorum de Canalibus octobre 1642".
Causa celebrata davanti ai consoli dei mercanti di Bergamo ed appellata ai sopraconsoli dei mercanti di Bergamo tra Mario Chiesa e Cristoforo Canali per lire 1113.3 di seta venduta dal Chiesa al Canali.
1 Volume cart., cc.1-65,num. orig. poi nn., leg. originale in cartone, latino e volgare, stato di conservazione: cattivo, danni: umidità, funghi e batteri, macchie

73, class. 1.2.19.2-73
1643 settembre-1644 febbraio
"Sopra la rilassation di queste militie".
Testimonianze circa il comportamento scorretto tenuto da soldati in Bergamo.
1 Fascicolo cart., cc. nn., leg. originale in carta, volgare, danni: macchie
note:
Unità non reperibile giugno 2010

74, class. 1.2.19.2-74
1643 novembre 17-1643 dicembre 19
"N° 58. Querela del signor Paolo Marchese e Paolo Adelasio".
Denuncia di Paolo Marchese e Paolo Adelasio per danni provocati ai loro possessi in Spirano da greggi di pecore in transito.
1 Volume cart., cc. nn., leg. senza coperta e scucit

75, class. 1.2.19.2-75
1644 dicembre 7-1646 maggio 9
Atti di causa.
Testimonianze rilasciate nella cancelleria pretoria contro Giovanni Asperti, cavaliere di comun, accusato di estorisione a danno di alcuni bottegai.
1 Fascicolo, cc. nn., leg. senza coperta, latino e volgare

76, class. 1.2.19.2-76
1645 novembre 15
"Borgo di Terzo. Domino Ottavio Terzo contro gli eredi del quondam Alessandro Terzo".
Causa celebrata davanti al vicario pretorio di Bergamo tra Ottavio, figlio ed erede del fu Ottavio Terzo, da una parte e gli eredi di Alessandro Terzo dall'altra circa il pagamento di lire 276 che gli questi ultimi devovo al primo per residui affitti.
1 Fascicolo cart., cc. 6, leg. originale in carta, latino e volgare

77, class. 1.2.19.2-77
1646 gennaio-1646 agosto
"Contra li heredi del quondam Petro Moratello pro contratto usuratico".
Causa celebrata davanti ai consoli dei mercanti di Bergamo tra Ippolito e Giovanni Battista fu Antoio Sozzi e Leonora fu Ippolito Comarino da una parte, e Grazia e Caterina figlie del fu Pietro Moratello dall'altra, circa un preteso prestito "illecito e usuraio" di ducati 700 dati dal fu Moratello al fu Antonio Sozzi.
1 Volume cart., cc. nn., leg. assente, scucito, latino e volgare, stato di conservazione: cattivo, danni: umidità

78, class. 1.2.19.2-78
1646 maggio 15-1646 novembre 23; antecedenti da 1643 aprile 2
"Carona. Delli sindaci et deputati della chiesa di S. Giovanni Battista".
Atti della causa celebrata davanti al vicario pretorio fra il capitano Manoli Greco, rappresentato dal procuratore Andrea Armati, da una parte, e la moglie Antonia Barbaglio, fu Giacomo, dall'altra, per debiti del padre di questa verso la scuola del SS. Sacramento di Carona.
1 Fascicolo, cc. 24, num. rec., leg. originale in carta, scucito, latino e volgare

79, class. 1.2.19.2-79
1647 dicembre 5-1647 dicembre 20
"Serina. Per Giuseppe Valle consule contro li tutori delli figlioli del q. Vincenzo Valle".
Istanza al podestà da parte del comune di Serina, rappresentato dal console Giuseppe Valle, circa la proprietà di un parte di bosco incantato da parte dei tutori degli eredi di Vincenzo Valle.
1 Fascicolo, cc. 7, leg. originale in carta, scucito, volgare

80, class. 1.2.19.2-80
1649 agosto-1659 maggio
"Sforza Benaglio".
Lettere (1) ed altre carte riguardanti la vicenda del capitano Bonifacio Benaglio (2).
1 Fascicolo, leg. in parte cucito, volgare
note:
(1). Da Piacenza, Venezia, Napoli.
(2). Si veda ducale Vimercati Sozzi provv. 31274. Fra i corrispondenti il canonico Marzio Benaglio, Elena Benaglio e Sforza. Molte sono le lettere da Venezia di Alessandro Benaglio (credo fratello di Sforza, a questo e alla madre Elena).

81, class. 1.2.19.2-81
1649 novembre-1650 febbraio; antecedenti da 1649 giugno
"Gromo. Delli signori fratelli Negroni contro il signor Felice quondam Gelmo Negroni di [..]"
Causa tra Federico e fratelli fu Ascanio Negroni di Gromo da una parte e Felice fu Gelmo fu Francesco Negroni dall'altra circa tre pezze di terra in Clusone acquistate da Francesco Negroni.
1 Fascicolo, cc. 12, nn., leg. originale in carta, volgare

82, class. 1.2.19.2-82
1649 dicembre 13-1650 agosto 27
"Due querelle per domini [...] contro il signor Cristoforo Pas di Telgate".
Causa celebrata davanti al podestà di Bergamo tra Cristoforo Pas di Telgate da una parte e Silvio Olmo dall'altra a seguito della querela presentata da quest'ultimo nella quale accusava il Pas di avere "sgurato" un fosso di proprietà dell'Olmo sul quale il querelato avanza pretesa di possesso.
1 Volume cart., cc. 39, num. orig, + nn., leg. originale in cartone, volgare, stato di conservazione: cattivo, danni: umidità, macchie

83, class. 1.2.19.2-83
1650 gennaio-1651 gennaio
"1650. Processo di me Hettore Casati contra domino Gieronimo Capo di Ferro [...] in Castro".
Causa celebrata davanti ai consoli di giustizia di Bergamo tra Gerolamo Capodiferro da una parte ed Ettore Casati da Castro dall'altra per preteso debito di mercanzia di lire 600.
1 Volume cart., cc. nn., leg. originale in cartone, volgare

84, class. 1.2.19.2-84
1654 febbraio-1654 aprile; antecedenti da 1653 luglio
"Scripturae cum domino Pietro Sale. Per la fornace de vetri".
Causa celebrata davanti ai rettori tra Pietro Sale da una parte e Cristoforo Sozzo dall'altra circa l'assegnazione, in virtù del privilegio di cui gode la città, di "migliaia quindesi all'anno di allume catina per la fabbrica di vetri"
1 Fascicolo, leg. originale in cartone scucito, volgare

85, class. 1.2.19.2-85
1654 ottobre 19-1666 maggio 15; antecedenti da 1357 ottobre 30
"Consultationes advocat[um]".
Carte relative all'assegnazione di benefici del capitolo rimasti vacanti (1).
1 Fascicolo, cc. 13, num. rec., leg. originale in carta, scucito, latino e volgare
note:
(1). Sembra che, vacante una prebenda, i canonici avessero il diritto di prelazione.
mancante marzo 2009

86, class. 1.2.19.2-86
1656 febbraio 23-1656 dicembre 1; 1660 giugno 19
"Producentis. Pro domino Joannis Baptista Zinetti contro domino Aloixium Tertium. In questo processo si ritrovano diversi instrumenti d'acquisto, locationi et d'altra natura concernenti li miei interessi particolari presentati a Venetia per occasione dell'ingiusta lite fattami dal signor Alvise Terzo pradetto Diabolo".
Atti seguiti alla causa fra Giovanni Battista Zinetti da una parte (e alla sua morte dai commissari dell'eredità e dalla moglie) e Alvise Terzi dall'altra per 530 ducati da questi dovutigli come saldo per l'acquisto di beni.
1 Filza cart., cc. nn. (1)., leg. originale in cartone, volgare
note:
(1). Tracce di numerazione originaria.

87, class. 1.2.19.2-87
1656 giugno 14-1656 novembre 25
"1656. Contradictione del domino Benedetto Pezzoli quondam domino Giuseppe contro Giovanni Andrea Tasca".
Causa celebrata davanti ai rettori tra Benedetto Pezzoli da una parte e Giovanni Andrea Tasca dall'altra per il pagamento di capitali anticipati per mezzo di lettere di cambio dal Pezzoli al Tasca e da quest'ultimo non rimborsati.
1 Volume, cc. 29, num. rec., leg. originale in cartone, volgare

88, class. 1.2.19.2-88
1656 novembre 27-1656 dicembre 6; allegati da 1605 giugno 8
"Scritture da presentare per il fidei commesso del quondam signor Decio Tasca. Contradictione della signora Catterina Fuginella Tasca. Tomo 4".
Opposizioni di Caterina Fuginelli, moglie di Giovanni Andrea fu Decio Tasca, alla confisca dei beni del marito, bandito per l'omicidio di Gerolamo Pezzolo.
1 Fascicoloc. 29, num. rec., leg. originale in cartone, volgareirit

89, class. 1.2.19.2-89
1656 novembre 29-1657 gennaio 8; allegati da 1614 dicembre 1
"Tomo secondo della confiscatione di Andrea Tasca".
Opposizioni alla confisca dei beni di Giovanni Andrea fu Decio Tasca, bandito per l'omicidio di Gerolamo Pezzolo. Nella pratica 40 ducale in pergamena di Bernardo Valerio, 1656 novembre 10; nella pratica 50 ducale in pergamena di Bernardo Valerio, 1656 novembre 24; nella pratica 64 "Sentenza et bando" dei rettori di Brescia contro, fra gli altri, Giovanni Andrea Tasca, a stampa, 1656 novembre 27.
1 Fascicolo, pratiche 33, pratiche 35-47, 49-68, num. orig.;

90, class. 1.2.19.2-90
1657 gennaio 23-1657 febbraio 19; allegati da 1629 settembre 7
"1657. Confiscatione del colonnello Lucillo Barile".
Opposizioni alla confisca dei beni di Lucillo Barile, bandito per l'omicidio di Domenico Mozzo.
Alle cc. II-III rubrica.
1 Volume, cc. 559, num. orig., leg. originale in cartone, latino e volgare

91, class. 1.2.19.2-91
1657 ottobre 22-1671 novembre 23; antecedenti da 1563 agosto 7
"Contro al signor Francesco Marchese piezzo del signor Diotisalvi Suardi di Spirano per condanna criminale di ducati 20 del anno 1658".
Seguiti della condanna di Diotisalvi Suardi coinvolgenti Francesco Marchese, suo fideiussore.
1 Fascicolo cart., cc. nn., leg. originale in cartone scucito, latino e volgare

92, class. 1.2.19.2-92
1658 agosto-1659 gennaio
"Zinotti contra Moronum et Gattum de Fiobio super exequtione instrumenti guarantiggiati".
Causa celebrata davanti al capitano e vicepodestà e successivamente al podestà tra Giovanni Battista Zinetti da una parte e Giacomo Morone detto Moretto da Bondo e Andrea Gatti da Fiobbio, i quali devono rispettivamente lire 230 e lire 94 in virtù dell'istrumento 24 dicembre 1647 (allegato) (1) rogato dal notaio Giovanni Antonio Agnelli.
1 Fascicolo, cc. nn., leg. originle in cartone scucita, latino e volgare, danni: umidità
note:
(1). "Istromento de decisione per la lite fata con il comun de Albino tra poveri e richi".

93, class. 1.2.19.2-93
1659 febbraio 4-1659 giugno 13; antecedenti da 1613 febbraio 17
"Causa inter Domini Comiti Franciscum et Iulium de Suardis".
Causa celebrata davanti al podestà di Bergamo in prima istanza e in appello a Venezia tra il conte Giulio Secco Suardo da una parte e il conte Francesco Secco Suardo dall'altra, eletto quest'ultimo consigliere nel consiglio maggiore di Bergamo per l'anno 1659. (perché?). Allegata ducale di Giovanni Pesaro con la quale comunica il giudizio della quarantia civil nuova di Venezia a favore del conte Giulio.
1 Fascicolo cart., cc. nn., leg. originale in cartone, latino e volgare

94, class. 1.2.19.2-94
1659 febbraio 28-1677 luglio 27; allegati da 1644 settembre 12
"Comissaria Locatella contro Asperti".
Causa celebrata davanti ai rettori fra la chiesa di S. Sebastiano della Botta sopra il monte San Vigilio, rappresentata dai sindaci Francesco Morone e Valente Valenti, e i commissari dell'eredità del fu Desiderio Locatelli e Andrea Asperti per debiti.
1 volume, cc. 104, num. orig. fino a 89, poi nn. e bianche, leg. originale in cartone

95, class. 1.2.19.2-95
1659 marzo 13-1659 marzo 28
"Pro comunitate de Averaria" (1).
Atti di cause di cui è parte il comune di Averara.
1 Fascicolo, cc. 8, num. rec., leg. originale in cartone scucito, volgare
note:
1. Citato in AB 475.

96, class. 1.2.19.2-96
1662 maggio 27-1662 agosto 25
"Sententia subordinatoria super confiscatione noborum Ioannis Andree Tasca banniti".
Sentenze di alienazione dei beni di Giovanni Andrea Tasca a favore dei suoi creditori.
1 Volume cart., cc. 27, num. orig. fino a 20, poi rec., leg. originale in cartone, latino

97, class. 1.2.19.2-97
1662-1712
Atti di cause varie in cui è parte Ventura fu Battista Beretta di Scanzo (1).
1 Fascicolo, cc. nn., leg. assente, volgare, danni: umidità
note:
(1). Allegate 2 piante, a penna, di beni del Beretta.

98, class. 1.2.19.2-98
1665 marzo-1665 luglio
"Processo delli illustrissimi signori conti Francesco et nepoti Benaglii contra li sindaci della Misericordia di Endena".
Causa tra i commissari dell'eredita del fu conte Gentile Benaglio da una parte e la Misericordia di Endenna dall'altra circa la locazione "fuori d'incanto" di una pezza di terra in Scano detta "la Frera" di proprietà della Misericordia.
1 Volume cart., cc. nn., leg. originale in carta, latino e volgare, stato di conservazione: discreto

99, class. 1.2.19.2-99
1665 luglio 13-1673 maggio 8
"Scritture nella causa contro il signor conte Alessandro Martinengo per la confiscatione dei suoi beni fatta dalla Magnifica Camera di Brescia come debitore de sussidii"
Scritture relative alla causa fra la città di Brescia da una parte e il conte Alessandro Martinengo dall'altra circa il pagamento di gravezze e il sequestro dei beni del conte effettuato dalla camera fiscale di Brescia.
1 Fascicolo cart., cc. 8, num. rec., leg. originale in cartoncino, volgare

100, class. 1.2.19.2-100
1665 agosto; antecedenti da 1572 gennaio 8
"1663 per le decime de' gli offici".
Allegati di causa: deliberazioni del senato di Venezia ed altri atti relativi alle decime degli uffici; originali e copie semplici. Allegato proclama dei provveditori e aggiunti sopra denari, 1665 luglio; copia semplice. Allegato "Parti prese nell'eccellentissimo maggior consiglio et eccellentissimo senato. Con terminationi dell'eccellentissimi signori proveditori sopra li danari. In diversi tempi in materia de decime d'officii", stampato per Giovanni Pietro Pinelli, stampatore ducale; 1572 gennaio 8 - 1640 gennaio 24.
1 Fascicolo cart., cc. nn., leg. originale in cartone scucito, volgare

101, class. 1.2.19.2-101
1666 aprile 6-1720 settembre 9
"F. Gromazzi. 1666 6 aprile usque 1718 19 dicembre
Scritture presentate nella causa, celebrata a Venezia (1) fra il reverendo Antonio Carrara Gromazzi e i fratelli fu Antonio da una parte, e Vittorio Maria Fugazza e liti consorti dall'altra circa la dote della madre del Gromazzi.
1 Volume, cc. 88, num. orig., leg. originale in cartone, volgare
note:
(1). Non si ha specificazione della magistratura giudicante.

102, class. 1.2.19.2-102
1666 aprile 20-1666 maggio 22; antecedenti da 1474 marzo 19
"Pro vallibus Serianis contra domino Aloysio Armellinum et filium".
Causa celebrata a Venezia fra le valli Seriana Inferiore, Seriana Superiore e Gandino da una parte ed Alvise Armellinus dall'altra circa il diritto da questi vantato di avere il monopolio della produzione di seta cremisi.
1 Volume, cc. 10, num. orig., leg. originale in cartone, latino e volgare

103, class. 1.2.19.2-103
1666 dicembre 23-1667 giugno 10; 1670
"Borgo San Leonardo. Per il signor Conte Francesco Benaglio et Signor Gerolamo Biffi curatore dell'heredità Benaglia. Contro l'heredità del q. domino Silvestro Mascharetta".
Atti della causa celebrata davanti ai consoli di giustizia fra il conte Francesco Benaglio e l'eredità Benaglio, rappresentata da Gerolamo Biffi, curatore, da una parte, e l'eredità di Silvestro Mascharetta, dall'altra, circa crediti dei primi verso la seconda.
1 Fascicolo, cc. 17, leg. originale in carta, scucito, volgare

104, class. 1.2.19.2-104
1667-1670; antecedenti da 1638
"[...] Camillo Locatello et [..] [...] pro bonis extimis in cumpartito".
Causa celebrata davanti il podestà di Bergamo tra Camillo Locatelli da una parte e Francesco Moroni, esecutore ai sussidi di Bergamo, dall'altra circa il rimborso del pagamento delle tasse pagate dal Locatelli sopra una pezza di terra estimata erroneamente tra le sue proprietà negli anni 1610-1645.
1 Fascicolo cart., cc.nn., leg. originale in carta, volgare, stato di conservazione: cattivo, danni: macchie
note:
1. Un'estesa macchia d'umidità impedisce lalettura della parte superiore degli atti.
Unità non reperibile giugno 2010

105, class. 1.2.19.2-105
1668 gennaio-1668 giugno; antecedenti da 1667 gennaio
"Per li signori comissarii delli signori figlioli del quondam signor conte Gentil Benaglio et curatore della sua heredità per la renontia delle some 100 miglio lasciato dal quondam signor conte Gentile nel suo testamento contro il comun di Verdello per dette some 100 miglio".
Ordine del capitano di Bergamo ai commissari ed al curatore dell'eredita del fu conte Gentile Benaglio di sgomberare le stanze di proprietà del comune di Verdello dalle 100 some di miglio lasciate al detto comune dal fu Benaglio con legato che il comune ha deliberato di non accettare.
1 Fascicolo cart., cc. nn., leg. originale in cartoncino scucito, latino e volgare

106, class. 1.2.19.2-106
1671 aprile 1; antecedenti da 1645 dicembre 31
"1670. Pro iurisditione contra Vallem Brembanam. Scritture della valle Brembana Inferiore per la pretentione che ha, che per li contratti non [...] la sua giurisditione si debba agi[...] per via di valle".
Causa presentata davanti ai capi del consiglio dei Dieci di Venezia tra la valle Brembana Inferiore da una parte e Gerolamo Sonzonio, Angelo Codazzi e Giovanni Battista Carminati, mercanti di Bergamo, dall'altra circa la giurisdizione sui contratti se sia di competenza dei consoli dei Mercanti o del Vicario di Valle.
1 Fascicolo cart., cc. 4, leg. originale in carta scucita, volgare

107, class. 1.2.19.2-107
1671 maggio-1671 giugno
"1671. Pro civibus contribuentibus Territorio contra dominum Geminianum Pighettum" (1).
Causa tra i cittadini di Bergamo contribuenti all'estimo de foris da una parte e la quadra di Trescore dall'altra circa la rielezione di Geminiano Pighetti alla carica di sindaco della quadra
Alle cc. 3-10 "Capitoli ed ordini in proposito di governo, e maneggi de Communi e Territorio di Bergamo stabiliti dall'illustrissimo signor Zaccaria Malipiero capitanio di questa Città et confermati dall'eccellentissimo senato", Bergamo, 1659-1660, a stampa.
1 Fascicolo, cc. 24, num. rec., leg. originale in cartone, volgare
note:
1. Citato in AB 475.

108, class. 1.2.19.2-108
1672 dicembre-1677 febbraio
"1687 contra civitatem Brixiae comunem Caprioli et magnificum dominum Johannem Paulum de Calepio comitem"
Atti della causa tra il conte Giovanni Paolo de Calepio da una parte ed i comuni di Brescia e Capriolo dall'altra circa la pretesa di questi ultimi a che il de Calepio paghi loro gravezze per i beni che possiede in Calepio, beni per i quali egli paga già le gravezze a Bergamo.
1 Volume, volgare24, num. rec., leg. originale in cartone, volgare

109, class. 1.2.19.2-109
1673 gennaio 30-1719 settembre 5
"C. Gromazzi contro signor Fugazza. 1673 30 gennaio usque 1719 5 settembre".
Scritture presentate nella causa, celebrata a Venezia (1) fra il reverendo Antonio Carrara Gromazzi e i fratelli fu Antonio da una parte, e Vittorio Maria Fugazza e liti consorti dall'altra circa la dote della madre del Gromazzi.
1 Volume, num. orig. fino a 121, poi nn e bianche, leg. originale in cartone, latino e volgare
note:
(1). Non si ha specificazione della magistratura giudicante.

110, class. 1.2.19.2-110
1673 ottobre 26-1673 ottobre 28; allegati da 1610
"1673. Contra Brixienses pro bonis extimatis a civitate Bergomi ultra uleum flumen in extimo 1610".
Atti di causa tra il conte Giovanni Paolo Calepio da una parte e la città di Brescia dall'altra circa la pretesa di quest'ultima di imporre gravezze su alcuni beni del conte che si trovano "di qua dal fiume Oglio" e che sono catastati nell'estimo della città di Bergamo
1 registro
note:
Unità non reperibile giugno 2010

111, class. 1.2.19.2-111
1674 gennaio 18-1717 giugno 2
"M. Gromazzi contro Fugazza. 1674 18 gennaio usque 1717 2 giugno".
Scritture presentate nella causa, celebrata a Venezia (1) fra il reverendo Antonio Carrara Gromazzi e i fratelli fu Antonio da una parte, e Vittorio Maria Fugazza e liti consorti dall'altra circa la dote della madre del Gromazzi.
1 Volume, num. orig. fino a 117, poi nn. e bianche, leg. originale in cartone, latino e volgare
note:
(1). Non si ha specificazione della magistratura giudicante.

112, class. 1.2.19.2-112
1676 marzo
"1676. Contra dominum Johannem Baptistam Pelandum massarium Sacri Montis Pignorum".
Causa tra Giovanni Battista Mozzo, priore del Sacro Monte dei Pegni, da una parte e Giovanni Battista Pelandi, massaro del Sacro Monte dei Pegni, dall'altra circa presunto abuso di ufficio ed inosservanza dei capitoli da parte del Pelandi.
1 Fascicolo, cc. nn., leg. originale in cartone scucito, volgare, danni: umidità

113, class. 1.2.19.2-113
1680 giugno 25-1682 maggio 24; allegato 1606 ottobre 8
"Nel caso dell'Hospitale di Udine".
Causa celebrata davanti al collegio dei X savi sopra le decime in Rialto di Venezia circa la richiesta dell'ospedale maggiore di Santa Maria della Misericordia di Udine di poter alienare alcune proprietà. Contiene ducale di Alvise Contareno a Giovanni Cornelio, luogotenente della Magnfica Patria del Friuli, con la quale comunica la parte del senato di Venezia che concede di poter vendere i beni in oggetto, copia semplice, 1682 febbraio 19.
1 Fascicolo cart., cc. 14, leg. originale in cartoncino, latino e volgare

114, class. 1.2.19.2-114
1685 agosto 17-1696 maggio 15; antecedenti da 1685 aprile 24
"1685. Padri del terz'ordine dal Longuelo et Padri Capucini per precedenza nelle processioni".
Causa celebrata davanti al vescovo di Bergamo tra i frati del convento di Longuelo e i cappuccini di Bergamo per la precedenza nelle processioni.
1 Fascicolo, cc. 9, num. rec., leg. originale in carta scucita, latino e volgare

115, class. 1.2.19.2-115
1686 aprile 13-1686 maggio 20
"Accusa contro Bernardino Benicchio".
Causa celebrata davanti al giudice alla ragione e dazi contro Bernardino fu Alessandro Benicchio di Comun Nuovo per contrabbando di sei some di miglio e melgone trasportate da Fara d'Adda verso Spirano senza bolletta del dazio del pizzamantello.
1 Fascicolo, cc. 16, num. rec., danni: umidità

116, class. 1.2.19.2-116
1686 giugno 19
"1686. Processo D settimo. Dimanda contro apalto del Datio Generale"
Supplica al doge presentata da Giovanni Maria Bianchi circa la revisione dei termini di concessione dei dazi della badia e della stadella di Verona, Brescia, Bergamo, Crema e Riviera di Salò.
Alle cc. 4-5 parere dei revisori e regolatori dei dazi circa la riforma del dazio generale.
1 Volume cart., cc. 5, num. orig., leg. originale in cartone, volgare

117, class. 1.2.19.2-117
1686 settembre-1687 marzo
"1686 9 settembre. Denuncia del console di Palazzago contro Andrea Rota detto Stabello di Brochion".
Causa contro Andrea Rota detto Stabello di Brochione per avere colpito con un pugno in un occhio Vincenzo di Bartolomeo Rosa da Brochione di Palazzago, accusato di avere "toccato seu pisigata" la sorella.
1 Fascicolo cart., cc. 6, nn., leg. originale in cartoncino, volgareeo e vol

118, class. 1.2.19.2-118
1687 aprile 14-1688 giugno 19; antecedenti da 1686 dicembre 11; seguiti a 1694 giugno 26
Atti di causa.
Ricorso al podestà di Bergamo da parte di Carlo Brevi per l'esecuzione della sentenza d'appello del collegio dei XII di Venezia nella causa contro la chiesa di San Sebastiano della Botta e il Pio Luogo dei mendicanti di Bergamo circa crediti vantati nei confronti di Antonio Dozzo.
1 Volume, cc. 65, num. orig. fino a 62, poi nn., leg. originale in cartone, latino e volgare

119, class. 1.2.19.2-119
1689 giugno 6-1694 aprile 17
"Pognano. Contro il signor Lucca Vecchi".
Sequestri, stabiliti dal podestà su richiesta dell'esecutore ai sussidi, di beni descritti nella partita d'estimo di Alessandro Adelasio fu Antonio nella vicinanza di S. Leonardo e in Pagnano e di ogni altro bene che dovesse pervenire nelle mani di Luca Vecchi.
1 Fascicolo, cc. 10, nn., leg. originale in carta, scucito, volgare

120, class. 1.2.19.2-120
1691 maggio; antecedenti da 1686 aprile
"Scritture contra Battista Comotti masaro".
Causa tra Giovanni Antonio Carrara da una parte e Battista fu Andrea Comotti dall'altra per inadempimento del contratto di masseria, rogato l'11 giugno 1688, con il quale al Comotti era stato affidato il lavoro in un orto grande ed in un broletto in Albino.
1 Volume cart., cc. 11, num. orig., leg. originale in cartone, latino e volgare

121, class. 1.2.19.2-121
1691 giugno 2-1711 aprile 28; antecedenti da 1675 marzo 18
Atti di causa.
Atti della causa celebrata a Venezia fra il reverendo Antonio Carrara Gromazzi e i fratelli fu Antonio da una parte, e Vittorio Maria Fugazza e liti consorti dall'altra circa la dote della madre del Gromazzi.
1 Volume, cc. 112, num. orig., leg. assente, latino e volgare

122, class. 1.2.19.2-122
1692 aprile 23-1702 febbraio 1; allegati da 1600 aprile 11; seguiti a 1703 dicembre 5
"Per li signori frattelli Cabrini contro Domina Catterina Pietro et [Ottavio] madre et figlioli Gatti".
Causa celebrata davanti al vicario vicegerente pretorio fra i fratelli Alessandro e Ferdinando Cabrini fu Giuseppe di Albino da una parte e Caterina Gatti e i figli dall'altra circa la proprietà di una pezza di terra in Albino.
1 Volume, cc. 56, num. orig. 20-31, 37-78; cc. 79-81 nn. Inserite cc. 43 sciolte, leg. originale in cartone, volgare

123, class. 1.2.19.2-123
1694 febbraio 14-1701 settembre 23
Atti di causa.
Atti della causa celebata davanti al capitano fra il sacerdote Giovanni Maria Milesi, curato di Panca, da una parte, e il comune di Pianca, dall'altra, circa la sua sostituzione.
1 Fascicolo, cc. nn., nn., leg. assente, volgare

124, class. 1.2.19.2-124
1694 maggio 7-1697 agosto 31; antecedenti da 1673 ottobre 21
Atti di causa.
Carte relative alla causa, celebrata davanti ai giudici delle strade, prima, poi assunta dal capitano, quindi, dopo il reclamo delle parti, tornata ai giudici, e infine in appello davanti al collegio dei XX Savi di Venezia, fra i comuni di Adrara S. Martino (Adrara Piazza) e Adrara S. Rocco, da una parte, e gli altri comuni della valle Calepio, dall'altra, circa la sistemazione delle spallette di un ponte.
1 Volume, num. orig. fino a 58, poi. bianche, leg. assente, volgare

125, class. 1.2.19.2-125
1695 gennaio 27-1695 giugno 1; antecedenti da 1693 dicembre 12
"Giovanni Battista Rota contro Loccatelli".
Causa celebrata davanti a Marco Antonio Colleone, giudice consultore, delegato dal commissario della val San Martino, fra Giovanni Battista Rota da una parte e Giovanni Battista Locatelli dall'altra per debiti di quest'ultimo.
1 Fascicolo cart., cc. nn., nn., leg. originale in cartone scucito, volgare

126, class. 1.2.19.2-126
1695 maggio 11-1695 settembre 20
"1695. Strozza. Espositioni di Anna figliola del quondam Antonio Penna di Strozza contro Battista Lorabello et Francesco suo padre di Strozza".
Causa celebrata davanti al vicario della valle Imagna tra Anna fu Antonio Penna da una parte e Francesco e Battista Larabello dall'altra per aver quest'ultimo percosso ed ingiuriato Anna Penna che si opponeva al taglio di un castagno venduto loro da Maria, sorella di Anna, prima della definizione della loro eredità ("la nostra differenza").
1 Fascicolo, cc. 6, num. rec., leg. originale in carta scucita, volgare, danni: umidità, macchie

127, class. 1.2.19.2-127
1695 luglio 15-1697 settembre 7; allegati da 1626 novembre 13
"1698. Bottano contra Noris".
Atti della causa celebrata davanti al vicario pretorio fra Antonio Moroni di Bergamo contro Ippolito Bottano fu Ippolito di Santa Maria di Camerata per debito.
1 Volume, cc. 68, num. orig., leg. originale in cartone, volgare

128, class. 1.2.19.2-128
1697 aprile-1700 febbraio; antecedenti da 1694 novembre
"Pro domino Cesare de Capitaneis et Angelica eius filia".
Atti di causa di Angelica, figlia di Giulio Cesare fu Giacomo Filippo de Capitaneis e moglie di Francesco fu Stefano Ansaldi, per godere, a garanzia della propria dote e controdote, del diritto di "plus offerendi" su uno stabile con filatoio e tintoria in borgo Sant'Antonio di Bergamo.
1 Fascicolo cart., cc. nn., leg. originale in cartoncino scucito, volgare

129, class. 1.2.19.2-129
1697 novembre 27-1699 settembre 26; allegati da 1688 novembre 25
"Per Laura Pernici contro nobile domino Alexandrum Soltiam"
Atti della causa celebrata in prima istanza davanti al giudice alla ragione e dazi e in seguito davanti al giudice di appellazione delegato dal vicario pretorio Gerolamo Fuginelli e allo stesso vicario pretorio fra Laura Gussana moglie di Francesco Pernici da una parte e i fratelli Alessandro e Paolo Emilio Solza dall'altra circa debiti verso il marito Francesco.
1 Volume, cc. 68, num. orig., leg. originale in cartone, volgare

130, class. 1.2.19.2-130
1699 marzo-1702 febbraio; antecedenti da 1685 giugno
"Veneranda chiesa della Beata Vergine Maria in Campis di Sorisole contro signori Pietro Francesco et Giacomo fratelli Rota d'Albenza. A. Contro li domini Francesco Gozzi et Vincenzo Baggio".
Causa tra la chiesa della Beata Vergine Maria in Campis di Sorisole da una parte e i fratelli Pietro Francesco e Giacomo (in una prima fase) e sorelle Giulia e Angela fu Giuseppe Rota (in una seconda), affinché sia lasciato libero il terreno detto "la Selva" con relativa casa sito in Almenno, terreno che è divenuto di proprietà della chiesa a causa della mancata esecuzione dell'istrumento di livello del 1686 giugno 25.
1 Fascicolo cart., cc. nn., leg. originale in cartoncino, latino e volgare

131, class. 1.2.19.2-131
1699 luglio-1699 agosto
"Querela del signor Christoforo Federici contra Gioseppe, Elisabetta et Cattarina padre et figliole Scudellate da Santo Bartolomeo, spedito et liberato".
Causa tra Cristofo Federici da una parte e Giuseppe Scudellati e le figlie Elisabetta e Caterina, dall'altra, per il furto di prugne da parte delle sorelle Scudellati, con la complicità del padre.
1 Fascicolo cart., cc. nn., leg. originale in carta scucito, volgare

132, class. 1.2.19.2-132
1699 agosto-1700 luglio
"N° 129. Sopra furto d'argentaria et altro nella chiesa parochiale del Santissimo Salvatore del commun di Vercana stato di Milano contro".
Causa contro Antonio Muzzi e il figlio Carlo detti "Piltrer" (perché Antonio lavorarava il peltro), soprannominati conti Polverini, "pubblici ladri", per il furto di argenteria ed arredi sacri nella chiesa di S. Salvatore di Vercana.
1 Fascicolo cart., cc. nn., leg. originale in carta, volgare

133, class. 1.2.19.2-133
1700 febbraio 27-1749 settembre 25
"Fratelli Terzi q. Lodovico".
Atti delle diverse cause celebrate davanti al giudice del procurator e al giudice del proprio di Venezia fra gli eredi di Lauro Terzi fu Giovanni Antonio e Giovanni Antonio Terzi fu Lauro. (1)
1 Volume, pp. 92, num. orig., cc. 6 sciolte, leg. originale in cartoncino, latino e volgare
note:
(1). A stampa.

134, class. 1.2.19.2-134
[XVII fine]; antecedenti da 1541
"1692. Per li signori Albrici chiamati in prima istanza a Venezia".
Supplica di Francesco Albrici ai rettori di Bergamo e ai deputati e anziani del comune di Bergamo affinché si appellino al senato di Venezia per ribadire il privilegio della città di Bergamo in virtù del quale "non poter essere qualonque habitante della medema convenuto altrove che nella stessa sua Patria (toltone che per li contratti stabiliti per la Dominate)"; parere legale in virtù del quale la richiesta dei fratelli Albrici a Francesco Albrici è fondata in realtà su altra norma. Allegate copie di privilegi.
1 Fascicolo cart., cc. nn., leg. originale in carta scucita, volgare

135, class. 1.2.19.2-135
[XVII]
"Carte per cerimoniali contro reverendissimo capitolo".
1 Fascicolo cart., cc. nn., leg. originale in cartone scucito, latino e volgare
note:
Unità momentaneamente non reperibile giugno 2010

136, class. 1.2.19.2-136
1701 agosto 7-1702 luglio 31; antecedenti da 1555 maggio 17
"Strade 1702. Franchetti et comune de Stezano".
Causa celebrata davanti al capitano fra il comune di Stezzano, da una parte, e Giovanni Franchetti, dall'altra, circa i danni provocati da questo alla strada che conduce a Bergamo via Colognola. Sentenza favorevole al comune. Appello a Venezia del Franchetti contro la sentenza perchè, a suo dire, la competenza a giudicare spettava ai giudici delle strade e incanti di Bergamo. A. c. 25 "Ordini et proclami dell'Illustrissimo et Eccellentissimo signor Ferigo Barbarigo, per la Serenissima Repubblica di Venezia capitano di Bergamo e suo distretto", a stampa, 1702 maggio 8.
1 Fascicolo, cc. 37, leg. originale in cartone, latino e volgare, stato di conservazione: cattivo, danni: fragilità del supporto

137, class. 1.2.19.2-137
1702 aprile 28-1703 dicembre 5; antecedenti da 1674 aprile 2
"Per domino Giovanni Strada detto Poletto contro Immacolata Concezione di Gandino".
Atti della causa celebrata davanti al vicario vicegerente pretorio fra Giovanni Strada di Gandino, da una parte, e Giacomo
Paganoni, erede del padre Martino, dall'altra, circa beni in Colzate. Atti della causa celebrata davanti ai rettori, e poi delegata al giudice alla ragione e dazi, fra gli eredi di Giovanni Strada, da una parte, e i reggenti della scuola dell'Immacolata Concezione in Gandino, circa i medesimi beni.
1 Fascicolo, cc. nn., leg. originale in cartone, scucito, volgare, stato di conservazione: cattivo, danni: umidità, fragilità del supporto, macchie

138, class. 1.2.19.2-138
1702 agosto 11-1724 settembre; antecedenti da 1663 maggio 31
"1682. Circa gli eccellentissimi assessori per l'assistenza alle Gratie".
Cause diverse celebrate davanti ai consoli dei mercanti, al vicario pretorio ed al podestà tra Michele Carrara e successivamente Paolo Francesco dalla Chiesa da una parte (come creditori e gli eredi del fu Francesco Lavelli), e Francesco Alberici ed i deputati della facoltà del fu Francesco Salvioni (come debitori) circa il pagamento di una lettera di cambio.
1 Fascicolo, cc. 97, num. rec., leg. originale in cartone scucito, latino e volgare

139, class. 1.2.19.2-139
1703 dicembre-1709 luglio; antecedenti da 1681 febbraio
"1702 usque 1709. Città di Bergamo per la giudicativa in materia de cambi".
Atti di causa promossa dai consoli dei mercanti di Bergamo circa l'applicazione del capitolo 20 degli "Ordini e leggi della piazza de cambi reali", alla luce del decreto del senato di Venezia 1703 novembre 15, circa il cambio della ricorsa ed il capitolo sul cambio libero tra le fiere di Bergamo e di Besançon. Alle cc. 1-3 "Ordini e leggi della piazza de cambi reali già eretta nella Magnifica Città di Bergamo, et novamente confermata con l'autorità dell'Eccellentissimo Senato di Venetia con le aggionte et corretioni adalcuni di essi capitoli", Bergamo, Comin Ventura, 1609.
1 Fascicolo cart., cc. 1-3, 8-10, 12-23, 27-29, 32-33, num. orig., leg. originale in cartone (mutilo), latino e volgare, stato di conservazione: cattivo, danni: umidità

140, class. 1.2.19.2-140
1704 dicembre 22; 1727 agosto 27
"1704. Pesce salato essente in tempo di Fiera".
Esenzione dal pagamento del dazio sul pesce salato durante la Fiera di Samt'Alessandro stabilita dai provveditori alle rason vecchie di Venezia. Allegato proclama dei provveditori alle rason vecchie di Venezia di conferma dell'esenzione dal pagamento del dazio; a stampa, 1705 luglio 3. Contiene seguiti: intimazione del capitano di Bergamo a Domenico Tirono, applatatore del dazio sul pesce salato, di restituire a due mercanti quanto indebitamente sottratto (pesce e cavallo).
1 Fascicolo cart., cc. 6, leg. originale in cartone scucito, volgare

141, class. 1.2.19.2-141
1705 giugno 12-1707 maggio 7; allegati da 1618 aprile 14
"Processo Rotta".
Causa celebrata davanti al podestà, in primo grado e agli auditori nuovi di Venezia in appello, fra Giovanni Battista Rota da una parte ed il padre Ludovico dall'altra circa i diritti vantati dal primo sulla propria porzione di eredità.
Alla c. I albero genealogico dei discendenti di Giovanni Battista Rota.
1 Volume a stampa, pp. 23, num. orig., leg. originale in cartoncino, latino e volgare

142, class. 1.2.19.2-142
1708 maggio 7-1708 agosto 19
Incanto fatto fori. Per li signori heredi quondam signor Giovanni Antonio Rillosi della terra di Vertova contro Pietro quondam Giacomo Azzola quondam Bartolomeo Zanga della terra di Vall'Alta. Pagato. Causa celebrata dinanzi al podestà tra gli eredi del fu Giovanni Antonio Rillosi da una parte e Pietro fu Giacomo Azzola ed Alessandro fu Bartolomeo Zanga dall'altra per due capitali livelli scaduti di (lire ?) 500 ciascuno dovuti da questi ultimi; accertamento ad opera dei giudici alle strade ed incanti dei beni dell'Azzola e dello Zanga posti all'incanto.
1 Volume cart., cc. 12, num. orig., leg. originale in cartoncino, volgare
note:

143, class. 1.2.19.2-143
1708 dicembre 1-1709 novembre 28
"Avendo seguito far per domino Antonio quondam Innocente Meli del Monasterolo et contra et a pregiudicio dell heredità del quondam Antonio quondam Giovanni Meli detto Braghino di detto logo".
Nomina del curatore dell'eredità di Giovanni Meli di Monasterolo e incanto dei suoi beni.
1 Volume, cc. 21, num. orig. fino a 18, poi rec.; bianche cc. 18-21, leg. originale in cartoncino, volgare

144, class. 1.2.19.2-144
1709 aprile 26-1709 agosto 17
"Per li Domini Francesco e Giovanni Antonio fratelli Rotigni contro li Domini Giuseppe Morlino e altri".
Incanto del vicario vicegerente pretorio di una pezza di terra in Peia di proprietà dei fratelli Giuseppe e Giorgio Morlino a favore dei fratelli Francesco e Giovanni Antonio Rottigni per debiti.
1 Volume cart., cc. 7, num. orig., leg. originale in cartoncino, latino e volgare

145, class. 1.2.19.2-145
1709 aprile-1709 dicembre
"Per il signor Nicolò Benaglio e contro et a pregiudicio dell'heredità del quondam signor dottor Pietro Algisi del Cornazello".
Incanto dei beni del fu dottor Pietro Algisi deliberato a seguito dell'istanza presentata da Nicolò Benaglio, creditore.
1 Volume, cc. 12, num. rec. 1-10, poi nn., leg. originale in cartoncino, volgare

146, class. 1.2.19.2-146
1709 dicembre 7-1709 dicembre 31
"Per il Molto Reverendo Signor don Gerolamo Silani contro et a pregiudicio Giacomo Raguzzi detto Marnigotto di Urgnano".
Incanto stabilito dal vicario pretorio di Bergamo di una pezza di terra sita in Urgnano, di proprietà di Gerolamo Raguzzi, debitore del defunto sacerdote Gerolamo Silani a favore del suo erede.
1 Volume cart., cc. 5, num. orig., leg. originale in carta, volgare

147, class. 1.2.19.2-147
1710 luglio 14-1710 agosto 7; antecedenti da 1645 dicembre 31
"Val Camonica"(1).
Causa tra Giovanni Maria Donaglio da una parte e Bartolomeo e Francesco, fratelli Negri e la comunita della Valle Camonica dall`altra circa la giurisdizione della citta di Brescia su detta valle. Allegati: ordini dei sindaci inquisitori in terra ferma circa la regolazione di un capitolo del proclama 4 marzo 1721 sul dazio del porto d`Iseo.
1 Fascicolo cart., cc. nn., leg. originale in cartoncino, volgare
note:
(1). All`interno "1712 Lovere contro Valle Camonica".

148, class. 1.2.19.2-148
1711 agosto 27-1711 settembre 16; allegati da 1349
"Valle Camonica" (1).
Suppliche presentate al doge dalla valle Camonica circa la pretesa, contraria ai privilegi in virtù dei quali la valle Camonica gode di propria giurisdizione nelle materie civili e
criminali, dell'ufficio alla sanità di Brescia di formare un processo contro Comino Ravilla (guardia della sanità della valle Camonica in Ponte di Legno), con la pretesa che l'ufficio alla sanità della valle Camonica gli sia soggetto e subordinato (1).
Allegati copie di privilegi della valle Camonica, ducali, ordini e processi formati dai deputati alla sanità della valle Camonica.
1 Volume a stampa, pp. 54, num. orig., leg. originale in cartoncino, latino e volgare
note:
1. Cfr. unità n° 166.

149, class. 1.2.19.2-149
1712 maggio 20-1714 giugno 11; antecedenti da 1661 gennaio 11
"Per la heredità Commissaria del quondam signor Deffendo Ghislandi contra Sindici della Veneranda Chiesa di Santo Rocco di Gromlongo".
Causa celebrata davanti ai rettori di Bergamo tra la chiesa di San Rocco di Gromlongo e la commissaria testamentaria del fu Deffendo Ghisleni circa una parte dell'eredità del defunto.
1 Fascicolo cart., cc. nn., leg. originale in cartoncino, latino e volgare

150, class. 1.2.19.2-150
1712 maggio-1715 gennaio
"Pro domino Arcangelo Rota contra dominum Ioannem Baptistam Loccatellum".
Causa celebrata davanti al giudice alla ragione e dazi di Bergamo tra Giovanni Battista de Locatellis da una parte, ed Arcangelo Rota dall'altra circa la ripartizione degli utili di due società per filare la seta di cui le parti erano socie. Allegata memoria difensiva di Arcangelo Rota, convenuto.
1 Volume cart., cc. 79, num. orig. + cc. nn., leg. originale in cartone, latino e volgare

151, class. 1.2.19.2-151
1712 dicembre 28-1713 novembre 30; allegati da 1354 dicembre 26
"Privilegi della famiglia Gambara" (1).
Causa tra la città di Brescia da una parte ed Alemanno Antonio pupillo fu Uberto Gambara dall'altra (il quale ha ripudiato l'eredità del padre) per un credito della città di Brescia nei confronti del fu conte feudatario Uberto Gambara di circa 10.000 ducati, derivanti da gravezze reali de mandato dominii.
1 Volume a stampa, pp. 49, num. orig., leg. originale in cartoncino, latino e volgare

152, class. 1.2.19.2-152
1713 marzo 13; antecedenti da 1557 marzo 18
"Seconda. Valle Camonica"
Sentenza del Pien Collegio di Venezia che accoglie parzialmente
l'appello presentato dalla città di Brescia circa il conflitto di giurisdizione tra l'ufficio alla sanità di Brescia e quello della valle Camonica (1).
1 Volume a stampa, pp. 23, num. orig., leg. originale in cartoncino
note:
1. Cfr. unità 165.

153, class. 1.2.19.2-153
1713 aprile 26-1714 aprile 14; allegati da 1612 febbraio 1
"1714. Stampa della città di Brescia" (1).
Causa tra la città di Brescia da una parte ed il conte Alemanno Antonio pupillo del fu conte Uberto Gambara (il quale ha ripudiato l'eredità del padre) per un credito della città di Brescia nei confronti del fu conte feudatario Uberto Gambara di circa 10.000 ducati, derivanti da gravezze reali de mandato dominii.
1 Volume a stampa, pp. 78, num. orig., leg. originale in cartoncino, latino e volgare
note:
1. Cfr 171.

154, class. 1.2.19.2-154
1714 giugno 6-1714 settembre 13
"Scritture in causa fra RR. PP. di S. Agostino di Almenno ed il signor Giulio Ghilardi".
Scritture nella causa fra il convento degli agostiniani di S. Nicola in Almenno S. Salvatore da una parte e Giulio Ghilardi dall'altra circa confini fra un terreno posseduto dal Ghilardi e una casa masserizia del convento.
1 Fascicolo cart., cc. nn, leg. originale in carta scucito, volgare

155, class. 1.2.19.2-155
1716 giugno 16; antecedenti da 1688 novembre 2
"Per il signor Conte Antonio Locatelli rettore d'Olda contro Boffelli".
Cessione da parte di Carlo Antonio Tentori detto Spaterna fu Giuseppe e Caterina Salvioni fu Andrea vedova di Giuseppe Tentori, al conte Giovanni Antonio Locatelli, curato di Olda, di un credito verso Carlo Antonio Boffelli (1).
1 Volume, cc. 18, leg. originale in carta, scucito
note:
(1). Momento precedente una causa per la riscossione del credito.

156, class. 1.2.19.2-156
1717 febbraio 22; antecedenti da 1565 giugno 23
Sentenza.
Sentenza del Pien Collegio di Venezia contro la pretesa dei figli di Pietro Paolo Tassi di ottenere la giurisdizione civile e criminale sui loro possessi in valle Brembana (1). Allegate note sparse e copie di ducali.
1 Fascicolo, cc. 10, volgarei da 1565 giugno 23ito,
note:
(1). A stampa, due copie.

157, class. 1.2.19.2-157
1718 aprile 20
"1718. Signor conte Asperti contro [...] Furietti".
Sentenza del podesta di Bergamo nella causa dei conti Giuseppe e fratelli Asperti contro il prevosto Giuseppe Furietti per la coltivazione di piante sulle rive della Morla adiacenti alle terre dei suddetti conti.
1 unità documentaria cart., cc. 2, num. rec., leg. originale in cartoncino, volgare, stato di conservazione: cattivo, danni: fragilità del supporto

158, class. 1.2.19.2-158
1718 giugno 30-1722 gennaio 31
"Per Giulio Cesare Carozzi et Anna Donati contro Orazio e nipoti Donati".
Sommario di causa per debiti di Giulio Cesare Carozzi et Anna Donati da una parte e Orazio e nipoti Donati dall'altra per debiti.
1 Fascicolo, cc. 6, leg. assente, volgare

159, class. 1.2.19.2-159
1718 settembre-1731 novembre; antecedenti da 1596
"Disciplini di S. Tomaso al taglio" (1).
Causa di primo grado e di secondo grado tra i deputati della scuola dei disciplini eretta nella chiesa di S. Tomaso di Bergamo da una parte e i reggenti della chiesa di S. Tomaso dall'altra circa il presunto maneggio, da parte di questi ultimi, di beni ed entrate della scuola in commistione con i beni della chiesa di S. Tomaso e circa questioni di competenza.
1 Volume, cc. 103, pp. 1-68 num. orig; poi nn., leg. originale in cartoncino, volgare
note:
(1). A stampa fino a p. 68.

160, class. 1.2.19.2-160
1718-1725; antecedenti da 1596
"Disciplini di S. Tomaso. Al taglio"
Causa di I° e II° grado tra la vicinia di Sant'Alessandro della Croce (assuntrice di giudizio per la chiesa e scuola di S. Tomaso) da una parte e la Scuola dei Disciplini Bianchi di S. Tomaso, militanti sotto il gonfalone di Santa Maria Maddalena, dall'altra circa l''illegittima elezione di ufficiali e contrasti circa la gestione della chiesa (a stampa).
Allegato sommario della causa; citati documenti dal 1383 al 1721, cc. 2 non numerate.
Allegato "Vicinia S. Alessandro contro Disciplini": sommario della causa; citati documenti dal 1383 al 1724 settembre 27, cc. 28 non numerate.
Allegato sommario del seguente spazzo di laudo; citati documenti dal 1725 al 1726, cc. 6.
Allegati mandati del podestà, memorie senza data; cc. 9 non numerate.
1 Fascicolo, pp. 68, num. orig., volgare

161, class. 1.2.19.2-161
1719 gennaio-1726 gennaio
"P. Ostani contra Dal Oro".
Causa tra i fratelli Pietro, Giorgio, Leonardo fu Ottavio Ostani da una parte, e Giuseppe fu Giovanni Antonio dall'Oro dall'altra circa ol pagamento di una somma residuale del livello more veneto, rogato il 6 febbraio 1710, di ducati 3000 su una pezza di terra con filatoio e segheria in Torre Boldone.
1 Volume cart., cc. 34, num. orig., + cc. nn, leg. originale in cartone, latino e volgare

162, class. 1.2.19.2-162
1719 giugno-1722 maggio; antecedenti da 1629 maggio
"Vicinia di Sant'Alessandro"
Atti della causa tra la vicinia di Sant'Alessandro della Croce da una parte e la Scuola dei Disciplini Bianchi di S. Tomaso dall'altra circa l''illegittima elezione di ufficiali e contrasti circa la gestione della chiesa.
Copie autentiche.
1 Volume, cc. 21, num. orig., leg. originale in cartoncino, volgare

163, class. 1.2.19.2-163
1721 gennaio-1721 marzo; antecedenti da 1627
Atti di causa.
Atti della causa tra la scuola della dottrina cristiana esercitata nella chiesa di San Tomaso di Bergamo contro la scuola dei Disciplini eretta nella stessa chiesa circa conflitti sulle officiature.
1 Fascicolo cart., cc. nn., leg. originale in cartone scucito, latino e volgare

164, class. 1.2.19.2-164
1722 giugno-1727 settembre 18
Atti di causa.
Scritture relative ad una causa fra la vicinia di Sant'Alessandro della Croce, da una parte, e i reggenti dell'Ospedale e contrada di S. Tomaso, dall'altra (1).
1 Fascicolo, cc. 14, leg. assente, latino e volgare
note:
(1). Contiene inventario dell'archivio della "Chiesa, scuola e Ospedale" di S. Tomaso, 1717 settembre 18.

165, class. 1.2.19.2-165
1722 agosto 28-1725 agosto 17; antecedenti da 1576 dicembre 18
"Vicinia di S. Alessandro".
Causa d'appello celebrata a Venezia fra la scuola dei disciplini della Maddalena eretta nella chiesa di San Tomaso in Bergamo, da una parte e la chiesa di San Tomaso dall'altra circa l'amministrazione dei beni della chiesa e l'elezione di ministro e viceministro della scuola.
1 Filza cart., cc. 91, num. orig., leg. originale in cartone, latino e volgare

166, class. 1.2.19.2-166
1723 gennaio-1723 giugno; antecedenti da 1709
"Per [sig]nori Pietro Lodovico e Marco Antonio Busca contro [mo]lto reverendi signori padri don Luigi e don Giro[lamo fr]atelli Busca coeredi del signor Francesco di Clusone".
Causa tra i fratelli Pietro Ludovico e Marco Antonio Busca, in qualità di procuratori del nipote Angelo Antonio erede del fu Francesco, loro fratello, da una parte, ed i fratelli don Luigi e don Girolamo fu Francesco Busca dall'altra circa l'eredità del fu Francesco Busca. Allegati consulti.
1 Volume cart., cc. 54, num. orig., + cc. nn., leg. originale in cartone, volgare

167, class. 1.2.19.2-167
1723 febbraio 13-1723 ottobre 27; allegati da 1507 aprile 11
Atti di causa.
Atti della causa celebrata davanti al vicario pretorio fra la scuola dei disciplini bianchi eretta nella chiesa di San Tomaso del Borgo San Leonardo, da una parte, e il sacerdote don Carlo e fratelli Marieni, attuali possessori di una pezza di terra già di proprietà del fu Pietro Algisi, debitore della scuola, dall'altra. Segue altra causa celebrata davanti al podestà fra la stessa scuola, da una parte, e la vicinia di Sant'Alessandro della Croce, dall'altra, circa la proprietà della chiesa di San Tomaso.
1 Volume, cc. 63, num. orig. fino a 54, poi bianche e nn, leg. originale in cartoncino, volgare

168, class. 1.2.19.2-168
1723 giugno 8-1723 giugno 19; antecedenti da 1671 gennaio 23
Atti di causa.
Causa celebrata davanti al capitano fra le Dimesse di S. Maria del Paradiso, da una parte, e la vicinia di S. Alessandro della Croce, dall'altra, circa il pagamento di taglie. Segue richiesta dei sindaci della vicinia ai rettori di non pagare la sistemazione di strade, spesa che competerebbe ai privati.
1 Fascicolo, cc. 23, num. rec., leg. assente, volgare

169, class. 1.2.19.2-169
1724 gennaio 24-1726 aprile 4; antecedenti da 1722 luglio 28
Atti di causa.
Causa celebrata davanti al podestà di Bergamo tra il monastero di Astino da una parte e Giacomo Micheletto detto "Costaiolo" e Carlo Stortino dall'altra per danni da questi ultimi arrecati ai terreni e alle acque di proprietà del monastero, soggette alle disposizioni emanate il 1722 luglio 22 dagli avogadori di comun di Venezia e notificate con proclama del 1722 luglio 28 di Polo Michiel, podestà, e Polo Donado capitano.
1 Fascicolo cart., cc. nn., leg. assente, latino e volgare

170, class. 1.2.19.2-170
1732 agosto 20-1733 ottobre 10
"Per i mercanti in fiera".
Causa dei mercanti di lana di Bergamo contro i deputati dell'ospedale maggiore di Bergamo circa il permesso accordato a quest'ultimo di erigere delle botteghe in pietra in occasione della fiera di Sant'Alessandro.
1 Fascicolo cart., cc. nn., leg. assente, volgare

171, class. 1.2.19.2-171
1733 luglio 15-1733 dicembre 5; antecedenti da 1666 ottobre 29
Atti di causa.
Atti della causa celebrata davanti al podestà vicecapitano fra la mensa vescovile di Bergamo da una parte e Giovanni Santini, massaro di Girolamo Sottocasa, dall'altra per l'utilizzo dell'acqua della seriola Vescovada in Gorle.
1 Fascicolo, cc. 18, num. orig. fino a 9, poi nn., leg. originale in cartoncino, latino e volgare

172, class. 1.2.19.2-172
1737 maggio 14-1745 febbraio 27; antecedenti da 1437 ottobre 16
"Coo. di Calepio".
Causa celebrata davanti alla quarantia civil nuova in primo grado e ai provveditori sopra feudi di Venezia in appello fra la valle Calepio da una parte e i conti Calepio, feudatari e vicari di valle, dall'altra circa i limiti della giurisdizione dei Calepio (1).
1 Volume a stampa cart., pp. 192, num. orig., leg. originale in cartoncino, latino e volgare
note:
(1). Fascicolo a stampa

173, class. 1.2.19.2-173
1739 marzo-1740 settembre
"Sopra estrazioni di biave e vini per terre aliene". (1).
Atti di varie cause contro privati della valle Taleggio circa l'esportazione di cereali e vino.
1 Fascicolo, cc. 16, num. orig. fino a 8, poi. bianche, leg. originale in carta, scucito, volgare
note:
(1). La camicia è formata da "Proclama in materia de vini", di Vincenzo Gradenigo IV, capitano vicepodestà, 1739 gennaio 12, e "Proclama in materia de formenti e biade", idem, 1738 dicembre 19

174, class. 1.2.19.2-174
1740 settembre-1743 luglio; allegati da 1637 novembre
"Instromenti spettanti per l'aquisto Ruspini del di 23 giugno 1745 in atti del signor Rossi" (1).
Causa tra Bortolo Ruspini da una parte e suo figlio reverendo Pietro Francesco dall'altra circa presunte "distrazioni" di stabili ereditati dal padre Andrea da parte del primo.
Contiene un volume: "Per il Signor Bortolo Ruspini contro il Reverendo Signor Don Pietro Ruspini"; un fascicolo: "Instromenti spettanti per l'aquisto Ruspini del di 25 agosto 1745" e diverse carte sciolte.
1 Volume, leg. originale in carta (2), volgare, danni: umidità
note:
(1). Citato in AB 475.
(2). Il volume e il fascicolo hanno camicie originali in cartone.

175, class. 1.2.19.2-175
1745 novembre 29; antecedenti da 1738
Dato.
Datum in solutum del capitano vicepodestà ai litisconsorti conti fratelli Febo e Francesco fu Alessandro Colleoni, [conti] Marc'Antonio e fratelli Grumelli Pedrocca, conte Antonio Gritti di pertiche 608 tavole 21 in Brembilla Vecchia Valle Imagna appartenenti al fu Giuseppe Olmi, a saldo dei loro crediti e delle spese sostenute nella causa contro il detto Giuseppe Olmi e suo fratello Vincenzo.
Allegata perizia dei beni del fu Giuseppe Olmi eseguita da Pietro Bolis, notaio e agrimensore.
Allegata nota delle spese sostenute dai litisconsorti Colleoni, Grumelli Pedrocca e Gritti nella causa contro i fratelli Vincenzo e Giuseppe Olmi, 1738-1745.
1 Fascicolo, leg. assente, volgare

176, class. 1.2.19.2-176
1747 dicembre 29-1748 luglio 31; antecedenti da 1437 ottobre 16; seguiti a 1749 giugno 10
"Coo. di Calepio. Contro Sarnico".
Causa di primo grado celebrata davanti alla quarantia civil nuova di Venezia fra il comune di Sarnico da una parte e i conti Calepio, feudatari e vicari di valle, dall'altra circa la giurisdizione dei Calepio sul mercato dei cereali di Sarnico.
1 Volume a stampa cart., pp. 106, num. orig., leg. originale in cartoncino, latino e volgare

177, class. 1.2.19.2-177
1747 dicembre 29-1751 maggio 6; antecedenti da 1428 giugno 26
"Stampa. Commun di Sarnico. Al laudo".
Causa celebrata in prima istanza e in appello davanti alla quarantia civil nuova e di nuovo in primo grado davanti ai provveditori sopra feudi di Venezia tra il comune di Sarnico da una parte e i conti Calepio, feudatari e vicari della valle Calepio, dall'altra circa la giurisdizione civile sul mercato dei cereali di Sarnico.
1 Volume a stampa cart., pp. 112, num. orig., leg. originale in cartone, latino e volgare

178, class. 1.2.19.2-178
1747 dicembre 29-1751 maggio 21; allegati da 1428 giugno 26
"Stampa. Commun di Sarnico al laudo".
Causa di primo grado celebrata davanti alla quarantia civil nuova di Venezia, in appello davanti alla stessa, ancora in primo grado davanti al provveditore sopra feudi di Venezia e in nuovo appello davanti alla quarantia civil nuova tra il comune di Sarnico da una parte ed i feudatari della valle Calepio dall'altra circa la giurisdizione sul mercato dei cereali di Sarnico.
1 Volume a stampa, pp. 130, num. orig., latino e volgare

179, class. 1.2.19.2-179
1747 dicembre 29-1751 maggio 26; antecedenti da 1437 ottobre 16; seguiti a 1777 settembre 13
"Coo: di Calepio".
Causa celebrata in prima istanza e in appello davanti alla quarantia civil nuova e di nuovo in primo grado davanti ai provveditori sopra feudi di Venezia tra il comune di Sarnico da una parte e i conti Calepio, feudatari e vicari della valle Calepio, dall'altra circa la giurisdizione civile sul mercato dei cereali di Sarnico (1).
1 Volume a stampa cart., pp. 140, num. orig., leg. originale in cartone, latino e volgare
note:
(1). Due copie.

180, class. 1.2.19.2-180
1751 agosto 12-1753 settembre 11
Atti di causa.
Appello del monastero di Albino al proclama del capitano del 18 luglio 1752 circa l'aggiustamento della strada di Osio. 1 fascicolo, pp. 20, num. orig., latino e volgare
note:
Unità non reperibile giugno 2010

181, class. 1.2.19.2-181
1751 dicembre 15
"Advocatorum s[o]cumbentium".
Estratti dal "Capitolare del Magistrato Eccellentissimo de Conservatori ed Esecutori delle Leggi" di Venezia a cura di Luodvico Cattaneo "Nodaro e coadiutore" relativi alle sentenze appellabili agli auditori nuovi, ai requisiti degli avvocati, all'esecuzione delle terminazioni dei conservatori. Copie di atti del 1606 febbraio 27 e 1656 giugno 26.
1 Fascicolo, cc. nn., leg. originale in cartoncino, scucito, volgare

182, class. 1.2.19.2-182
1755 agosto 21-1755 agosto 23; 1756 settembre 4
Atti di causa.
Interrogatori del giudice alla ragione e dazi in Piazza [Brembana] circa un furto nell'oratorio di S. Maria Maddalena di Cusio.
1 Volume, cc. 7-34, num. orig., leg. assente, volgare

183, class. 1.2.19.2-183
1759 marzo 22; allegati da 1458 marzo
"Stampa. Cristoforo Baschenis e Liti Consorti creditori della mancata ditta Arnoldo Arnoldi".
Assunzione di giudizio da parte dei consoli dei mercanti assieme a Cristoforo Baschenis e altri creditori della fallita ditta Arnoldo Arnoldi contro altri creditori per la pretesa di questi ultimi che a decidere della divisione dei beni del fallito sia il vicario pretorio e non i consoli dei mercanti.
1 Volume a stampa, pp. 118, num. orig., leg. originale in cartoncino, latino e volgare

184, class. 1.2.19.2-184
1761 luglio 31-1761 ottobre 14; allegati da 1757 settembre 10; seguiti a 1761 novembre 10
"Pro Collani contra Pedrini".
Causa celebrata in primo grado davanti agli auditori vecchi di Venezia, intromessa dagli auditori nuovi di Venezia e in appello davanti ai consoli dei mercanti di Venezia, fra Giovanni Battista Collani da una parte e Giuseppe Antonio Pedrini dall'altra per debiti di quest'ultimo.
1 Volume, cc. 116, num. orig., leg. originale in cartone, volgare

185, class. 1.2.19.2-185
1764 gennaio 21-1766 giugno 28; antecedenti da 1748 dicembre
Atti di causa.
Atti della causa celebrata davanti al vicario pretorio fra il convento di Santa Maria del Paradiso da una parte e gli eredi del fu Bernardino Santi circa il possesso di alcune pezze di terra.
1 Fascicolo, leg. assente, volgare

186, class. 1.2.19.2-186
1765 gennaio 9-1766 agosto 8; allegati da 1711 marzo 3
"Stampa al laudo".
Causa celebrata davanti alla quarantia civil nuova di Venezia tra i conduttori del dazio del prestino di Bergamo da una parte e litisconsorti venditori del pane da peso dall'altra circa l'esecuzione del proclama del dazio del prestino del capitano vicepodestà del 30 gennaio 1750. 1 volume a stampa, pp. 34, num. orig. pp. 1-24, 27-36, leg. originale in cartoncino, volgareÌÌ˙_Atti

187, class. 1.2.19.2-187
1765 luglio 15; antecedenti da 1763
"1765. Per il casotto degli sbirri in Fiera contro Padri Domenicani"
Transazione tra la città di Bergamo ed i padri domenicani del convento di S. Stefano e S. Bartolomeo circa l'ubicazione del casotto che viene costruito in occasione della Fiera di S. Alessandro dall'Ospedale Maggiore per alloggiare il contestabile ed i suoi uomini.
1 Fascicolo cart., cc. nn., leg. originale in carta, volgare

188, class. 1.2.19.2-188
1766 marzo 24-1766 agosto 20; allegati da 1665
"Per li Signori Antonio Terzi Zio e Lodovico e Giovanni Giacomo Terzi nepoti. Al laudo".
Causa fra Antonio Terzi ed i nipoti Ludovico e Giovanni Giacomo da una parte e Caterina Terzi Rossetti dall'altra circa l'eredità di Giovanni Antonio Terzi.
1 Volume a stampa, pp. 448, num. orig., leg. originale in cartoncino, latino e volgare

189, class. 1.2.19.2-189
1768 febbraio-1768 maggio
"1768. [...] Vice Gerente Pretorio. Per li signori sindaci delle due vicinie di Sant'Alessandro e San Leonardo contro li signori Filippo e fratelli Strozza. N° 57 dal foglio n° 1 al 25".
Causa celebrata davanti al vicario vicegerente pretorio di Bergamo tra le vicinie di San Leonardo e Sant'Alessandro in Colonna di Borgo San Leonardo da una parte e Filippo e fratelli Strozza di Borgo San Leonardo dall'altra circa la pretesa di questi ultimi di "far chiudere l'andito ad universale benefizio delli abitanti dà l'accesso e comodo di servirsi dell'aqua dell'oriolo che scorre fra le due contrade in Orio e di Colognola trapassando sotto le case".
1 Volume cart., cc. 25, num. orig., leg. originale in cartone, volgare

190, class. 1.2.19.2-190
1768 aprile 27-1769 novembre 14; allegati da 1750 febbraio 20
"Per Le sorelle et eredi del q. Alessandro Milani assuntrici di giudizio".
Causa celebrata davanti agli auditori nuovi di Venezia fra Alessandro Milani, e alla morte di questi dalle sorelle, da una parte ed i fratelli Giovanni Battista e Tommaso Biglioli dall'altra circa l'eredità del fu Carlo Biglioli. 1 volume a stampa, pp. 132, num. orig., leg. originale in cartoncino, latino e volgare

191, class. 1.2.19.2-191
1771 gennaio 14-1776 dicembre 14; allegati da 1583 marzo
"B. Per li signori conti Pietro Giupponi, Giovanbattista Donati e liti consorti contra quoscumque. Contiene le carte pel ricorso Moroni"
Atti relativi alla protesta dei possessori di piante di moroni negli spazi prossimi alle mura, rappresentati da Pietro Giupponi e Giovanni Battista Donati, contro l'ordine del senato di Venezia di estirparle.
1 Fascicolo, cc. 124, num. rec.; bianche cc. 92-124
Segnatura attuale: AB 112

192, class. 1.2.19.2-192
1771 settembre 24-1771 settembre 28; antecedenti da 1532
"Per capellania della chiesa della SS. Trinità di Liteggio jus patronato e di ragione della casa e famiglia del nobile signor conte Pietro Loccatelli Lanzi q. conte Giuseppe olim conte Pietro q. conte Giovanni Felice [propri]etario del comun di Liteggio territorio bergamasco".
Richiesta da parte dei fratelli Giovanni Battista e Giuseppe Locatelli Lanzi fu Pietro di rientrare in possesso dei beni del soppresso monastero di Gorlago stante il disposto della donazione del 1472 di Riccardino Lanzi. Risposta negativa dell'avogaria di comun di Venezia.
1 Volume, cc. 167, num. orig., leg. originale in cartone, latino e volgare

193, class. 1.2.19.2-193
1773 marzo-1780 aprile
"Per la fabbrica della cattedrale contro Morandi e Brentani".
Procedimento di esecuzione del datum insolutum 1774 settembre 2 a favore del collegio alla fabbrica della cattedrale (rappresentata dai sovrintendenti alle cause pie di Bergamo) e contro i figli fu Carlo Morandi e figli fu Francesco Brentani del terreno detto "il Trebuchello" in Pedrengo.
1 Fascicolo cart., cc. nn., leg. originale in cartone scucito, volgare

194, class. 1.2.19.2-194
1773 novembre 12-1775 dicembre 2; allegati da 1757 settembre 26
"Per li nobili signori conti Antonio e Maurizio fratelli Santi contro li nobili signori conti Carlo e Fleride giugali Caprioli Santi".
Causa celebrata in prima istanza davanti al vicario vicegerente pretorio di Brescia e in appello davanti al podestà fra i fratelli conti conti Antonio e Maurizio Santi da una parte e i coniugi conti Carlo e Fleride Caprioli Santi dall'altra circa la divisione ereditaria di beni in Borgonato del fu Bernardino Santi e della vedova Lucia Beretta Santi.
1 Volume, cc. 70, num. orig.; inserite cc. sciolte, leg. originale in cartone, latino e volgare

195, class. 1.2.19.2-195
1774 gennaio 18-1774 febbraio 13; antecedenti da 1615 settembre 3
"A. Per la veneranda misericordia di Alzano di sotto".
Causa celebrata davanti in primo grado davanti al sopragastaldo di Venezia e appellata ai procuratori sopra gli atti del sopragastaldo fra la misericordia di Alzano di sotto da una parte ed i conti Francesco Lunardo Arrigoni e Carlo Benaglio dall'altra circa l'eredità del conte Giovanni Battista Palizzoli del Portone che, con suo testamento, aveva nominato erede universale la suddetta misericordia erede universale.
1 Volume cart., cc. 138, num. orig., leg. originale in cartoncino, latino e volgare

196, class. 1.2.19.2-196
1774 marzo-1775 settembre
"Lelio Alessandri contro Baisini".
Atti di causa davanti al vicario vicegerente pretorio fra gli eredi di Lelio Alessandri e alcuni creditori.
1 Filza, cc. nn., leg. mutila, volgare

197, class. 1.2.19.2-197
1775 giugno 10-1776 settembre 4; allegati da 1767 settembre 25
"Per la veneranda chiesa di Sant'Anna contro il signor Ambroggio Camozzi".
Atti della causa celebrata davtni al vicario vigerente pretorio fra la chiesa di Sant'Anna di Bergamo, rappresentata dal proprio tesoriere, da una parte e i cessati sindaci e deputati della stessa chiesa dall'altra circa un prestito concesso alla vicinia di S. Antonio Intus e Foris per sistemare le strade soggette alla vicinia (1)
1 Volume, num. orig. fino a 120, poi nn e bianche, leg. originale in cartone, latino
note:
(1). Contiene sommari della causa di cc. 12, 1775 novembre 22 - 1776 giugno 12 e di cc. 10.

198, class. 1.2.19.2-198
1775 ottobre 24; antecedenti da 1608 settembre 16
Atti di causa.
Composizione amichevole nella lite fra il conte Mario Tomini Foresti, patrizio di Bergamo, da una parte, e Girolamo Guizetti fu Giovanni Maria di Solto, dall'altra, circa i confini di beni in Solto.
Contiene "1651 19 giugno. Donatione del Padre Francesco Giuseppe Tomini Gesuita".
1 Volume cart., cc. nn., leg. originale in cartone, latino e volgare

199, class. 1.2.19.2-199
1778 marzo-1778 aprile; antecedenti da 1777 dicembre 4
"Processo d'Inquisizione sopra le prestanze che venissero fatte dagl'ebrei a censo e sopra pegni".
Testimonianze raccolte a seguito della causa d'inquisizione celebrata davanti al podestà vicecapitano di Bergamo (in esecuzione del proclama, allegato, dei presidenti sopra uffici di Venezia circa la "ricondotta del corpo degli ebrei del 1777 dicembre 4) per rilevare se ebrei abbiano prestato soldi a censo o sopra pegni.
1 Fascicolo cart., cc. 7, num. orig., leg. originale in cartoncino, latino e volgare

200, class. 1.2.19.2-200
1779 marzo 22-1783 gennaio 21; antecedenti da 1721 luglio 8
"Per il Reverendo signor Don Paolo Bordogna contro diversi".
Cause diverse celebrate davanti al vicario vicegerente pretorio di Bergamo tra don Paolo Bordogna da una parte e Giovanni Amadei Salvioni, Francesco Giupponi e l'Ospedale Laico del Soccorso dall'altra per debiti contratti dal Bordogna nei confronti dei suddetti.
1 Fascicolo, cc. 47, num. rec., leg. originale in cartone, volgare

201, class. 1.2.19.2-201
1780 settembre 13-1782 settembre 18
"Per il Reverendo signor Don Paolo Bordogna contro Colleoni".
Atti di causa tra don Paolo Bordogna da una parte e don Francesco Colleoni, tutore dei figli di Galeazzo Colleoni, dall'altra circa la pretesa del Colleoni di far sollevare la di lui famiglia dalla fideiussione prestata dal fu Bartolomeo Colleoni al fu Pietro Bordogna, zio di Paolo, con istrumento 29 giugno 1748 a credito della scuola della Beata Vergine del Pianto di San Lazzaro, ed al fu Giuliano Locatelli, altro zio di Paolo Bordogna, con istrumento 9 maggio 1757 a credito delle reverende madri di Sant'Orsola.
1 Fascicolo, cc. 11, num. rec., leg. originale in cartone, volgare

202, class. 1.2.19.2-202
1781 marzo-1781 giugno
Atti di causa.
Atti di causa davanti al vicario vicegerente pretorio fra gli eredi di Carlo Antonio Roncalli e alcuni creditori.
1 Fascicolo, cc. 11, leg. presente foro di filza, volgare

203, class. 1.2.19.2-203
1781 maggio 2-1782 gennaio 12; allegati da 1778 dicembre 18
"A. Per li nobili signori conti Cristoforo e Marc Antonio Vimercati Sozzi. Contro fratelli Mallegori".
Causa fra i fratelli Cristoforo e Marco Antonio Vimercati Sozzi da una parte e i fratelli Mallegori dall'altra circa la vendita dei primi ai secondi di beni siti in Caprino Bergamasco.
1 Volume, cc. 72, num. orig. fino a 54, poi rec.; bianche cc. 55-72, leg. originale in cartone, volgare, danni: umidità, macchie

204, class. 1.2.19.2-204
1782 gennaio 22-1783 gennaio 13; allegati da 1779 dicembre 17; seguiti a 1784 gennaio 24
"B. Per li signori conti Cristoforo e Marc Antonio Vimercati Sozzi. Contro li signori fratelli Mallegori".
Atti di causa fra i fratelli Cristoforo e Marco Antonio Vimercati Sozzi da una parte e i fratelli Mallegori dall'altra circa la vendita dei primi ai secondi di beni siti in Caprino Bergamasco.
1 Volume, num. orig. fino a 119, poi bianche e nn; seguono carte sciolte, leg. originale in cartone, latino e volgare

205, class. 1.2.19.2-205
1782 gennaio 27-1782 giugno 28; antecedenti da 1693 luglio 6
Atti di causa.
Causa celebrata in prima istanza davanti alla quarantia civil nuova di Venezia e in appello al collegio dei XXV tra Francesco Colleoni, per conto anche degli eredi del fu Bartolomeo Martinengo Colleoni, da una parte e il reverendo Paolo Bordogna dall'altra circa le entrate del fu arciprete Pietro Bordogna, zio di Paolo, amministrate dal fu Galeazzo Colleoni in qualità di tutore.
1 Volume a stampa cart., pp. 101-266, num. orig., leg. scucito e senza coperta, volgare

206, class. 1.2.19.2-206
1783 febbraio-1783 aprile
"Per il signor don Paolo Bordogna contro il signor Luiggi Marchetti interveniente veneto".
Causa celebrata davanti ai conservatori ed esecutori delle leggi di Venezia tra Luigi Marchetti, causidico di Venezia, da una parte e don Paolo Bordogna dall'altra, circa il debito di quest'ultimo di lire 523 soldi 10, per spese forensi. Allegato (?) "Stampa del signor Luigi Marchetti contro reverendo don Paulo Bordogna", a stampa, pp. 14.
1 Fascicolo cart., cc. nn., leg. originale in cartone, volgare

207, class. 1.2.19.2-207
1784 giugno 3-1786 giugno 12
"Copie di carte prodotte dal signor Giuseppe Locati Solivani per esser ammesso causidico. 1786".
Protesta di Giuseppe Locati Solivani contro l'esclusione dal collegio dei giuristi a vantaggio di Francesco Quarenghi.
1 Fascicolo, cc. 11. fino a 119, poi bianc

208, class. 1.2.19.2-208
1784 agosto 13-1788; antecedenti da 1777 maggio 10
"Per la vicinia di San Lorenzo Intus atti correnti contro la vicinia di San Lorenzo Foris, e li posessori de beni di detta vicinia e quattro contrade di San Lorenzo Foris".
Causa celebrata davanti ai giudici delle strade ed incanti tra la vicinia di San Lorenzo Intus e la vicinia di San Lorenzo Foris circa la suddivisione delle spese per i lavori di riparazione e manutenzione delle strade ed opere pubbliche che si trovano nelle vicinie; richiesta di elezione di soprasindaci, rappresentanti delle quattro contrade di Valtesse, Redona, Torre Boldone e Rosciano costituenti la vicinia di San Lorenzo Foris, per la compilazione dell'estimo reale.
1 Volume, cc. 58, num. rec.; bianche cc. 28-58, leg. originale in cartone, latino e volgare

209, class. 1.2.19.2-209
1784 ottobre 21-1785 maggio 16; allegati da 1600 aprile 21
"Per la vicinia di San Lorenzo Intus contro la vicinia di San Lorenzo Foris".
Causa celebrata davanti al podestà tra la vicinia di San Lorenzo Intus e la vicinia di San Lorenzo Foris circa la suddivisione delle spese per i lavori di riparazione e manutenzione delle strade ed opere pubbliche che si trovano nelle vicinie; richiesta di elezione di soprasindaci, rappresentanti delle quattro contrade di Valtesse, Redona, Torre Boldone e Rosciano costituenti la vicinia di San Lorenzo Foris, per la compilazione dell'estimo reale.
1 Volume, cc. 18, num. rec.; bianche cc. 14-18, leg. originale in cartone, latino e volgare

210, class. 1.2.19.2-210
1785 luglio 17-1785 luglio 19
"Processo sopra il fermo delle cingare Maria Crivella, Rosa, Mariana e Teresa sue figlie non che di Maddalena Vergana di Respruti".
Espulsione di Maria Crivelli e delle figlie Rosa, Mariana e Teresa e di Maddalena Vergani, zingare d'Egitto, in esecuzione della norma che vieta la loro dimora nel Serenissimo Dominio.
1 Fascicolo cart., cc. nn., leg. originale in carta, volgare

211, class. 1.2.19.2-211
1785 novembre 11-1785 novembre 15
"Processo sopra il fermo delle zingare Maria Margherita Innocenza Paula Catterina tutte Patria dall'Egitto".
Espulsione di Maria, Margherita, Innocenza, Paola e Caterina Patria, zingare d'Egitto, in esecuzione della norma che vieta la loro dimora nel Serenissimo Dominio.
1 Fascicolo cart., cc. nn., leg. originale in carta, volgare

212, class. 1.2.19.2-212
[1786]; antecedenti da 1778 luglio
"Per l'arte de marangoni contro li signori fratelli Vitalba" (1).
Appello alla congregazione delegata da parte dell'arte dei marangoni affinchè ordini l'esecuzione del capitolo XV dell'arte (approvato dai deputati ai paratici con decreto del 9 luglio 1785) "anche riguardo ai marangoni domiciliati nel Territorio che vengono a lavorare nella case di città" (2).
Allegati a c. 3 polizza di falegnami del territorio che dal 1652 al 1716 hanno pagato il paratico per poter esercitare in città; alle cc. 5-16 atti della causa celebrata davanti al vicario vicegerente pretorio tra l'arte dei marangoni da una parte ed i fratelli Carlo Giuseppe e Vincenzo Vitalba dall'altra, con riconoscimento da parte di questi ultimi dell'interpretazione sostenuta dall'arte relativamente al capitolo XV e conseguente pagamento del paratico per i falegnami del territorio impegnati in lavori nella loro casa, 1778 luglio-[1779 marzo].
1 Fascicolo, leg. originale in cartoncino, volgare
note:
Confronta n 176

213, class. 1.2.19.2-213
1791 gennaio 27-1791 marzo 9
"1791. Processo in proposito delle vertenze insorte tra le famiglie Colleoni circa l'amministrazione della Magnifica Pietà cioè quali famiglie abbiano ad essere considerate tra le chiamate dal q. capitan generale Bartolomeo Colleoni".
Atti della causa fra i conti Alessandro e Antonio fu conte e cavagliere Francesco Colleoni e don Bartolomeo Colleoni fu Pietro Andrea, da una parte, e don Francesco, zio, e Carlo Antonio e Giuseppe fu Galeazzo Colleoni, dall'altra, circa il diritto ad amministrare il pio luogo della Pietà Colleoni.
1 Volume, cc. 6, num. rec., leg. originale in cartone, volgare

214, class. 1.2.19.2-214
1791 agosto 11-1791 dicembre 10; antecedenti da 1790 dicembre 14
"Per il signor Antonio Bonino curatore della facoltà quondam signor Vincenzo Ghisleri".
Causa celebrata davanti al podestà fra Antonio Bonino, curatore dell'eredita di Vincenzo Ghisleri, da una parte ed Antonio Farina, Agostino e Francesco Sonzogni dall'altra circa crediti nei confronti del defunto.
1 Volume, cc. 121, num. orig fino a 86, poi rec.; bianche cc. 87-121, leg. originale in cartone, volgare

215, class. 1.2.19.2-215
1795 dicembre-1796 gennaio; antecedenti da 1779 gennaio
"Per il signor Giuseppe Marchetti contro li signor Vincenzo ed Alessandro fratelli Marchetti".
Causa celebrata davanti al giudice alla ragione e dazi di Bergamo tra Giuseppe Marchetti da una parte e Vincenzo e Alessandro Marchetti dall'altra, tutti figli del fu Giovanni Battista, circa la divisione della loro casa di abitazione in Prato S. Alessandro in luogo "Le Ranze", affittata loro dalla città di Bergamo.
1 Volume cart., cc. nn., leg. originale in cartone, volgare

216, class. 1.2.19.2-216
1797 giugno-1797 settembre; antecedenti da 1600 gennaio
"Per commissari del cittadino [... Marenzi] contro cittadino Francesco [...]".
Causa tra la commissaria Marenzi, a nome di Giovanni fu Antonio Marenzi, da una parte e Francesco Marenzi dall'altra circa l'eredità Marezi in esecuzione del testamento del 7 gennaio 1600 di Sforza de Marentiis.egori un mulino e terreni in Caprino. A c. 63 modulo prestampato con insegna e intestazione "i nome del popolo bergamasco".
1 Fascicolo cart., cc. 109, num. orig., + cc. nn., leg. originale in cartone, latino e volgare, stato di conservazione: discreto, danni: umidità, sbiadimento dell'inchiostro

217, class. 1.2.19.2-217
1798; antecedenti da 1775 ottobre
"Per il cittadino Marc'Antonio Vimercati Sozzi contro li cittadini fratelli Mallegori".
Memoria presentata al giudice civile di Bergamo da Marco Antonio Vimercati Sozzi che chiede la risoluzione del contratto enfiteutico del 30 ottobre 1775 con cui aveva lasciato a Bortolo e fratelli Mallegori un mulino e terreni in Caprino. Allegati originali e copie.
1 Volume cart., cc. 105, num. orig., + cc. nn., leg. originale in cartone, volgare

218, class. 1.2.19.2-218
1800 aprile 4-1801 giugno 26; antecedenti da 1351 agosto 24
"Per la commissaria del quondam Antonio Marenzi contro nobili Carlo Marenzi".
Atti della causa celebrata davanti al vicario pretorio tra la commissaria del fu Antonio Marenzi e Carlo Marenzi fu Marc'Antonio circa una possessione in Tagliuno.
1 Volume, cc. 76, num. orig. fino a 53, poi rec. e bianche, leg. originale in cartone, latino e volgare


1.2.19.3 - Processi penali
descrizione della fonte
Estremi cronologici 1484 maggio-1783 marzo 21
Unità 98

1, class. 1.2.19.3-1
1484 maggio-1484 novembre
"1484 29 agosto. Processus Ser. Antonii de Ziliolis contra Tonoleum de Capitaneis de Scalve".
Causa criminale contro Tonolo fu Giovanni de Capitaneis de Scalve per tentato omicidio (con un coltello da pane) di Antonio de Ziliolis, podestà della valle di Scalve al momento del fatto, perché aveva proceduto all'incanto di un orto di Giovanni fu Guidotto de Capitaneis de Scalve (1).
1 Fascicolo cart., cc. nn., leg. originale in cartone, latino e volgare, stato di conservazione: discreto, danni: umidità, sbiadimento dell'inchiostro
note:
1. Le testimonianze sono raccolte in dialetto.

2, class. 1.2.19.3-2
1489 gennaio
"1409. Processus remissus [...] contra Joannem filium per Jacomum de Gromo".
Causa criminale contro Giovanni figlio di Giacomo di Gromo per tentato omicidio di un viandante, aggredito con un "grosso pugnale" in vicinia Sant'Agata.
1 Volume, cc. 6, num. orig. 340-345, 350, latino

3, class. 1.2.19.3-3
1494 novembre 1-1499 febbraio 5
Processi penali.
Atti relativi a diverse cause penali celebrate davanti al capitano.
1 Volume, cc. 42, num. orig. 246-283, leg. assente, latino, stato di conservazione: cattivo, danni: umidità, fragilità del supporto, sbiadimento dell'inchiostro

4, class. 1.2.19.3-4
1498 luglio 17-1498 dicembre 12
"Processus contra Jacobum de Cazallis de Alzano"
Atti della causa celebrata davanti al giudice al maleficio contro Giacomo de Cazallis fu Tonolo di Alzano di Sopra per ferite contro Bartolomeo Bernardi di Alzano di Sopra.
1 Volume, cc. 9, num. orig. cc. 302-310, leg. assente, latino e volgare, danni: umidità, macchie

5, class. 1.2.19.3-5
1498 novembre 26
"Testes et processus monopolii contra Abraam de Fine et Iohannem Antonium eius filium".
Testimonianze raccolte nel processo celebrato davanti ai rettori tra il conte Gerolomo de Calepio da una parte e Abramo de Fino e suo figlio Giovanni Antonio dall'altra [circa la presenza di questi ultimi, armati, in un campo].
1 Volume, cc. 6, num. orig. 392-394, 397-399, leg. originale in carta, latino

6, class. 1.2.19.3-6
1499 febbraio 15-1499 febbraio 19
"Processus contra Gotardum de Pischeris socium in fortilitio Capelle Bergomi"
Atti della causa celebrata davanti al capitano contro Gottardo de Pischeris "socius in fortilitio della cappella di Bergamo .
1 Volume, cc. 8, num. orig. cc. 284-291, leg. assente, latino, danni: umidità, macchie

7, class. 1.2.19.3-7
1504 gennaio 5-1587 luglio 6
"1504 usque 1587. Filza G. M. Diverse querele, et accuse, scritture, mandati, cittazioni, costituti, capitoli per prova et diffesa di dette querele ed accuse prodotte contro diverse persone in offizio dell'Illustrissimo signor Giudice al malefizio".
Atti di cause celebrate davanti al giudice al maleficio.
1 Filza, leg. piatti originali in cartone, latino e volgare

8, class. 1.2.19.3-8
1505 settembre 16-1507 giugno 14
Atti di causa.
Atti relativi a diverse cause penali celebrate davanti al capitano.
1 Volume, cc. 42, num. orig. 366-407, leg. assente, latino, stato di conservazione: cattivo, danni: umidità, fragilità del supporto, sbiadimento dell'inchiostro

9, class. 1.2.19.3-9
1506 maggio 29-1508 marzo 24
Atti di causa.
Denunce di reati penali da parte dei consoli dei comuni di Telgate, Spirano e Trescore.
1 Volume, cc. 8, num. orig. cc. 11-14, 37-40, leg. assente, latino e volgare, stato di conservazione: cattivo, danni: strappi, roditori

10, class. 1.2.19.3-10
1601 ottobre 22-1601 ottobre 27; seguiti a 1612 gennaio 12
"Agravamina per Illustrissimum Dominum Bernardum Pottestatem 1601. Valsicii criminalis".
Causa criminale contro Francesco Macasol, negoziante di stoffe, accusato di percosse da Isabella, moglie di Antonio Rossetti di Bergamo, sua creditrice. Contiene carte sciolte relative a Gerolamo Bernardo, podestà di Bergamo, il cui operato è dalla città considerato contrario ai privilegi e alle consuetudini. Allegata: "Parte presa nell'Eccellentissimo Consiglio di Pregadi adì 12 gennaro 1612. In materia dell'ordine che si deve tenere nelle legitimationi e nella creatione de noderi"; a stampa, 1612 gennaio 12, Venezia.
1 Volume cart., cc. nn., + cc. sciolte, leg. originale in cartone, volgare

11, class. 1.2.19.3-11
1610 dicembre
Sentenze del provveditore di qua dal Mincio.
Sentenze di condanna a morte per impiccagione e di bando perpetuo dalla Repubblica di Venezia emesse da Leonardo Mocenigo, provveditore ed inquisitore di qua dal Mincio di Venezia.
1 Volume membr., cc. 4, num. orig., volgare

12, class. 1.2.19.3-12
1616 aprile-1617 settembre
Atti di causa.
Causa contro i sicari Valerio Cornianus, Giovanni Battista Dondonus e Giovanni Soldus per l'omicidio, con tre archibugiate, di Ludovico Marinone in Cividate.
1 Fascicolo cart., cc. 27, num. orig., + cc. nn., leg. assente, latino e volgare

13, class. 1.2.19.3-13
1617 dicembre 18-1618 settembre 13
Atti di causa.
Atti della causa celebrata davanti al podestà vicecapitano contro Achille Alessandri ed alcuni suoi servitori accusati del rapimento di Lodovica Minori di Antonio e Armelina Minori fu Battista, entrambe di Villongo.
1 Volume, cc. 199, num. orig., leg. senza coperta, volgare

14, class. 1.2.19.3-14
1620 giugno 22-1620 dicembre 13
"22 junii 1620. Criminalis. Baptistae Stucchi de Calusco".
Causa criminale contro Battista Stucchi accusato di furto di legna da Antonio Poma.
1 Volume cart., cc. nn., leg. originale in cartone, volgare

15, class. 1.2.19.3-15
1622 marzo 21-1622 aprile 4
"Criminalis Bonhomi de Rinaldis de Parzanica detenti. Bannitus perpetuo de Bergomo et Potig (??) et de Venetia. Cum pena manus incidendi".
Giudice al maleficio. Accusato di furto nella chiesa di San Giuseppe di Gandino. All'inizio supplica ai rettori dell'imputato sulla propria innocenza.
1 Volume, cc. nn., leg. originale in cartone, latino e volgare, danni: umidità, macchie

16, class. 1.2.19.3-16
1622 luglio 7-1622 luglio 26
"18 luglio 1622. Criminalis Alexandri Brusi et Petri Chito".
Cause criminali contro Pietro Chito accusato di aver derubato madonna Barbara detta "la Gandina" di lire 400 e contro Alessandro Brusa, accusato di avere rubato delle "cove di formento" a Marco Antonio Manna.
1 Fascicolo cart., cc. 34, num. rec., leg. originale in carta, volgare, stato di conservazione: cattivo, danni: macchie

17, class. 1.2.19.3-17
1622 luglio 7-1624 ottobre 29
Atti di causa.
"Contra Cipriano Cattaneo. Per dilation di pistolla et terzarolo", processo criminale contro Cipriano dal Canton della valle San Martino per porto abusivo di armi.
"Contro Francesco Federici. Per dilation di terzarolo", processo criminale contro Francesco fu Battista Federici per porto abusivo di armi nei giorni di mercato.
"Contro domino Giovanni Francesco Terzo. Per dilation di terzarolo", processo criminale contro Giovanni Francesco Terzo per porto abusivo di armi nei giorni di mercato.
"N.12. Contra il signor Lepido Passo per dilation di terzarolo", processo criminale contro Lepido Passo per il ferimento di Giovanni Battista Passo.
1 Volume cart., cc.nn., leg. assente, volgare, stato di conservazione: cattivo, danni: fragilità del supporto, macchie
note:
1.Fascicolo cucito insieme ad altri 3 a formare un unico volume.

18, class. 1.2.19.3-18
1623 giugno-1624 marzo; antecedenti da 1623 maggio
"Criminalis domini Bartholomei de Gavazenis et sociorum"
Causa criminale contro Bartolomeo Cabello e altri per aver pugnalato Francesco fu Guido Ceresoli mentre era nell'esercizio delle sue funzioni di daziere della seta di Isola, Almenno e Valbrembo e per oltraggio a pubblico ufficiale.
1 Volume, cc. 90, num. orig., leg. originale in cartone, volgare, danni: funghi e batteri

19, class. 1.2.19.3-19
1626 settembre 26-1626 novembre 20
"Criminalis. Andree Quarenghi de Palazzago occasione vulnerum lethalium in Baptistam Ioseffum".
Giudice al maleficio. Andrea Quarenghi di Beltramo di Precornello e Battista Gioseffi idem.
Interrogatori.
1 Volume, leg. originale in cartone, volgare, stato di conservazione: cattivo, danni: umidità, sbiadimento dell'inchiostro, macchie

20, class. 1.2.19.3-20
1627 marzo 31-1627 agosto 2
"Zan Antonio Zuchello e comparis criminale"
Atti della causa celebrata davanti al giudice al maleficio contro per il ferimento di Venturino d'Albareda di Giovanni Antonio di Ardesio da parte di Antonio Zuchellus di Zanetto di Ardesio, Antonio de Russis fu Felice di Bani, Giovanni del Man fu Francesco, di Bani.
1 Volume, cc. 24, leg. originale in cartone, latino e volgare

21, class. 1.2.19.3-21
1627 settembre 9-1627 dicembre 29
"Criminalis. Jacobi et Francisci fratrum de Andriettis de Levate. Condemnati in £. 50".
Giudice al maleficio. Francesco e Giacomo Roveri detti Andrietti di Levate (1).
1 Volume, cc. nn., leg. originale in cartone, volgare
note:
(1). I due fratelli sono accusati di avere aggredito Giovanni Ghidotto di Verdello maggiore, che avrebbe im portunato Graziosa Daminelli, "innamorata" di Francesco.

22, class. 1.2.19.3-22
1628 marzo 2-1628 marzo 27
"Criminalis. Domini Jacobi Alborghetti et sociorum de Lemine pro explosione schippi et vulneribus in Dominum Petrum Papinum de Brembate Superiori. Alborghettus in Lire 200. Bituscus in Lire 50. Bolis in Lire 25".
Causa criminale contro Giacomo Alborghetti, per avere sparato un'archibugiata (andata a vuoto) e ferito con armi da taglio Pietro Callione detto Papino durante una festa in Brembate nella casa di Giovanni Battista Bolis, console del comune di Brembate.
1 Volume cart., cc. nn., leg. originale in cartone, volgare

23, class. 1.2.19.3-23
1628 luglio 4-1631 ottobre 24; antecedenti da 1612 febbraio 13
"Magnifici Domini Gio. Gia. Ginami criminalis".
Intromissione di Andrea Vendramin, avogadore di comun di Venezia, contro la grazia concessa dal podestà e dagli anziani di Bergamo ad Antonio Marzocco, condannato nel luglio 1627 ad un anno di carcere per l'aggressione di Giovanni Giacomo Ginami (1).
1 Volume, cc. 22, num. orig., leg. originale in cartone, latino e volgare
note:
(1). Il Ginami, uscito dal carcere su cauzione, era morto. L'intromissione era finalizzata ad ottenere dagli eredi il pagamento della cauzione.

24, class. 1.2.19.3-24
1630 agosto 27-1631 aprile 9
"Criminalis. Lelii de Lazaris de Grumello pro homicidio in personam Jacobi Pezoli ictu schioppi. Admissus per patrem. Absolutus fuit die ultima junii 1631"
Causa celebrata davanti al giudice al maleficio contro Lelio de Lazaris per l'omicidio di Giovanni Giacomo Pezzoli fu Agostino di Grumello.
1 Volume, cc. 26, num. orig., leg. originale in cartone, volgare

25, class. 1.2.19.3-25
1630 settembre
"28 settembre 1630. Contra Andrea Foppa da Cavraida territorio Cremasco habitante a Sala retento per delatione d'archibuso".
Denuncia contro Andrea fu Bertolino Foppa da Cavraida, abitante a Sola, arrestato in Borgo San Leonardo perché in possesso di archibugio lungo con "roda" unita alla cassa; segue sentenza di condanna a pagare ducati 50, non essendo stata accolta la tesi difensiva secondo la quale è sempre stato tacitamente concesso ai "contrabandieri di biave" di girare armati "arrischiando loro la vita nel condur biave a questo territorio".
1 Fascicolo cart., cc. nn., leg. originale in carta, scucito, volgare, stato di conservazione: discreto, danni: umidità

26, class. 1.2.19.3-26
1630 dicembre-1631 marzo
"Giovanni Battista Marenzi per Pistola"
Causa celebrata davanti al podestà contro Giovanni Battista Marenzi di Francesco per possesso illegale di una pistola.
1 Fascicolo cart., cc. 16, num. rec.; bianche cc. 14-16, leg. legatura originale in cartoncino, volgare

27, class. 1.2.19.3-27
1631 marzo 9-1631 giugno 7
Atti di causa.
Causa celebrata davanti al giudice al maleficio per il ferimento con arma da taglio di Antonio Lanfranchino fu Francesco di Sovere, colpito da Paolo Cerpelino di Bossico in occasione della lite in cui Pietro Sterili di Bossico aveva bastonato Giovanni di Zani di Sovere, massaro degli eredi del fu Nicolino Maffetti.
1 Fascicolo cart., cc. 12, num. rec., leg. assente, volgare

28, class. 1.2.19.3-28
1633 aprile 11-1633 novembre 21
"Criminalis. Baptistae Vallii dicti Violae". (1)
Causa criminale contro Battista Viola "verghezino di lana forestiera", accusato di avere ferito con un colpo di spada all'interno dell'osteria Maddalena in Bergamo Lzzaro Bologino, ufficiale alle vettovaglie, dopo una partita di carte.
1 Volume cart., cc. nn., leg. originale in cartone, volgare
note:
(1). All'interno: "Copia del processo di Batta Valle detto Viola".

29, class. 1.2.19.3-29
1633 agosto 20-1634 febbraio 9; antecedenti da 1590 aprile 11
"D. R. Polleno".
Causa criminale celebrata davanti al provveditore di Bergamo tra Francesco Andreini, tesoriere della misericordia di Vertova, per conto degli originari di Vertova, da una parte, Ventura Gaffuri e forestieri abitanti a Vertova, dall'altra, circa la cattiva amministrazione dell'Andreini e il suo rifiuto a dispensare elemosine secondo quanto stabilito dal senato di Venezia. 1 volume cart., cc. 17, num. orig., leg. originale in cartone, volgare

30, class. 1.2.19.3-30
1638 luglio
"Contro Antonio figliolo del [...] da Trevino per delatione d'archibugio".
Denuncia contro Carlo Antonio figlio del colonnello Cattaneo, fermato in contrada Colognola di Bergamo perché in possesso di archibugio a bandoliera con ruota unita alla cassa.
1 Fascicolo cart., cc. 7, num. orig., + cc. nn., leg. assente, volgare

31, class. 1.2.19.3-31
1640 dicembre 17-1646 dicembre 19
Atti di causa.
Atti relativi a diverse cause penali celebrate in cancelleria pretoria.
Contiene "Proclama circa l'estrattione di Biave" del podestà Alvise da Mosto, 1642 marzo 24, a stampa.
1 Volume, leg. assente, volgare, danni: umidità, funghi e batteri

32, class. 1.2.19.3-32
1642 marzo-1642 novembre
Atti di causa.
Atti di cause celebrate davanti al podestà:
causa tra il reverendo Cristoforo Marenzo, procuratore di Alessandro Vavassore, da una parte e Domenico Passera dall'altra circa il tentativo di esecuzione contro il Passera per mancato pagamento ad Alessandro Vavassore di tre pezzi di terra in Grignano.
Denunce presentate da Michele Vacis di prestiti con interessi usurai.
"Processo della giurisdizione di Scalve contro Obertini Tagliaferri banditi. Appellata la sentenza ad istanza dell'istesso Obertino".
Trasmissione ai rettori di Bergamo da parte di Cristoforo Novate, podestà della Val di Scalve, degli atti della causa (allegata) appellata da Obertino di Giacomo Tagliaferri detto il Rosso, causa criminale istruita contro di lui per aver preso a sassate in testa Giacomina moglie di Giovanni Zino e Leona moglie di Domenico Boni della Nova.
1 Volume, cc. nn., leg. originale in carta, volgare

33, class. 1.2.19.3-33
1643 gennaio-1645 marzo
Atti di causa.
"N. 55. Contro Francesco quondam Bernardo Rizzoli detto Drada", causa tra Giovanni Battista Agnelli da una parte e Francesco fu Bernardo Rizzoli detto Drada dall'altra, accusato quest'ultimo di aver tagliato delle legne in un terreno di proprietà dell'Agnelli detto "Prato delli Agnelli" in Alzano, contravvenendo alla parte 16 giugno 1616 della quarantia criminale (allegata) a che non venissero molestati i beni dei fratelli Giovanni Antonio e Giovanni Battista Agnelli di Vitali e Morgante Morzenti di Alzano.
"N. 56. Processo sopra la morte di Andrea Mandrazzi bandito di [...] luoghi del serenissimo stato"., causa criminale celebrata davanti ai rettori circa l'omicidio di Andrea Mandras, milanese bandito dallo Stato di Venezia, da parte di Giovanni Paolo fu Giovanni Piero Galbian intervenuto per impedire che il Mandras uccidesse Demetrio Toresella di Zogno (1).
"N. 57", causa tra i fratelli Bagnati da una parte ed il canonico Nicolò Barilli della chiesa di Santa Maria di Curen (Carenno ?) dall'altra per aver quest'ultimo guidato un gruppo di uomini armati di bastoni e archibugi che aggredì gli ufficiali che stavano procedendo ad alcune esecuzioni a favore dei detti Bagnati.
1 Volume, volgare
note:
(1). Al Mandras viene tagliata la testa che viene esposta "in piazza sopra la pietra del bando".

34, class. 1.2.19.3-34
1643 agosto 3-1643 settembre 18
"Criminale di Giovanni [...]".
Causa criminale contro Giovanni Fosco fu Scipione [...], Alessandro Menghino e Federico di Conti, garzoni di calzolaio, per una rissa con ferimenti di spade con Martin Mauro Todesco, famulo di Andrea Cavatis, beccaro di Bergamo.
1 Volume cart., cc. nn., leg. originale in cartoncino, latino e volgare, stato di conservazione: cattivo, danni: umidità, macchie

35, class. 1.2.19.3-35
1644 luglio
"Processo contro Ludovico Ceruti da Piasenza et Agostino Laipano da Torana proclamati et da continovarsi il processo contro altri soldati di casa del signor Giovan Battista Roda per la morte di Giovanni Battista Roberti".
Indagine circa il ferimento con archibugiata di Giovanni Battista Oberti, avvenuto di notte in Bergamo mentre questi ufficialmente sarebbe dovuto essere prigioniero in carcere.
1 Fascicolo cart., cc. nn., leg. originale in carta, volgare, danni: macchie
note:
Unità non reperibile giugno 2010

36, class. 1.2.19.3-36
1645 febbraio-1645 aprile
Atti di causa.
Causa contro Pellegrino fu Filippo Capitani, Lorenzo Loz di Capitani e Giovanni Scalvino fu Giuseppe Albrici, tutti di Vilminore di Scalve, per avere offeso, dato "fianconate", picchiato e derubato dell'archibugio Giorgio fu Bartolomeo Bendotti di Colere, durante una spedizione punitiva in Vilmaggiore di Scalve avvenuta a seguito di una festa (la sera prima) in Schilpario degenerata ad archibugiate.
note:
Unità non reperibile giugno 2010

37, class. 1.2.19.3-37
1646 dicembre 26-1647 maggio 8; antecedenti da 1645 dicembre 31
Atti di causa.
Processo criminale contro Carlo Arrigoni, Innocente Valsecchi e Giovannino di Angelo Feraraacomo Bartolomeo Belotti, da Grumello, per beni venduti dai fratelli Giovanni Battista e Girolamo Manara al Belotti, beni sui quali la citta di Bergamo e creditrice di £ 1800 per sussidi decorsi.
1 Volume cart., cc. nn., leg. assente, volgare

38, class. 1.2.19.3-38
1646 dicembre
Atti di causa.
Denuncia contro Giovanni fu Antonio Bertoni da Lovere, fermato in Borgo Santa Caterina perché in possesso di archibugio lungo con la "roda unita alla cassa senza però la vide".
1 Fascicolo cart., cc. nn., leg. originale in carta, volgare, danni: macchie
note:
Unità non reperibile giugno 2010

39, class. 1.2.19.3-39
1649 agosto 20-1649 settembre 13
Atti di causa.
Causa celebrata davanti al giudice al maleficio e fiera di Bergamo circa una cavalla ritrovata nella fiera di Bergamo da Gerolamo Migliavacca, il quale sostiene essergli stata rubata il 5 ottobre 1648.
1 Fascicolo cart., cc. 33, num. rec., leg. originale in carta, scucita, volgare

40, class. 1.2.19.3-40
1651 agosto 25-1651 novembre 27
"Ogna e Clusone. Morte con archibugiate di Antonio [...] Sfatone et del v. Giovanni Antonio Ga[daldino]".
Causa criminale contro Bartolomeo e Francesco Pezzoli, Andrea Didini detto "del Torisello", Sandrino Tolentello, Maffeo Talemello, Giovannino Gustinello, tutti di Nasolino, per l'uccisione con archibugiate di Giovanni Antonio Gadaldino ed Antonio, suo lavorante, uccisi il primo in Clusone e il secondo in Ogna.
1 Volume cart., cc. 31, num. orig, + nn., leg. originale in carta, volgare, stato di conservazione: cattivo, danni: strappi, macchie

41, class. 1.2.19.3-41
1651 ottobre 15-1652 giugno 5
"1651. Processo contro Giovanni Giacomo Scarpellino [...]".
Causa criminale contro Giovanni Giacomo Scarpellino, condannato a servire "sopra le galere dei condannati" per anni dieci e bandito da tutto il dominio veneto, per porto d'armi abusivo e tentato omicidio di Giovanni Pietro Agnello.
1 Volume cart., cc. 20, num. orig, + nn., leg. originale in cartone, volgare, stato di conservazione: cattivo, danni: umidità, macchie

42, class. 1.2.19.3-42
1652 agosto 7-1653 gennaio 4
"Criminalis. Johannis Gardani admissi per primo in casu homicidi Petri Belani".
Causa criminale contro Giovanni Gardani accusato dell'omicidio di Pietro Belani al quale aveva prestato il suo archibugio e per il quale pretendeva il pagamento.
1 Volume cart., cc. 38, num. rec., leg. originale in cartone, volgare

43, class. 1.2.19.3-43
1652 settembre 16-1654 marzo 4
"Svaliggio alla pubblica strada di Giovanni Federico cremasco"
Processo celebrato davanti al giudice al maleficio contro Giovanni Federico di Crema per la rapina ai danni di un forestiero nei pressi di Urgnano.
1 Fascicolo, leg. originale in carta, scucita, volgare

44, class. 1.2.19.3-44
1665 luglio 23-1667 marzo 14
Atti di causa.
"Rettentione di Pietro Salvi con stillo", processo celebrato davanti al podestà di Bergamo contro Pietro di Giovanni Battista Salvi di Borgo San Leonardo per porto abusivo d'armi.
"Medolago. Querella della signora Giuditta Vecchi per danno dato contro Deffendo Monferritti", processo celebrato davanti al podesta di Bergamo contro Deffendo Monferritti accusato d'essere transitato abusivamente con un carro di legna trainato da buoi su un terreno arato di ragione di Giuditta Vecchi arrecandole gran danno.
"Borgo San Leonardo. Rettentione di Gioseppo Caleppio da Cologno per dilatione d'archibugio con la cortella unita", processo celebrato davanti ai rettori di Bergamo contro Giuseppe Caleppi per porto abusivo d'armi.
"Indolenza del nobile homo signor Camillo Berlendis contro Giovanni Angelo Serughetto da decretar quanto al signor Serughetti citato anch'egli ad informar. Abbinatosi il processo contro Antonio Zanuchino Gio. Ferabo et Lucretio Bondeno licentiatosi Antonio Loccatello sopra il suo constituto. [...] fin alla remotione del Berlendis", causa di Giovanni Angelo Serughetto contro i notai dell'ufficio del vicario pretorio per la sottoscrizione errata di un documento della causa tra Camillo Berlendis, di cui il Serughetti e procuratore, e la signora Maria Maffetti.
1 Volume cart., cc. nn., leg. assente, volgare, stato di conservazione: cattivo, danni: fragilità del supporto, macchie
note:
1.Fascicolo cucito insieme ad altri 3 a formare un unico volume.

45, class. 1.2.19.3-45
1670 marzo 13-1671 gennaio 13
Atti relativi a diverse cause penali celebrate davanti al giudice al maleficio (1).
1 Volume, cc. 338, complessive (2), latino e volgare, stato di conservazione: cattivo, danni: fragilità del supporto, sbiadimento dell'inchiostro
note:
(1). Cinque fascicoli cuciti.
(2). La numerazione riprende ad ogni fascicolo processuale.

46, class. 1.2.19.3-46
1677 agosto 20-1679 agosto 4; antecedenti da 1674 maggio 26
Atti di causa.
Atti della causa celebrata davanti ai rettori contro Angelo Maria Pesenti, accusato di ferimento al volto di Angela Vailetti Bigoni maritata Bartoloemo Bigoni, di Ardesio.
1 Volume, num. orig. fino a 249, poi bianche e nn, latino e volgare, stato di conservazione: cattivo, danni: umidità, fragilità del supporto, sbiadimento dell'inchiostro

47, class. 1.2.19.3-47
1686 marzo 14-1686 aprile 13
"Brembat di sot. Rettentione di Domenico Belforio in contraf[actione] di bando".
Arresto, interrogatorio e domanda di grazia di Domenico Belforio, bandito con pena capitale per omicidio.
1 Volume, cc. nn., leg. assente, volgare

48, class. 1.2.19.3-48
1686 settembre 18-1686 ottobre 26
Atti di causa.
Causa celebrata davanti al podestà contro Pietro Mistura di Favirano accusato del ferimento di Antonio Ronzoni.
1 Volume, cc. nn., leg. assente, volgare

49, class. 1.2.19.3-49
1689 maggio 18-1689 novembre 25
"17 maggio.[Composi]tione di Battista Dada detto Biastanello contro Carlo Carozzi".
Processo criminale contro Carlo Carozzi per insulti e sbeffeggiamenti nei confronti di Battista D'Adda detto Bastianello.
1 Fascicolo cart., cc. 14, num. rec., leg. originale in cartone, volgare

50, class. 1.2.19.3-50
1692 gennaio 12-1692 gennaio 15; antecedenti da 1632 settembre 7
Atti di causa.
Arresti e/o rilasci di persone fermate dai capitani di campagna di Sarnico con l'accusa di contrabbando.
Alle cc. 12-13 "Sentenza condannatoria fatta dal nobil homo Alvise Loredan olim podestà di Bergamo a denoncia di Santo Betino cavaglier pretorio contro Zuanne Battista e Bernardo Boldrini, Piero Soldrino et Battista cavalante intromessa dal nobil homo Hieromino da Cha da Pesaro sindico, auditore, avogadore et inquisitore in Terra Ferma. Causa fiscale".
1 Volume, cc. 37, num. orig., leg. originale in cartone, latino e volgare

51, class. 1.2.19.3-51
1695 gennaio 6-1695 settembre 28
"1695 6 genaro. Denuntia del console del comun de Almeno San Bartolomeo per offesa di Andrea Bindello contro il signor Petro Giuseppe Ghirardi".
Causa celebrata davanti al vicario della valle Imagna contro Pietro Giuseppe Gilardi per aggressione a mano armata di Andrea Fasano detto "Bindel".
1 Fascicolo, cc. 8, num. rec., leg. originale in cartone, danni: umidità

52, class. 1.2.19.3-52
1698 agosto 18-1699 agosto 30
"Sopra attentato di rapimento della signora Anna Passi da Pietro Malagnino bandito con ... di gente armata"
Processo celebrato davanti al giudice al maleficio contro Pietro Malagnino di Calcinate per il tentato rapimento di Anna Passi.
1 Fascicolo, leg. scucita, volgare

53, class. 1.2.19.3-53
1708 marzo 6-1708 marzo 7
"Sopra iudicii estratti dal processo originale esistente nel maleficio per delatione d'armi corte da fuoco"
Atti relativi alla causa celebrata davanti al giudice al maleficio contro Bartolomeo Serughetti fu Defendo, di Grumello del Monte, servitore del conte Francesco Suardi, accusato di avere sparato a Domenico Pellegrino di Bergamo.
1 Fascicolo, cc. nn., leg. originale in cartone, volgare

54, class. 1.2.19.3-54
1717 giugno-1725 maggio
"Inditii trasmessi dal maleficio per delatione d'armi da fuoco contro Vicenzo figlio di Pietro Bollis [... ...]"
Causa criminale contro Vincenzo di Pietro Bollis per possesso d'armi da fuoco.
1 Volume, cc. 11, num. orig., poi nn., leg. assente, volgare

55, class. 1.2.19.3-55
1722 aprile-1723 giugno; antecedenti da 1721 luglio; seguiti a 1739
Atti di causa.
Causa celebrata davanti al giudice al maleficio contro Pietro fu Antonio Paita console di Bruntino per aver "tollerato in quella villa" la presenza di due banditi, Alessandro e Domenico Falgheri, e contro Giovanni Antonio Falgheri, padre dei banditi, per avere attirato in un'imboscata, fingendosi confidente, i soldati che li stavano arrestando.
1 Volume cart., cc. 2-63, num. orig., + cc. nn., leg. assente, volgare

56, class. 1.2.19.3-56
1724 febbraio 11-1724 aprile 22
Atti di causa.
Testimonianze raccolte dal giudice al maleficio a seguito della istanza presentata da Giovanni Battista Rota affinchè mastro Ambrogio Bottano (perito nominato da Pietro Antonio e Giuseppe Maria Rota, fratelli di Giovanni Battista) presenti le motivazioni del "constituto e scrittura" presentati il 5 febbraio 1724 con i quali intende "distruggere" la perizia del palazzo in cui abita Giovanni Battista Rota, concordemente estesa il 4 febbraio 1724, effettuata così da estrarre il fedecommesso, istituito da Domenico Rota, dalla primogenitura fatta dal fu frate Francesco Rota.
1 stampato, pp. 24, num. orig., leg. originale in cartone, volgare

57, class. 1.2.19.3-57
1745 agosto-1746 maggio
Atti di causa.
Causa celebrata davanti al giudice al maleficio di Bergamo contro Lorenzo Paiarolo e Pietro Zanchi di Villa di Serio per l'omicidio di Pietro Rossi di Albano che aveva tentato di sedare una rissa con Mariano Baccanello di Seriate, rissa avvenuta "per la morosa", nell'osteria di Giovanni Testa in Seriate.
1 Volume cart., cc. 61, num. orig., + cc. 61 bianche, leg. assente, volgare

58, class. 1.2.19.3-58
1765 novembre 20-1766 ottobre 22
Atti di causa.
Atti della causa celebrata davanti ai rettori contro Carlo Baldassina "ossia Bonassina", già servitore di Antonio Lochis, accusato dell'omicidio di Bernardo Carlo Aondi, già servitore di Rinaldo Suardo Mazza.
1 Volume, num. orig. fino a 70, poi bianche e nn, latino e volgare, stato di conservazione: cattivo, danni: umidità, fragilità del supporto, sbiadimento dell'inchiostro

59, class. 1.2.19.3-59
1766 marzo 17-1766 ottobre 22
Atti di causa.
Atti della causa celebrata davanti ai rettori contro Giambattista Arrigoni fu Francesco, di Calolzio, accusato del'omicidio di Mansueto Torre di Angelo, di Vercurago.
1 Volume, num. orig. fino a 66, poi bianche e nn, latino e volgare, stato di conservazione: cattivo, danni: umidità, fragilità del supporto, sbiadimento dell'inchiostro

60, class. 1.2.19.3-60
1767 novembre 16-1768 luglio 3
Atti di causa.
Atti della causa celebrata davanti ai rettori contro Antonio Gaino fu Francesco di Ghisalba accusato dell'assassinio con archibugiata di Tomaso Amboni di Antonio di Ghisalba.
1 Volume, cc. nn., leg. assente, latino e volgare

61, class. 1.2.19.3-61
1781 aprile 28-1783 marzo 21
Atti di causa.
Processo criminale delegato al podestà e vicecapitano di Bergamo contro Antonio fu Stefano Capitanio dal Piano per l'uccisione del fratello Giovanni.
1 Volume cart., cc. 34-43, num. orig., leg. assente, volgare, danni: mutilo

62, class. 1.2.19.3-62
1638 giugno-1643 settembre
Raccolta di fascicoli processuali cuciti a formare un unico volume.
1 Volume, cc. nn., leg. originale in carta, scucito, volgare

sottounità 1
1638 giugno 17-1639 aprile 12
"Expositione di Battista Bonnino offitiale pretorio".
Denuncia al podestà da parte di Battista Bonnino, ufficiale pretorio, contro un giovane, presunto corriere armato di pistola, incontrato assieme a Battista Caccia fu Pietro, console di Almé, nella casa di Ottavio Salvioni il quale aveva dichiarato essere il giovane suo cognato. Interrogatorio del console. Interogatori di testimoni.
1 Fascicolo, cc. 16, leg. originale in carta, volgare

sottounità 2
1639 marzo 15-1639 marzo 16
"Contra Zuan Maria Balerani massaro del signor Gierolamo Predasanta. Per danno dato".
Denuncia al podestà da parte di Giovanni Battista [...], fattore del conte Davide Brembati della possessione di Mariano, contro Giovanni Maria Balerani, massaro di Gerolamo Pietrasanta, per avere estratto acqua dal Serio Piccolo per bagnare un campo in Sforzatica. Citazioni. Interrogatori.
1 Fascicolo, cc. 8, leg. originale in carta, volgare

sottounità 3
1639 aprile 9-1639 aprile 12
"Comparsa del capitano di campagna".
Denuncia al podestà del capitano di campagna Iseppo Feltrini circa un'aggressione e minacce subite da parte di di numerosi uomini armati presso la casa di Zorzo Zanchi di Alzano. Avviso di arresto per lo Zanchi. Sua fuga. Interrogatorio del console di Alzano.
1 Fascicolo, cc. 12, leg. originale in carta, volgare

sottounità 4
1639 settembre 10-1639 settembre 29
"Querella contro Giacomo Marcone".
Denuncia ai rettori da parte di Margherita Rosmina di Lurano contro Giacomo Marcone di Lurano per l'omicidio del marito e successive, continue minacce.
1 Fascicolo, cc. 6, leg. originale in carta, volgare

sottounità 5
1639 novembre 15
"Querela del signor Sforza della Torre contro diversi ut intus. Per danno dato".
Denuncia da parte di Sforza della Torre contro diverse persone per danni a fossi adacquatori in Sforzatica.
1 Fascicolo, cc. 6, leg. originale in carta, volgare

sottounità 6
1639 dicembre 2-1640 gennaio 27
"Accusa del signor Antonio Cassotto. Per danno dato".
Denuncia al podestà da parte di Antonio Alessandro Cassotto di Mazzoleni contro Mario Alborghetto per il pascolo di pecore in un suo campo in Sforzatica. Citazioni. Interrogatori.
1 Fascicolo, cc. 12, leg. originale in carta, volgare

sottounità 7
1640 marzo 4-1641 aprile 6
Denuncia.
Denuncia al podestà e agli assessori del comune di Bergamo da parte di Francesco Belone, ufficiale pretorio, contro Giovanni Speranza e Lucrezia Cavaleri per avere alloggiato Domenico Colombo, bandito. Citazioni. Interrogatori.
1 Fascicolo, cc. 17, leg. originale in carta, volgare

sottounità 8
1640 luglio 19
"Contro Ventura Mozzo e altri per haver causato la fuga di Zuan Maria Gavazzeni dalle mani de ministri".
Denuncia al podestà contro Ventura Mozzo per avere, in concorso con altri, favorito la fuga di Giovanni Maria Gavazzeni, in procinto di essere arrestato. Citazioni. Interrogatori.
1 Fascicolo, cc. 12, leg. originale in carta, volgare

sottounità 9
1640 settembre 19
"Contro Bernardo Tentore da Levate. Per danno dato".
Denuncia da parte di Carlo Grassi, fattore del capitolo di S. Alessandro di Bergamo contro Bernardo Tentore di Levate per pascolo in terreni del capitolo.
1 Fascicolo, cc. 4, leg. originale in carta, volgare

sottounità 10
1640 novembre 1-1643 agosto 17
"Querella al podestà del Reverendo Padre Frà Zuanne Olivieri priore del Venerando Monastero di S. Francesco contro Francesco Fugacino dal Montesello. Danno dato".
Denuncia al podestà da parte di padre Giovanni Olivieri, priore del convento di S. Francesco di Bergamo contro Francesco Fugacino per il pascolo di otto buoi, una vacca e un cavallo in una possessione del convento in Montello. Citazioni e interrogatori.
1 Fascicolo, cc. 8, leg. originale in carta, volgare

sottounità 11
1641 aprile 3
"Contro Orsola moglie di Giovani Bugatto. Per danno dato".
Denuncia al podestà da parte di Giovanni Battista Grismondi contro Orsola, moglie di Giovanni Bugatta, per essere passata per un suo terreno e avere rotto una siepe.
1 Fascicolo, cc. 4, leg. originale in carta, volgare

sottounità 12
1641 aprile 20
"Contro Pietro pastore per danno dato".
Querela al podestà da parte di Pietro [Gole] anche a nome del padre Alessandro, di Urgnano, massari del convento di S. Francesco in Bergamo, contro Piero, pastore di Albino, di cui è ignoto il cognome, per il pascolo di un gregge di pecore nella possessione detta "La Cassina" in Urgnano.
1 Fascicolo, cc. 4, leg. originale in carta, volgare

sottounità 13
1641 maggio 23
"Querella di D. Gierolamo Algarotto fittuale dell'Eccellentissima Procuratoria di S. Marco sopra li beni del Priorato di S. Egidio. Contro Battista Donadoni dal comune di Mapello. Per danno dato" (1).
Denuncia al podestà da parte di Gerolamo Algarotto, affittuale della Procuratoria di S. Marco di Venezia per i beni del priorato di S. Egidio di Fontanella, contro Battista Donadoni di Mapello per avere rotto una recinzione attorno a un ronco della Procuratoria in Fontanella.
1 Fascicolo, cc. 4, leg. originale in carta, volgare
note:
(1). Camicia formata da "Proclama circa l'estratione di biave", di Alvise da Mosto, podestà, a stampa, 1642 marzo 24.

sottounità 14
1641 giugno 10
"Contro Pietro Viscardi dalla tela per danno dato" (1).
Querela al podestà da parte del priore del monastero di S. Agostino contro Pietro Viscardi per il pascolo di sei buoi e un cavallo su un prato del monastero.
1 Fascicolo, cc. 4, leg. originale in carta, volgare
note:
(1). La camicia è formata da "Proclama in materia di vini" di Alvise Da Mosto, podestà, a stampa, 1614 gennaio 10.

sottounità 15
1641 giugno 12
"Contro Vincenzo e Bartolomeo fratelli Mozzi da Cividate. Per danno dato" (1).
Denuncia al podestà da parte di Battista fu Pietro [....] contro i fratelli Vincenzo e Bartolomeo Mozzi per il pascolo di due asini in un terreno in Cividate.
1 Fascicolo, cc. 4, leg. originale in carta, volgare
note:
(1). Camicia formata da "Proclama in materia di vini", di Alvise da Mosto, podestà, a stampa, 1641 gennaio 10.

sottounità 16
1641 giugno 26
"Contro Pietro Antonio Cavileri molinaro al maglio del rame. Danno dato" (1)..
Denuncia al podestà da parte di Giovanni Battista Vavassore, affittuale di [....] in Galgario, contro Pietro Antonio Cavileri per il pascolo di un mulo.
1 Fascicolo, cc. 6, leg. originale in carta, volgare
note:
(1). Camicia formata da "Proclama circa l'estratione di Biave", di Antonio Longo, podestà di Brescia, a stampa, 1642 marzo 7.

sottounità 17
1641 giugno 26
"Contro il famiglio di Domenico et Agostino fratelli da Lugano fornasari. Danno dato" (1).
Denuncia al podestà da parte di Bernardo Albino fu Bartolomeo, affittuale del monastero di S. Paolo d'Argon, contro un lavorante dei fratelli Domenico e Agostino da Lugano per il taglio di legna in un bosco di Cenate di proprietà del monastero. Citazioni. Interrogatori.
1 Fascicolo, cc. 6, leg. originale in carta, volgare
note:
(1). Camicia formata da "Proclama in materia di vini", di Alvise da Mosto, podestà, a stampa, 1641 gennaio 10.

sottounità 18
1641 giugno 26-1641 luglio 1
"Rettentione di Antonio Possenza. Retento per bravo e vagabondo. Non è più in prigione per quanto rifferì il nodar".
Arresto da parte di Bartolomeo [Mattiozzi], capitano di campagna, di Antonio Possenza fu Giuseppe di Napoli, trovato armato di archibugio lungo. Interrogatorio.
1 Fascicolo, cc. 16, leg. originale in carta, volgare

sottounità 19
1641 giugno 28-1641 luglio 5
"Querella del D. Ezechiele Cucchi contro Pelegrin Mutio detto [Conzando] da Rogno. Danno dato" (1).
Denuncia al podestà da parte di Ezechiele Cucchi contro Pellegrino Mozzi per avere pescato nella seriola della "Carzana" durante l'ora di estrazione d'acqua assegnata al primo.
1 Fascicolo, cc. 4, leg. originale in carta, volgare
note:
(1). Camicia formata da "Capitoli tra la Magnifica Communità et i cavalari di Bergamo nella condotta fatta di loro in suoi portalettere per Venetia", a stampa, 1639 febbraio 3.

sottounità 20
1641 luglio 30
"Contro Giovanni Pietro Cagnesso da Verdel. Danno dato" (1).
Denuncia al podestà da parte di Bernardo Morano contro Giovanni Pietro Cagnesso per avere costruito un fossato di una pertica di lunghezza in un suo campo in Verdello minore.
1 Fascicolo, cc. 4, leg. originale in carta, volgare
note:
(1). Camicia formata da "Proclama per le monete", di Girolamo Soranzo, podestà, e Giovanni Grimani, capitano, a stampa, 1640 novembre 26.

sottounità 21
1641 settembre 1-1641 settembre 8
Denuncia.
Denuncia di Giovanni Antonio Pedrone, console del comune di Gazzaniga, contro Ventura Furnasco, bandito ma presente in Gazzaniga fornito di salvacondotto (allegato) di Giovanni Capello, provveditore generale in Terra Ferma.
1 Fascicolo, cc. 8, leg. originale in carta, volgare

sottounità 22
1641 settembre 28; antecedenti da 1627 aprile 14
"Contro Dominico Pezzotto da Calcinate Per danno dato".
Denuncia al podestà da parte di Camillo Passo contro Domenico Pezzotto da Calcinate per il pascolo in un terreno in Calcinate. Allegata sentenza dei rettori in occasione di una causa analoga (Copia).
1 Fascicolo, cc. 6, leg. originale in carta, volgare

sottounità 23
1641 ottobre 19
Rimostranza.
Rimostranza ai rettori da parte di Simon [...], notaio di Albino, circa l'inadempienza dei colleghi della valle Seriana Inferiore nella consegna delle note degli atti rogati secondo quanto stabilito dal senato di Venezia il 13 agosto 1639.
1 Fascicolo, cc. 4, leg. originale in carta, volgare

sottounità 24
1641 novembre 2-1643 ottobre 8; antecedenti da 1639 marzo 13
"Querella di Domino Ursino Terzo contro Bettino et Battista fratelli Meli dal Monasterolo. Per danno dato".
Denuncia al podestà di Ursino Terzo contro i fratelli Bettino e Battista Meli per il pascolo di due buoi, due vacche e un "manzolo" su un suo terreno in Monasterolo.
1 Fascicolo
note:
(1). La camicia è formata da "Parte presa nell'Eccelso Consiglio di Dieci 1639 adì 16 settembre in materia di arme".

sottounità 25
1641 novembre 5
"[Prodotta] per l'Eccellentissimo signor dottor Adelasio".
Supplica ai rettori da parte di Bartolomeo Azzoni contro i soprusi e le aggressioni di Francesco Foresti.
1 Fascicolo, cc. 2, leg. originale in carta, volgare

sottounità 26
1641 novembre 7-1641 dicembre 14
"Contro Giulio Colombo di Pianico detto Pasinetto per entrata illecita. Vecchio".
Denuncia al podestà di Giovanni Giacomo Gasseri da Sellere contro i fratelli Giovanni Battista e Pietro Borgoni di Castro per le loro minacce circa un presunto debito del primo verso Giulio Colombo il quale lo aveva ceduto al due.
1 Fascicolo, cc. nn., leg. originale in carta, volgare

sottounità 27
1641 novembre 18-1642 settembre 16
"Querella di D. Gerolamo Pietrobelli sindico et a nome del venerando Hospedale Grande di Bergamo contro Bernardo da Colzate pecoraro. Per danno dato".
Denuncia al podestà da parte di Gerolamo Pietrobelli, sindico dell'Ospedale Grande di Bergamo, contro Bernardo da Colzate, pecoraro di Paolo Finardi, per il pascolo di 150 pecore in un terreno dell'Ospedale in Ciserano. Citazioni. Interrogatori.
1 Fascicolo, cc. 6, leg. originale in carta, volgare

sottounità 28
1642 gennaio 8
"Querella del sindico del Venerando Consorzio della Misericordia Maggiore di Bergamo contro Sander Antonio e Domenico fratelli dei Dominici da Clusone. Per danno dato".
Denuncia al podestà da parte di Gerolamo Agnello, sindaco del consorzio della Misericordia Maggiore di Bergamo, contro i fratelli Alessandro, Antonio e Domenico Dominici di Clusone per il pascolo di pecore in un terreno del consorzio in Bonate sopra.
1 Fascicolo, cc. 4, leg. originale in carta, volgare

sottounità 29
1642 febbraio 21
"Contro Ludovico Catinello e Benedetto suo figlio da Lover. Per contrafatione di sequestro".
Denuncia al podestà (di Lovere) contro Ludovico Catinello e il figlio Benedetto per aggressioni a danno di Giovanni Battista Blandi.
1 Fascicolo, cc. 4, leg. originale in carta, volgare

sottounità 30
1642 maggio 24
"Contro Andrea Celino di Cenate" (1).
Querela al podestà da parte di Alessandro Terzo contro Andrea Celino per il pascolo di tre vacche su un campo del querelante.
1 Fascicolo, cc. 6, leg. originale in carta, volgare
note:
(1). La camicia è formata da "Proclama in materia de banditi e lor ricetti e d'altri malviventi vini" di Alvise Da Mosto, podestà, e Giovanni Grimani, capitano, a stampa, 1641 febbraio 7

sottounità 31
1642 giugno 2-1643 gennaio 12
"Querella di Giovanni Domenico Costaiolo sindico del consorzio di S. Alessandro in Colonna, contro Giovanni Pedrini. Per danno dato" (1).
Denuncia al podestà da parte di Giovanni Domenico Costaiolo, sindico del consorzio di S. Alessandro in Colonna di Bergamo, contro Giovanni Pedrini, massaro di Francesco Cristoncello, per l'uso delle acque dell'oriolo [...] per bagnare un suo campo in Borgo S. Leonardo. Citazioni. Interrogatori.
1 Fascicolo, cc. 4, leg. originale in carta, volgare
note:
(1). La camicia è formata da "Proclama in materia di vini" di Alvise da Mosto, podestà, a stampa, 1641 gennaio 10.

sottounità 32
1642 giugno 26
"Contro Giovanni Moiolo".
Lettera di Alvise Zorzi, provveditore generale in Verona, ai rettori di Bergamo con la quale informa circa l'attività di Giovanni Moioli il quale, nel castello di Cologno, gestisce il dazio della seta, opprime gli abitanti, e ha fatto uccidere sul sagrato della chiesa di Cologno Giovani Antonio Morando, secondo la denuncia della vedova, Camilla Gargana, e dello zio Vincenzo Morando.
1 Fascicolo, cc. 9, leg. originale in carta, volgare

sottounità 33
1642 agosto 2-1642 agosto 17; antecedenti da 1622 settembre 3
"Querella di D. Giovanni Battista Serdobati di Albino contro Cipriano Rivula et Bernardino Modasi massari del q. signor Nicolò Bellani per inferito in sprezzo di lettere e proclami".
Denuncia al podestà da parte di Giovanni Battista Serdobati di Albino contro Cirpiano Rivola e Bernardino Madasi, massari del fu Nicolò Bellano, per pascolo di buoi in un suo terreno in Albino. Citazioni. Allegato proclama dei rettori sui possessi dei Serdobati.
1 Fascicolo, cc. 6, leg. originale in carta, volgare

sottounità 34
1642 settembre 17
"Querella di messer Lorenzo Brignoli da Zandobbio affituale delle Reverende Madri del Borgo di Terzo. Contro Pietro Macinelli et Bertolo suo fratello e Tommaso da [...] per danni dati" (1).
Denuncia alla cancelleria pretoria di Lorenzo Brignoli, affittuale del monastero di S. Pietro di Borgo di Terzo, contro i fratelli Pietro e Bortolo Macinelli per essere entrati di notte nei suoi possessi e avere danneggiato alberi e asportato uva.
1 Fascicolo, cc. 4, leg. originale in carta, volgare
note:
(1). La camicia è formata da "Parte presa nell'Eccelso Consiglio di Dieci 1639 adì 16 settembre in materia di arme".

sottounità 35
1643 aprile 20-1643 agosto 27
"Contro Ottavio Colombo per danno dato".
Denuncia al podestà di Giovanni Francesco Locatelli fu Priamo, di Foppenico, contro Ottavio Colombello per avere fatto passare il figlio Alessandro su un suo terreno con un manzo e un agnello e averli fatti bere alla seriola che porta l'acqua al suo mulino. Citazioni.
1 Fascicolo, cc. 6, leg. originale in carta, volgare

sottounità 36
1643 settembre 14; antecedenti da 1639 luglio 28
Denuncia.
Denuncia di Giuseppe Furietto e Alessandro Panizolo, sindaci del comune di Zogno, contro Giuseppe Marconi per averli aggrediti. Allegato decreto di Marco Contareno, avogadore di comun di Venezia, perché non si molestino i rappresentanti del comune di Zogno.
1 Fascicolo, cc. 4, leg. originale in carta, volgare